Tag: acquafondata

3 Marzo 2010 0

Sonora sconfitta (4 – 1) rimediata da Arce ad opera di Acquafondata

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nulla di nuovo in classifica, nella nona giornata del girone ‘A’di ritorno del campionato di ‘Promozione a parte la sonante sconfitta per 4 a 1 di Arce ad opera di Acquafondata. Resta in vetta a 51 punti Arca di Noè, fermo per il turno di riposo, seguito a due lunghezze proprio da Arce.

Nello scontro diretto di media classifica Calcio Piedimonte la spunta ,per 4 a 1, su Parrocchia S. Lucia portandosi ad una sola lunghezza di distacco proprio dalla formazione sconfitta. Resta saldamente al terzo posto, con 34 punti, Polis.Insieme Ausonia che battendo, 3 a 0, la Pro Loco Terelle divide la posizione in classifica soltanto con Valvori, a sua volta vittorioso, 5 a 0, su Veronique Pub Cafè. Unica vittoria in trasferta, quella di Rist. L’Ambifrano sul rist. Al Boschetto. Ventidue il totale delle reti segnate nell’odierno turno di campionato. Sempre saldamente al comando della classifica marcatori Antonio Giannandrea, del Pignataro, che con le tre reti segnate nella nona giornata, raggiunge quota 23. Seguono a 18 centri, Pietro Coletta, Acquafondata, a 17 punti, Vincenzo Frecentese, del Calcio Piedimonte, e Marco Capraro del Pro Loco Terelle. Non potrà commettere ulteriori errori Arce per rimanere ad insidiare il titolo di prima della classe ad Arca di Noè. Proprio la decima giornata, infatti, la vedrà opposta a Valvori ed in questa occasione dovrà dimostrare di aver smaltito gli effetti negativi della sconfitta rimediata nel precedente turno di campionato. Allo stesso modo non potranno commettere errori Parrocchia S. Lucia e Calcio Piedimonte impegnate nello scontro diretto e che le vede distanziate, in classifica, di una sola lunghezza fra loro, a favore della prima.

26 Agosto 2009 0

Acquafondata, capitale europea della zampogna

Di redazione

Grande successo ad Acquafondata per la 38° edizione del Festival Nazionale ed Internazionale della Zampogna, con centinaia di musicisti italiani ed europei che si sono esibiti nelle giornate del 24 e 25 agosto 2009. Acquafondata si conferma capitale del triangolo della zampogna tra Lazio, Abruzzo e Molise. L’apertura del Festival è stata affidata alle esibizioni del complesso bandistico “Città di Acquafondata”, del mandolinista della “Notte della Taranta” Mimmo Epifani, e degli MBL – Musicisti del Basso Lazio che con una tappa del tour “Balla cu me” hanno infiammato tutta la piazza al suono della zampogna di Marco Iamele. La seconda giornata ha visto avvicendarsi sul palco Luigi Lai dalla Sardegna (considerato il principale suonatore di launeddas al mondo), i suonatori di gaita dalla Galizia, gli Erabundi Musici, gli zampognari del Gargano, gli Archè con Piero Ricci e Gianni Perilli e la Ciarabanda. A chiudere la manifestazione lo spettacolo musicale, presentato da Maurizio Mattioli con la splendida Aurora, che ha reso onore alla zampogna fino a mezzanotte coinvolgendo tantissimi virtuosi musicisti intervenuti, tra cui Piero Ricci, Benedetto Vecchio, Gianni Perilli, Giuliano Gabriele che si sono esibiti in una travolgente jam session finale concludendo il festival entusiasmando il pubblico. A tutti i musicisti è stato consegnato un attestato di partecipazione. Il premio “Cesare Perilli”, giunto alla sua terza edizione, è stato assegnato a Giuliano Campoli, giovane suonatore di zampogna e ciaramella che in pochi mesi ha imparato a suonare questi strumenti. Martedì 25 si è svolto anche un importante seminario dal titolo “La zampogna ieri, oggi e domani” nel corso del quale si è discusso sull’individuazione di una data definitiva per la manifestazione e l’assessore provinciale Ruspandini e l’europarlamentare De Angelis hanno espresso il loro impegno per la tutela e la salvaguardia del Festival, segnalato come una delle eccellenze della provincia. A tale scopo, è stato anche firmato un manifesto, rivolto a suonatori, artisti e zampognari presenti alla manifestazione, per la tutela e la salvaguardia della zampogna, strumento etnico della Valle di Comino a della provincia di Frosinone. Nelle due giornate degustazioni di prodotti tipici, mostra di artigianato con zampogne lavorate a mano da artisti locali. “Questa edizione – sottolinea il sindaco Di Meo – proietta positivamente il festival verso il futuro. Vorrei ringraziare l’amministrazione provinciale, la Regione Lazio, gli onorevoli Wanda Ciaraldi e Francesco De Angelis, il GAL di Alvito, enti che hanno sostenuto la manifestazione. Sono stato colpito dall’energia trasmessa dagli MBL e dall’uso della zampogna come strumento centrale della band e, più in generale, dalla qualità espressa dal festival, dove molti artisti, rispettando la tradizione hanno presentato anche sonorità moderne”. La manifestazione è stata organizzata dall’Amministrazione comunale con il patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Frosinone e GAL di Alvito e promossa in collaborazione con Ciociariaturismo.

