Tag: borse

13 Settembre 2019 0

Dopo aver rubato borse e auto, i Bonnie e Clyde di Velleltri sorpresi a rubare frutta: arrestati per poche ore

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Sono entrati di notte nella frutteria e sono stati sorpresi dai carabinieri ad ingozzarsi di frutta. Per questo, ieri notte a Velletri è stata arrestata la coppia terribile che da alcuni mesi in città ha rimediato diverse denunce per furto e ricettazione scampando alle manette. Si tratta di una cittadina brasiliana di 34 anni ed il suo compagno tunisino di 22 anni, nullafacenti che vivono di espedienti. Nella notte tra martedì e mercoledì si sono introdotti all’interno della frutteria di via Ulderico Mattoccia, una struttura in legno chiusa da pesanti teli di plastica. Qualcuno li ha visti entrare e ha allertato i militari. Al loro arrivo i carabinieri del Norm li hanno trovati ancora dentro che mangiavano frutta. E’ quindi scattato l’arresto per furto aggravato. Ieri mattina erano già davanti al gip del tribunale di Velletri che li ha processati per Direttissima condannandoli ad 8 mesi di reclusione, pena sospesa e rimettendoli in libertà. L’arresto arriva dopo una lunga attività delinquenziale che era costata loro solamente denunce a piede libero. La prima attività con cui i Bonnie e Clyde dei Castelli si sono fatti conoscere è stata, questa estate, quando hanno cominciato a rubare borse dalle auto. Avevano collaudato un sistema che adottavano nei pressi dell’ospedale scegliendo come vittime, signore che viaggiavano da sole con la borsa sul sedile passeggeri e il finestrino aperto. La 34enne fingeva di attraversare la strada rallentando l’auto della vittima e lui fulmineo arraffava la borsa per poi fuggire insieme. Al terzo tentativo sono stati individuati e denunciati dai carabinieri della stazione di Velletri. Appena due settimane fa, gli agenti del commissariato di Velletri, in seguito alla segnalazione per furto in centro città, sono intervenuti individuando i due che fingevano di passeggiare. Perquisiti, negli slip del giovane, sono state trovate le chiavi di una Smart parcheggiata poco distante e che risultava essere stata rubata la mattina stessa a Velletri. Anche in quel caso, per loro, l’autorità giudiziaria non è andata oltre la semplice denuncia per ricettazione. Ieri, invece, sono scattate le manette ma, poche ore dopo, sono tornati in libertà in attesa dei processi per gli altri reati commessi, ma con la possibilità di commetterne ancora.

2 Gennaio 2019 0

Capodanno con il furto a Frosinone, gli altri stappano e lei ruba nelle borse

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – È da poco scattata la mezzanotte e mentre gli avventori di un locale del capoluogo stanno festeggiando l’arrivo del nuovo anno, una 45enne, in trasferta da Ancona, ne approfitta e, anziché stappare lo spumante, preferisce aprire e “ripulire” alcune borse di presunte distratte proprietarie.

Una attività che non passa inosservato e proprio una delle vittime segnala l’accaduto, contattando la linea di emergenza 113 della Questura. La nota viene diramata prontamente alle Volanti presenti sul territorio.

All’arrivo dei poliziotti, la donna, accusata di furto, è ancora lì. Alla vista degli agenti mostra un evidente stato di agitazione e disagio. Il bottino trafugato ammonta a 425 euro. Per la donna, con precedenti specifici, scatta l’arresto, con fotosegnalamento  in Questura, presso la Polizia Scientifica.

24 Settembre 2016 0

Premiati 800 ragazzi con borse di studio e premi del progetto Solidiamo

Di Ermanno Amedei

 

Frosinone – Ben 800 studenti sono stati premiati questa mattina nella villa comunale a  Frosinone con borsa di studio del progetto Solidiamo. I ragazzi provenivano dai quattro Comprensivi della città Capoluogo, dagli Istituti di istruzione superiore “Angeloni”, “Volta”, “Bragaglia”, “Brunelleschi – Da Vinci”,“Turriziani” e dal liceo scientifico “Severi. Il progetto Solidiamo prevede che il 50% delle indennità di carica di sindaco, assessori e consiglieri comunali venga destinato, ogni anno, agli studenti più meritevoli residenti nel capoluogo oltre che investito in progetti di rilevanza sociale per gli anziani.

