Tag: cassino

20 Aprile 2019 0

Cassino, quattro amici trovano un portafoglio con 90 euro e lo restituiscono all’anziana che l’aveva perso

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Sarà una Pasqua, sicuramente, più serena per l’anziana signora che nei pressi di piazza Restagno, a Cassino, aveva perso il portafoglio. Il borsellino, però, è stato notato da alcuni ragazzi che si trovavano a passare in zona. I quattro amici lo hanno aperto trovando all’interno una somma di denaro contante di novanta euro.

Risalire al legittimo proprietario, tuttavia, non è stato facile, visto che all’interno non vi erano documenti. A volte, però, la fortuna viene in soccorso ed i quattro amici rovistando più attentamente hanno notato una tessera punti di un noto supermarket della zona.

I quattro ragazzi non si sono persi d’animo e raggiunto il negozio poco distante con l’aiuto degli esercenti sono riusciti a risalire alle generalità e, soprattutto, all’indirizzo del proprietario del portafoglio. Si trattava di una signora di circa ottanta anni, raggiunta nella sua abitazione dai ragazzi. L’anziana donna incredula del ritrovamento, che nel frattempo aveva accusato un lieve malore per la perdita della somma, si è rasserenata quando i ragazzi gli restituivano il borsellino con la somma di denaro ancora al suo interno.

F.P.

FOTO DI REPERTORIO

20 Aprile 2019 0

Cassino al voto; Carnevale (Cdx) lascia e spunta la candidatura Abbruzzese, ancora caos nel centrosinistra

Di redazionecassino1

CASSINO – Questa prima fase di campagna elettorale, o meglio di scelta delle candidature a sindaco di Cassino, per il centrodestra comincia ad assumere i connotati di una farsa, anzi di una telenovela infinita. Una girandola di candidature, annunciate, ufficializzate e puntualmente ritirate dai diretti interessati nel giro di pochi giorni. Una situazione che comincia ad essere grottesca anzi, ad essere cattivi, persino ridicola. Del resto in un articolo della scorsa settimana, all’indomani dell’investitura ufficiale di Paola Carnevale, non avevamo usato il condizionale a caso, prevedendo un possibile ‘cambio di rotta’ nella coalizione fino alla data del 27 aprile che puntualmente è avvenuto. Martedì scorso la candidatura a primo cittadino di Paola Carnevale aveva ricevuto il ‘battesimo ufficiale’ da tutti i big della coalizione e dei partiti che la compongono in virtù di un “ritrovato centrodestra unito”. Una investitura, quella della dottoressa Carnevale, che aveva registrato persino il passo indietro dell’ex sindaco Carlo Maria D’Alessandro preceduto da quello del docente Claudio Lena. Oggi l’ennesimo colpo di scena. In un comunicato la dottoressa Carnevale annuncia il suo ritiro dalla corsa per piazza De Gasperi. “Faccio un passo di lato a favore di una scelta condivisa nell’interesse del mantenimento del quadro nazionale che vuole sul territorio un centro destra unito per vincere” si legge nella nota diffusa dall’interessata.

La soluzione ultima, a questo punto della telenovela, è contenuta in un nuovo comunicato a firma dei consiglieri Langiano, Abatecola, Leone, Moretti e della stessa Carnevale in cui chiedono ufficialmente a Mario Abbruzzese “di farsi interprete dello spirito unitario del Centrodestra, assumendo il ruolo di guida della coalizione stessa”.

Una richiesta che fa perdere consistenza alla candidatura a sindaco del neo leghista Giuseppe Di Mascio, tornata in auge nel corso di un’ulteriore riunione fiume notturna.

Ora bisognerà attendere la decisione dell’ex presidente del Consiglio Regionale che, i bene informati, riterrebbero (e il condizionale torna ancora alla ribalta!) imminente. Avremo l’ennesima candidatura per il centrodestra? Lo sapremo solo vivendo, recitava un brano di Lucio Battisti…!

Se il centrodestra è nel caos più totale, il centrosinistra non naviga in buone acque. Il recente appoggio di Fardelli alla candidatura di Petrarcone e le dichiarazione dell’ex consigliere Luigi Di Marco che, in una intervista tiene a precisare: “Sono abituato ad assumermi in pieno le responsabilità delle mie azioni politiche. Ho seguito il progetto del Pd fino alle primarie. Dopo le primarie ho avvertito che quello spirito non c’era più o almeno non era più quello iniziale. Di sicuro non ho sottoscritto alcun documento e, quanto alle mie scelte, sono in una fase di riflessione” hanno dato uno scossone non da poco alla coalizione guidata da Salera.

