D’Alessandro: con stazione appaltante vantaggi per cittadini e imprese

D’Alessandro: con stazione appaltante vantaggi per cittadini e imprese

17 Gennaio 2017 Off Di Felice Pensabene

“Stiamo rivendicando un nostro diritto, vogliamo che la stazione appaltante per quanto concerne la gestione del Gas sia individuata all’interno dei comuni che compongono l’Atem Fr 2 Est. Questa procedura consentirà a cittadini e imprese di Cassino di risparmiare sulla bolletta, assicurerà una migliore qualità e sicurezza del servizio, un efficientamento e potenziamento delle reti, e l’introduzione di innovazioni tecnologiche e ambientali volte a limitare le sorgenti di inquinamento.” Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.
“Sin dall’assemblea da me convocata, lo scorso 2 dicembre, i Sindaci dei Comuni appartenenti all’ambito hanno manifestato il loro interesse a questa iniziativa, per ottenere economie di scala e consentire un intervento omogeneo e coordinato nell’area interessata di un’attività importante come la distribuzione del gas, soprattutto per quanto riguarda gli interventi infrastrutturali, la manutenzione e la sicurezza delle reti. L’eventualità di individuare la stazione appaltante negli enti dell’Atem, prevista dalla normativa vigente, quindi non potrà che produrre vantaggi per i cittadini e garantirà sicurezza e manutenzione della rete, che potranno essere monitorate da vicino dai Comuni.
Come al solito, però, c’è sempre qualcuno che non va nella direzione giusta che in questo caso è quella di consentire meno spese e un servizio efficiente alla popolazione. Il Presidente della Provincia, Antonio Pompeo ancora non ha convocato l’assemblea dei Sindaci dell’Atem Fr 2 Est, nonostante da più di un mese sia il sottoscritto che gli altri primi cittadini sollecitano questo atto.
Purtroppo ho vinto l’ennesima scommessa: il presidente “telecomandato” doveva prima far passare le elezioni provinciali e poi agire. Ora, però è passata anche una settimana dal voto e forse l’ordine di convocare l’assemblea non è stato ancora impartito. Invito, dunque, il presidente della Provincia ad uno scatto d’orgoglio dando subito la possibilità ai Sindaci dell’ambito di riunirsi e riscontrarne la volontà di stabilire la stazione appaltante in uno dei Comuni dell’Atem. I tempi ci sono, il giorno 11 settembre 2017, infatti, deve essere pubblicato il bando per la gara d’ambito. Pertanto è opportuno che entro il mese di marzo 2017 l’Atem sia costituito ed operativo mediante l’approvazione e la sottoscrizione della convenzione da parte dei Comuni che ne fanno parte al fine di predisporre gli atti opportuni”. Ha concluso Carlo Maria D’Alessandro.

Condividi