Categoria: Sabaudia

4 Aprile 2019 0

Sabaudia: la polizia sgombera un immobile confiscato alla malavita organizzata

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SABAUDIA (LT) – La Polizia di Stato – Questura di Latina, in collaborazione con il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e con il Comando Polizia Locale di Sabaudia, nella mattinata odierna ha provveduto a sgomberare un immobile ubicato a Sabaudia, in Via Marco Polo (già Strada Colle d’Alba di Levante), illegittimamente occupato da un nucleo familiare riconducibile ad un criminale del posto, giusto provvedimento di confisca ex art. 2 ter L. 31.05.1965 n. 575 emesso dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata.

Tale attività, volta al ripristino della legalità e al recupero delle aree degradate dei centri urbani, è stata concordata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura. Tutto si è svolto con ordine e senza alcun problema sotto il profilo della sicurezza pubblica.

Le operazioni di messa in sicurezza ed inventario effettuate da funzionari dell’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata si sono concluse nelle prime ore del pomeriggio.

19 Dicembre 2018 0

Truffa alla Previdenza, denunciati a Sabaudia 36 stranieri che percepivano l’assegno sociale senza averne diritto

Di admin

SABAUDIA – La Guardia di Finanza di Latina, coordinati dal colonnello Michele Bosco, hanno individuato una frode ai danni del bilancio dello Stato, per complessivi 340mila euro, realizzata attraverso l’indebita percezione della prestazione assistenziale dell’assegno sociale.

Le operazioni, condotte dai Finanzieri della Brigata di Sabaudia, hanno fatto emergere la posizione irregolare di 36 soggetti di diverse nazionalità che hanno beneficiato indebitamente dell’assegno sociale, pur non essendo da tempo più residenti nel territorio nazionale, fruendo della vigente normativa che prevede l’erogazione di un contributo, pari ad 453 euro per 13 mensilità, a soggetti extracomunitari che abbiano compiuto i 66 anni e 7 mesi di età e siano, soprattutto, residenti o siano muniti di permesso di soggiorno, in via continuativa da almeno 10 anni, sul territorio nazionale.

Le indagini hanno quindi portato alla revoca delle prestazioni assistenziali, con un risparmio annuo sul Bilancio dello Stato di circa 150mila euro, nonché alla segnalazione all’anagrafe dei Comuni di residenza per la cancellazione dalle rispettive liste della popolazione residente. Nel contempo è stata inoltrata comunicazione all’A.S.L. per la cessazione dell’assistenza dei medici di base a loro volta destinatari di un importo annuo per erogazioni degli assegni a carico del S.S.N., non dovuto.

Per tali motivazioni, 10 soggetti, percettori di somme superiori ai 4mila euro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Latina per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e nei loro confronti è stato eseguito un sequestro di somme giacenti sui conti correnti per oltre 60mila euro.

Ad altri 26 soggetti, percettori di somme di importo inferiore, sono stati invece irrogate sanzioni amministrative pecuniarie per un totale di oltre 120mila euro.

L’intervento delle Fiamme Gialle pontine si inquadra nell’ambito dei compiti attribuiti al Corpo a tutela della spesa pubblica nazionale, finalizzati a reprimere, attraverso i poteri di polizia economico-finanziaria, le dannose condotte illecite a danno dell’Erario, con particolare riferimento alle voci di bilancio stanziate per finalità assistenziali e di politica sociale destinate a soggetti che versano realmente in gravi difficoltà economiche.

 

28 Giugno 2018 0

Sequestrati dai Nas in un’azienda agricola di Sabaudia 90 litri di prodotti fitosanitari

Di redazione

Un controllo dei Carabinieri del N.A.S. di Latina, finalizzato a tutelare la salute pubblica a garanzia del corretto utilizzo degli agro farmaci sulle culture di un’ azienda agricola sita nel territorio comunale di Sabaudia (LT), ha portato a sottoporre a sequestro oltre 90 litri di prodotti fitosanitari di varie tipologie e formulazioni,  per un valore di oltre 3.000 euro. Infatti i prodotti sequestrati non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Il responsabile dell’ azienda agricola sarà inoltre sanzionato con una cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Immagine d’archivio

18 Gennaio 2018 0

Scheletro in muta sulla spiaggia a Sabaudia, trovati resti di “kitesurfista”

Di admin

SABAUDIA – Lo scheletro di una persona, contenuta in quella che sembra essere una muta da kait surf, è stato ritrovato oggi pomeriggio sulla spiaggia di Sabaudia in località Sacramento da alcune persone che passeggiavano.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Latina e gli uomini della capitaneria di Porto.

Del corpo è rimasto solamente lo scheletro, mantenuto insieme dalla muta che ha tutte le imbragature per il kitesurfing. Un decesso avvenuto in un tempo e in un luogo ancora non stabilito. Le correnti possono averlo trasportato per molte miglia marine. Si cerca tra le denunce di persone disperse in mare.

Ermanno Amedei

15 Giugno 2017 0

Prende a martellate il figlio, 54enne arrestato per tentato omicidio a Sabaudia

Di redazione

Nella tarda serata del 14 giugno 2017, in Sabaudia (Lt) i militari locale stazione traevano in arresto un 54 enne del luogo. Nel corso di una lite ha preso a martellate il figlio 28enne. I carabinieri di Sabaudia sono dovuti intervenire ieri sera e hanno arrestato un 54enne per tentato omicidio. L’uomo, presso la propria abitazione, durante la cena, a seguito di acceso diverbio per futili motivi si è scagliato contro il proprio figlio, colpendolo alla testa con un martello e cagionandogli gravi lesioni. Il malcapitato immediatamente trasportato all’ospedale di Latina è stato giudicato guaribile in 40 giorni. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale Latina. Foto d’archivio

21 Marzo 2017 0

Esce per fare una corsa sul Circeo, trovato morto Forestale 43enne

Di admin

Sabaudia – Era uscito nel pomeriggio di ieri per fare una corsa sul promontorio del Circeo ma, arrivata la sera, lui non è rientrato.

