Omicidio Scazzi, Sabrina Misseri resta in carcere

13 Novembre 2010 Off Di Comunicato Stampa

Sabrina Misseri resta in carcere. La notizia è arrivata nella notte dal tribunale di Taranto. La decisione in merito alla richiesta di scarcerazione della ragazza di Avetrana, accusata insieme al padre Michele, dell’uccisione della 15enne Sara Scazzi, era attesa soprattutto come indicatore per la tenuta delle accuse che il padre Michele, priama reo confesso di quell’omicidio, poi principale accusatore della figlia, gli aveva mosso. Insomma, resta delusa la difesa della ragazza che sperava in una linea dell’accusa lontana dal credere alla versione di Michele. A questo punto è facile ipotizzare che il castello accusatorio costruito dalla Procura basandosi principalmente sulle dichiarazioni di Michele, e sui riscontri ad essi, sia ormai costruito a meno di ulteriori colpi di scena che, in questo caso, non sono mai mancati.
Er. Amedei

Condividi