Tag: annuncia

6 Marzo 2019 0

Marocchinate, Fdi annuncia: disegno di Legge in Senato per istituzione commissione d’inchiesta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – “Questa mattina il presidente e una delegazione dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate, si sono recati presso il Senato per incontrare i senatori di Fratelli d’Italia Massimo Ruspandini, Isabella Rauti e Luca Ciriani presidente del gruppo FdI in Senato”.

Lo si legge in una nota dell’associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate.

“Durante l’incontro si è discusso molto della triste vicenda delle Marocchinate. Il senatore di Ceccano Ruspandini ha dichiarato che: «Fratelli d’Italia sarà al fianco di Emiliano Ciotti e dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate. Faremo tutto il necessario per portare alla luce gli stupri di massa perpetrati dall’esercito franco-marocchino ai danni delle nostre popolazioni».

Il senatore ceccanese insieme ai suoi colleghi stanno rielaborando il disegno di legge da portare all’attenzione del Senato per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta. I senatori Ciriani e Ruspandini hanno ribadito che sarà loro impegno e del gruppo FdI al senato con la collaborazione dell’A.N.V.M. presentare al più presto questa proposta. Lo studio legale dell’avvocato Luciano Randazzo, che cura gli interessi dell’associazione, lavorerà a stretto contatto con il gruppo di FdI per la stesura della bozza di legge da portare in senato. Bisogna ricordare che la stessa è stata rivista, già in precedenza presentata da Ruspandini stesso, in quanto il termine “marocchinata” non era corretto in quanto la motivazione ufficiale diceva che i fatti risalgono a troppo tempo fa e sia carnefici che vittime ormai non sono più vivi. Analoga situazione si è verificata col comune di Roma per l’intitolazione di un parco, che ricorda le donne ciociare violentate dalle truppe del C.E.F. Si sta quindi lavorando nel dettaglio per trovare la terminologia più idonea affinché possa arrivare nel più breve tempo possibile in Senato.

Al termine dell’incontro è stato donato una copia del libro “Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa” al Senatore Massimo Ruspandini”.

14 Gennaio 2019 0

Fs Italiane annuncia: oltre 4mila assunzioni tra Anas e ferrovie

Di admin

DALL’ITALIA –“Abbiamo piani ambiziosi per il futuro dell’azienda e dei nostri dipendenti – ha sottolineato Gianfranco Battisti, AD FS Italiane durante il saluto alla “Giornata del Cantoniere” di Anas. Nell’illustrare le linee guida del Piano industriale del Gruppo in corso di definizione, Battisti ha evidenziato che “è già stato avviato un importante processo di ricambio generazionale che sarà consolidato nell’anno appena iniziato con oltre 4mila assunzioni, di cui 450 per Anas, tutte da mercato. Assunzioni che interesseranno tutti i settori operativi e strategici dell’azienda. Capistazione, macchinisti e capitreno, ma anche manutentori di treni e di infrastrutture ferroviarie e stradali, senza dimenticare le assunzioni previste per potenziare l’assistenza e lasecurity per le persone che ogni giorno scelgono il treno per muoversi e quelle per nuovi autisti e nei settori della logistica e delle merci. ”

Il piano di assunzioni, che coinvolge tutte le società operative del Gruppo “perché le persone sono la vera forza delle aziende”, ha sottolineato Gianfranco Battisti rivolgendosi ai cantonieri di Anas, permetterà di consolidare il ricambio generazionale, già avviato, per le figure professionali a maggiore valenza industriale e produttiva.

Con il nuovo piano di assunzione sarà data l’opportunità, a tanti giovani neolaureati e a figure con esperienze già consolidate, di lavorare in uno fra i più grandi gruppi industriali, primo per investimenti in Italia.

I settori interessati dalle assunzioni sono quelli strettamente legati al trasporto ferroviario, il core business aziendale e il centro di tutte le attività. In particolare, circa duemila persone saranno selezionate per ruoli quali macchinisti, capotreno, capostazione e addetti all’assistenza ai viaggiatori e alla security. Oltre mille neoassunti saranno invece occupati nella manutenzione dei treni e dell’infrastruttura, garantendo il costante miglioramento delle performance del trasporto ferroviario in termini di affidabilità, disponibilità e puntualità.

Sono previsti, inoltre, nuovi ingressi in settori considerati strategici nel nuovo Piano industriale quinquennale: nella logistica, 600 persone saranno impiegate nel Polo Mercitalia impegnato nel rilancio del trasporto merci su ferrovia; nel TPL, 250 nuovi autisti viaggeranno sui mezzi di Busitalia per migliorare gli standard qualitativi del trasporto urbano ed extraurbano nelle regioni dove FS Italiane svolge il servizio.

Accanto alle assunzioni previste nel 2019, il Gruppo FS Italiane prosegue collaborazioni e partnership con alcune delle più prestigiose università italiane con l’obiettivo di favorire l’approccio al mondo del lavoro di migliaia di neolaureati, in larga parte in discipline ingegneristiche, e scoprire talenti che possano crescere e sviluppare le proprie capacità.

