Autore: redazione

16 Gennaio 2009 0

Vende arruolamenti nella Gdf, condannata a sei mesi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha patteggiato una pena a sei mesi di reclusione la donna che, martedì pomeriggio, è stata arrestata dalla polizia del commissariato di Cassino con l’accusa di millantato credito. Questa mattina, a carico della 32enne, si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto. In seguito ha patteggiato la pena, oltre ai sei mesi di carcere, è stata condannata anche a pagare una multa di 300 euro. Mamma di due figli, gli è stata revocata la misura cautelare dei domiciliari. Lei, insieme ala fratello 25enne di Cassino, hanno ideato una truffa ai danni di un 30enne di Villa Santa Lucia che aveva l’ambizione di entrare nell guardia di finanza. Per intercedere presso le “persone giuste”, i due fratelli glia hanno chiesto 25 mila euro, 17 mila dei quali pagati. Poi il 30enne, capendo di essere stato ingannato, li ha denunciati alla polizia.

16 Gennaio 2009 0

Incidente sull’A1. Cinque km di coda

Di redazione

Tamponamento tra due mezzi pesanti, con perdita del carico sulla carreggiata, è avvenuto poco prima delle 9:00 all’altezza del km 606 e si è formata una coda di 5 chilometri tra Colleferro ed Anagni. In una nota lo ha comunica la societò Autostrade per l’Italia spiegando che le squadre della Direzione V Tronco di Fiano Romano sono al lavoro per poter ripristinare le condizioni di sicurezza per il traffico che potrà tornare alla regolarità entro le 11:30. Per il traffico diretto verso Napoli viene consigliato di uscire ad Anagni o a Colleferro e rientrare in autostrada A1 al casello di Frosinone.

15 Gennaio 2009 1

Quanto costa un sogno?!

Di redazione

Dipende.. Se si tratta di un sogno indispensabile per andare avanti, come per esempio un lavoro; oppure di uno che appaghi un desiderio antico, tipo diventare velina o letterina, e questi normalmente costano di più. Un vero e proprio tariffario non esiste; diciamo che il prezzo è proporzionale all’esigenza. E l’appetito di chi vi intravede un guadagno può essere fortemente tentato dalla buona fede di chi è disposto a credere a chiunque e a qualunque cosa pur di non dover rinunciare ad una recondita speranza. Poi, in periodi come questo, quando tutto sembra meno raggiungibile del solito, quella buona fede aumenta in modo esponenziale, e si rischia di pagare un prezzo ancora più alto. Non sta a me stabilire chi, in questa brutta storia di cronaca, sia la vittima e chi il carnefice, perché molto spesso il confine è talmente sottile che l’esito di una riflessione potrebbe risultare addirittura sorprendente. Piuttosto, mi intristisce pensare che la tendenza sia quella di dare un prezzo ai sogni, e di rischiare di finire per farlo anche con i sogni che facciamo ad occhi aperti …quelli che ci aiutano a sperare di poter cambiare ciò che della nostra realtà non ci piace… quelli che diventavano obiettivi da perseguire con caparbietà e ostinazione, fino a vederli diventare talmente reali da non poterci credere. Domani, potremmo arrivare a scegliere di raggiungerli, senza più fatiche né emozioni, ma semplicemente pagando. Un prezzo per ogni sogno. E una banconota sul comodino, caso mai ce ne scappasse uno durante il sonno.. Vittoria

15 Gennaio 2009 0

Bestiame mal tenuto, denunciato un allevatore

Di redazione

I carabinieri della stazione di Paliano, su disposizione della Compagnia di Anagni, hanno effettuato un controllo presso un’azienda agricola del luogo, finalizzato ad accertare l’esatta applicazione delle norme in materia di detenzione e custodia di animali e dei relativi prodotti derivati. Nell’occasione i militari hanno deferito, alla Procura della Repubblica di Frosinone, il titolare dell’azienda per maltrattamento ed uccisione di animali. I capi di bestiame, bovini ed equini, sono stati trovati malnutriti, debilitati e taluni non sottoposti alle prescritte profilassi per malattie infettive. Nel corso del sopralluogo sono state trovate anche alcune carcasse di animali e, alla luce delle recenti normative, ciò comporterà un inasprimento delle pena per il responsabile. Sul posto è intervenuto personale dell’A.S.L., nella persona del sindaco protempore, per i provvedimenti di sequestro dell’azienda e successiva bonifica.

15 Gennaio 2009 0

Ruba un muletto, arrestato dai carabinieri

Di redazione

Ad Anagni i carabinieri della locale Compagnia, hanno arrestato un 67enne autotrasportatore di Aprilia per furto aggravato. L’uomo, dopo aver scaricato della merce destinata ad un deposito ubicato in località Paduni, ha caricato sul proprio mezzo un bancale di generi alimentari avvalendosi di un transpallet elettrico. Il muletto, occultato dietro altri colli, è stato scoperto dai militari che hanno provveduto a restituirlo al legittimo proprietario.

