Categoria: Isola del Liri

13 Giugno 2019 0

Esce di casa per andare a lavorare, operaio trovato morto nel fiume Liri

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ISOLA LIRI – E’ scomparso lunedì mattina dopo essere uscito di casa alle 4 per andare al lavoro in fiat a Fiedimonte San Germano. L’operaio, residente ad Isola del Liri, è salito su un pullman della Cotral ma dopo pochi minuti ha chiesto all’autista di scendere alla fermata in via Napoli, alla periferia della cittadina ciociara, dileguandosi nel nulla.

Nel pomeriggio, non vedendolo rientrare, con il cellulare spento, non avendolo visto arrivare sul luogo di lavoro, la moglie si recava presso la Stazione carabinieri di Isola del Liri per segnalarne la scomparsa.

Immediatamente sono partite le ricerche, coordinate dai Carabinieri, con l’ausilio dei vigili del fuoco, unità cinofile e protezione civile. L’attività si è protratta senza sosta sino alla tarda mattinata di oggi, quando i reparti “fluviali” dei VV.FF. hanno rinvenuto il corpo senza vita dell’uomo, in un’ansa del fiume Liri, in agro di Isola. Si ipotizza l’insano gesto. I Carabinieri stanno vagliando tutte le ipotesi, di concerto con L’ A.G. di Cassino, costantemente aggiornata.

3 Dicembre 2018 0

Isola Liri, oggi inaugurazione di dieci nuovi posti letto all’Unità di Degenza Infermieristica

Di felice pensabene

ISOLA LIRI – Sarà inaugurata questa mattina. 3 dicembre, alle ore 9,00, presso il Presidio Sanitario di Isola del Liri la nuova Unità di Degenza Infermieristica del Distretto sanitario C.

Si tratta di un nuovo servizio a disposizione dei cittadini nel bacino territoriale di Sora ed Isola del Liri.

Voluto dalla Direzione Strategica aziendale, con la fattiva collaborazione dei Medici di Medicina Generale la nuova struttura va ad affiancare ed implementare le prestazioni territoriali già previste nel Distretto Sanitario C nello stesso plesso ove è ubicato l’Hospice – “Case delle Farfalle”, anch’esso di recente oggetto di potenziamento con un nuovo Responsabile Sanitario e l’ampliamento dell’attività.

La Unità di Degenza Infermieristica (UDI) dispone di n.10 posti letto distribuiti due per stanza, ciascuna dotata di servizi.

La nuova struttura garantisce assistenza sulle 24 ore, per sette giorni su sette, e fornisce prestazioni ad elevata attività assistenziale e bassa intensità clinica a pazienti, senza limiti di età, con patologie tali da non poter essere seguiti adeguatamente in Assistenza Domiciliare Integrata; pazienti dimissibili dall’Ospedale per acuti ma non adeguatamente assistibili a domicilio per la complessità clinico-assistenziale; pazienti che per la particolare situazione socio-sanitaria necessitano di un percorso diagnostico, terapeutico e di monitoraggio difficilmente gestibile a domicilio.

11 Settembre 2018 0

Credeva di aver perso per sempre la mano, invece…Storia a lieto fine di un operaio ad Isola Liri

Di Comunicato Stampa

Roma-Isola Liri- Una storia a lieto fine quella di un operaio di 54 anni. L’uomo era rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro in un’azienda di Isola Liri alcuni giorni fa. Un incidente grave che aveva indotto i sanitari intervenuti a disporne il trasferimento immediato in un ospedale della Capitale, il San Camillo di Roma, a causa di un arto praticamente mozzato. La mano dell’uomo completamente staccata sembrava ormai persa per sempre. Eppure la storia non è finita così. E a parlarne quest’oggi anche il tg5 che ha evidenziato l’ eccezionalità dell’intervento chirurgico messo in atto. Ovvero all’operaio è stata riattaccata la mano ed il decorso post operatorio sembra procedere per il meglio con il paziente che ai microfoni del telegiornale di Canale 5, Mediaset, ha spiegato di iniziare ad avvertire i primi formicolii alla mano rimessa al suo posto e di essere fiducioso. Non è infatti scontato che un arto completamente staccato possa essere riattaccato e con successo. Ma la bella notizia ha rincuorato non solo l’operaio vittima dell’incidente, ma anche amici, familiari, colleghi e lascia accese sempre le speranze di tutti sui progressi della chirurgia e della medicina. Immagine d’archivio N.C.

