Categoria: Vairano Patenora

31 Marzo 2017 0

Da Piedimonte San Germano a Vairano per rubare champagne, liquori e…. gomme da masticare

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri della Stazione di Vairano Scalo, in Vairano Patenora (CE), frazione Scalo, nel corso di un mirato servizio volto a prevenire la commissione reati predatori in quel territorio, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, di F. C. di 56 anni, residente a Mondragone (CE) e della pregiudicata S. G. A. di 21 anni, residente a Piedimonte San Germano (FR).

Le donne sono state bloccate dai carabinieri subito dopo aver asportato da un supermercato, diverse bottiglie di liquore e champagne, oltre a numerose confezioni di chewing gum, occultando il tutto nelle rispettive borse.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto.

F. C. e S. G. A. sono state sottoposte agli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo. Immagine d’archivio

28 Giugno 2016 0

Terremoto nell’alto casertano, scossa di magnitudo 3.5

Di Antonio Nardelli

Un terremoto di magnitudo 3.5 è stato registrato dai sismografi dell’istituto di geofisica e vulcanologia in provincia di Caserta.

La scossa di terremoto è stata rilevata alle 4 e 33 minuti a una profondità di 7 chilometri. L’epicentro è stato individuato tra i comuni di Marzano Appio, Tora e Piccilli, Conca della Campania, Caianello, Roccamonfina, Galluccio, Presenzano, Teano e vairano Patenora.

Dopo tre minuti, alle 4 e 36, è stato registrato un’altra scossa di magnitudo 2.4.

19 Agosto 2015 0

Ingaggia 7 extracomunitari per rubare nocciole a Vairano, denunciato

Di admin

A Vairano Patenora i carabinieri della stazione di Vairano Scalo hanno denunciato un 34enne del posto. I carabinieri hanno accertato che l’uomo nei giorni 15, 16 e 17 scorsi ha assoldato sette extracomunitari ospitati nei centri di accoglienza temporanei della zona per impiegarli nella raccolta di nocciole in un appezzamento di terreno non suo, sito in località Castracane di Vairano Patenora, e di proprietà di un ignaro imprenditore agricolo di Napoli. Il furto è stato quantificato in circa 15 quintali di nocciole per un valore di circa seimila euro. Una parte della refurtiva è stata restituita al proprietario.

12 Marzo 2015 0

Deposito abusivo di gpl sequestrato a Vairano Patenora

Di admin

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta, a pochi giorni dall’esecuzione di analoga attività, hanno portato a termine un’ulteriore operazione di servizio a contrasto del traffico illecito di prodotti petroliferi, sottoponendo a sequestro un deposito completamente abusivo situato nei pressi di Vairano Patenora (CE) ed oltre 400 bombole piene di Gpl (della capacità di 25 e 10 Kg.), per un peso di circa 3.000 Kg. e per un valore commerciale complessivo di oltre 50.000 euro.

L’attività di servizio è scaturita da un controllo finalizzato all’accertamento della regolare movimentazione e stoccaggio di generi di alta pericolosità ed al contrasto del fenomeno del contrabbando di prodotti petroliferi, nell’ambito del quale le Fiamme Gialle hanno accertato come l’attività commerciale fosse completamente sprovvista delle necessarie autorizzazioni per la detenzione di prodotti altamente esplodenti.

Il titolare della ditta, su specifica richiesta dei Finanzieri di esibire le fatture di acquisto della merce, non è stato in grado di mostrare alcuna documentazione contabile che giustificasse il possesso del notevole quantitativo di Gpl rinvenuto, condizione tale da far “scattare” l’ipotesi dell’illecita provenienza del prodotto e dell’omessa denuncia di materie esplodenti, oltre a costituire violazione alla normativa fiscale delle merci sottoposte al pagamento di accisa.

Il responsabile, pertanto, è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per reati che vanno dal possesso di materiale esplodente all’esercizio di attività senza autorizzazione e certificato di prevenzione incendi.

Sono ora in corso le indagini per risalire alla provenienza del prodotto petrolifero ed individuare eventuali altri responsabili dell’illecito traffico finalizzato all’evasione fiscale, anche al fine di recuperare le somme dovute sulle accise.

