Tag: premiati

22 giugno 2017 0

Ambiente: Comuni ricicloni, Aquino e Colle San Magno tra i premiati

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cerimonia di premiazione oggi a Roma per i comuni ricicloni. Si sono distinti nella classifica per la provincia di Frosinone Aquino, Colle San Magno, poi Villa Santa Lucia, Castelliri, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Castro dei Volsci. Sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Aquino, Libero Mazzaroppi, ha immediatamente pubblicato le foto dell’evento e il commento a caldo “Con il ministro Galletti, l’on. Realacci e Legambiente. Ancora una volta l’Unione Cinquecittà protagonista ai Comuni Ricicloni. Di cuore, Grazie ai cittadini dì Aquino che sono un esempio di civiltà, di attenzione all’ambiente, di educazione. Un plauso ai nostri funzionari, agli uffici e alla soc. De Vizia. Orgoglioso di voi, andiamo avanti insieme”.

9 giugno 2017 0

Isernia: Premiati per le attività svolte sul territorio i Comandanti delle Stazioni Carabinieri di Isernia e Capracotta

Di redazione

In occasione della celebrazione del 203° Anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, tenutasi presso la Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso, il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Generale di Brigata Michele Sirimarco, per l’impegno quotidiano profuso dalle Stazioni dell’Arma dislocate capillarmente su tutto il territorio, ha premiato anche due Comandanti di Stazione poste sotto la giurisdizione del Comando Provinciale di Isernia. Si tratta del Maresciallo Aiutante Michele Zampini, Comandante della Stazione di Isernia e del Maresciallo Ordinario Alfredo Abbruzzese, Comandante della Stazione di Capracotta. Nella motivazione del “premio Comandante di Stazione 2017”, consegnato materialmente dai sindaci dei rispettivi comuni, si legge che quali acuti osservatori delle dinamiche sociali, attenti custodi dei delicati equilibri che interessano il territorio di competenza, vicino ai bisogni della gente e baluardo di sicurezza delle comunità, hanno interpretato il ruolo di Comandante di Stazione con generosa disponibilità, straordinaria sagacia ed eccezionale vigore, meritando la gratitudine della popolazione e il plauso dell’istituzione.

23 aprile 2017 0

Premiati i vincitori de “Cronista per un giorno” e “Sorgenti del Gari”

