Arriva un cucciolo a casa. Ecco cosa fare

8 Gennaio 2012 Off Di Ermanno Amedei

Quando si pensa a prendere in famiglia un cucciolo, conviene consultare il veterinario per assicurarsi che stia bene in salute. Il primo approccio comprende il segnalamento, l’esame obiettivo generale, l’ esame parassitologico delle feci, la ricerca dei parassiti cutanei ed auricolari delle micosi cutanee. Non comprende la profilassi vaccinale, poichè alcuni animali possono incubare patologie infettive che sfuggono ad un primo controllo. La visita comincia dalla testa e finisce alla coda, i cuccioli ed i gattini richiedono una grande pazienza e gentilezza, i soggetti sotto le 4 settimane di vita vanno esaminati con la loro madre, se possibile. Con la prima visita si ottengono informazioni sulla dieta,(Il cucciolo dovrebbe mangiare 4 volte al giorno,evitare di lasciare cibo a disposizione tutto il giorno, devono essere abituati a mangiare ad orario), sulla gestione in generale ed il comportamento. Si consiglia di portare un campioncino di feci (poche in un barattolino) per la ricerca microsopica dei coccidi, il trattamento degli altri parassiti viene eseguito comunque (3 volte). Dopo una settimana in cui il cucciolo gattino è stato tenuto in osservazione, se ha raggiunto l’ età e non sono subentrate malattie viene vaccinato. Il cucciolo viene vaccinato routinariamente contro il Cimurro, la Parvovirosi, l’ Epatite virale e la Leptospirosi a 9-12-15 settimane. Il gattino contro la Panleucopenia virale, la Rinotracheite e la Calicivirosi a 9 e 12 settimane. I richiami successivi sono all’ anno di età ed ogni anno successivo.
Antonio Burdi, Medico Veterinario

Condividi