L’attività di servizio è il frutto della quotidiana azione di controllo economico del territorio disposta dal Comando Provinciale di Caserta e finalizzata anche alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti, al fine di tutelare gli interessi economici dello Stato.

11 Settembre 2014 0

Ruba un’auto, ma finisce nella rete dei carabinieri

Di redazionecassino1

Un uomo alla guida di un’autovettura non ottemperava all’alt intimatogli da una pattuglia della stazione Carabinieri di Vairano Scalo, nel corso di un posto di controllo in via Napoli, dandosi subito alla fuga. Dopo un breve inseguimento i militari dell’Arma riuscivano a bloccarlo, identificandolo in Fedor Vasile, rumeno cl.1987 del luogo. Successivi ed immediati accertamenti, permettevano di stabilire che i motivi della fuga dell’uomo erano da attribuire al fatto che l’auto su cui viaggiava era oggetto di furto, asportata poco prima da un parcheggio condominiale del citato centro. Quindi, per il 27enne sono scattate le manette con l’accusa di furto. L’auto è stata restituita al proprietario.

Lo stesso sarà giudicato con la formula del rito direttissimo.

2 Aprile 2014 0

Furti in abitazione tra Vairano e Pietravairano, due persone arrestate

Di admin

Vairano Patenora (CE), frazione Scalo, i Carabinieri della Stazione di Vairano Scalo hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto, per rapina impropria in abitazione, nei confronti di COCIU Ivanciu, cl. 74, e ENCIU Petrica, cl. 82, entrambi Rumeni, residenti in Villa Literno (CE), pregiudicati. I due, nel corso della notte, hanno forzato una finestra al piano terra di un’abitazione nel comune di Pietravairano (CE) e, dopo essersi ivi introdotti, hanno iniziato a frugare nelle varie stanze. In quel momento in casa vi era il proprietario, un 62enne pensionato con la moglie, la figlia ed il genero, che svegliati dai rumori e resisi conto della situazione hanno tentato di bloccare i ladri strappandogli dalle mani una borsa di cui già si erano impossessati. Al termine della concitata colluttazione, nel corso della quale lasciavano cadere la refurtiva, i malviventi sono riusciti a guadagnare la fuga scappando a bordo di un’autovettura berlina di colore grigio, non meglio indicata. L’immediato sopralluogo eseguito dai carabinieri consentiva di raccogliere elementi utili quali la descrizione dei soggetti, il fatto che avessero un accento straniero ed il colore dell’autovettura utilizzata per la fuga, elementi questi (colore carrozzeria e nazionalita’ straniera degli occupanti) che, guarda caso, coincidevano con analoga vettura controllata, alcune ore prima, da una pattuglia dei carabinieri nei pressi della SS 6 “Casilina”, localita’ Valdassano. L’incessante attività di ricerca, posta in essere dal personale dell’Arma, ha permesso di rintracciare i predetti che si erano rifugiati nei pressi di un casolare in Grazzanise (Ce) dove è stata trovata anche l’autovettura, una Alfa Romeo 156, sequestrata. I fermati, sottoposti ad individuazione di persona sono stati entrambi riconosciuti, senza ombra dubbio, dalle vittime, tutte illese ad eccezione del genero del proprietario di casa che ha riportato un trauma contusivo al ginocchio e gomito destro e giudicato guaribile in gg.5 s.c.. I fermati, sono stati associati presso la casa circondariale Santa Maria C.V. (CE) a disposizione A.G.

1 Dicembre 2013 0

Ladri a Marzano Appio messi in fuga dai residenti abbandonano auto ed armi

Di admin

A Vairano Patenora, Frazione Scalo, all’interno dell’area deposito merci della stazione ferroviaria Vairano/Caianello, i Carabinieri della locale stazione, hanno rinvenuto un autovettura abbandonata con all’interno n. 4 fucili ed una pistola. Gli immediati accertamenti hanno permesso di acclarare che il mezzo rinvenuto risultava oggetto di furto perpetrato in Cortona (AR), e denunciato in data 27.11.2013 dal proprietario. Tutte le armi presenti a bordo, invece, sono risultate essere state asportate, poche ore prima, in Marzano Appio. Nella circostanza l’autovettura è risultata essere stata abbandonata da tre malfattori che a seguito di un tentativo di furto in abitazione posto in essere, proprio nel centro di Marzano Appio, sono stati inseguiti da privati cittadini e, giunti nel limitrofo comune di Vairano Scalo. I tre malfattori hanno poi imboccato una strada senza uscita che li ha costretti a proseguire la fuga a piedi facendo perdere le proprie tracce. L’auto e le armi sono state sottoposte a sequestro. Al momento oltre ai citati elementi sono in corso ulteriori indagini volte all’identificazione dei responsabili dei delitti.