Di redazionecassino1

Cassino – Biblioteca “P. Malatesta” di via del Carmine a Cassino gremita, questa mattina, per la cerimonia di consegna dei premi “Cronista per un giorno”, alla 7^ edizione e “Sorgenti del Gari”, giunto alla 5^edizione. presente l’assessore alla cultura del comune di Cassino, Nora Noury. La manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Deus Day”, ha visto la partecipazione di molti artisti che si sono cimentati nella poesia e in elaborati sul tema del bullismo. Molto soddisfatti il presidente del sodalizio Sebastiano Midolo, il vice presidente Carmelo Midolo e il direttore artistico Concetta Laura Mauceri, per la larga partecipazione di opere ed artisti, ma soprattutto per la qualità dei componenti raccolti in un’unica antologia. Particolarmente importante il tema che ha ispirato, in questa edizione, il premio “Cronista per un giorno”, un tema di forte impatto sociale, drammaticamente e di scottante attualità. Sul tema, nell’ambito della manifestazione, sono intervenuti i relatori, Michele Zizza che ha evidenziato le problematiche del bullismo e Daniela Cardillo, laureata in Giurisprudenza, che ha affrontato l’aspetto attualissimo del rapporto fra bullismo ed informazione nel saggio “Il labile confine tra diritto di cronaca e diffamazione a mezzo stampa”. Molti gli artisti premiati. Il premio nazionale “Cronista per un giorno”, riservato alle Scuole ha visto al 1° posto Luca Serravalle (I.C. 1 Carlentini di Siracusa), al 2° Vittorio Kobzarenko, al 3° Emanuele Iaquaniello, al 4° Domenico Russo, entrambi del  2° Istituto Comprensivo di Cassino. Al 4° posto ex aequo Angelica Giordano (E. Vendramini Pordenone), Federico Arico’, Luigi Di Sano, Gaia Pontone, dell’I.C. 2 Cassino), Valentina Napoletano, Gaia Narducci, entrambi I.C. 4 Frosinone. Per le Scuole Secondarie di 1° grado, primo posto per Alessia Pia D’Onofrio, del Bernacchia Brigida di Termoli, al 2° Francesco Maria Culiersi del I.C.2 di Cassino, al 3° Rachele Trigili  dell’I.C.1 Carlentini, di Siracusa, al 4° posto ex aequo Marta Ludovico, Rossella Russo, entrambi del Istituto Brigida di Termoli, Dalila D’Agostino, Biagio Micco, entrambi di Alvignano Caserta, Giulia Cocorocchio, dell’Istituto Comprensivo 2 di Cassino, Jamila Battista (Brigida Termoli), Ludovica Rosaria Latina (I. C. 1 Carlentini Sr). Per le Scuole Secondarie di 2° grado, al 1° posto Francesco Esposito del Liceo Scientifico “G. Pellecchia” di Cassino, al 2° Francesco Pomente, al 3° Davide Fontana, entrambi I.I.S “A.Volta” di Frosinone. Per il concorso nazionale “Sorgenti del Gari” per le poesie in lingua, 1° posto per Antonio Damiano (Latina), al 2° Luigi Cipolla, al 3° Patrizia Romano, entrambi di Villa Santa Lucia, al 4° posto ex aequo Angelo Capoccia (Alvito), Anna De Santis, Giuseppe Montaquila, di Cassino), Maria Stimpfi (Pordenone), Francesca Messina (Cassino), Rodolfo Damiani (Sora), Nisia Bianchi (Arpino). Per le poesie in “vernacolo” al 1° posto Donato Mosticone (Sora), al 2° Augusto Poscia, al 3° Vittorio Piscopo, al 4° ex aequo Augusto Poscia, entrambi di Cassino, Donato Mosticone (Sora), Anna De Santis (Cassino). Inoltre la giuria ha assegnato un attestato d’onore per meriti poetici a Rosalba Di Vona e un attestato di merito a Maria Pavone. Soddisfazione per la aprtecipazione ed il successo della manifestazione è stata espressa dall’assessore alla cultura del comune di Cassino, Nora Noury, che ha elogiato tutti gli artisti e i ragazzi delle scuole di Cassino e della provincia per il loro impegno su un tema di particolare importanza e attualità.

F. Pensabene

 

27 gennaio 2017 0

Cassino-Premiati i vincitori delle gare “Giochiamo con l’informatica” e ” Il piccolo Archimede”

Di redazione

Si è svolta presso l’aula magna della facoltà di ingegneria dell’università di Cassino, la premiazione delle gare “ Il piccolo Archimede” e “Giochiamo con l’informatica”; organizzati dalle docenti ’ITIS “E. Majorana” di Cassino. Queste due gare rispettivamente di matematica e di informatica hanno visto la partecipazione di circa 800 studenti delle scuole medie delle province di Frosinone, Latina e Caserta. La premiazione è avvenuta alla presenza del magnifico rettore dell’UNICAS Prof. Giovanni Betta, della dirigente Prof.ssa Ina Gloria Guarrera, dell’ex preside del suddetto istituto Ing. Mario Venturino, del direttore del centro dell’impiego dott. Antonio Massaro e della responsabile all’orientamento Paola Verde dell’UNICAS . “Nel corso della vita è fondamentale mettersi in gioco, a volte si vince e altre si perde; ciò che conta è il coraggio di gareggiare”; così il Magnifico rettore ha esordito; ha continuato, poi, ringraziando la dirigente dell’istituto per il suo proficuo lavoro. La dirigente Guarrera ha espresso grande soddisfazione per il grande successo che ha ricevuto questa manifestazione. Si è complimentata con i genitori e gli studenti tutti che hanno preso parte alle prove. L’ex dirigente Venturino: “Scegliere una scuola superiore è complesso; essa deve essere bella e deve piacere, ma soprattutto deve invogliare l’alunno a studiare e queste caratteristiche l’istituto tecnico industriale di Cassino le l’ha”. Il direttor Massaro del centro dell’impiego afferma che l’attività di orientamento è fondamentale per gli alunni delle scuole medie e al riguardo, la dott.ssa Paola Verde, responsabile dell’attività di orientamento dell’UNICAS, ha dichiarato che queste attività riescono a far “immergere” lo studente nell’impegno, nella competizione e nel lavoro, fondamentale per comprendere le attività che si svolgono in un ambiente scolastico. Al termine dei saluti iniziali ha avuto inizio la cerimonia di premiazione dei ragazzi primi classificati nelle due gare. Sono risultati vincitori de “Il piccolo Archimede” rispettivamente Gaia Di Paolo, prima classificata Scuola media di Atina; Mattia Pignatelli secondo classificato Scuola media di Sant’Elia Fiumerapido; Gennaro Pisani, terzo classificato Scuola media Di Biasio Cassino. Per “Giochiamo con l’informatica” sono risultati vincitori rispettivamente Alessandro Migliaccio, Scuola media di Sant’Apollinare; segue Davide Verrecchia, secondo classificato Scuola media Conte di Cassino e infine Luca Frezza, terzo classificato della Scuola media di Arce. Redazione AD Majorana Alessandro Di Sano Cristian Antonuccio

