Tag: provincia

15 agosto 2018 0

Terremoto, scossa di magnitudo 4.7 in provincia di Campobasso

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CAMPOBASSO – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata poco prima della mezzanotte con epicentro a Campobasso.

A seguito dell’evento sismico registrato dai sismograafi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle ore 23.48 del 14 agosto con magnitudo ML 4.7, sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. L’evento sismico – con epicentro localizzato nel Comune di Montecifone in provincia di Campobasso – risulta avvertito dalla popolazione. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose.

11 giugno 2018 0

Elezioni 2018, i sindaci eletti in provincia di Frosinone

Di admin

PROVINCIA DI FROSINONE – Ad Amaseno il sindaco eletto è Antonio Como ad Aquino il sindaco uscente Libero Mazzaroppi ha ottenuto la riconferma, così come Renato rea ad Arpino.

Ad Atina è stato eletto sindaco Adolfo Valente, Enzo Perciballi a Boville Ernica, mentre Gianni Taurisano è il sindaco di Filettino e Alioska Baccarini è sindaco a Fiuggi.

A Pico l’ha spuntata Ornella Carnevale, mentre a Pignataro Interamna vince Benedetto Murro e a Serrone Giancarlo Proietto. A Torrice il sindaco si chiama Mauro Assalti, Luigi Rossi a Villa Latina e Antonio Iannarelli a Villa Santa Lucia.

Ad Anagni, le poche schede scrutinate danno il ballottaggio (provvisorio) tra Daniele Natalia e Daniele Tasca. A Ferentino, Antonio Pompeo viaggia verso la riconferma al primo turno.

Ermanno Amedei

(fonte Ministero dell’Interno ore 7.48)

28 maggio 2018 0

Visita del  Prefetto della Provincia di Frosinone alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino

Di admin

CASSINO – Lo scorso venerdì, il Prefetto di Frosinone dottoressa Emilia Zarrilli si è recata in vista presso la Sottosezione Polizia Stradale di Cassino per incontrare i “ragazzi” di quel Reparto che dall’inizio dell’anno si sono resi “protagonisti” di numerose operazioni di Polizia Giudiziaria.

Il Prefetto ha esternato il suo plauso per la dedizione ed il senso del dovere  degli operatori che, con intuito e professionalità, quotidianamente svolgono il proprio dovere.

Tra le operazioni più significative ricordiamo  il sequestro di 65 Kg. TLE, 10 Kg di sostanza stupefacente,  di materiale ed attrezzature di cantiere, rintraccio di persone clandestine o ricercate e da ultimo due ragazzi studenti  Erasmus che ignari circolavano in  bicicletta in autostrada.

25 aprile 2018 0

Terremoto, scossa di magnitudo 4.2 in provincia di Campobasso. Protezione civile: non risultano danni o feriti

Di admin

CAMPOBASSO – “A seguito dell’evento sismico registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in provincia di Campobasso alle ore 11.48 con magnitudo ML 4.2, sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile”. Lo si legge in una nota del Dipartimento di Protezione Civile. “L’evento sismico – con epicentro localizzato tra i comuni di Guglionesi, Montecilfone e Palata in provincia di Campobasso – risulta avvertito dalla popolazione. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose”.

8 marzo 2018 0

Verrà presentato domani in Provincia il libro di Riccardi “Col laccio sulle Forche”

Di admin

FROSINONE – Si terrà venerdì 9 marzo, presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone la presentazione del libro “Col laccio sulle forche” di Fernando Riccardi, edito dall’Associazione Pama.

Un volume che mette in luce la vicenda storica dell’attività carbonara nella zona della Valle del Liri e soprattutto di Roccasecca. In particolare vengono ricordate le storie di Raffaele Giovinazzi e Benedetto Patamia, carbonari che si sono immolati per inseguire l’ideale di libertà e democrazia.

A fare gli onori di casa insieme al presidente del Consiglio Provinciale e delegato alla Cultura Luigi Vacana ci sarà il consigliere Antonio Di Nota. Con loro la presidente dell’Associazione “Pama” Cristiana Martini e Patrizia Delli Colli che dialogherà con l’autore.

“Un appuntamento assolutamente importante per conoscere ed approfondire la storia del nostro territorio – sottolineano Vacana e Di Nota – una storia che non va dimenticata e anzi andrebbe portata nelle scuole per permettere ai nostri ragazzi di conoscere più da vicino le proprie origini”

Appuntamento per questa importante iniziativa venerdi 9 marzo alle ore 17 presso il salone dell’Ente di Piazza Gramsci.