Circa mille presenti tra insegnanti, genitori e studenti provenienti dai quattro Comprensivi, Proprio su spinta di Ottaviani venne realizzato, nel 2012, un progetto a tutt’oggi inedito in Italia. “Gli insegnanti di lettere troveranno, giustamente, da ridire, sul titolo provocatorio di questa iniziativa, ottenuto dalla coniugazione di un sostantivo, anziché un verbo. Quando abbiamo creato questo progetto, volevamo porre l’accento sul significato di solidarietà, intesa come coesione sociale, come l’atto del mettere a disposizione degli altri ciò che si ha. Abbiamo così creato un fondo in cui è confluito il 50% delle indennità di carica di ogni amministratore comunale di Frosinone, attraverso il quale l’ente promuove le borse di studio e i premi destinati agli studenti, residenti nel capoluogo, tra i più meritevoli. Crediamo che sia giusto ricevere un incentivo allo studio attraverso i proventi della collettività. Perché le indennità dei politici non appartengono ai politici, ma alla collettività”.

Il primo cittadino ha, quindi, aggiunto: “Solidiamo non investe solo sui giovani e quindi sulla nostra prossima classe dirigente: grazie allo stesso progetto, circa 800 anziani, infatti, hanno l’opportunità di frequentare luoghi di interesse culturale e storico per più giorni. Abbiamo provato ad esportare questa nostra esperienza anche nel resto del Paese. Il nostro Comune ha risparmiato e investito, in cinque anni, circa 750.000 euro a favore di giovani e anziani: immaginiamo cosa potrebbe accadere, se un’azione del genere coinvolgesse tutti i comuni italiani. In tal caso, avremmo una manovra interamente incentrata sul sociale, a costo zero per le finanze pubbliche, trasferendo risorse da chi ha di più a chi ha di meno”. E ancora: “In questi giorni, ci sono arrivate diverse segnalazioni di persone che frequentano le scuole del capoluogo ma che, non essendo residenti a Frosinone, non possono partecipare a Solidiamo. A loro dico: il vostro valore non è minimamente messo in dubbio. Il punto è che il progetto è realizzato grazie ai tributi pagati dai cittadini residenti a Frosinone, non grazie al contributo di Governo o Regione. Affinché vengano premiati anche i ragazzi residenti in altri comuni, sarebbe sufficiente adottare le stesse delibere nel resto del Paese”. Il sindaco Ottaviani ha quindi concluso il proprio intervento. “Dovete essere orgogliosi della vostra bravura ma, al tempo stesso, non dovete sentirvi più importanti degli altri. Chi ha più talento deve metterlo a disposizione degli altri per aiutare chi è rimasto indietro. Auguri ai ragazzi, alle famiglie, agli insegnanti e ai dirigenti”. Gli attestati sono stati consegnati, oltre che dal sindaco Ottaviani (che ha spesso chiamato gli stessi ragazzi ad intervenire, attraverso simpatici scambi di battute sulla fede calcistica o su come sarebbe stato impiegato il riconoscimento ottenuto), da Ombretta Ceccarelli (assessore alla pubblica istruzione), Sergio Crescenzi (assessore al personale), Rossella Testa (delegata al centro storico), Gerardo Zirizzotti (consigliere comunale), Claudio Caparrelli (capo ufficio gabinetto). Presenti i dirigenti scolastici Monica Fontana (terzo comprensivo), Gianni Guglielmi (quarto comprensivo), Mara Bufalini (secondo comprensivo); Dionisio Gualdini, del primo comprensivo, è intervenuto in rappresentanza del preside De Simone. Presenti, inoltre, i dirigenti Teresa Orlando (“Angeloni”), Livio Sotis (scientifico “Severi”), oltre alla professoressa Edina Furlan, in rappresentanza della dirigente Patrizia Carfagna del “Brunelleschi – Da Vinci” e la professoressa Mazza che ha portato i saluti del preside Fabio Giona per il “Bragaglia”.