Una dichiarazione che farebbe pensare, secondo rumors ben accreditati, a Di Marco sempre più vicino alla coalizione di Petrarcone. Ma non basta, anche la candidatura Salera, nonostante la forte affermazione nelle primarie del centrosinistra, stenterebbe a decollare non soltanto nella ricerca di candidati da inserire nelle liste, si vocifera persino di alcuni noti ed influenti ‘acquisti’ dal centrodestra, ma anche per il silenzio del Pd provinciale e regionale nell’attribuzione del simbolo del partito al candidato sindaco di centrosinistra.

Una serie di nodi, da una parte e dall’altra, che dovrebbero sciogliersi soltanto dopo la fatidica data del 27 aprile, quando le candidature sindaco e le liste diventeranno (finalmente!) definitive una volta per tutte.

Per il momento non resta che attendere l’evolversi della situazione di ora in ora, in cui riunioni ed incontri continueranno no stop.

Un dato è certo, questo balletto indecoroso della politica, questa farsa di candidature, di transumanze da uno schieramento all’altro questa Città ed suoi abitanti non li merita. Cassino merita dignità, un decoro, una classe di amministratori che le diano soprattutto un futuro, atteso orma da troppo tempo!

F. Pensabene

18 Aprile 2019 0

Incidente mortale sulla Cassino Sora, arrestato il cileno che guidava

Di admin

CASSINO – Omicidio stradale, questo è il reato contestato a Carlo Juan Contrera, 28 anni di origini cilene arrestato questa notte a Roma.

L’uomo era alla guida della Suzuki su cui viaggiavano tre giovani suoi connazionali, che nella serata di sabato scorso, si è schiantato frontalmente con una Lancia Ypsilon su cui viaggiava una famigliola della zona.

I due che viaggiavano con lui sui sedili posteriori sono rimasti uccisi, un terzo è rimasto gravemente ferito. Feriti anche gli occupanti dell’altra vettura tra cui una bimba di 9 mesi. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri di Atina, a conclusione delle indagini sulla dinamica del sinistro.

16 Aprile 2019 0

Incidenti sulla Sora-Cassino frutto della indisciplina degli automobilisti

Di redazionecassino1

CASSINO – Non è passata neppure una settimana dall’ultimo mortale incidente sulla S.R. Sora-Cassino dove hanno perso la vita due persone e una bimba di pochi mesi è rimasta gravemente ferita. Una strada che già molte, anzi troppe, volte ha visto il verificarsi di gravi incidenti spesso mortali.

Ogni volta si dà la colpa alla pericolosità della strada, ma molto spesso la responsabilità è da attribuire alla incoscienza, ai comportamenti degli automobilisti, al mancato rispetto delle regole ed all’eccessiva velocità con cui la si percorre. Lo testimoniano le foto che pubblichiamo e che un nostro lettore ci ha inviato. Queste documentano proprio la condotta spericolata degli automobilisti che quotidianamente utilizzano quell’arteria.

In troppi si cimentano in sorpassi azzardati e pericolosi per sé e per chi si transita in senso opposto. Comportamenti che mettono in pericolo le vite e non rispettano le normali disposizioni del codice della strada.

Le foto del nostro lettore, che pubblichiamo, lo dimostrano ampiamente e si verificano tanto di giorno che di notte.

Non si può dare sempre la colpa degli incidenti alla pericolosità della strada, o alla sua scarsa sicurezza. Per la sicurezza di quell’arteria, così trafficata, di soldi ne sono stati spesi, ma gli incidenti continuano a verificarsi. Forse ne servirebbbero altri per renderla più sicura, ma occorre prima di tutto che gli automobilisti rispettino la segnaletica e le regole del codice della strada, su quella come su tutte le strade, quando sono alla guida dei loro mezzi.

Non si può pretendere,del resto, di avere una pattuglia di agenti ad ogni chilometro che ci ricordi le regole e sanzioni i più indisciplinati. La responsabilità è principalmente nostra!

