Uccide il pedofilo che l’aveva violentata, il giudice non la condanna e paga le spese legali

Uccide il pedofilo che l’aveva violentata, il giudice non la condanna e paga le spese legali

22 Aprile 2016 Off Di Ermanno Amedei

Inghilterra – Lo ha ucciso pugnalandolo sulla porta di casa. Così una ragazzina di 15 anni, inglese, della cittadina di Bradford ha punito il pedofilo che l’aveva violentata quando aveva appena 8 anni. L’uomo arrestato, venne condannato a sei anni di carcere scontati i quali, è tornato in libertà facendolo sapere alla ragazza. Lei non ci ha pensato su, ha bussato alla sua porta e, quando se l’è trovato davanti, lo ha accoltellato uccidendolo.

Arrestata, la ragazzina rischiava il carcere per quell’omicidio e forse era anche preparata a pagare quel prezzo per ciò che aveva fatto. Il giudice Jonathan Durham Hall non solo non l’ha condannata al carcere riservandole solamente la condanna a due anni in un centro di riabilitazione per minori, ma si è anche offerto lui stesso di pagare le spese legali della 15enne sostenendo che non poteva mandare una “sopravvissuta” in carcere.  

Notizie tratte dal web

Condividi