Scuola, Sentinelli: “Finanziato bando per il potenziamento dei servizi di istruzione in tutti gli istituti del Lazio”

30 Dicembre 2010 Off Di Ermanno Amedei

“La Regione Lazio finanzia con risorse Fse Por 2007-2013 un bando finalizzato al potenziamento dei servizi di istruzione rivolto a tutte le scuole del Lazio”. E’ quanto dichiara l’assessore all’Istruzione e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Gabriella Sentinelli.

“Così come previsto infatti dal recente protocollo d’intesa tra il ministro Gelmini e il presidente Polverini – sottolinea Sentinelli – la Regione ha finalizzato 5 milioni di euro alla realizzazione di azioni di carattere extracurriculare per favorire lo sviluppo delle competenze di base, una migliore integrazione socio-lavorativa, il successo scolastico dei ragazzi con disabilità e a rischio di marginalità sociale, nonché l’inserimento e l’integrazione degli alunni stranieri”.

Il bando, pubblicato sul Burl e sul sito www.sirio.regione.lazio.it, dà la possibilità alle scuole di presentare progetti entro il 14 febbraio prossimo, che saranno selezionati e approvati da una apposita Commissione. Per la realizzazione di azioni che dovranno concludersi entro l’anno scolastico 2010-2011, le scuole potranno avvalersi prioritariamente del personale docente e Ata privo di conferma dell’incarico negli anni scolastici 2004-2010 e 2010-2011 che si è reso disponibile alla partecipazione ai progetti regionali. Le risorse sono state ripartite sulla base della popolazione scolastica in lotti provinciali: Frosinone (734.367,12), Latina (703.527,01), Rieti (252.454,73), Roma (3.032.988,94), Viterbo (276.662,19).

“Si tratta – conclude Sentinelli – di un bando molto importante per la ricaduta in termini di inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati, per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro e per contribuire a sviluppare e consolidare le comunità locali, per contrastare e prevenire nuove forme di marginalità sociali, senza contare che tali attività potranno consentire la valorizzazione di professionalità attualmente non coinvolte”.

Condividi