26 febbraio 2018 0

Grande freddo, appello della provincia di Frosinone: attenzione al ghiaccio delle prossime ore

Di admin

FROSINONE – “Il settore Viabilità della Provincia di Frosinone è al lavoro costante per affrontare l’emergenza creata dalle nevicate di queste ore. Tecnici, operai e mezzi sono in attività dalle prime ore della giornata sulle arterie di competenza per liberare le strade dagli accumuli di neve. In particolare nelle zone montane”.

Lo si legge in una nota dell’amministrazione provinciale di Frosinone.

“Inoltre, la Provincia sta collaborando con la Prefettura per la gestione della situazione. Al momento non si registrano eccessivi disagi, ma il problema potrebbe essere rappresentato dalle gelate delle prossime ore.

Si provvederà allo spargimento del sale, ma dalla Provincia si raccomanda massima attenzione e soprattutto di evitare di mettersi in viaggio, se non proprio in situazioni di necessità”.

26 febbraio 2018 0

Grande freddo, Burian è arrivato: neve su tutta la provincia di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Burian è arrivato. Le previsioni ampiamente annunciate dell’arrivo del freddo siberiano non sbagliavano. I primo fiocchi sono cominciati a cadere in Ciociaria ieri sera.

Le prime luci dell’alba hanno svelato accumuli di neve diversi a seconda dell’altitudine. Nevica anche a quote bassissime come a Cassino dove è in corso una abbondante nevicata e dove si è posato un sottile anche se incerto manto che prende spessore nei centri in altura come Cervaro.

E’ di diversi centimetri ad Alatri e a Frosinone, più spesso il manto a Veroli e Fiuggi.

Ermanno Amedei 

14 febbraio 2018 0

Cultura ciociara stimata nel mondo ma non in Ciociaria, provincia senza un museo o pinacoteca

Di admin

FROSINONE – Abbiamo più volte avuto il piacere di informare i lettori su qualche opera d’arte concernente la Ciociaria – quadri  sul costume ciociaro o opere di artisti ciociari – apparsa sul mercato antiquario e abbiamo anche informato quando qualcuna di queste opere è tornata  in patria.

Abbiamo altresì ricordato la totale assenza di musei e di pinacoteche in tutta la Ciociaria frusinate ancora oggi, prova evidente che nelle alte sfere siffatte istituzioni nulla contano e a nulla servono. Di conseguenza, per esempio, si immagini che cosa potrebbe succedere nel caso, ammettiamolo: eccezionale, che qualche collezionista o  amatore volesse donare un’opera d’arte alla comunità per condividerne il godimento:  a chi la darebbe e dove collocata, in tutta sicurezza? E’ una macchia enorme quella che affligge la Ciociaria in particolare la provincia di FR: è il solo capoluogo italiano dove nemmeno a livello interlocutorio si parla di una galleria o museo o pinacoteca, possibilmente veri. I paragoni sono sempre sgradevoli ma al di là delle Alpi è normale in ogni cittadina anche di tremila abitanti rinvenirvi almeno un museo civico che raccolga e tramandi la storia e le vicende della città. Qui in provincia di FR, e perciò non solo nel capoluogo, zero completo! E stiamo parlando di museo civico:  figurarsi di un museo o di una pinacoteca, vale a dire contenitori prestigiosi di opere d’arte. Gli uomini politici dai quali ci si aspetterebbe interesse e sensibilità nei confronti della comunità, meglio non svegliarli.

Ora siamo in clima elettorale quindi il momento propizio ed opportuno per le promesse gli impegni e i giuramenti: eppure neanche  in tale felice frangente i nostri fortunati uomini politici conoscono i termini di arte, di museo, di pinacoteca, di galleria ed analoghi: si direbbe che abbiano paura o vergogna a pronunciare queste parole! Le parole di Pasolini si direbbero più che mai veritiere: “L’odio per la cultura è della sottocultura!” Ma non ci vogliamo credere.  E’ certo che il cavallo di  battaglia è sempre: il cemento armato, capannoni e industrializzazione, asfalto e strade, si riparla di tanti progetti e programmi tutti finalizzati alla degradazione dell’ambiente e del paesaggio e a togliere agli italiani ancora un po’ del suolo rimasto.

Eppure gli uomini politici sono i soli che possono conferire tono e forma e sostanza alla comunità, cioè essere portatori -e portatrici- di cultura e di progresso, cioè di libertà e di civiltà. Colgano dunque questa occasione per proporre o almeno promettere una  pinacoteca, nel capoluogo possibilmente, magari la pinacoteca del costume ciociaro cioè delle opere d’arte dipinte dagli artisti europei tra la fine del 1700 e le prime decadi del 1900 che illustrano con enorme successo la umanità ciociara dell’epoca a Roma e per le vie del mondo a Parigi, Londra, Berlino, Monaco…La vestitura dei ciociari di quei secoli, cioè il costume ciociaro, è stato ed è quello più illustrato e più documentato tra tutti i costumi tradizionali europei, il più conosciuto, il più amato tanto che è quasi impossibile entrare in una pinacoteca del pianeta e non trovarvi appeso un quadro col costume ciociaro. E perfino i massimi artisti lo hanno illustrato: Manet, Degas, Corot, Cézanne, Van Gogh, Picasso… Nessun soggetto pittorico può vantare queste firme. Eppure nelle istituzioni  specie frusinati di tali opere non se ne vede nemmeno una.