La denuncia di persona scomparsa è stata lanciata ieri sera dai parenti di un 43enne di Sabaudia, carabiniere forestale e sulle sue tracce si sono messi fin da subito le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

Questa mattina il suo corpo è stato ritrovato a valle di un dirupo in una zona impervia in località Torre Paola.

Per recuperare il suo corpo è stato necessario far intervenire l’elicottero dei vigili del fuoco con a bordo una squadra che si è calata con tecniche Saf. Le ipotesi più accreditate sono quelle della caduta accidentale o causata da un malore.

15 Dicembre 2016 0

Incidente stradale, 65enne vola giù con l’auto nel fossato

Di admin

Sabaudia – E’ uscito fuori strada facendo un volo di alcuni metri e finendo con la sua auto capottato.

E’ accaduto nella tarda mattinata di oggi sulla Migliara 58 all’incrocio con la via Litoranea nel comune di Sabaudia.

Un  65enne della zona alla guida di una Volkswagen Tiguan, ha perso il controllo del mezzo finendo giù dal terrapieno su cui scorre la strada.

Per liberarlo sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Terracina che lo hannoi affidato alle cure degli operatori del 118.

 

8 Novembre 2016 0

“Succhiavano” gasolio dalla condotta Eni, arrestati due vampiri di carburante

Di admin

Sabaudia – Hanno forato la tubatura dell’oleodotto dell’Eni Gaeta–Pomezia, a Sabaudia sulla strada Migliara 46 e hanno estratto 4.500 litri di gasolio commerciale. Dopo un anno di indagini, i carabinieri di Latina sono arrivati ad individuare i due presunti “vampiri di carburante” e arrestarli in esecuzione di una ordinanza di misura cautelare in carcere.

Questa mattina, quindi, sono stati arrestati Volkovs Vladislav lituano di 41 anni e Markov Andrey, russo di 47 anni.

I fatti risalgono al 22 ottobre 2015 quando i militari della stazione  di Sabaudia rinvennero, all’interno di una struttura industriale in disuso, un impianto abusivo artigianale di aspirazione e deposito di carburante costruito grazie ad un sistema  di elettropompaggio elettrocomandato  che aveva sversato gasolio in alcune cisterne circa 4.500 litri di gasolio.

Tale impianto era collegato ad un tubo esterno innestato sull’oleodotto .

I due cittadini extracomunitari erano stati già arrestati il 22 marzo 2016 in flagranza di reato per la stessa tipologia di delitto.  Infatti  in  quella occasione nella via Di Gorgolicino di Latina all’interno di un capannone apparentemente abbandonato è stato rinvenuto un impianto identico a quello  di Sabaudia che i due  avevano allestito appositamente per stoccare il carbolubrificante della vicina condotta Eni.

Le indagini, supportate anche da accertamenti tecnici espletati in sinergia con il Ris di Roma dimostravano che i due episodi descritti fossero fra loro collegati.

In entrambe le circostanze era stato utilizzato un complesso  dispositivo, che consentiva di manovrare  il convogliamento del carbolubrificante anche a distanza e bypassare i sistemi di monitoraggio dell’Eni. Il gasolio asportato veniva convogliato in apposite sacche che venivano svuotate periodicamente.

13 Ottobre 2016 0

Sequestrano e rapinano l’ex datore di lavoro per ottenere lo stipendio arretrato

Di admin

Sabaudia – Hanno rapito l’imprenditore per il quale avevano lavorato minacciandolo di morte se non avessero avuto i soldi che spettavano loro.

E’ accaduto a Sabaudia dove i carabinieri hanno arrestato due perone, T.G. 33enne e D.G.S. 32enne per rapina in concorso e sequestro di persona. Ieri i due hanno aggredito l’imprenditore in un bar trascinandolo nella propria auto per raggiungere la casa dell’uomo dove, alla presenza della moglie, lo hanno minacciato di morte se non avesse consegnato loro la somma di 5.400 euro, quale compenso per lavori effettuati.

Non ricevendo la somma richiesta, si sono allontanati portando via la sua macchina, successivamente rinvenuta dai carabinieri e restituita al proprietario. L’imprenditore è stato medicato per varie ferite mentre i due sono stati associati al carcere di Latina.

4 Ottobre 2016 0

Fa tagliare 100 alberi di eucalipto della Regione, denunciata imprenditrice a Sabaudia

Di admin

Sabaudia – Cento piante di eucalipto sono state tagliate in maniera abusiva nel territorio di Sabaudia. Gli altifusti di proprietà proprietà della Regione Lazio, costituivano due fasce frangivento lungo la strada Segreta a tre chilometri di distanza l’una dall’altra.

Il taglio è avvenuto in maniera abusiva, cioè senza alcuna autorizzazione. Le indagini svolte dal Corpo Forestale dello Stato hanno consentito di scoprire il responsabile   degli abusi, G.K. di anni 40, imprenditrice agricola, la quale è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per violazione paesaggistica, furto e danneggiamento di beni demaniali, nonché sanzionata amministrativamente per violazione delle leggi forestali per un importo di circa 10mila euro. La Polizia Giudiziaria, ha rintracciata circa 500 quintali di legna ricavata dal taglio abusivo, presso l’abitazione dell’imprenditrice, che è stata posta sotto sequestro giudiziario, oltre ai 2 tratti di fascia frangivento della lunghezza di 200 ciascuna.