Tag: bloccato

20 Novembre 2018 0

Viaggiava in A1 con gran quantità di farmaci rubati, bloccato e denunciato dalla Polstrada

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – I farmaci di grande valore economico, erano stati rubati nella notte da un ospedale toscano.

Alle prime luci dell’alba gli uomini della Sottosezione Polizia Stradale di Roma Nord hanno proceduto al controllo di autovettura che viaggiava sull’autostrada del Sole in direzione Napoli a forte velocità.

Il conducente M.M. campano di 43 anni, noto alle forze dell’ordine, una volta fermato mostrava segni nervosismo, tanto da indurre gli agenti a procedere al controllo sia della persona che del veicolo.

Infatti nel vano portabagagli vi erano due sacchi di colore nero contenenti prodotti farmaceutici recanti la dicitura “prodotto ospedaliero” di cui il conducente non sapeva indicarne la provenienza.

Scattavano così gli accertamenti presso ospedali e case farmaceutiche e grazie al numero del lotto impresso sulle scatole dei farmaci gli agenti sono riusciti a scoprire che quei medicinali erano stati rubati dall’Ospedale di Figline Val d ‘Arno nella nottata.

M.M. veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione, mentre i farmaci su consiglio dei medici dell’ospedale, venivano conservati in frigorifero in attesa di essere restituiti.

1 Febbraio 2018 0

Bloccato, in A1 dalla Polstrada di Cassino, con 350kg di molluschi privi di traccabilità

Di redazionecassino1

Cassino – Trasportava dalla Capitale trecentocinquanta chilogrammi di molluschi e bivalvi (ostriche e tartufi) con la propria auto sulla A1 in direzione sud. Gli agenti della sottosezione Polizia Stradale di Cassino, diretta dal sostituto commissario Giovanni Cerilli, in servizio fermavano l’auto con alla guida un 50enne pugliese. Dall’esame del materiale trasportato risultava che il carico dei molluschi per le modalità di trasporto e la mancanza della tracciabilità risultava pericoloso per la salute umana se immesso sul mercato. L’uomo veniva, quindi, accompagnato presso gli uffici della sottostazione della Polstrada di Cassino e con l’ausilio di personale della Capitaneria di Gaeta veniva posto sotto sequestro il carico dei molluschi, mentre l’uomo veniva sanzionato per illecito amministrativo, poiché il veicolo non risultava idoneo al trasporto di quel tipo di merce, e per mancanza dell’etichettatura di provenienza dei prodotti.

 

31 Gennaio 2018 0

Guarcino: Escursionista rimane bloccato su un pendio ghiacciato, recuperato dal Soccorso Alpino

Di redazione

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto ieri sera nei pressi di Guarcino (Frosinone) in località Campocatino per soccorrere un escursionista di 70 anni residente a Zagarolo (Roma). L’anziano si è ritrovato nel tardo pomeriggio, al buio, su un pendio completamente ghiacciato senza attrezzatura adeguata. Impossibilitato a proseguire ha allertato i soccorsi. I tecnici delle stazioni di Collepardo, Cassino e Latina lo hanno raggiunto e lo hanno condotto in sicurezza fino ad un punto raggiungibile da un gatto delle nevi degli impianti sciistici. Riportato al piazzale di Campocatino è stato preso in consegna dal personale del 118 visto il tempo trascorso dall’uomo ad una temperatura prossima allo 0°.

