Tag: arresta

4 Febbraio 2019 0

Cassino, chiede un passaggio ad un anziano, ma è una “trappola”: la Polizia arresta 28enne frusinate

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Chiede un passaggio ad un anziano automobilista, ma è una “trappola”: per una 28enne, residente nel capoluogo ciociaro, scatta l’arresto.

I fatti si sono svolti a Cassino.

L’uomo accoglie la richiesta della donna che, approfittando della situazione, si offre per una prestazione sessuale in cambio di denaro.

Al rifiuto dell’uomo, la frusinate si indispettisce e tenta di rubargli il portafogli.

Il 77enne, intimorito, arresta la marcia, ma in quel frangente la passeggera afferra le chiavi della macchina e minaccia di buttarle nel tombino; per restituirle, ribadisce,  vuole in cambio i  soldi.

La situazione viene notata da un poliziotto libero dal servizio, del Commissariato di Cassino.

L’agente interviene, qualificandosi: la malfattrice tenta la fuga.

Raggiunta, viene bloccata anche grazie all’ausilio della Volante, nel frattempo allertata.

foto repertorio

 

 

 

24 Gennaio 2019 0

Latina: la Squadra Volante arresta un cittadino italiano per maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni

Di redazionecassino1

LATINA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, nel corso dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, verso le ore 14.30 circa di oggi 23 gennaio, un equipaggio della Squadra Volante è intervenuta in Via Vittorio Cervone, nei pressi della Stazione delle Autolinee, ove era in corso una violenta aggressione da parte di un uomo nei confronti di una donna. I poliziotti, a bordo della “pantera”, giungevano sul posto quando ancora era in corso e potevano notare un uomo che brutalmente stava malmenando, schiaffeggiandola ripetutamente, una giovane donna la quale non riusciva, nonostante vari tentativi, a divincolarsi per sfuggire a quel feroce attacco.

Interrotta immediatamente la selvaggia aggressione, i poliziotti identificavano l’uomo per S.O., classe 1993, di Latina, pregiudicato, il quale non volendo sentire ragione alcuna, inveiva contro di loro nel tentativo di darsi alla fuga. Tale iniziativa veniva immediatamente placata dalla pronta reazione degli agenti che provvedevano a bloccarlo, rendendolo inoffensivo.

La donna, M.L., classe 1996, riferiva di essere la sua compagna da circa un anno, di essere stata appena picchiata e di aver bisogno di cure mediche per le lesioni riportate. Riferiva altresì di subire maltrattamenti e violenze da tempo, ma di non averlo mai voluto denunciare per paura di ritorsioni, temendo per la propria incolumità. Nella mattinata odierna, per futili motivi il compagno l’aveva affrontata e la lite era degenerata in quanto lui cominciava ad inveire e poi a picchiarla con calci e pugni.

La furia dell’uomo le aveva provocato numerose contusioni ed ecchimosi al volto e al collo. Nell’aggressione aveva riportato varie tumefazioni ed abrasioni anche sul corpo, alle braccia ma, in particolare alla regione fronte-temporale e alla mano destra ove lamentava forti dolori.

Soccorsa dai sanitari del 118, veniva successivamente trasportata presso il locale nosocomio e refertata con una prognosi di 30 gg. per le lesioni riportate, in particolare alla mano destra ove presentava una frattura del terzo dito.

In sede di denuncia la donna riferiva che le percosse e le violenze si protraevano già da tempo e che a causa dei continui soprusi posti in essere dall’uomo, viveva in uno stato di soggezione e inferiorità psichica, manifestando timore e paura per la propria incolumità.

L’uomo, fermato e accompagnato presso gli uffici della Questura, è stato tratto in arresto per i reati di “maltrattamenti in famiglia aggravati in flagranza, lesioni, minacce nei confronti della donna nonchè resistenza a P.U.”. ed associato alla Casa Circondariale di Via Aspromonte, ove vi rimarrà a disposizione della competente  Autorità Giudiziaria.

 

15 Marzo 2018 0

Ruba nell’auto di un carabiniere a Velletri, il militare insegue il ladro e lo arresta

Di admin

VELLETRI – Ha rubato nell’auto sbagliata e l’errore gli è costato caro. Si tratta di un N.F. un 46enne di Velletri ma residente a Lariano già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, a Velletri, ha scelto l’auto parcheggiata nel piazzale Michele Palmieri per rompere un finestrino e rubare oggetti preziosi nell’abitacolo.