15 Gennaio 2009 0

Vendeva arruolamenti nella guardia di Finanza

Di redazione

Ha tentato di vendergli un posto di lavoro ma è stata arrestata della polizia del commissariato di Cassino (Vedi Punto di Vista). Ieri pomeriggio, gli agenti di polizia hanno teso una trappola a A. F. 32 anni e le hanno stretto le manette ai polsi non appena la sua vittima le ha consegnato il danaro. La donna è accusata di millantato credito e, per lo stesso reato, è stato denunciato il fratello, D. F, di 25 anni. A novembre dello scorso anno, i due hanno fatto credere a un ragazzo di Villa Santa Lucia, che aspirava ad entrare in un qualsiasi corpo delle forze dell’ordine, di avere le conoscenze giuste per entrare nella guardia di finanza. Per farlo però, era necessario sborsare ben 25 mila euro. Il giovane ha iniziato a versare alla donna mensilmente del danaro fino a pochi giorni fa, quando, è arrivato consegnare circa 17 mila euro di quanto pattuito. Ma il tempo stringe, le avrebbe detto più volte la donna per ottenere i restanti 8 mila euro, se il giovane voleva entrare nella finanza, doveva sborsare l’ultima tranche. A quel punto, la presunta vittima dell’inganno, non avendo più soldi, e convinto ormai di aver perso anche la somma sborsata, ha denunciato la donna alla polizia. Proprio mentre era in commissariato, ieri, gli sarebbe arrivata l’ultima telefonata i richiesta in danaro. Telefonata, che è stata registrata, durante la quale il ragazzo prendeva accordi per consegnare la somma nel pomeriggio. Cosa che avveniva ma, al momento della consegna del danaro, sono arrivati i poliziotti che hanno fatto scattare le manette. La stessa donn a poi ha tirato in ballo anche il fratello che è stato denunciato.

15 Gennaio 2009 0

Assalto al supermercato armati di pistola

Di redazione

Sono entrati nel supermercato Sigma di Sant’Angelo in Theodice a Cassino e, armatio di una pistola, hanno intimato ai dipendenti di consegnare il contenuto dei registratori di cassa. L’assalto all’attività commerciale che sta sulla strada provinciale dei Santi, è avvenuto nella trada serata di ieri quando il supermercato stava per chiudere. I due malviventi, per convincere i dipendenti a soddisfare le loro richieste hanno anche esploso alcuni colpi in aria. La pistola era probabilmente una scacciacani, cioè capace di emettere solo lo scoppio ma innocua. Senza ottenere nulla, però, sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri. Le unità della compagnia di Cassino si sono riversate in gran numero sul posto nel tentativo di intercettare i malviventi ma le ricerche ancora non hanno dato i risultati sperati.

14 Gennaio 2009 0

Sequestrato un appartamento del camorrista Giuseppe Setola

Di redazione

Un appartamento ed un garage di Cassino, sono stati sequestrati questa mattina dai finanzieri del comando di compagnia di Marcianise nel corso dell’operazione “Principe”. Il blitz della Dia di Napoli complessivamente ha permesso di sottrarre immobili per un valore di circa 10 milioni di euro al clan camorristico di Giuseppe Setola, il super latitante arrestato oggi pomeriggio a Mignano Montelungo, a pochi chilometri da Cassino. L’appartamento è all’interno di un affollato condominio in via Arigni.

13 Gennaio 2009 0

Arresti operazione Jungle

Di redazione

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/01/operazione-jungle1.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/01/video-operazione-jungle.jpg /]

12 Gennaio 2009 0

“In the jungle” della droga

Di redazione

Operazione Jungle. Così i carabinieri della compagnia di Cassino (guarda il video) hanno denominato il blitz che sabato mattina ha portato agli arresti tre giovani di Cassino con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Indagini dureate circa sei mesi, svolte dai militari dell’arma, hanno permesso di portare alla ribalta un fenomeno di spaccio che gli inquirenti ritengono fosse notevole. In manette, quindi, sono finiti Sergio Della Posta, 22 anni, Raffaele Verdicchio 30 anni e Vincenzo Carlino di 23 anni. Nel corso degli appostamenti i crabinieri hanno sequestrato circa 50 grammi tra hashish, marjuana e kobrett, inoltre altri dieci giovanissimi, alcuni anche minorenni, sono stati segnalati alla prefettura quali assuntori. La droga veniva approvvigionata dai quartieri del napoletano ed arrivava a Cassino in nauto precedute da “vedette” che segnalavano la prersenza di posti di controllo. In poco più di un mese sono oltre dieci i giovani, molti dei quali incensurati, finiti in manette per droga. Oggi è previsto l’interrogatorio di garanzia dei tre arresttati sabato mattina.