Ecco dunque per qualche uomo politico più attento, e anche coraggioso!! un momento favorevole per almeno promettere e impegnarsi e dunque parlare, della pinacoteca del costume ciociaro, se non ne ha  vergogna o paura! A Parigi  dove di musei, e che musei e pinacoteche!, ve ne sono a ventine e cinquantine, solamente in questi ultimi due-tre anni ne sono stati aperti o in via di apertura almeno altri tre, enormi, ricchissimi. E qui in Ciociaria frusinate si ignora, ancora, oggi, perfino la parola: pinacoteca.

Michele Santulli

7 febbraio 2018 0

Troppi incidenti sulle strade della provincia di Frosinone, il prefetto convoca tavolo tecnico

Di admin

FROSINONE – “A seguito dei numerosi gravi incidenti stradali, che hanno interessato il territorio di questa provincia, il Prefetto ha tempestivamente convocato in mattinata un apposito tavolo tecnico per una disamina complessiva  della citata problematica”.

Lo si legge in una nota della Prefettura di Frosinone.

“Con l’occasione è stata esaminata anche la necessità di procedere ad un rinnovo dell’Osservatorio sulla Sicurezza Stradale

Hanno preso parte  i vertici delle Forze di Polizia ( Questore di Frosinone, i Comandanti  Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza ed il Dirigente della Polizia Stradale di Frosinone), il Sindaco del Comune di Sora, il Comandante dei Vigili del Fuoco, i Comandanti  delle Polizie Locali di Alatri, Ferentino, Frosinone, gli Enti Proprietari delle strade  (ASTRAL e PROVINCIA).

L’incontro si colloca altresì nell’ambito delle iniziative finalizzate alla promozione della cultura della sicurezza stradale non solo mediante il potenziamento dei relativi controlli da parte delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali, ma anche attraverso la realizzazione di interventi nel breve e medio periodo che contribuiscano a ridurre il rischio di incidentalità.

E’ stato, da ultimo, rilevato che l’obiettivo precipuo dell’Osservatorio è quello di effettuare un monitoraggio costante degli incidenti, individuandone le principali cause e definendo le azioni da intraprendere (strutturali, educative, di sensibilizzazione al rispetto delle norme di circolazione stradale) sulla base dell’analisi dei dati forniti da tutti gli attori dell’Osservatorio medesimo”.

13 gennaio 2018 0

La Provincia abbandona il trasporto disabili, la Regione Lazio lo finanzia con 28mila euro

Di redazionecassino1

Cassino – Il comune di Cassino- Assessorato ai servizi Sociali e della Famiglia ha ottenuto ulteriori due finanziamenti da parte la Regione Lazio per quanto concerne il trasporto dei disabili.

“Un anno fa ricevemmo improvvisamente la comunicazione da parte dell’ente Provincia di Frosinone dei tagli ai trasporti scolatici per i diversamente abili. – ha detto l’assessore alle Politiche sociali e della famiglia, Benedetto Leone – Non potevamo come Amministrazione lasciare da soli questi ragazzi speciali. Da lì l’idea, avendo due pulmini in affidamento con la PMG grazie agli sponsor, di rendeteli ancor più utili alla nostra Comunità. Abbiamo, quindi, presentato un progetto al Consorzio dei servizi sociali per il trasporto dei ragazzi.

Ieri ci è arrivata la notizia, anzi la doppia notizia, di un primo rimborso del progetto da parte della Regione Lazio che ha valutato positivamente l’idea proposta dall’amministrazione D’Alessandro, assegnando quasi 28 mila euro per l’anno appena concluso. Ma c’è di più. La seconda bella notizia è, infatti, legata al fatto che ci è stato comunicato il finanziamento del progetto anche per l’anno in corso con l’assegnazione della prima rata già in questo periodo.

Da Assessore ai Servizi sociali avevo preso un impegno con le famiglie di questi ragazzi straordinari. Nessuno li lascerà soli, oggi fa piacere che la nostra scelta progettuale sia stata valutata positivamente e rimborsata al Comune. Continuiamo su questa strada, come dico sempre, pancia a terra a lavorare per la Città, con l’obiettivo di valorizzare, passo dopo passo, il senso di comunità”. Ha concluso l’assessore alle Politihe Sociali e della Famiglia, Benedetto Leone.