Blocco sale operatorie in provincia, Marino Fardelli presenta una interrogazione al Presidente Zingaretti

15 Novembre 2013 Off Di Ermanno Amedei

Le sale operatorie della provincia di Frosinone funzionano solo per le emergenze. Gli interventi programmati o di ruotine sono stati sospesi a seguito della tassazione, da parte della Asl, del 25% degli acquisti in prestazione, svolte da tutti i dirigenti medici. Una paralisi riportata nel dettaglio in una interrogazione che il consigliere regionale Marino Fardelli ha presentato al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “Da circa un mese – ha affermato l’on.le Fardelli – la situazione è precipitata. Il disservizio alimenta tra i cittadini un grave senso di sfiducia nella sanità provinciale oltre che preoccupazione e malumore. A tutto questo si aggiunge la mobilità passiva verso le altre strutture sanitarie anche fuori regione”. Nell’interrogazione, il consigliere Marino Fardelli afferma che “il perdurare dello stallo burocratico-amministrativo presso la Asl di Frosinone tra denunce, carte bollate, ricorsi vinti e sentenze in sospeso, rischia di perdere di vista la buona politica sanitaria provinciale”. Nel documento si interroga il Presidente Zingaretti che ha anche la delega di Assessore alla Sanità, se è a conoscenza della situazione descritta e quali azioni intende intraprendere a tutela della sanità in provincia di Frosinone. “Non vengono più garantiti gli interventi in sala operatoria per i quali i pazienti avevano già atteso diverso tempo tra prenotazione e programmazione. I disagi ricadono come sempre sui cittadini che nutrono sempre più sfiducia e senso d’impotenza. La provincia di Frosinone ha bisogno di un ripristino delle sale operatorie oltre che di tutti gli altri servizi sanitari, come i Pronto Soccorso che sono al collasso”. La sanità in provincia di Frosinone vive anni difficili soprattutto a seguito del decreto 80 della Polverini: “E’ stata ridisegnata una sanità che non ha tenuto conto del numero dei posti letto in base agli abitanti e soprattutto alla conformazione del territorio – ha affermato l’on.le Fardelli – Oggi, con il nuovo piano sanitario, la Giunta Zingaretti ha l’opportunità di ridare alla nostra provincia una sanità dignitosa e che possa rispondere alle esigenze reali dei cittadini” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli. Intanto per martedì 19 novembre è stato convocato un Consiglio regionale straordinario proprio sul tema della sanità regionale durante il quale ci saranno le comunicazioni del Presidente Zingaretti.

Condividi