24 settembre 2016 0

Premiati 800 ragazzi con borse di studio e premi del progetto Solidiamo

Di admin

 

Frosinone – Ben 800 studenti sono stati premiati questa mattina nella villa comunale a  Frosinone con borsa di studio del progetto Solidiamo. I ragazzi provenivano dai quattro Comprensivi della città Capoluogo, dagli Istituti di istruzione superiore “Angeloni”, “Volta”, “Bragaglia”, “Brunelleschi – Da Vinci”,“Turriziani” e dal liceo scientifico “Severi. Il progetto Solidiamo prevede che il 50% delle indennità di carica di sindaco, assessori e consiglieri comunali venga destinato, ogni anno, agli studenti più meritevoli residenti nel capoluogo oltre che investito in progetti di rilevanza sociale per gli anziani.

Circa mille presenti tra insegnanti, genitori e studenti provenienti dai quattro Comprensivi, Proprio su spinta di Ottaviani venne realizzato, nel 2012, un progetto a tutt’oggi inedito in Italia. “Gli insegnanti di lettere troveranno, giustamente, da ridire, sul titolo provocatorio di questa iniziativa, ottenuto dalla coniugazione di un sostantivo, anziché un verbo. Quando abbiamo creato questo progetto, volevamo porre l’accento sul significato di solidarietà, intesa come coesione sociale, come l’atto del mettere a disposizione degli altri ciò che si ha. Abbiamo così creato un fondo in cui è confluito il 50% delle indennità di carica di ogni amministratore comunale di Frosinone, attraverso il quale l’ente promuove le borse di studio e i premi destinati agli studenti, residenti nel capoluogo, tra i più meritevoli. Crediamo che sia giusto ricevere un incentivo allo studio attraverso i proventi della collettività. Perché le indennità dei politici non appartengono ai politici, ma alla collettività”.