F. Pensabene

16 Aprile 2019 0

Cassino al voto; nel centrodestra D’Alessandro pronto al passo indietro in favore di Paola Carnevale

Di redazionecassino1

CASSINO – Non si può certo dire che questa prima fase di campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale e del sindaco di Cassino non riservi ai suoi cittadini continue sorprese e colpi di scena. Sembrava che lo scorso weekend dovesse ricompattare un centrodestra in frantumi con l’ufficialità della candidatura di Carlo Maria D’Alessandro a candidato sindaco, ma già lunedì mattina i quotidiani locali riportavano l’ennesimo il colpo di scena. Un nuovo nome faceva la comparsa nello scenario della candidatura di centrodestra alla corsa per piazza De Gasperi, quello di Paola Carnevale. Una candidatura gradita alla Lega e che portava l’ex sindaco a fare il passo indietro a vantaggio dell’unità della coalizione, almeno questo era l’intento dell’ex primo cittadino espresso nel comunicato ufficiale emesso. Oggi, quindi, l’ennesimo colpo di scena lo stesso D’Alessandro annuncia il suo passo indietro nella corsa alla poltrona di Primo cittadino in favore di Paola Carnevale.

La nuova candidatura della forzista dovrebbe (ormai il condizionale è divenuto più che d’obbligo!) essere ufficializzata nel pomeriggio di oggi presso un noto hotel della città.

Che sia la volta buona? Lo sapremo solo nei prossimi giorni o settimane, ma non è escluso che, fino al prossimo 27 aprile quando tutto dovrà essere definito sia per liste che per candidati a sindaco, ci possano essere ulteriori ripensamenti e cambi di scena dettati più da ripicche, veti e protagonismi personali che da reali interessi di riscatto, dignità e decoro che questa Città attende da troppo tempo e, soprattutto, merita.

F. Pensabene

15 Aprile 2019 0

Scambio culturale fra Comune di Cassino e Università con una delegazione della città cinese di Quzhou

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella giornata odierna presso la sede comunale si sono incontrate le delegazioni della Città di Quzhou con le Istituzioni Comunali e quella Universitaria nelle persone  del Commissario Straordinario Dott. Pierino Malandrucco ed il Rettore Prof. Giovanni Betta.

Oggetto dell’incontro,  la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra le Città di Cassino e la Città di Quzhou della Repubblica Popolare Cinese,  a seguire la ulteriore firma del memorandum di Intesa tra l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale con l’Università della  Città di Quzhou entrambi finalizzati a promuovere uno scambio collaborativo, accademico e culturale.

E’ stato altresì richiamata l’amicizia tra i due Popoli nonché l’auspicio di iniziative nei campi dell’economia, del commercio, del turismo, della scienza e della tecnologia, della cultura e dell’arte volta allo sviluppo  e alla crescita  delle rispettive comunità.

La delegazione cinese è stata vivamente soddisfatta dall’accoglienza e della particolare attenzione prestata dal Sub Commissario Straordinario Dott. Pierino Malandrucco e dal Magnifico Rettore Prof. Giovanni Betta.

Al termine dell’incontro la delegazione Cinese della Città di Quzhou, guidata dal Vice Sindaco Wang Liangchum  e dal Vice Presidente dell’Università di Quzhou  Xu Xushi hanno rivolto un caloroso invito a recarsi nella loro Città.

 

14 Aprile 2019 0

Cassino al voto: Mignanelli sceglie Petrarcone e il cdx ripropone D’Alessandro. Incognita Lega e 5 Stelle

Di redazionecassino1

CASSINO – Si delinea in modo quasi definitivo il quadro dei candidati a sindaco per Cassino alle prossime elezioni del 26 maggio. Alla candidatura, già in campo da tempo, di Renato De Sanctis e della lista Sinistra Unita per Cassino, questo weekend ha visto, venerdì sera, l’ufficialità della candidatura per l’esponente del centro sinistra Enzo Salera, con un partito democratico al gran completo ed in apparente unità ritrovata, in un noto locale della città. Ieri mattina è stata la volta del centrodestra che ha ufficializzato la candidatura di Carlo Maria D’Alessandro. L’ex primo cittadino, sfiduciato da esponenti della sua stessa maggioranza e da tutta l’opposizione, ha avuto l’investitura con l’appoggio di Forza Italia, UDC, Fratelli d’Italia e altre liste civiche.

