Quaranta studenti “Testimoni di pace” al museo Historiale con l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra

Quaranta studenti “Testimoni di pace” al museo Historiale con l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra

13 Dicembre 2022 Off Di redazione

Si è svolto oggi presso il museo Historiale di Cassino l’appuntamento tanto atteso organizzato  dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sezione provinciale di Frosinone denominato  “Testimoni di pace” con la partecipazione della scuola CFP di Cassino.

Lo scopo del progetto è stato quello di mettere insieme i testimoni dei conflitti di ieri della seconda guerra mondiale e testimoni dei conflitti attuali, profughi e rifugiati, delle recenti e attuali guerre con uno sguardo particolare alla guerra in Ucraina, allo scopo di rendere gli studenti, agenti attivi del processo di cambiamento e promotori in una cultura di pace. La compresenza di vittime civili di Guerra di ieri e di oggi ha avuto  lo scopo fondamentale di rendere più tangibile la realtà della guerra agli appartenenti a generazione che per la loro età, non possono che  percepire la guerra stessa come un evento lontano nello spazio e nel tempo e priva di una sua dimensione materiale ben distante dal loro quotidiano , avendone avuto contatto solo attraverso i mezzi di comunicazione. Lo scopo dell’incontro di questa mattina, con alcune classi del centro di formazione professionale provinciale con sede a Cassino, è stato proprio quello di trasmettere le testimonianze dei sopravvissuti al martirio della guerra  del nostro territorio ai ragazzi accompagnati dai  loro insegnanti. Dopo una visita guidata all’interno del museo Historiale , gli studenti hanno assistito alla rappresentazione multimediale delle  atrocità vissute nella seconda guerra mondiale. All’interno della sala “atelier” invece hanno ascoltato le reali testimonianze di vita delle vittime scampate al massacro della guerra ,  che ha lasciato un segno indelebile in loro come ad esempio la cecità che li ha privati della libertà. L’incontro è stato presieduto dal presidente dell’Associazione dott. Alfredo Langiano, dal Sindaco Unico Pierluigi Di Raddo, nonchè dall’avvocato Marika Cervelli, insegnante presso l’Istituto e membro del consiglio dell’associazione. Ad arricchire l’incontro, dopo la proiezione di un video che ha raccontato la storia dell’Associazione, oltre alla presenza del cieco di guerra Pietro Pontone, sono state le testimonianze di Angelo Zegarelli testimone di pace la cui esperienza di vita è raccontata nell’opuscolo distribuito e realizzato dalla stessa Associazione. Altrettanto toccante è stata la presenza del grande invalido di guerra prof. Franco Valerio che con la sua testimonianza ha raccontato la sofferenza dell’invalidità subita a causa di ordigni bellici,  sostenendo altresì, che la sua cecità non deve essere d’ostacolo alla vita normale ma deve essere di sprono alla testimonianza e diffusione di una vera e propria cultura di pace.