Il primo cittadino ha, quindi, aggiunto: “Solidiamo non investe solo sui giovani e quindi sulla nostra prossima classe dirigente: grazie allo stesso progetto, circa 800 anziani, infatti, hanno l’opportunità di frequentare luoghi di interesse culturale e storico per più giorni. Abbiamo provato ad esportare questa nostra esperienza anche nel resto del Paese. Il nostro Comune ha risparmiato e investito, in cinque anni, circa 750.000 euro a favore di giovani e anziani: immaginiamo cosa potrebbe accadere, se un’azione del genere coinvolgesse tutti i comuni italiani. In tal caso, avremmo una manovra interamente incentrata sul sociale, a costo zero per le finanze pubbliche, trasferendo risorse da chi ha di più a chi ha di meno”. E ancora: “In questi giorni, ci sono arrivate diverse segnalazioni di persone che frequentano le scuole del capoluogo ma che, non essendo residenti a Frosinone, non possono partecipare a Solidiamo. A loro dico: il vostro valore non è minimamente messo in dubbio. Il punto è che il progetto è realizzato grazie ai tributi pagati dai cittadini residenti a Frosinone, non grazie al contributo di Governo o Regione. Affinché vengano premiati anche i ragazzi residenti in altri comuni, sarebbe sufficiente adottare le stesse delibere nel resto del Paese”. Il sindaco Ottaviani ha quindi concluso il proprio intervento. “Dovete essere orgogliosi della vostra bravura ma, al tempo stesso, non dovete sentirvi più importanti degli altri. Chi ha più talento deve metterlo a disposizione degli altri per aiutare chi è rimasto indietro. Auguri ai ragazzi, alle famiglie, agli insegnanti e ai dirigenti”. Gli attestati sono stati consegnati, oltre che dal sindaco Ottaviani (che ha spesso chiamato gli stessi ragazzi ad intervenire, attraverso simpatici scambi di battute sulla fede calcistica o su come sarebbe stato impiegato il riconoscimento ottenuto), da Ombretta Ceccarelli (assessore alla pubblica istruzione), Sergio Crescenzi (assessore al personale), Rossella Testa (delegata al centro storico), Gerardo Zirizzotti (consigliere comunale), Claudio Caparrelli (capo ufficio gabinetto). Presenti i dirigenti scolastici Monica Fontana (terzo comprensivo), Gianni Guglielmi (quarto comprensivo), Mara Bufalini (secondo comprensivo); Dionisio Gualdini, del primo comprensivo, è intervenuto in rappresentanza del preside De Simone. Presenti, inoltre, i dirigenti Teresa Orlando (“Angeloni”), Livio Sotis (scientifico “Severi”), oltre alla professoressa Edina Furlan, in rappresentanza della dirigente Patrizia Carfagna del “Brunelleschi – Da Vinci” e la professoressa Mazza che ha portato i saluti del preside Fabio Giona per il “Bragaglia”.

 

27 giugno 2010 0

Concorso di poesia ‘L’amore in tutte le sue espressioni’, premiati i vincitori

Di redazione

Si è tenuta nei locali del circolo Arci a causa del maltempo, sabato scorso, la premiazione dei vincitori del concorso di poesia ‘L’amore in tutte le sue espressioni’ bandito dal Comune di Paliano. L’Assessore alla cultura, Simone Marucci, unitamente alla giuria composta da Umberto Romani, Maurizio Turriziani e Giuseppe Rubini, hanno dato inizio alla serata che è proseguita con la performance di alcune componenti della Compagnia teatrale ‘Le Particelle Elementari’. Le attrici hanno declamato, alternandoli, sia i componimenti poetici dei presentati al concorso, sia poesie di autori famosi quali Prévert, Dante, Leopardi, Cavalcanti, Trilussa, De Amicis. I finalisti del Concorso, articolato nella sezione ‘Giovani’ e ‘Adulti’, sono stati: Categoria ‘Giovani’: premio ex equo a Diego Valentino con la poesia “Natura Selvaggia” e Francesco Amici con la poesia “La lacrima”. Per la categoria ‘Adulti’ prima Classificata: Mariagrazia De Cola, con ‘Il Bacio’; Seconda classificata Teresa Zompanti con “Il barbone”; al terzo posto Lucio Idrosigni con un componimento senza titolo. Premio Speciale ad Alvaro Graziani con “L’amore oltre la vita” e ad Andreina Laurenzi con “I due volti”. “L’occasione di ulteriori incontri informali, adatti a far incontrare le persone e favorire relazioni umane – ha sottolineato l’Assessore Simone Marucci nel ringraziare i partecipanti alla prima edizione del concorso -, verrà incentivata nel corso di tutto l’anno con la proposta sia di altre serate poetiche a tema, sia con argomenti di carattere sociale, culturale e ludico”.