Quell’auto, però, è di proprietà di un maresciallo dei carabinieri. Il sottufficiale, libero dal servizio, ha notato il malvivente mentre stava tornando al parcheggio in compagnia di un collega e, insieme, hanno inseguito il ladro fino a fermarlo e ad arrestarlo per furto aggravato.

Il malvivente aveva portato via dall’abitacolo numerosi oggetti e aveva anche danneggiato, non solo il finestrino, anche il navigatore che evidente voleva staccare per portar via. L’arrestato è stato processato per direttissima.

Ermanno Amedei

13 Dicembre 2017 0

Furto aggravato nell’area di servizio in A1: la Polstrada arresta due donne

Di redazionecassino1
Cassino – Due donne, rispettivamente di 42 e 66 anni, sono state arrestate per furto aggravato dagli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino. Le due sono entrate in azione nell’area di servizio “Casilina Ovest”, dopo aver studiato la vittima da colpire. Con uno stratagemma hanno avvicinato un uomo e con destrezza gli hanno sfilate le banconote dalla tasca dei pantaloni. La reazione del malcapitato è stata repentina. Immediatamente, con l’aiuto dei parenti, ha bloccato le due malintenzionate ed allertato la Polizia. Una trasferta amara per le due complici, residenti una in provincia di Foggia ed una in provincia di Salerno: il viaggio si è concluso con l’arresto.
7 Dicembre 2017 0

Controlli antidroga: la Polizia arresta un 34enne

Di redazionecassino1

Cassino – Nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto di sostanze stupefacenti, gli agenti del Commissariato di Cassino fermano e controllano un 34enne.

L’insofferenza dell’uomo genera sospetto nei poliziotti che decidono di procedere a perquisizione .

Nella tasca laterale del giubbino vengono rinvenuti 3 involucri di cellophane contenenti eroina, per un peso complessivo di 10.13 grammi.

L’uomo viene dichiarato in stato di arresto: dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

13 Ottobre 2017 0

Polizia di Stato arresta 40enne in esecuzione ad Ordinanza di custodia cautelare

Di redazionecassino1

Frosinone – Squadra Mobile e Squadra Volante della Questura di Frosinone, in un’operazione congiunta, hanno tratto in arresto un 40enne di origini campane. Nei confronti dell’uomo pendeva l’esecuzione di custodia cautelare emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli, per istigazione alla corruzione.

Un altro importante colpo messo a segno dalla Polizia di Stato di Frosinone, dopo la recentissima “operazione sciacallo”.

 

 

 

13 Ottobre 2017 0

Tentato furto, danneggiamento e resistenza a P.U. la polizia arresta un uomo del cassinate

Di redazionecassino1

Cassino – Gli uomini del commissariato di Pubblica Sicurezza di Cassino, nell’ ambito dell’ intensificazione del controllo di particolari zone del territorio, ove da un qualche  tempo avvengono furti o tentati furti di automobili, hanno posto in arresto un uomo  cassinate, di circa sessanta anni, resosi responsabile di tentato furto di un veicolo.

L’ operazione si è svolta nella decorsa serata quando, gli agenti di pattuglia, hanno notato un uomo che si aggirava, con fare sospetto, nei pressi di un gruppo di autovetture parcheggiare. Come ben intuìto dai poliziotti, l’ uomo ha estratto un arnese dalla giacca e, chinandosi accanto la porta sinistra di una Fiat Panda, ha cominciato a “smanettare” nel tentativo di forzarla.

A questo punto, gli agenti sono immediatamente intervenuti per evitare che l’ azione delittuosa venisse compiuta ma, anziché “gettare la spugna” l’ uomo si è dileguato dagli stessi dandosi ad una fuga folle con la sua auto, mettendo seriamente in pericolo le persone che in quel momento occupavano la strada.

Una volta bloccato e, dato seguito a perquisizione, avvenuta anche presso il domicilio, sono stati sequestrati alcuni oggetti di sua proprietà funzionali al compimento delle azioni delittuose, come grimaldelli e spadini.

Grazie alla consolidata esperienza degli operatori di Polizia, l’ attività illecita dell’ uomo è stata evitata e lo stesso, posto in arresto per i reati di tentato furto, danneggiamento e resistenza a P.U.

