Cassino ospita per la terza volta i Campionati Nazionali Universitari, lunedì la presentazione con Zingaretti e Anna Maria Anders

Cassino ospita per la terza volta i Campionati Nazionali Universitari, lunedì la presentazione con Zingaretti e Anna Maria Anders

30 Gennaio 2021 Off Di Comunicato Stampa
Entra nel vivo l’organizzazione per i Campionati Nazionali Universitari che si terranno dal 28 maggio al 6 giugno a Cassino. Lunedì 1° febbraio sarà presentata la mascotte dei CNU 2021.
A portare i saluti sarà il padrone di casa, ovvero il rettore dell’Unicas, nonché presidente del comitato organizzatore Giovanni Betta.
A seguire: interverranno il dottor Antonio Dima, presidente del CUSI e la prof.ssa Flaminia Calce, consigliere federale del Cusi e executive director dei CNU 2021.
Verrà quindi presentata ufficialmente la mascotte dei Cnu 2021 e saliranno poi in cattedra le istituzioni del territorio. È previsto un saluto del presidente della Regione Lazio, On. Nicola Zingaretti.
A seguire: il presidente del Consiglio Regionale del Lazio, On. Mauro Buschini; il presidente Provincia di Frosinone, Dott. Antonio Pompeo; il sindaco del Comune di Cassino, Dott. Enzo Salera; il presidente DiSco Lazio Alessio Pontillo.
Prima della chiusura che sarà affidata all’Ambasciatrice S.E. Anna Maria Anders porteranno un saluto anche gli ospiti.
In primis l’abate di Montecassino Dom Donato Ogliari, poi il vescovo Don Gerardo Antonazzo, quindi il presidente BPC Vincenzo Formisano, l’amministratore delegato Acea Ato5 Dott. Roberto Coccozza e il presidente SAF Dott. Lucio Migliorelli (e altre Autorità in attesa di conferma).
Il presidente del Cus Cassino, professor Carmine Calce, ricordando che si tratta della terza volta che Cassino ospita i Cnu – dopo le edizioni del 1998 e del 2013 – annuncia che saranno molte le sorprese e che, nonostante il difficile momento e le restrizioni causa Covid, si sta comunque lavorando alacremente per realizzare l’evento in maniera impeccabile. E che non sia fine a sé stesso e ai dieci giorni di giochi, ma che abbia ricadute importanti sul territorio. Il professor Calce, all’unisono con la prof.ssa Flaminia Calce, consigliere federale del Cusi e executive director dei CNU 2021, spiegano: “Il progetto per il 2021 nasce su iniziativa di Cus Cassino e Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, con la collaborazione della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, Disco Lazio, della Provincia di Frosinone, del Comune di Cassino. Si tratta di un percorso che, oltre la cornice sportiva, ha anche radici culturali, turistiche. Un’attività sinergica tra mondo accademico-sportivo e realtà istituzionali territoriali, coinvolte nel dare all’evento una identità popolare, produrre una ricaduta di interesse generale sulla società”.

Forte anche la vicinanza delle istituzioni. Mauro Buschini, presidente del Consiglio regionale, in occasione della prima conferenza dei Cnu che ha spiegato: “Sostengo concretamente questa manifestazione che porterà migliaia di studenti universitari in tutta la provincia di Frosinone. Una manifestazione che non è solo sport ma che dovrà avere anche ricadute sul territorio come ad esempio la realizzazione ed il completamento di qualche opera che sarà utile al campionato ma poi resterà a beneficio della città”. Un sostegno forte è chiaro è arrivato anche dal Comune con l’assessore Maria Concetta Tamburrini che ha spiegato: “Si tratta di un’occasione di crescita eccezionale. Questa esperienza sarà vincente se i circa 5.000 ragazzi che verranno porteranno nel loro cuore una esperienza che dimostri che quando c’è forza, determinazione e sinergia fra le istituzioni possiamo veramente creare una società ed un mondo migliore”.