Roger Waters ad Anzio, accolto in comune dalla Corale che cantava “The wall”

18 Febbraio 2014 Off Di Ermanno Amedei

All’ingresso in comune ad Anzio Roger Waters è stato accolto dalla corale polifonica della città di Anzio che cantava “Another Brick in The wall” arrangiato dal maestro Michele Zanoni.
Il bassista dei Pink Floyd si è fermato tra la ressa dei fotografi e ha detto “I love you” applaudendo e inviando un bacio agli interpreti.

“Un evento mediatico globale quello che stiamo vivendo oggi ad Anzio”. Lo dichiara Bruno Parente responsabile dell’ufficio del sindaco di Anzio. “Abbiamo rilasciato circa 300 pass giornalistici a testate nazionali e internazionali tra i quali anche il gruppo Itv inglese. Ci sono poi reporter e fotoreporter delle maggiori testate giornalistiche mondiali e qui, Rainews segue la cerimonia in diretta”.
“Ha scritto le colonne sonore della mia vita e vale bene una giornata di studio persa – dichiara Anastasia Bramato 24 anni di Nettuno assiepata tra centinaia con in mano il cofanetto dei dischi da 45 giri del gruppo inglese pronto per essere autografato – Se dopo tanti anni riesce a raccogliere così tanta gente di ogni età ha molto di più da raccontare della sola musica. Con la sua esperienza di vita poi, e quello che meglio sa raccontare la pace”.

roger-waters-anzio-01

“Suono il basso perchè lo suona lui, ho cominciato a suonarlo da qundo ho sentito i Pink Floyd per la prima volta e da allora hanno condizionato la mia vita, magari me lo autografasse e lo suonasse un secondo per me sarebbe un sogno” ha detto Giuseppe sibilla di 14 anni, di Roma davanti al comune di Anzio con il suo basso.

roger-waters-anzio-02

Un gruppo di persone con bandiere e striscioni, probabilmente pacifisti, sono stati fermati dal servizio di sicurezza fatto di carabinieri e polizia all’esterno del cancello del palazzo comunale. Tre persone in tutto, ai quali è stato impedito di portare all’interno gli striscioni.

roger-waters-anzio-05
Condividi