8 maggio 2010 0

XI edizione del Premio Leonida Pinchera, “Una vita per la scuola”, premiati i vincitori

Di redazionecassino1

Si è svolta questa mattina presso l’Auditorium della scuola media “Diamare-Conte” la premiazione della 9a edizione del Premio ‘Leonida Pinchera’, “Una vita per la scuola”. Molte le autorità presenti e i genitori dei ragazzi che insieme al dirigente prof. Fernando Fiorillo, hanno partecipato a questo importante appuntamento. Suggestiva e particolarmente emozionante la cerimonia di premiazione dei tre allievi: Annalisa Savelli, prima classificata con un testo su Madre Teresa di Calcutta con particolare attenzione alle attività del   volontariato, Michele Clemente al secondo posto, con una recensione sul libro “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman, ha sviluppato considerazioni inerenti l’antisemitismo, le persecuzioni razziali, l’Olocausto del popolo ebraico, riflettendo sul tema, oggi particolarmente attuale, dell’integrazione sociale dei tanti immigrati, infine terza classificata Noemi Carollo. (tutti nella foto)   Al secondo classificato, Michele Clemente sono andati i maggiori attestati di stima e di approvazione e a lui abbiamo chiesto una valutazione sul premio e sulla scelta dell’argomento trattato. “Quando un anno fa ho partecipato a questo concorso in memoria del professor Leonida Pinchera, ero un po’ nervoso, ci tenevo a fare un buon lavoro anche perché gli esami erano vicini e svolgere un bel tema mi avrebbe dato maggiore sicurezza. Lette le tracce, decisi di tuffarmi in quella che più mi appassionava: parlare de “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman. Adoro quel libro perché, seppur breve, affronta alla perfezione un tema difficile e vergognoso: la persecuzione degli Ebrei, la Shoah. Mentre scrivevo, spiega Michele, ero mesto, quei ricordi bruciavano come l’alcool su una ferita ancora aperta. Ricevere la notizia di essere fra i primi classificati, mi ha fatto molto piacere e mi ha riempito di soddisfazione, scrivere sta diventando una passione, conclude Michele Clemente. un modo fantastico per liberare la propria mente da affanni e preoccupazioni e, magari, ottenere dei buoni risultati”.   Che dire di più, dopo una dichiarazione così? Sicuramente nuovi scrittori si profilano all’orizzonte. Certo tutti i tre ragazzi premiati sono sulla buona strada, il giovane Michele Clemente sicuramente è già molto avanti!

F. Pensabene

17 agosto 2009 0

Premiati gli artisti dialettali

Di redazione

La giuria del Festival della cultura dialettale ” Premio Collepardo” ha proclamato, nella serata finale del 14 Agosto in piazza a Collepardo, i seguenti vincitori- per la sezione Musica: Marco Ceci con il brano ” Tempi begli d’nna vota” Saltapizzica ciociara, scritta da: Gianpiero Rossi, Loffredi Angelo e Francesco. Per la sezione Poesia e prosa: Pantano Remo con la poesia ” Ularia tenè dieci anni. Per la sezione teatro e cabaret: Sacchetti Adriana e Angelica con la rappresentazione ” Pigliatigli tu” di Natale Buraglia. Durante la serata sono stati consegnati dalla commissione del festival, dalla Proloco e dal comune di Collepardo, dei riconoscimenti a Fiammetta Misserville per il libro ” La tradizione erboristica monostica in Ciociaria. L’abazia di Trisulti”; a Mario Sarandrea per aver riportato alla luce l’antico rito della festa di San Giovanni che si tiene a Collepardo la notte del 24 giugno di ogni anno; al gruppo i Bifolk per la fantasia introdotta nella musica popolare ciociara; al coro Ernica Saxa per la divulgazione dei canti popolari italiani in lingua originale dialettale e alla Music School di Giampiero Rossi per l’attività di ricerca e produzione di brani ciociari inediti. Il Direttore Artistico Giancarlo Pacitto si augura che, visto il successo delle 2 edizioni del festival, il prossimo anno ci sia un intervento ed interessamento anche da parte delle provincia di Frosinone e dela Regione Lazio. Per ulteriori informazioni e per le foto del festival si può consultare il sito: www.festivaldellaculturadialettale.it