Il weekend, tuttavia, non è stato avaro di sorprese nella corsa verso piazza De Gasperi, infatti, la coalizione che fa capo al candidato sindaco Petrarcone, già composta da Dragonetti e Michele Nardone ex vicesindaco di Scittarelli, nel pomeriggio di ieri a messo a segno un ulteriore ‘colpo di mercato’, per usare un termine tipico del mondo calcistico, ottenendo l’appoggio anche di Massimiliano Mignanelli e Alessandro D’Ambrosio. L’accordo raggiunto nel pomeriggio è stato reso noto dallo stesso Petrarcone con una foto e un post sul suo profilo social. Massimiliano Mignanelli, già presidente del Consiglio comunale con Bruno Scittarelli, ex vice presidente della Provincia con Antonio Pompeo, ha deciso di fare un passo indietro nella candidatura a sindaco, a lungo era parso il candidato ideale della Lega, e di appoggiare Peppino Petrarcone.

Restano, tuttavia, ancora da definire le posizioni del partito del Carroccio, che sembrerebbe orientato a presentare Carmelo Palombo come candidato sindaco, oltre a quella del Movimento5 Stelle che a sua volta sarebbe orientato a presentare l’avvocato Giuseppe Martini nella corsa a sindaco.

F. Pensabene

 

14 Aprile 2019 2

Incidente stradale sulla Cassino Sora, le due vittime viaggiavano su auto con arnesi da scasso. La bambina elitrasportata a Roma

Di admin

CASSINO – Correvamo a velocitá folle; avevano nell’auto, una Suzuki intestata ad una donna siciliana, oggetti utili per lo scasso e pare anche guanti neri.

Due dei quattro cileni che ieri sera viaggiavano verso Cassino sulla superstrada Cassino Sora, sono morti impattando contro una Lancia Ypsilon che viaggiava in senso opposto e su cui viaggiavano madre, padre e la loro figlia di nove mesi resto denti nella Valle di Comino.

Lo schianto è avvenuto dopo la galleria nel territorio di Belmonte Castello. Una delle due vittime, l’unica identificata, aveva 32 anni. Le persone decedute siedevano entrambe sui seggiolini posteriori dell’auto. Uno dei due cileni sopravvissuti è stato operato questa mattina in ospedale a Cassino dove sono arrivati anche gli altri feriti, tra cui la famigliola.

La bimba, dopo essere stata sottoposta ad una TAC per una sospetta emorragia cerebrale, è stata trasferita a a Roma in elicottero ma le sue condizioni, come quelle dei genitori, non sarebbero gravi. Ermanno Amedei

13 Aprile 2019 1

Drammatico incidente stradale sulla Cassino Sora, due morti e cinque feriti tra cui una bimba di 9 mesi

Di admin

ATINA – Terribile incidente stradale sulla superstrada Cassino-Sora poco prima della galleria di Atina.

Il bilancio sarebbe pesantissimo e al momento sembra raccontare di due morti e quattro feriti tra cui una bambina di 9 mesi.

L’incidente sarebbe avvenuto tra due auto, una Suzuky su cui viaggiavano quattro giovani stranieri, probabilmente cileni e una seconda utilitaria, una Lancia Ypsilon su cui viaggiava, invece, una famiglia del posto tra cui la bimba.

Le vittime sono due degli stranieri.

Tutti gli occupanti dei due mezzi sono stati trasportati in ospedale a Cassino ad eccezione delle vittime.

Eliambulanza allertata anche per la bambina che al momento è stata sottoposta ad una tac. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Cassino e gli agenti del Commissariato. La strada è chiusa.

Ermanno Amedei  

13 Aprile 2019 0

Cassino: Incontro sessuale col trans finisce a botte. Un arresto

Di redazione

E’ accaduto prima dell’alba, questa mattina, verso le ore 5. Una lite furibonda che ha richiesto l’intervento dei carabinieri comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo e coordinati dal capitano Ivan Mastromanno. Tre giovani e due trans sudamericani le persone coinvolte. All’origine della lite una prestazione sessuale non consumata. Infatti un 25enne e’finito in manette per estorsione. Nel dettaglio il ragazzo si sarebbe reso artefice prima di minacce, poi di un’aggressione fisica per farsi restituire 50 euro per una prestazione sessuale non consumata. E’stato pertanto sottoposto agli aadd. Il suo amico 21enne invece e’stato denunciato in concorso. Per il terzo giovane non sarebbero emersi indizi di reato. Nei guai anche un brasiliano per lesioni, il quale per difendere il compagno avrebbe aggredito il giovane arrestato.  Foto d’archivio