Omicidio Grossi a Campoverde, c’è la confessione ma si aspettano i rilievi dei Ris

Omicidio Grossi a Campoverde, c’è la confessione ma si aspettano i rilievi dei Ris

6 Luglio 2016 0 Di Ermanno Amedei

Aprilia – Avrebbe confessato ieri sera  il delitto commesso il 10 giugno, prima ai carabinieri del nucleo investigativo di Latina ribadendolo poi al sostituto procuratore Marco Giancristoforo della procura di Latina.

Il figlio di Rosa Grossi (nella foto), quella mattina, chiamò i carabinieri e l’ambulanza riferendo di aver trovato la madre 88enne agonizzante nel suo letto. Trasportata in ospedale morì nella serrata dello stesso giorno.

Si ipotizzò una rapina finita in tragedia ma nonostante la casa fosse a soqquadro, quell’ipotesi non convinse pienamente gli investigatori che hanno scavato all’interno della famiglia mettendo alle corde il familiare della donna portandolo alla confessione.

Gli investigatori, però, conservano ancora riservato il nome dell’uomo arrestato rendendo noto che si tratta di un parente della vittima. Oltre alla confessione, si aspettano conferme dai risultati dagli esami svolti dal Ris per avere un quadro chiaro e blindare il quadro accusatorio.