13 Novembre 2017 0

Fardelli annuncia: sei milioni di finanziamento per il campo di Concentramento di Caira

Di admin

CASSINO –  “Sei milioni di euro per l’ex Campo di Concentramento di Cassino. Ad annunciare il bando della Regione Lazio è, in una nota – il consigliere regionale Marino Fardelli che ha accolto con grande entusiasmo la comunicazione del Presidente Nicola Zingaretti che questa mattina ha presentato il progetto di ‘Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio turistico, storico e culturale’ destinando appunto sei milioni di euro a Cassino. E’ una grande notizia. – dice Fardelli – Da tempo avevo iniziato un percorso che portasse alla valorizzazione dell’area dell’ex campo di concentramento che riveste una importanza storica notevole per tutto il territorio. Rivalutarlo, renderlo fruibile con funzioni museali e turistico-ricettive, rappresenta sicuramente un volano per l’economia. Il consigliere regionale Fardelli – prosegue la nota – aveva intavolato con la Regione Lazio e il Demanio regionale, una serie di proposte per il recupero dell’area tanto che proprio nei giorni scorsi era iniziato un primo lavoro di ripulitura”. “L’ex Campo di concentramento – prosegue Fardelli – è una preziosa testimonianza della nostra storia. Prendendo spunto da tante altre città europee e italiane che hanno reso questi luoghi dei veri e propri musei oppure centri di ricerca, così come tanti cittadini, ho sempre creduto che fosse davvero un peccato perdere l’opportunità di una valorizzazione storica e turistica. Ringrazio il Presidente Zingaretti per aver creduto in questo progetto e per aver dimostrato ancora una volta una grande sensibilità ed attenzione per la cultura e la storia del nostro territorio”. “Infatti a sostegno dell’attività delle imprese legate al settore del turismo e dei beni culturali del Lazio, – si legge ancora nella nota – la Regione ha stanziato 19 milioni di euro che sono stati presentati questa mattina a Roma presso le Terme di Diocleziano”.

22 Maggio 2017 0

Zingaretti annuncia nuovi ospedali a Sora e Gaeta, meglio sarebbe far funzionare quelli esistenti

Di admin

Sora – Si torna a costruire ospedali nel Lazio, anche in Ciociaria e nel Pontino. Il presidente della Regione Lazio lo ha annunciato oggi ad Ariccia.

“È una svolta primo perché nel Lazio gli ospedali fino a qualche mese fa si chiudevano, e come si tagliavano i posti letto, e invece ora si aprono. Oltre a questo si aprirà anche quello del Golfo e quello di Sora. E quindi, è uno spartiacque”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a margine del sopralluogo, insieme al presidente del consiglio Paolo Gentiloni, ai cantieri del nuovo Ospedale dei Castelli Romani ad Ariccia, sulla Via Nettunense.

La speranza è che, oltre a costruirli, gli ospedali funzionino dal punto di vista sanitario. Meglio sarebbe se, prima di costruire altre strutture, si facessero funzionare al meglio quelle esistenti. In troppi a Cassino ricordano che il passaggio dal vecchio e decrepito De Posis non è  coinciso con il miglioramento del servizio sznitario. Anzi, c’è chi giura il contrario.

Ermanno Amedei

8 Marzo 2017 0

Feroci polemiche sul film “La Ciociara” porno, minacciato il regista annuncia denunce

Di admin

Frosinone – La replica di Mario Salieri alle polemiche nate attorno al suo film hard “La Ciociara” è affidata ad un post su Facebook. Dopo aver ricordato che tra da sempre, tra le atrocità delle guerra vi è anche lo stupro compiuto dai vincitori sui vinti, il regista si dice sorpreso di tanto clamore anche perché, scrive: “Sottolineando con forza l’orrore e l’indignazione nei confronti di tutti coloro che nella vita reale si macchiano di qualsiasi tipo di violenza o sopruso ai danni dell’essere umano, ricordo che moltissimi registi di fama internazionale hanno rappresentato nelle loro fiction lo stupro con dovizia di particolari voyeuristici”.

Dopo aver fatto un lungo elenco di esempi, continua: “Ora apprendo con stupore che con tutti i problemi di cui è afflitta la nostra povera Italia la Senatrice Maria Spilabotte predispone un intervento urgente nell’aula del Senato per limitare la commercializzazione del film ancor prima della sua uscita, che il presidente dell’associazione vittime delle marocchinate Emiliano Ciotti ha scritto al presidente del consiglio Paolo Gentiloni una lettera di sdegno senza neanche aver visto il film e che la testa pelata Fernando Incitti dei CasaPound di Frosinone, che certamente nulla conosce del poeta Ezra, minaccia me e Roberta Gemma di violenza fisica. Ma stiamo scherzando? Spero che tutto questo sia frutto d’invenzione giornalistica (le minacce sono vere e già state querelate), ma se fosse reale allora è la conferma che in Italia siamo messi davvero molto male. A proposito… ma poi chi dice che nella mia versione della Ciociara siano rappresentate le marocchinate?”.