31 Gennaio 2018 0

Frosinone: Accoltella un 64enne, bloccato da un carabiniere libero dal servizio

Di redazione

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Frosinone Scalo unitamente ad un Carabiniere Forestale di Latina hanno deferito in stato di libertà per “lesioni personali aggravate e porto abusivo di coltello” un 70enne di origini calabresi, residente a Frosinone, pluripregiudicato per reati contro la persona e in materia di stupefacenti. Un futile motivo alla base della discussione, avvenuta nei pressi di un noto supermercato della zona scalo del capoluogo ciociaro, che ha visto interpreti il denunciato ed un 64enne anch’egli residente a Frosinone. Dalle parole, i due, passavano subito alle mani ed il 70enne estraeva dalla tasca un “coltello temperino” colpendo ad un braccio il 64enne. Il fatto non è sfociato in più gravi conseguenze solo grazie al tempestivo intervento del Carabiniere che, seppur libero dal servizio, bloccava e disarmava l’accoltellatore ed allertava la Centrale Operativa che immediatamente faceva intervenire sul posto una pattuglia in ausilio. Il ferito veniva trasportato presso il locale Ospedale “Spaziani” dove gli venivano riscontrate lievi ferite da taglio, medicato e subito dimesso. Il 70enne invece dovrà rispondere del suo gesto davanti l’Autorità Giudiziaria e a suo carico verrà avanzata proposta per l’applicazione di idonea misura di prevenzione. Immagine d’archivio

19 Gennaio 2018 0

Escursionista bloccato nel ghiaccio su Monte Scalette a Veroli

Di admin

VEROLI – Nonostante la buona esperienza maturata in anni di scarpinate, ieri mattina un escursionista si è avventurato in solitaria sul Monte Scalelle a Veroli senza ramponi e piccozza nonostante il terreno ghiacciato. Impossibilitato a muoversi sulle lastre, per evitare di scivolare o dover passare la notte in un ambiente tutt’altro che ospitale, ha lanciato l’allarme.

A salvarlo sono stati gli esperti del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico di Cassino e Collepardo intervenuti con l’elicottero dei Vigili del Fuoco, giunto da Roma visto che Pegaso 33, l’elicottero con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino, era impegnato in un’altra missione. L’uomo è stato recuperato con tecniche saf e trasportato a valle

Ermanno Amedei

26 Luglio 2017 0

Ragazzo disabile bloccato in ascensore a Frosinone, interviene la polizia

Di admin

FROSINONE – In una calda mattina d’ estate,  una madre ed un figlio, portatore di handicap, stanno rincasando. Il loro rientro, però, improvvisamente  si arresta al primo piano dello stabile dove risiedono: è sopraggiunto un problema al montascale sul quale è  seduto l’adolescente.

La donna cerca  aiuto, sollecitando anche la manutenzione, ma ogni tentativo resta vano. Dopo quasi due ore  di estenuante attesa,  la madre decide di fare l’ultimo tentativo, segnalando questa volta  la difficile situazione al numero di emergenza 113 della Questura.

La nota viene immediatamente diramata alle Volanti presenti sul territorio che prontamente giungono sul posto. Costata la situazione di emergenza, i poliziotti, senza perdersi d’animo, trasportano il giovane a braccio fino al 4 piano.

7 Giugno 2017 0

Treno bloccato a Frosinone, neonato elitrasportato

Di admin

Frosinone – Il caldo intenso e l’aria condizionata spenta nei vagoni sta causando notevoli disagi ai circa 400 passeggeri del treno fermo per guasto tra Morolo e Anagni. Il convoglio è fermo in aperta campagna, in una zona impervia difficile da raggiungere via terra.

Sul posto, dato il numero di persone coinvolte, l’Ares 118 ha inviato cinque ambulanze e due elicotteri con medici per visitare eventuali passeggeri colti da malore.

Al momento non ci sarebbero situazioni di pericolo, ma si segnala la presenza a bordo di un neonato il cui complesso sanitario pregresso è stato aggravato dal caldo e sta per essere elitrasportato in un centro sicuro.

20 Febbraio 2017 0

Palo Enel abbattuto a Villa Santa Lucia, traffico bloccato sulla Casilina

Di admin

Villa Santa Lucia – Con una manovra sbagliata l’autista di un camion nel piazzale del supermercato Il Risparmione di Villa Santa Lucia, è stato  ha divelto un palo che sorreggeva il cavo della rete elettrica che alimenta la zona.

È accaduto nella tarda mattinata di oggi e ha causato la momentanea chiusura della vicina via Casilina.