20 Agosto 2009 0

Acquafondata, gnocchi e zampogne per tre giorni

Di redazionecassino

Dal 23 al 25 agosto 2009 torna ad Acquafondata la 38° edizione del Festival Nazionale ed Internazionale della Zampogna con concerti, seminari, tante sorprese musicali e di artigianato in mostra al centro del triangolo della zampogna tra Lazio, Abruzzo e Molise. In programma l’esibizione di musicisti di alto livello da tutta Italia (tra i quali Luigi Lai e le Launeddas dalla Sardegna) ed Europa (Scozia e Spagna – Galizia) , la partecipazione straordinaria del mandolinista della “Notte della Taranta” Mimmo Epifani, il concerto degli MBL – Musicisti del Basso Lazio con una tappa del tour “Balla cu me”, Gianni Perilli e la Ciarabanda, gli Archè e uno spettacolo musicale con Maurizio Mattioli che coinvolgerà i virtuosi musicisti intervenuti. A fare da contorno alla musica popolare saranno, dall’alba al tramonto nel centro storico, la mostra di artigianato, di zampogne e ciaramelle e soprattutto il raduno dei suonatori di zampogna, veri protagonisti della manifestazione. Il ricco programma del Festival, annunciato dal sindaco Antonio Di Meo, prevede anche, per martedì 25, un importante seminario dal titolo “La zampogna ieri, oggi e domani”. Inoltre, sarà anche firmato un manifesto, rivolto a suonatori, artisti e zampognari presenti alla manifestazione, per la tutela e la salvaguardia della zampogna, strumento etnico della Valle di Comino a della provincia di Frosinone. A dare il via alla manifestazione domenica 23 sarà la Sagra degli Gnocchi. La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione comunale con il patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Frosinone e GAL di Alvito e promossa in collaborazione con Ciociariaturismo.

Programma:

Domenica 23 agosto – Sagra degli gnocchi in mattinata – esibizione di gruppi folk ore 11 – La zampogna e il brigantaggio: presentazione libro “Ricerca storica sul brigantaggio” di Evan Colella ore 18 – distribuzione degli gnocchi in serata – spettacolo musicale e cabaret

Lunedì 24 agosto ore 16.30 – apertura della manifestazione con il complesso bandistico “Città di Acquafondata” ore 17 – accoglienza dei partecipanti al festival con il gruppo di Acquafondata ZPM ore 18-20 – concerto Mimmo Epifani ore 21 – concerto MBL – Musicisti del Basso Lazio “Balla cu me” tour 2009 Presenta Aurora Martedì 25 agosto in mattinata dalle ore 9 – accoglienza e accrediti dei musicisti, a seguire esibizioni e concerti di virtuosi suonatori di zampogna e ciaramella provenienti da tutta Italia, singoli ed in coppia ore 12 – Gianni Perilli e la Ciarabanda ore 15 – Seminario e consegna degli attestati di partecipazione e firma del manifesto per la tutela della zampogna. La zampogna e…i suoi riconoscimenti: premi e riconoscimenti per tutti gli zampognari presenti. Attribuzione premio Cesare Perilli ore 16-17 – esibizione di Erabundi Musici ore 17-18 – esibizione gruppo zampognari del Gargano ore 18-24 – conclusioni ed onori al 38° Festival Nazionale ed Internazionale della Zampogna – Maurizio Mattioli presenta il suo grande spettacolo arricchito per l’occasione da: Gianni Perilli e la sua Ciarabanda , Archè Luigi Lai e le Launeddas dalla Sardegna virtuosi suonatori di zampogna e ciaramella suonatori  di cornamuse dalla Scozia suonatori di gaita dalla Galizia – Spagna- Durante il festival verrà allestita una mostra di artigianato, zampogne, ciaramelle e degustazioni di prodotti tipici.- La manifestazione sarà presentata da Maurizio Mattioli e Aurora.