Finanziamento di centomila euro per il bosco Vandra

Finanziamento di centomila euro per il bosco Vandra

28 Dicembre 2020 Off Di Redazione

Con una determina a firma del direttore dell’agenzia regionale della protezione civile, Carmelo Tulumello, è stato assegnato al Comune di Cassino un contributo straordinario di 100.000 euro per gli interventi a tutela della incolumità pubblica e privata e per la messa in sicurezza e la riqualificazione del bosco Vandra.
La determina in questione è la n.21.136 ed è stata firmata due giorni prima di Natale, il 23 dicembre. Un bel regalo per l’amministrazione comunale che potrà così avviare la riqualificazione di un’area forestale di 40 ettari ai confini con Rocca D’Evandro, in provincia di Caserta. Si tratta di un polmone verde da salvaguardare e valorizzare dopo anni di abbandono. Bisognerà cominciare dalla sua “ripulitura” e dal recupero di spazi depauperati dalla vegetazione, anche al fine di prevenire sempre possibili incendi. Necessaria, per la protezione laterale del bosco, anche una decespugliazione esterna.
L’intervento complessivo, comunque, non è di piccola entità e richiede sostanziose risorse economiche. Si dovrà partire dalla perizia tecnica agronomica per la determinazione dell’importo necessario per poi accedere a finanziamenti dei fondi europei. Una risorsa è intanto rappresentata dal patrimonio di legna che vi si può ricavare.
Particolare soddisfazione per il finanziamento è stato espresso dal Sindaco, dai consiglieri della zona, Fausto Salera e Tommaso Marroco, nonché dalla presidente del consiglio comunale, Barbara Di Rollo, che nella sua qualità di incaricata di seguire i progetti speciali dei comuni della provincia, molto si è data da fare per rappresentare la validità delle ragioni a sostegno dell’intervento. In particolare della messa in sicurezza del bosco, vista la vicinanza ad abitazioni, ad un centro produttivo artigianale e alla linea dell’alta velocità Trenitalia.
Un sopralluogo al bosco Vandra, cui aveva fatto seguito una riunione in Comune per esaminare la cartografia dell’area interessata e formulare una ipotesi progettuale, c’era stato nei mesi scorsi, subito dopo Ferragosto, dal dott. Massimo Tufano, della direzione regionale politiche ambientali, dal dott. Pierluca Gaglioppa, funzionario forestale, per la Regione Lazio, e da Sindaco, dai consiglieri Di Rollo, Consales, Marrocco e Fausto Salera. Da lì è partito l’iter che ha portato ad un primo finanziamento, anche grazie all’impegno dei consiglieri regionali Mauro Buschini e Sara Battisti, cui va il ringraziamento dell’Amministrazione per la sensibilità mostrata rispetto ad un problema per troppo tempo sottovalutato.

Condividi