Ammortizzatori per auto, quando cambiarli e come fare

Ammortizzatori per auto, quando cambiarli e come fare

3 Gennaio 2022 Off Di Ermanno Amedei

Attualità – Gli ammortizzatori sono una parte essenziale e centrale della sospensione di un veicolo. Un ammortizzatore ha lo scopo di assorbire o di filtrare la pressione e il rimbalzo delle molle e delle sospensioni. Controllano il movimento indesiderato ed eccessivo delle molle. Gli ammortizzatori mantengono gli pneumatici in contatto con la strada in modo costante.

Come funziona

Nel momento in cui si finisce con una ruota in un buco della strada, le sospensioni e le molle del veicolo si muovono in modo che lo pneumatico possa rimanere in contatto con la strada e integrare l’energia. L’ammortizzatore induce lo sviluppo delle molle cambiando l’energia dinamica della molla in energia calda (calore). Questa energia termica viene poi deteriorata in un fluido azionato dall’acqua. Gli ammortizzatori sono una camera piena d’olio. Nel momento in cui la sospensione del vostro veicolo si muove, un cilindro passa attraverso la camera piena d’olio. Il movimento su e giù del cilindro alimenta modeste quantità di liquido attraverso i fori (piccole aperture) nella testa del cilindro. Dato che solo una modesta quantità di liquido è costretta a uscire, questo riduce lo sviluppo della sospensione e blocca la pressione e il rimbalzo delle molle.

Illustrazione tratta da www.pezzidiricambio24.it

Quando è il momento di sostituire l’ammortizzatore

I veicoli hanno bisogno di una sostituzione abituale di ammortizzatori o montanti ogni 50.000 miglia o a seconda della marca e del modello del vostro veicolo. 

Nel caso in cui stiate contemplando se il vostro veicolo ha bisogno di far sopprimere l’ammortizzatore, 

Cercate questi segni:

  1. Guida irregolare
  2. Problema di sterzo
  3. Perdita del fluido
  4. Problema di frenata

Un metodo per testare lo stato degli ammortizzatori del vostro veicolo è quello di spingere fortemente verso il basso il bordo di un veicolo. Nel caso in cui il veicolo continui a rimbalzare dopo aver mollato la presa, gli ammortizzatori devono essere sostituiti.

Sareste in grado di guidare con un cattivo ammortizzatore?

In effetti è possibile – a dire il vero potresti già guidare inconsapevolmente con un ammortizzatore rovinato – ma ti suggeriamo di far montare subito dei nuovi ammortizzatori.

 

Quanto durano gli ammortizzatori?

Un paio di ammortizzatori di qualità dovrebbero durare circa cinque anni, ma la vita di un ammortizzatore dipende dal vostro modo di guidare, quanto frequentemente il veicolo viene utilizzato e quanto duramente viene sollecitato l’ammortizzatore.

Come cambiare l’ammortizzatore:

Ecco i seguenti passi per cambiare l’ammortizzatore:

 

  • Allentare i bulloni del pneumatico posteriore
  • Mettete il veicolo in marcia, bloccate le ruote anteriori, sollevate la parte posteriore del veicolo e mettetelo sui cavalletti.
  • Eliminare la ruota
  • Eliminare i dadi/bulloni di montaggio superiori dell’ammortizzatore.
  • Allentare ed eliminare il bullone di montaggio nella parte inferiore dell’ammortizzatore.
  • Eliminare l’ammortizzatore dalla curva della ruota.
  • Il montaggio è l’opposto della rimozione, assicurandosi di fissare il dado/bullone di montaggio alla forza predefinita.

Nota: potrebbe essere necessario comprimere e rimuovere la molla elicoidale.

Foto tratta dal web