Categoria: Cassino

27 Marzo 2010 0

Confiscato ai corrieri del narcotraffico, rimorchio frigo donato alla Croce Rossa Militare

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una brillante operazione compiuta oltre due anni fa dalla guardia di finanza di Cassino (Fr), portò al sequestro di un automezzo pesante alle cosche camorristiche campane. Si tratta di un semirimorchio frigo marca LAMBERT, che oggi, sottoposto a confisca, è stato donato alla Croce Rossa Militare. Il mezzo trainato, due anni fa venne sottratto ai trafficanti di droga delle cosche malavitose campane che lo usavano per portare dalla Spagna a Napoli, nascosti tra le patate, diverse decine di chili di hashish. Oggi il bene depositato per due anni presso il deposito giudiziario Casilina Est srl di Lanni T. & Martucci A. con sede in Cassino, è stato consegnato dalla guardia di finanza al responsabile della Croce Rossa militare tenente Sandro Fella.

27 Marzo 2010 0

Mercato settimanale del sabato, problema sempre aperto…e mai risolto

Di redazionecassino1

Che il mercato settimanale del sabato a Cassino sia un problema è ormai un dato di fatto, sia sotto l’aspetto igienico che di traffico caotico. Le proteste dei residenti del quartiere Fraschette, quello dove si svolge il tradizionale mercato ortofrutticolo del sabato, sono cosa nota e soprattutto rappresentano un problema mai affrontato seriamente e risolto dalle amministrazioni comunali che si sono avvicendate a piazza De Gasperi. Non sono nuove le lamentele dei residenti sull’occupazione di strade, cortili, addirittura degli adroni dei fabbricati di quel quartiere. Non differisce la situazione nelle vie in cui si svolge quello delle calzature. Sporcizia, rifiuti di ogni tipo, degrado. Ma non basta anche il parcheggio di campo Miranda, o piazzale Benedetto XVI che dir si voglia, dopo il mercato del sabato è un vero e proprio cumulo di rifiuti. Buste di plastica, carta, cartoni, stampelle per gli abiti, scatoloni tutti allegramente sparsi per il piazzale e, nelle giornate di vento, a riempire persino i cortili delle abitazioni adiacenti. Proteste, petizioni, richieste di ogni tipo rivolte agli assessori competenti tutte cadute nel dimenticatoio. Tante promesse, tanti ‘faremo..’ ‘stiamo studiando la situazione…’ ma in realtà nulla di concreto e di definitivo. Senza contare che le zone, soprattutto campo Miranda, sono prive di servizi igienici e acqua. Allora ogni cortile, ogni bar e, a volte anche qualche androne di fabbricato nelle vicinanze, diventa bagno pubblico per gli ambulanti.  E’ possibile continuare in questo modo? E’ quello che ormai da tempo si chiedono, rassegnati, i residenti delle zone interessate. Sarebbe ora di affrontare seriamente e definitivamente il problema ‘mercato settimanale’, ma soprattutto cominciare a dare regole chiare e severe agli ambulanti sul modo di lasciare i luoghi in cui svolgono i loro commerci. E’ ora di attrezzare le zone destinate al mercato settimanale dei sevizi necessari a chi macina chilometri per vendere, ma anche per far crescere l’economia di questa città. F. Pensabene

27 Marzo 2010 0

Lancia un coltello contro la vetrata di un locale e scappa

Di redazione

Se fosse accaduto in un qualsiasi altro momento, l’episodio di ieri sera a Cassino sarebbe stato interpretato fin da subito come il gesto di un innamorato disperato. Accadendo però nell’ultimo giorno della campagna elettorale, davanti ad una attività che raccoglie giovani, di proprietà di un politico impegnato nella campagna elettorale, inizialmente ha destato preoccupazione. Ieri sera, mentre i genitori aspettavano all’esterno dell’attività i propri figli, quasi tutti adolescenti, un giovane alla guida di una Fiat Punto, si è fermato davanti l’ingresso e, uscendo dall’auto, ha lanciato un coltello da cucina contro la vetrata. Poi si è rimesso al volante ed è scappato. Un gesto che inizialmente ha lasciato temere che fosse diretto all’attività politica del proprietario del locale ma, poi, a mente lucida, è sembrato più un gesto di gelosia indirizzato ad uno degli adolescenti che frequentano il locale. Del caso, però, se ne sta occupando la polizia del commissariato di Cassino. Er. Amedei

26 Marzo 2010 0

Strisce blu: indagato l’assessore il comandante dei vigili e quattro dipendenti di Urbania

Di redazione

Concorso in abuso d’ufficio e peculato, questo l’ipotesi di reato per cui sarebbero stati indagati a Cassino il comandante dei vigili urbani e l’assessore alla polizia municipale, oltre a quattro responsabili di Urbania, la socità che gestisce i parcheggi a pagamento nella città martire. Alcune settimane fa, gli uomini della procura hanno sequestrato documenti relativi all’affidamento della gara, il computer su cui i parcometri registravano gli incassi e due parcometri. Pare che, a gestire il rapporto tra la società campana e il comune di Cassino mnon sia stato ancora siglato sessun contratto quando, l legge, prevede, invece, che il contratto vada firmato entro il primo meso dopo l’aggiudicazione della gara. Inoltre pare che ancora nessuna retribuzione, di quella prevista dall’offerta presentata dalla società per vincere la gara, sia stata versata al cComune. Er. Amedei

30 Dicembre 2009 0

Concerto di fine anno a Cassino

Di redazionecassino

Il Complesso Musicale “Città Nostra” – Cassino terrà il “Concerto di Natale” il 3 gennaio 2010 ore 19,00 presso la Chiesa di S. Pietro Apostolo a Cassino (FR), con la Direzione artistica del M° Marcello Bruni. Il Concerto gratuito vedrà la partecipazione della Corale S. Pietro Apostolo diretto dal M° Miele Sonia. La manifestazione permetterà di apprezzare la Banda Musicale nata da un’idea del M° Marcello Bruni, apprezzato concertista nazionale, e dal Direttivo dell’Associazione Culturale e Sociale “Città Nostra” nelle persone del Presidente Claudio Evangelista, di Elio Nardone e Luigi Evangelista per rappresentare i cittadini di Cassino. Il Concerto è la  conclusione di fine anno dei Corsi di musica tenuti nei locali dell’Oratorio della Chiesa di S. Pietro Apostolo, messi a disposizione da  Don Fortunato Tamburrini, che ha apprezzato l’aspetto sociale dell’iniziativa che coinvolge l’intera comunità.