29 Ottobre 2013 0

Taverna Catena ricorda il 153esimo anniversario dell’Unità d’Italia e l’incontro tra Garibaldi e il Re

Di admin

Si è conclusa domenica scorsa a Taverna Catena il secondo festival dell’Unità D’Italia, organizzato dal Comune di Vairano Patenora e con la collaborazione del comitato ed il patrocinio della Provincia di Caserta in ricorrenza del 153esimo anniversario dell’Incontro Storico tra il re Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi. La tre giorni si è conclusa con l’esibizione della Fanfara della brigata bersaglieri Garibaldi. L’incontro è stato più volte messo in discussione dagli storici, ma la comunità ricorda che i testimoni riferirono che l’incontro, coto come quello di Teano, avvenne, in realtà nei pressi del cippo del quadrivio di Taverna Catena nel comune di Vairano Patenora. La Cerimonia è iniziata con la sfilata delle associazioni e gonfaloni a seguire gli studenti. È toccato ai ragazzi dell’accademia “La Nunziatella”, sotto un sole cocente quasi estivo ad ammainare l’alza bandiera, invece per la Corona d’alloro ci ha pensato il primo cittadino affiancato dal Generale di Brigata. Sul palco con le massime autorità civili e militari, il sindaco ha voluto salutare e ringraziare i presenti. Ricordando che nelle tre giorni, precisamente giovedì, con l’intitolazione del plesso scolastico di Vairano Patenora alla memoria dello storico Pasquale Geremia. Insomma per illustrare gli avvenimenti che portarono all’Unità d’Italia. Foto e Servizio di

Alberto Ceccon

7 Marzo 2013 0

Rubano attrezzi da lavoro da un furgone e feriscono il proprietario. Due in manette, i carabinieri ricercano il terzo

Di redazionecassino1

I Carabinieri della Stazione di Vairano Scalo hanno tratto in arresto, per il reato di concorso in rapina aggravata BUSIELLO Pasquale, cl. 72 e TARALLO Eduardo cl. 61, entrambi di Napoli. I due malviventi, unitamente ad altro datosi alla fuga a bordo di autovettura, sono stai bloccati dai militari dell’Arma dopo che avevano travasato su autovettura in loro uso attrezzi da lavoro consistenti in seghe, trapani e flex elettrici, prelevati da autocarro Ford Transit, parcheggiato alla Napoli di Vairano  Patenora. Nella circostanza i malviventi, sorpresi dal proprietario del furgone, al fine di assicurarsi la fuga ingaggiavano con questi una colluttazione. In tale frangente una pattuglia in transito, interveniva riuscendo a bloccare prevenuti mentre citata auto con a bordo terzo malfattore riusciva ad allontanarsi facendo perdere proprie tracce.

Nell’occorso, il proprietario del Furgone riportava “trauma contusivo al III dito della mano sx”, giudicato guaribile dai sanitari del Psaut di Teano in 3 gg. s.c.. I militari dell’Arma  sono ora alla ricerca del fuggitivo. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

13 Gennaio 2013 0

Rubava carburante da un mezzo della ditta per cui lavorava, arrestato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

I carabinieri della Stazione di Vairano Scalo, hanno arrestato un incensurato napoletano autista della società “FL trasporti”.  Lo stesso, in via Pescara, è stato sorpreso dai militari dell’Arma  mentre  unitamente ad altro complice datosi alla fuga stava asportando 45 litri circa di carburante, mediante l’utilizzo di una pompa elettrica, dall’autocarro di proprietà della citata società di trasporti. I militari dell’arma, nel medesimo contesto operativo, hanno successivamente rintracciato ed identificato, il correo, della provincia di Caserta, anch’egli incensurato ma nullafacente. Il carburante è stato recuperato e restituito avente diritto. L’arrestato sarà giudicato con rito direttissimo.