Lecce BTM 2020. IL turismo Accessibile in Puglia. Il caso di Leverano.

Lecce BTM 2020. IL turismo Accessibile in Puglia. Il caso di Leverano.

21 Febbraio 2020 Off Di Dante Sacco

 

Nel nostro Paese sono circa 3 milioni e 100mila le persone con limitazioni funzionali, pari a oltre il 5% della popolazione. Il turismo accessibile riguarda circa 10 milioni di persone, tenendo conto anche dei familiari che accompagnano in vacanza le persone con disabilità, tutelati dalla legge 18/2009 con la quale è stata ratificata la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità che sancisce gli effettivi diritti di tutti gli individui sulla partecipazione allo sport, agli svaghi e alla vita ricreativa e culturale come il turismo.


Secondo tale principio e perseguendo la volontà di rendere accessibile a tutti il proprio patrimonio culturale è stato presentato dal Comune di Leverano presso la BTM 2020 il progetto “Comunicare senza barriere”, un progetto di comunicazione inclusiva”.
«L’obiettivo del progetto – spiegano dallo staff del sindaco – è di facilitare la lettura del centro storico in quanto esso simboleggia lo spazio della memoria storica e dell’identità culturale della comunità. La partecipazione e l’inclusione urbana è supportata da mappe multisensoriali con tecnologie inclusive ideati rispondendo quindi alle esigenze di tutte le persone di avere informazioni di natura artistica e culturale e nello stesso tempo assicurando alle persone con disabilità sensoriale o cognitiva o con diversità linguistica, su base di eguaglianza con gli altri, l’accesso all’informazione e alla comunicazione». Sono dunque cinque diversi percorsi presentati che attraversano il centro urbano di Leverano unendo gli edifici più significativi. Il progetto prevede che l’inizio di ogni percorso sia segnalato da un pannello introduttivo, che permetterà di attivare sul proprio smartphone informazioni audio-video in italiano, inglese e LIS (Lingua dei Segni Italiana).
Inoltre, per gli luoghi e gli edifici più significativi il progetto prevede pannelli multisensoriali, che grazie a una speciale tecnica di stampa e all’utilizzo delle nuove tecnologie, saranno basati su contenuti grafici e testuali accessibili al numero più ampio possibile di persone. «Mediante le tecnologie QR Code e NFC – spiegano ancora i rappresentanti dell’amministrazione -, verrà fornita, una guida audio-video, per aiutare nella lettura di ciascun pannello e approfondirne i contenuti. Tale approfondimento sarà fornito in varie modalità: audio per le persone vedenti e non vedenti, video per le persone con deficit acustico (con sottotitoli e traduzione dei testi in LIS) e in inglese.
Tale esperienza nel territorio Salentino , attraverso il progetto “Comunicare senza barriere”, ha il compito di far conoscere quale deve essere la giusta ospitalità che, grazie a un esempio inclusivo di offerta turistica, incoraggia l’accessibilità al patrimonio artistico e architettonico di Leverano. Monumenti accessibili e conoscenza degli stessi. Per ogni individuo, a prescindere dalla specifica abilità.