Dieci medaglie Ciociare ai mondiali di Stick Fighting a Lisbona

Dieci medaglie Ciociare ai mondiali di Stick Fighting a Lisbona

23 Luglio 2018 Off Di redazione

FROSINONE – Sono tornati con un medagliere di tutto rispetto gli atleti ciociari della scuola Psp Scudo, con sede presso l’EuroClub di Frosinone, che hanno partecipato con i colori della squadra Nazionale composta da 21 atleti italiani, al Mondiale G.S.B.A. di Stick Fighting (la versione sportiva delle arti marziali filippine conosciute come Kali, Escrima o Arnis) lo scorso fine settimana a Lisbona.

Quattro, addirittura, le medaglie d’oro ma è la bella prova di ciascuno degli atleti ad aver entusiasmato i tifosi ed onorato i colori nazionali con tecnica, grinta e sportività.

Giulia De Somma con il suo Maestro Andrea Citarelli subito dopo la vittoria nelle gare di Forme (Saiaw)

Giulia De Somma, 23 anni di Alatri, ha fatto suo il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera” aggiudicandosi in apertura il gradino più alto del podio nelle “forme” affrontando avversari, sia maschili che femminili, tra i più quotati dei 12 Paesi partecipanti. Ma non solo, il suo medagliere si è arricchito anche degli altri “colori” con l’argento nella gara dei doppi bastoni e nel bronzo nel bastone singolo.
“L’Eleganza nelle forme – ha detto di lei il suo maestro Andrea Citarelli, direttore tecnico della Psp Scudo di Frosinone in cui i quattro atleti ciociari si sono formati – come la determinazione nei combattimenti, sono caratteristiche che a Giulia non sono mai mancate”.

Leonardo Retico (rosso) alla conquista del suo primo Oro mondiale

Nel drappello dei ciociari, a fare la parte del mattatore di medaglie è stato il 17enne Leonardo Retico di Frosinone: tre ori in tutto, due nelle categorie giovanili e uno nella categoria adulti, vincendo, cinque incontri più la finale anche avendo la meglio anche con atleti plurimedagliati a livello mondiale. “Un grande potenziale per la disciplina ed una vera promessa per lo stick fighting nazionale” ha detto Citarelli.

Il podio delle squadre femminili: Usa, Italia (da sx Roberta Roma, Erica Aversano e Alessandra Bardini) e Gran Bretagna

Bottino ricco di medaglie anche per Erica Selvaggia Aversano, 24 anni, di Frosinone che torna in Italia con al collo una medaglia d’argento guadagnato nel combattimento a squadre che ha visto la compagine nazionale superata solo dalla squadra Usa (terza classificata la Gran Bretagna), e due bronzi nelle categorie individuali di singolo e doppio bastone. “Un risultato – così lo commenta il suo maestro Citarelli – meritatissimo per la forza e la grinta che spinge Erica in tutto ciò che fa”.

Un podio Tricolore con il primo posto di Leonardo Retico (Frosinone), Argento a Tommaso Valentini (Milano) ed il nostro Fabio Di Veronica (Ceccano) al terzo posto

 

 

Ad arricchire il medagliere Nazionale e Ciociaro, c’è anche il bronzo conquistato dall’Istruttore Fabio Di Veronica, 37 anni e campione italiano in carica, nel singolo.
“E’ un veterano che continua a mietere successi – dichiara Citarelli che, lui stesso medaglia d’oro nei mondiali del 2006 negli Usa, a proposito del risultato generale dei suoi atleti dice – è la conferma di un metodo di insegnamento della disciplina che funziona e da risultati. Dal 2005 atleti della nostra palestra non sono mai mancati alle competizioni Mondiali ed Europee. Lo stesso Di Veronica ha iniziato con me nel 2006”.

Ermanno Amedei