Il cavo, infatti, attraversa l’arteria stradale e, per evitare rischi agli automobilisti, i carabinieri della stazione di Piedimontre San Germano hanno interrotto il traffico mentre i tecnici dell’Enel ripristinavano palo e sicurezza alla zona.

Natalia Costa

8 Luglio 2010 0

Bloccato dalla crisi, il sindaco Scittarelli si chiede perché in una pubblica lettera

Di redazione

La crisi politico amministrativa che da oltre un mese ha bloccato le attività della giunta di Cassino ha portato il primo cittadino Bruno Scittarelli ad un intervento pubblico. “Per affrontare al meglio il lavoro politico e amministrativo mi sono sempre premurato di mantenere costantemente il contatto con la gente”. Lo scrive in una nota il sindaco Scittarelli. “Se ne ricevono stimoli importanti ed a volte anche significativi in termini di suggerimenti utili per risolvere i problemi della città. In questi giorni, a causa del protrarsi della crisi amministrativa che dura da troppo tempo, molti cittadini mi segnalano con forza tutto il loro sconcerto. Non riescono a capire quale sia la vera ragione del blocco delle attività amministrative e quali sono gli obiettivi futuri. In effetti i cittadini hanno ragione, ma è difficile, anche per gli addetti ai lavori, districarsi nel ginepraio delle posizioni fin qui assunte dai vari consiglieri che hanno provocato la crisi comunale. E’ notorio, e lo ribadisco ancora una volta, che ho condiviso e fatte mie le soluzioni alla crisi avanzate dal cosiddetto gruppo dei 7 e finalizzate ad un rilancio dell’azione amministrativa in questo fine di legislatura. Per quanto attiene la presidenza del consiglio, per la quale non ho poteri decisionali, il problema è all’esame del Partito. Sono d’accordo, inoltre, sulla ricerca della discontinuità, laddove con tale termine si vuole intendere la necessità di dare uno scossone alla macchina amministrativa al fine di ottimizzare al meglio il tempo a disposizione di questa legislatura per dare le risposte programmatiche più urgenti che la città si aspetta da noi. Una interpretazione diversa, al contrario, sarebbe solo l’evidente ipocrita tentativo di negare che una maggioranza politica ed amministrativa è sempre responsabile nella sua interezza, nel bene e nel male, soprattutto quando questa maggioranza governa la città da dieci anni. Ricordo, per amor di verità, al consigliere Giangrande, evidentemente male informato, di non aver mai sottoscritto alcun atto di sfiducia all’ex sindaco Di Zazzo, i cui firmatari sono ben noti! Ciò detto, sono però certo sulle genuine intenzioni di tutti, per cui auspico che questi siano finalmente i giorni della sintesi responsabile di una fase politica comunque negativa che ha bisogno di essere subito interrotta per concludere tutti insieme la legislatura rispondendo ai bisogni della città che per questo ci ha dato la sua fiducia e solo in questo caso, ne sono sicuro, metteremo nelle condizioni di confermare.

5 Giugno 2010 0

Ricercato in tutta Europa, rumeno bloccato a Isernia

Di redazione

Era destinatario di un “provvedimento di cattura internazionale” emesso dal Tribunale di Focsani (Romania) il cittadino rumeno, T. C. di anni 27, rintracciato venerdì sera dagli agenti della Questura di Isernia mentre si aggirava con fare sospetto tra i veicoli parcheggiati in una zona centrale della città. Il giovane è stato tradotto presso gli uffici di via Kennedy e sottoposto a rilievi foto dattiloscopici. Ulteriori accertamenti effettuati in sintonia con gli uffici Interpool, hanno permesso di accertare che a carico del 27enne era attualmente in vigore un mandato di cattura internazionale, il quale è stato condannato a pena detentiva in madre patria, per aver perpetrato gravi reati ambientali in quel paese. Il rumeno è stato, dunque arrestato, tradotto presso la locale casa circondariale di Isernia e messo a disposizione della Corte di Appello di Campobasso la quale deciderà sulle sorti dell’individuo e sulla richiesta di estradizione avanzata dal paese estero. m.b.