Addolcitore acqua: quali sono i benefici dell’acqua dolce su pelle e capelli

Addolcitore acqua: quali sono i benefici dell’acqua dolce su pelle e capelli

18 Giugno 2021 Off Di Ermanno Amedei

Attualità – L’acqua che esce dai rubinetti è ricca di minerali che la rendono calcarea e quando la quantità di calcare presente nell’acqua è elevata, aumenta la sua durezza. Questo fattore, a lungo termine, potrebbe creare danni alle installazioni domestiche, ai capelli e alla pelle, con un conseguente aumento di costi energetici, di manutenzione e un maggior utilizzo di prodotti.

 

Oltre ai danni causati agli elettrodomestici come lavatrice, caldaia, lavastoviglie, rubinetti e così via, l’acqua calcarea porta ad un maggiore consumo energetico e all’aumento dei costi di acqua e gas. Da un punto di vista estetico, quando il liquido è molto duro e viene utilizzato per fare il bagno e lavare i capelli, questi tendono a diventare più secchi e sfibrati in poco tempo.

 

L’installazione dei decalcificatori acqua all’interno delle abitazioni in cui scorre un’acqua dura, rende la vita degli elettrodomestici migliore e dona un benessere a pelle e capelli, evitando così problemi estetici. Si ottiene anche un risparmio energetico non indifferente, perché l’usura degli elettrodomestici rallenta la loro efficacia.

 

In questo articolo vedremo nel dettaglio come si misura la durezza dell’acqua e quali sono i parametri da analizzare per comprendere la quantità di calcare presente all’interno. Capiremo quali sono, inoltre, i vantaggi dell’acqua dolce in termini di estetica e risparmio sui prodotti.

Come valutare la durezza dell’acqua

 

La durezza dell’acqua viene espressa con il simbolo °f e ogni grado rappresenta 10 mg di carbonato di calcio per litro d’acqua. Per controllare il livello di durezza, è possibile eseguire delle analisi dell’acqua potabile che scorre all’interno della propria abitazione e, contemporaneamente, è possibile cercare le informazioni sulle acque territoriali situate sul sito della propria regione.

 

Generalmente, dall’analisi dell’acqua si ottengono dei parametri che tengono conto della seguente classificazione:

 

  • Da 1°f a 14°f, l’acqua è dolce;
  • Da 14°f a 22°f, l’acqua è mediamente dura;
  • Da 22ºf a 32ºf, l’acqua è discretamente dura;
  • Da 32ºf a 54ºf, l’acqua è molto dura.

 

Un addolcitore d’acqua permette di ottenere una durezza del liquido che varia dai 7°f ai 14 °f, considerata come acqua dolce e totalmente priva di tutti quei minerali che provocano nel lungo periodo dei danni a oggetti e all’estetica degli individui.

I benefici dell’acqua addolcita su pelle e capelli

 

Il calcare presente all’interno del liquido potrebbe rovinare i capelli nel lungo periodo e contribuire all’effetto crespo che si ottiene dopo lo shampoo. Inoltre, si tratta di un elemento che tende a sporcare i capelli più velocemente. Utilizzando un addolcitore d’acqua si ottiene un liquido privo di calcare e minerali che permettono di ridurre la quantità di utilizzo dei prodotti per capelli e di ridurre i lavaggi settimanali, perché la chioma tende a sporcarsi più lentamente.

 

Ancora più evidenti sono gli effetti dell’acqua dura sulla pelle: il calcare si deposita nei pori dell’epidermide e questo causa secchezza della pelle e ruvidità. L’acqua addolcita permette di migliorare la qualità della pelle, evitando eventuali arrossimenti causati dal calcare presente nell’acqua potabile.

 

Un addolcitore d’acqua migliora i momenti di piacere come quando si fa lo shampoo, la doccia oppure quando si compiono i gesti più semplici come la rasatura. La pelle del viso degli uomini, dopo una rasatura, risulta più liscia perché l’acqua dolce consente al rasoio di scivolare più dolcemente ed evita la presenza di arrossamenti o irritazione.

L’acqua dolce genera una schiuma più abbondante e questo permette di ridurre la quantità di prodotti da utilizzare.