17 Aprile 2018 0

Riutilizzava marche da bollo da vecchi contratti cimiteriali, denunciato dipendente comune Isola Liri

Di Ermanno Amedei

ISOLA LIRI – I carabinieri di Isola Liri hanno denunciato per peculato un 57enne del luogo, impiegato presso il Comune.

L’uomo, addetto al rilascio delle concessioni cimiteriali, con più azioni ed in tempi diversi si sarebbe appropriato della somma complessiva di circa 1.000 euro, destinati all’acquisto di valori bollati da apporre su 33 contratti cimiteriali, stipulati nel periodo compreso tra febbraio ed aprile 2017.

L’indagato, secondo i militari, provvedeva a staccare le marche da bollo da vecchie autorizzazioni per poi riutilizzarle, applicandole su nuovi contratti cimiteriali stipulati, facendosi pagare il corrispettivo valore dagli ignari cittadini.

Gli investigatori dell’Arma avendo avuto notizia dei fatti hanno iniziato a sentire alcune persone, dapprima informalmente per appurare la veridicità della cosa, poi verbalizzandone le dichiarazioni, fino ad arrivare al sequestro di svariati atti presso gli uffici di quel Municipio.

Le risultanze investigative sono state poi  trasmesse alla Procura di Cassino, che concordando con le ipotesi delittuose, ha iscritto nel registro degli indagati il dipendente comunale.

Ermanno Amedei

17 Aprile 2018 0

Isola del Liri: Valori bollati e contratti cimiteriali, guai per un impiegato

Di Comunicato Stampa

Nella giornata di ieri a Isola del Liri, i militari della locale Stazione, a conclusione di indagini, deferivano in stato di libertà per “peculato” un 57enne del luogo, impiegato presso quel Comune. L’uomo, addetto al rilascio delle concessioni cimiteriali, con più azioni ed in tempi diversi si sarebbe appropriato della somma complessiva di circa 1.000 (mille) euro, destinati all’acquisto di valori bollati da apporre su 33 contratti cimiteriali, stipulati nel periodo compreso tra febbraio ed aprile 2017. L’uomo avrebbe provveduto a staccare le marche da bollo da vecchie autorizzazioni per poi riutilizzarle, applicandole su nuovi contratti cimiteriali stipulati, facendosi pagare il corrispettivo valore dagli ignari cittadini. I militari operanti avendo avuto notizia dei fatti hanno iniziato a sentire alcune persone, dapprima informalmente per appurare la veridicità della cosa, poi verbalizzandone le dichiarazioni, fino ad arrivare al sequestro di svariati atti presso gli uffici di quel Municipio. Le risultanze investigative venivano poi trasmesse alla Procura di Cassino, che concordando con le ipotesi delittuose, ha iscritto nel registro degli indagati il dipendente comunale. Foto d’archivio

12 Gennaio 2018 0

Sorpreso con la droga ad Isola Liri, arrestato 33enne

Di Ermanno Amedei

ISOLA  LIRI – Gli agenti della squadra volante diretti dal vice questore Flavio Genovesi, con l’ormai consolidata collaborazione delle unità cinofile di Nettuno, nel corso dei servizi finalizzati alla prevenzione e contrasto di reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 33enne.

L’accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nell’abitazione dell’uomo, in seguito a perquisizione domiciliare, sono stati  rinvenuti e pertanto sequestrati un bilancino di precisione per il confezionamento e 9 dosi di eroina.

I controlli, ulteriormente intensificati, proseguiranno senza sosta e continueranno ad  interessare non soltanto il capoluogo, ma l’intero territorio provinciale.