 

8 Agosto 2009 1

Dalla Regione Lazio i criteri per le borse di studio

Di Comunicato Stampa

La Regione Lazio ha individuato i criteri per il riparto ai Comuni dei fondi destinati alla concessione degli assegni di studio a favore degli alunni residenti nel Lazio demandando ad apposita circolare della competente Direzione Regionale la definizione degli indirizzi per l’emanazione dei relativi Bandi 1. Descrizione misura Con DGR 465/09 la Regione Lazio ha riservato delle risorse per la concessione di assegni di studio a favore degli alunni residenti nel territorio regionale, nell’ambito delle politiche mirate a garantire la fruizione del diritto allo studio e valorizzare il merito, in favore delle famiglie meno abbienti . 2. Requisiti richiesti Possono accedere al contributo gli studenti di seguito individuati, residenti nella Regione Lazio, il cui nucleo familiare abbia un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore a € 15.000,00. – Gli assegni di studio, di durata annuale e di importo di € 500,00, saranno conferiti agli studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono: 1) Al primo anno di scuola secondaria di secondo grado statale o paritaria e che nell’anno scolastico 2008/09 hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di I grado con una votazione di almeno 7/10; 2) Al terzo anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, avendo conseguito la promozione con una media di almeno 7/10; 3) Al quarto anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, provenienti dai percorsi triennali dell’istruzione e formazione professionale validi per l’obbligo scolastico, che nel primo trimestre/quadrimestre del suddetto quarto anno abbiano conseguito una votazione media di almeno 7/10. 3. Presentazione delle domande e documentazione I richiedenti in possesso dei requisiti richiesti e residenti in questo Comune, possono presentare domanda di concessione dell’assegno di studio legato al merito scolastico entro le ore 12,00 del 20 settembre 2009, su uno dei seguenti modelli: – Mod. A1 per studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al primo anno di scuola secondaria di secondo grado statale o paritaria e che nell’anno scolastico 2008/09 hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di I grado con una votazione di almeno 7/10; – Mod A2 per studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al terzo anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, avendo conseguito la promozione con una media di almeno 7/10; – Mod A3 per studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al quarto anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, provenienti dai percorsi triennali dell’istruzione e formazione professionale validi per l’obbligo scolastico, che nel primo trimestre/quadrimestre del suddetto quarto anno abbiano conseguito una votazione media di almeno 7/10. La compilazione del modello costituisce una manifestazione di interesse rispetto alla concessione dell’assegno di studio la cui erogazione è condizionata alla votazione conseguita nel I trimestre/quadrimestre del suddetto quarto anno scolastico con una votazione media di almeno 7/10, che il richiedente si impegna a dichiarare entro 31/3/2010 a questo Comune. Le domande devono essere corredate da: Attestazione ISEE del nucleo familiare (relativo all’anno 2008); Fotocopia della pagella. 4. Individuazione degli aventi diritto Al fine di individuare i beneficiari, una volta acquisite le domande presentate sugli appositi modelli e attribuito il codice identificativo domanda, verrà effettuata istruttoria valutativa e verranno  stilate le graduatorie finali per i beneficiari di cui al paragrafo 2) punti 1 e 2 ordinando le domande per votazione conseguita. A parità di votazione le domande verranno ordinate secondo il valore ISEE più basso; - compilato l’elenco delle richieste ordinate in base all’ISEE, per i beneficiari di cui al paragrafo 2) punto 3 riservandosi di stilare la graduatoria una volta acquisite le valutazioni conseguite nel I trimestre/quadrimestre dell’A.S. 2009/10 Successivamente le due graduatorie e l’elenco saranno trasmessi alla Regione Lazio che redigerà le relative graduatorie