In un secondo post il regista sottolinea la distanza tra “La Ciociara” di De Sica interpretata dalla Loren e la sua interpretata dall’attrice hard Roberta Gemma. “Essendo molti di voi abituati a leggere soltanto i titoli dei post comunico immediatamente che nella mia versione della ciociara non sono presenti stupri e che non esiste alcuna citazione alle marocchinate. Soddisfatti? La storia del film è tutt’altra e si sviluppa prendendo spunto solo dalla parte iniziale del romanzo di Moravia. Avete regalato tanta pubblicità a un film porno, e per questo vi ringrazio, senza neanche aver visto un fotogramma e fidandovi di tutte le sciocchezze che giravano in rete. Insulti a me ed alla mia famiglia, minacce di violenza fisica, interventi urgenti all’aula del senato e lettere al presidente del consiglio. Povera Italia…”.

Ermanno Amedei 

foto tratte da facebook

Articolo precedente

8 Gennaio 2017 0

Politica Piedimonte- Vincitorio annuncia e sostiene la candidatura a sindaco di Oreste Gentile

Di redazione

Piedimonte San Germano- Oreste Gentile è il primo candidato a sindaco. Passate le feste natalizie inizia in città il tempo di imbastire la campagna elettorale per le elezioni comunali 2017. Dopo la clamorosa caduta del governo Nocella, i vari gruppi politici del territorio si stanno mobilitando. Ad aprire le danze l’associazione Lab 2.0 che ha ufficializzato la scelta del proprio candidato a sindaco. Ad annunciare la notizia è Alessandro Vincitorio. In una nota stampa apprendiamo “Nella giornata di ieri è arrivata tramite Alessandro Vincitorio la notizia della candidatura a Sindaco di Piedimonte di Oreste Gentile -già amministratore nella giunta Iacovella-, è stato il giovane Vincitorio con un comunicato ad annunciare ai cittadini in anteprima la candidatura di Gentile, una candidatura che tutto il direttivo della associazione Piedimonte LaB2.0 ha espresso in maniera unanime”. Poi Vincitorio spiega “Dopo una lunga discussione, oggi finalmente posso annunciarvi che il prossimo candidato sindaco -con riserva- di Piedimonte San Germano dell’associazione LaB2.0 (che sono onorato di rappresentare) è Oreste GENTILE. Sono fiero di appoggiare la candidatura di una persona attiva negli ultimi 18 mesi, e non solo. Una persona che ha creduto nel progetto LaB, lavorando con il sottoscritto tutti i giorni. Gentile è una persona che in questo periodo -conclude Vincitorio- ha trasmesso a me e a tante altre persone i valori sani della politica.” Quindi anche LaB2.0 scende in campo per le amministrative 2017 schierando in prima linea Oreste Gentile”. N. C.

10 Febbraio 2010 2

Annuncia su facebook il suicidio dell’amico, ma è uno scherzo

Di redazione

Un terribile scherzo è stato fatto ad un 15enne da un suo coetaneo di Cervaro (Fr). Il fatto sarebbe avvenuto alcuni giorni fa quando su Facebook, un ragazzo ha annunciato le intenzioni del suo amico di togliersi la vita. A leggere quell’annuncio sono stati in tanti e alcuni lo hanno segnalato ai carabinieri di Cassino. I militari non hanno perso tempo dato che, se quella notizia fosse stata vera, ogni minuto era fondamentale per salvare il giovane. E’ stata quindi allertata la caserma dei carabinieri di Cervaro e i militari hanno provveduto a recarsi a casa del presunto aspirante suicida. Hanno però trovato solamente la madre dato che il 15enne era, a detta della donna, a scuola. Per questo sono iniziate le ricerche e, alla fine, il ragazzo è stato trovato a bordo dell’autobus che lo riportava a casa. Nessuna intenzione, da parte sua, di togliersi la vita. Adesso si sta valutando la possibilità di denunciare il giovane autore dell’annuncio su facebook. Er. Amedei

19 Novembre 2009 0

Terremoto, Giuliani annuncia una raccolta fondi per acquistare le sue centraline

Di redazione

Secondo quanto riferito ad un’agenzia stampa da Giampaolo Giuliani, l’esperto dei terremoti che avrebbe inventato un sistema per conoscere in anticipo il verificarsi di forti scosse, nella zona di Campoli Appennino (Fr), ci sarebbe in corso una raccolta fondi per acquistare il sistema di rilevazione di radon. Si tratta di centraline ideate dallo stesso Giuliani che hanno un costo complessivo di circa 200 mila euro. Giuliani lo ha dichiarato ieri a Roma presentando il suo libro, «L’Aquila 2009, la mia verità sul terremoto». La zona di Campoli Appennino è stata interessata per alcune settimane da un intenso sciame sismico, dello stesso tipo che ha preceduto la terribile scossa di terremoto che il 6 aprile ha distrutto L’Aquila.