21 Novembre 2017 0

Isola Liri, “Questo non è amore”: la Polizia di Stato con gli studenti a sostegno delle vittime di violenza di genere

Di Comunicato Stampa

La Polizia di Stato vince la “partita” della prevenzione con il sostegno di tutti gli enti: per l’occasione, infatti, con il Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi sono intervenuti anche rappresentanti dell’ Amministrazione Comunale -Assessore Laura Palleschi – e dell’associazione di Volontariato SOS donna. La Questura di Frosinone continua la sua intensa e costante attività a sostegno delle vittime di violenza di genere. I giovani studenti, frequentanti la Scuola Media di Isola Liri, sono stati invitati dal Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi ad immedesimarsi con chi vive situazioni di maltrattamento. Soltanto questa capacità di porsi in maniera empatica nello stato d’animo altrui permette di comprendere il dolore che caratterizza “contesti” di violenza sia fisica che psicologica. La dr.ssa Pagliarosi ha sollecitato la scolaresca ad essere consapevole e in controllo di sé, non accettando mai acriticamente situazioni di prevaricazione maltrattante come “padre padrone”. La “partita” giocata sul campo della prevenzione è vinta dalla Polizia di Stato con il sostegno di tutti gli enti: per l’occasione, infatti, erano presenti rappresentanti dell’Amministrazione Comunale -Assessore Laura Palleschi- e dell’associazione di Volontariato SOS donna.

19 Novembre 2017 0

Alcool anche ai minorenni, chiuso bar ad Isola Liri

Di Ermanno Amedei

ISOLA LIRI – Il Questore di Frosinone ha emesso il provvedimento di sospensione dell’autorizzazione amministrativa all’esercizio pubblico nei confronti del titolare di un bar di Isola Liri. La chiusura dell’attività è stata disposta per un periodo pari a 15 giorni, per motivi di ordine e sicurezza pubblica. A motivare l’adozione del provvedimento anche “segnalazioni” circa la violazione amministrativa per la somministrazione di alcolici ai minori di 16 anni ed il non rispetto delle ordinanze comunali. L’adozione dell’atto vuole essere un chiaro segnale per chi, anche nell’esercizio di un’attività commerciale, non rispetta le regole nonché la puntuale risposta della Polizia di Stato al bisogno di sicurezza dei cittadini.

10 Maggio 2017 0

Si costituisce a Cassino il piromane della palma di Isola del Liri

Di Ermanno Amedei

Cassino – Ha bussaro al Commissariato di Cassino e ha raccontato come, inavvertitamente e involontariamente, avrebbe appiccato il fuoco alla palma incendita nella notte tra il 6 e il 7 maggio nei pressi della chiesa di San Lorenzo Martire a Isola del Liri. Si tratta di un 30enne della zona che ha fornito agli inquirenti una sua versione dei fatti. Avrebbe accusato un malore e ha deciso di fermarsi in quella zona, su una panchina, in compagnia di altre persone.

Nel frangente, sarebbe stato assalito da un impellente bisogno fisiologico  che lo ha spinto ad allontanarsi dal gruppo e a cercare un luogo più appartato.

Proprio in prossimità della palma, l’uomo avrebbe deciso di accendersi una sigaretta e complice il  fogliame secco, in pochissimi istanti, è divampato l’incendio.

Preso dal panico, sarebbe poi fuggito mentre i presenti hanno chiamato i Vigili del Fuoco.

Nei suoi confronti è scattata la denuncia anche se si è reso comunque disponibile a risarcire i danni, compresa la ricollocazione di un albero di palma nello stesso luogo.

28 Dicembre 2016 0

Arce-Roccasecca- Isola del Liri- Minori rubano due auto, ma finiscono in manette

Di Comunicato Stampa

Nella serata di ieri, ad Arce, i militari della locale Stazione unitamente ai militari del NORM della Compagnia di Pontecorvo, hanno tratto in arresto due minori, già censiti per reati specifici, poiché ritenuti responsabili del reato di “furto aggravato in concorso ”. Durante la precedente mattinata, a Roccasecca, all’interno del parcheggio antistante alla stazione ferroviaria, i due arrestati, già volontariamente sottrattisi dalla custodia cautelare all’interno di una casa famiglia della zona, dopo aver abbandonato un’autovettura di piccola cilindrata, precedentemente rubata dagli stessi ad Isola del Liri, asportavano una Fiat Grande Punto ivi parcheggiata. Le immediate ricerche attuate dai militari operanti, consentivano di intercettare la predetta autovettura in San Giovanni Incarico – località San Cataldo, che dopo un breve inseguimento veniva bloccata. Nella circostanza, i due ragazzi si davano a precipitosa fuga nelle campagne circostanti, venendo prontamente bloccati e tratti in arresto. Gli arrestati, in aderenza alle disposizioni impartite dalla competente Autorità Giudiziaria, venivano associati presso la casa di prima accoglienza di Roma