regionali. – Per gli studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al primo anno di scuola secondaria di secondo grado statale o paritaria e che nell’anno scolastico 2008/09 hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di I grado con una votazione di almeno 7/10, la graduatoria regionale verrà redatta ordinando le domande per la votazione conseguita e, a parità di voto, per valori crescenti di ISEE. Verranno finanziate domande in tutta la Regione fino alla concorrenza di € 2.200.000,00 e la graduatoria verrà pubblicata entro il 10/11/09 sul sito www.sirio.regione.lazio.it – Per gli studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al terzo anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, avendo conseguito la promozione con una media di almeno 7/10 la graduatoria regionale verrà redatta ordinando le domande per la votazione conseguita e, a parità di voto, per valori crescenti di ISEE. Verranno finanziate domande in tutta la Regione fino alla concorrenza di € 1.500.000,00 e la graduatoria verrà pubblicata entro il 10/11/09 sul sito www.sirio.regione.lazio.it – ;Per gli studenti che nell’Anno Scolastico 2009/10 si iscrivono al quarto anno di scuola secondaria di II grado, statale o paritaria, provenienti dai percorsi triennali dell’istruzione e formazione professionale validi per l’obbligo scolastico, che nel primo trimestre/quadrimestre del suddetto quarto anno abbiano conseguito una votazione media di almeno 7/10 la graduatoria regionale verrà redatta ordinando le domande per la votazione conseguita nel primo trimestre/quadrimestre e, a parità di voto, per valori crescenti di ISEE. Verranno finanziate domande in tutta la Regione fino alla concorrenza di € 300.000,00 e la graduatoria verrà pubblicata entro il 20/5/10 sul sito www.sirio.regione.lazio.it In caso di alunni che nello stesso anno scolastico siano titolari della borsa di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione prevista dalla L. 62/2000, il relativo importo verrà detratto dall’assegno di studio di € 500,00 di cui al presente avviso 5. Tipologia di spese Lo studente può utilizzare l’assegno di studio per spese riconducibili alla piena fruizione del diritto allo studio:  Libri;  Materiali didattici anche in formato elettronico;  Abbigliamento previsto per le attività di educazione fisica;  Gite scolastiche e viaggi di istruzione. La spesa non va rendicontata ma è vincolata alla suddetta tipologia di spesa come da impegno dichiarato nella domanda presentata. 6. Cerimonia di premiazione regionale I primi cento studenti che figurano nella graduatoria regionale verranno premiati dal Presidente della Regione Lazio e dall’Assessore regionale all’istruzione e formazione in un’apposita cerimonia che si terrà presso la sede della regione Lazio. 7. Modalità di accesso e termini I soggetti che intendono accedere agli interventi previsti dalla DGR 465/2009 devono inoltrare domanda redatta su apposito modulo reperibile presso l’ufficio Servizi Sociali. L’istanza ha valore di dichiarazione sostitutiva ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000; Le domande per ottenere l’assegno di studio devono essere inoltrate all’ufficio protocollo di questo Ente ovvero a mezzo posta (fa fede il timbro di accettazione) entro le ore 12,00 del 20 settembre 2009 allegando la documentazione di seguito riportata:  Fotocopia della pagella  Attestazione ISEE del nucleo familiare (relativo all’anno 2008);  Certificato di residenza;  Fotocopia di un documento di riconoscimento valido; Le copie suddette devono essere conformi all’originale con dichiarazione del richiedente ai sensi degli artt. 18 e 19 DPR 445/2000; Costituirà motivo di esclusione dal beneficio la mancanza, l’incompletezza o l’irregolarità della documentazione richiesta dal presente avviso.

10. Accertamenti e verifiche L’Amministrazione comunale provvederà , ai sensi degli artt. 43 e 71 del DPR 28.12.2000 n 445 effettuerà controlli diretti ad accertare la veridicità delle dichiarazioni rese nell’apposito modello di domanda nonché in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate e si riserva la facoltà di chiedere eventuale documentazione aggiuntiva.