L’Università di Cassino e del L.M. il 3-4 aprile ospiterà otto Atenei della European University of Technology

29 Marzo 2024 0 Di Felice Pensabene

CASSINO – L’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale ospiterà il 3 e il 4 aprile le delegazioni degli altri otto atenei membri della European University of Technology. Tutti i Rettori di EUT+ saranno presenti a questo importante appuntamento.

Sin dall’avvio della seconda fase dell’Alleanza, l’impegno e le capacità del nostro ateneo sono stati particolarmente apprezzati su tutti gli 11 Work Packages previsti nel piano EUT+. Il percorso di staff engagement sta progressivamente e significativamente coinvolgendo le diverse componenti della comunità accademica. La visita a Cassino costituisce per i Rettori di EUT+ l’occasione di conoscere di persona le strutture e la comunità UNICAS, impegnata quotidianamente nel suo fondamentale ruolo di servizio agli Studenti e al Territorio. Il Segretariato Generale di EUT+ sarà presente a Cassino già dal 2 aprile per confrontarsi su temi di ricerca, mobilità degli studenti e controllo della qualità.

Durante la visita si terrà una riunione straordinaria del Rectors Board, in anticipo rispetto alla data prevista dell’11 aprile a Dublino. Tale decisione, presa all’unanimità nel corso del Rectors Board di gennaio 2024 a Troyes, valorizza ancor più l’inclusione di UNICAS tra i partner EUT+, avvenuta dopo un’attenta e scrupolosa selezione tra altri prestigiosi atenei italiani ed europei. La visita rappresenta un’importante prova generale in vista della “Cassino Week” di novembre 2024, occasione in cui UNICAS aprirà le porte a circa 150 rappresentanti dello staff accademico e amministrativo dell’Alleanza per ‘fare il punto’ sui progressi compiuti nel primo anno di lavoro in composizione allargata ai nove membri. Un percorso complesso e non privo di ostacoli, ma ben delineato nella nuova proposta ‘Accelerate’ che EUT+ ha sottoposto a inizio 2023; una proposta, occorre ricordarlo, che è stata fortemente apprezzata dalla Commissione Europea con l’attribuzione del voto più alto tra tutte le altre valutate.

La giornata del 3 Aprile si svolgerà al Castello angioino di Gaeta, l’ateneo presenterà ai Rettori ospiti la propria vocazione all’internazionalizzazione, testimoniata dai numeri straordinari di studenti internazionali iscritti con titolo di accesso conseguito all’estero e dal forte radicamento territoriale realizzato in virtù di una considerevole attività di trasferimento tecnologico e terza missione. UNICAS è per vocazione internazionale, opera infatti in un contesto multiculturale, accogliente e inclusivo, caratterizzato dalla presenza di studenti rappresentativi di ben 52 diverse nazionalità che frequentano corsi di laurea erogati completamente in lingua inglese. Per quanto concerne il rapporto con il Territorio, verrà presentato il lavoro di trasferimento tecnologico e public engagement, con particolare attenzione all’interazione continua su contenuti multidisciplinari che spaziano dal campo delle arts and humanities a quello delle discipline STEM, coprendo tutte le scienze sociali, economiche e giuridiche, ma anche la psicologia e la pedagogia. Una cena di gala concluderà la giornata e sarà l’occasione di incontro con le autorità locali.

Il 4 aprile la delegazione dei Rettori visiterà il Campus universitario della Folcara e la Città di Cassino. La giornata inizierà con la visita all’Abbazia di Montecassino, i Rettori si recheranno dunque al Rettorato e presso le altre strutture del Campus: Palazzo degli Studi, sede dei dipartimenti di Economia e Giurisprudenza e di Scienze Umane, Sociali e della Salute, gli impianti sportivi e le residenze universitarie di DiSCoLazio. Qui la delegazione pranzerà presso la mensa insieme agli studenti che risiedono nelle residenze. 

Nel pomeriggio si terrà il Rectors Board e la visita ai laboratori dei due Dipartimenti di Ingegneria Civile e Meccanica e di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione. Una passeggiata al centro della Città di Cassino, nella sua nuova veste ‘pedonalizzata e sostenibile’, insieme alle autorità cittadine, concluderà la visita.