5 Settembre 2017 0

Frosinone: la Polizia di Stato arresta la banda dei furti

Di redazione

La Squadra Volante arresta la “banda dei furti”, che aveva messo a segno diversi furti in abitazione nel capoluogo. Un agente della Squadra Volante, libero dal servizio, nel transitare nella parte bassa del capoluogo, nota una ragazza uscire di corsa dal portone di uno stabile e salire su un utilitaria, il cui conducente già posizionato per la fuga, si allontana prontamente dal luogo. Il poliziotto, insospettito dalla situazione, decide di seguire il veicolo, allertando, nel frattempo, la Sala Operativa della Questura. Un intervento coordinato e tempestivo consente di bloccare l’auto sulla Monte Lepini, all’altezza dell’incrocio con Viale Europa. A bordo ci sono 4 giovani di etnia Rom, sprovvisti di documenti e provenienti, come riferiscono agli agenti, da un campo nomadi della Capitale. Si procede a perquisizione veicolare, che consente di rinvenire, tra l’altro, un orologio Rolex, dollari, buoni fruttiferi e carte di credito e gli attrezzi del “mestiere” tra cui un giravite della lunghezza di 37 cm. Nel corso del pomeriggio, sulla linea di emergenza 113, vengono segnalati diversi furti in abitazione da parte di cittadini, che rincasando per il pranzo, avevano costatato che il loro appartamento era stato visitato dai ladri. La Polizia di Stato invita, pertanto, chi ha subito il furto a denunciare l’episodio, fornendo una eventuale dettagliata lista degli oggetti rubati.

30 Gennaio 2017 0

Basket serie D: Non si arresta la marcia della Pallacanestro Veroli

Di redazionecassino1

La partita che si è disputata ieri al Palasport di Cave, termina con il risultato di 67-89 a favore dei giallo-rossi. Un energico inizio per Veroli, con la testa da capolista e con le gambe che vanno a mille. Dopo appena 4 minuti di gioco, il vantaggio giallorosso tocca già la doppia cifra e costringe il Bk Cavese a chiamare in fretta il primo Time-Out. Al rientro la musica non cambia: resta concentrata in difesa ed in attacco affidandosi alle percentuali delle sue bocche da fuoco (Fiorini Giorgio 5/5 da 3 al termine del secondo quarto). Dopo l’intervallo, il Bk Cavese prova ad aumentare l’intensità difensiva anche al limite del fal-lo antisportivo ma Veroli non perde la testa, gestisce ogni pallone mantenendo il vantaggio sempre in doppia cifra, nonostante i padroni di casa provino con ogni mezzo a fermare i giocatori ciociari. Nell’ultimo quarto gli animi si accendono soprattutto a causa dei padroni di casa ma i Verolani non perdono la calma, dirigono il momento con autorità, continuando a bersagliare il canestro avversario con una certa regolarità. La gara termina con il punteggio di 67-89 grazie ad una prova di squadra mol-to convincente. Ottimo impatto dei lunghi con Frusone (22 rimb), Vinci (8 rimb) e De Santis (10 rimb) che spazzano via tutti i rimbalzi offensivi e difensivi. Solito apporto dei Fratelli Fiorini (Giorgio 7/9 da tre e Marco 8/9 da 2). Ottima la prova di Velocci con i suoi 6 assist e 4 recuperi e dell’Under Igliozzi che si fa trovare sempre pronto, anche in campi “caldi” come quello di Cave.

Serie D: Bk Cavese vs Pallacanestro Veroli 2016 67-89 Veroli: Fiorini Giorgio 35, Fiorini Marco 26, Frusone Claudio 6, De Santis Diego 8, Velocci Gabriele 1, Vinci Luca 11, Magnone Lorenzo n.e., Igliozzi Marco 2, Magnone Lorenzo n.e., Lella Lorenzo n.e., Fontana Gabriele n.e., Fontana Emanuele n.e. Coach Fiorini Giuseppe

26 Gennaio 2017 0

Frosinone- La Polizia arresta un 26enne per droga e fa scattare una denuncia per un 35enne per invasione di edifici

Di redazione

Frosinone-Nella giornata di ieri la Squadra Volante ha arrestato un 26enne in esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma e ha denunciato un 35enne per invasione di edifici. Nella mattinata di ieri, sulla linea di emergenza 113, giunge una segnalazione di persona sospetta all’interno di uno stabile disabitato, nella zona bassa del capoluogo. La nota viene diramata alle Volanti presenti sul territorio, che immediatamente giungono sul posto. L’ “intruso” è ancora presente nella struttura. Gli agenti lo identificano : è un 35enne frusinate, che viene denunciato per invasione di edifici, in flagranza. Inoltre, nel pomeriggio, sempre gli agenti della Squadra Volante hanno dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello di Roma, nei confronti di un 26enne romeno sottoposto già alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per violazione della normativa sugli stupefacenti.