Tag: comando

22 Gennaio 2017 0

Basket serie D: Veroli più forte di tutti, sola al comando

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pallacanestro Veroli 2016 più forte di tutti: sola al comando della classifica del Girone B con 26 punti. La partita che si è disputata Sabato 21 Gennaio alle ore 19.30 termina con il risultato di 85-65. Gara dominata fin dall’inizio dai padroni di casa che non lasciano nulla al caso con Velocci e Vinci prota-gonisti in avvio. La difesa ospite fa fatica e dopo 10′ la squadra di Fiorini è a +15. Nel secondo perio-do Carver prova a reagire nonostante le numerose assenze e torna a -8. Veroli comunque va all’intervallo lungo sul +11 e chiude definitivamente la gara nella terza frazione grazie allo show bali-stico di Giorgio Fiorini che permette ai suoi di tornare a +21 e andare al riposo sul 63-47. L’ultimo pe-riodo vede un’ottima circolazione di palla del Veroli, un Cinecittà che prova a limitare i danni e un fi-schio finale che si fa sentire sul risultato di 85-65. Il Presidente Ivano Stirpe si dice soddisfatto e felice per la vittoria: «era importare battere Carver ed ero sicuro che ce l’avremmo fatta. I ragazzi si sono allenati con una grande intensità. Il primato in classica è merito loro e del coach. La squadra è molto forte, i ragazzi si impegnano ogni settimana con grande sacrificio. Come me nutrono un grande amo-re per questo sport e meriterebbero più entusiasmo pur non essendo la squadra di Serie A che il pae-se era abituato ad andare a vedere la domenica. Bisogna nutrire questa squadra per far sì che diventi grande anche se grande già lo è nel suo piccolo. Un ringraziamento speciale è rivolto ai miei cari amici e soci Matteo, Emanuele, Giorgio e Marco, a tutti gli Sponsor che insieme a noi hanno deciso di iniziare questa meravigliosa avventura. È grazie a loro e ai Soci tesserati, oltre 150, che Veroli ha la possibilità di rivivere la vera passione che abbiamo nel cuore. Per quanto riguarda la questione cam-po, in questo momento non mi sento di polemizzare visto quello che sta accadendo in Abruzzo. Non sarà la mancanza di strutture o promesse non mantenute che fermerà la nostra passione. Non è un segreto che la nostra ambizione è quella di salire di categoria ma, per realizzare questo, fondamenta-le sarà l’aiuto di altri Sponsor e del Comune. Infine – conclude il Presidente – un augurio di pronta guarigione va a Nicola Iannarilli che ha subito un intervento pochi giorni fa alla schiena. Conoscen-dolo non vede l’ora di tornare sul parquet insieme ai suoi amici».

Serie D: Pallacanestro Veroli 2016 vs Carver Roma 85-65 Veroli: Fiorini Marco 17, Velocci Gabriele 12, Fiorini Giorgio 27, Mauti Giovanni 6, Igliozzi Marco 0, Rutini Alessandro 0, Vinci Luca 16, Frusone Claudio 7, Magnone Lorenzo 0, De Santis Diego 0, Fon-tana Grabriele 0. Coach Giuseppe Fiorini.

17 Gennaio 2017 0

Palombo; grazie al comando dei carabinieri. presto altre due telecamere in piazza Labriola

Di redazionecassino1

“Voglio rivolgere il mio personale ringraziamento al Maggiore Silvio De Luca ed al comando dei Carabinieri di Cassino per la vasta ed importante operazione anti-droga che si è conclusa con l’arresto di 19 persone. Piazza Labriola è stata liberata, come ha detto proprio De Luca ora è fondamentale mantenere questo status e da parte nostra ci sarà la massima collaborazione. Le telecamere per la video sorveglianza sono state tutte riattivate e presto ne saranno messe in funzione altre due sempre per monitorare Piazza Labriola”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza e Vice Sindaco, Carmelo Palombo. “Ci stiamo inoltre adoperando per allargare il più possibile la video sorveglianza a tutti i luoghi sensibili della città. Ovviamente non sarà semplice, ma sono in via di definizione altri progetti proprio per garantire il miglior monitoraggio possibile e facilitare, così, anche il lavoro delle forze dell’ordine a cui va riconosciuto un encomiabile impegno per garantire la sicurezza dei cittadini. L’Amministrazione D’Alessandro crede molto nella cooperazione tra Prefettura, istituzioni locali e forze dell’ordine per riuscire sinergicamente a porre in essere tutte i dovuti provvedimenti per prevenire e fronteggiare la criminalità organizzata. Detto ciò faccio un inciso anche su un argomento che riguarda la mia delega alla Polizia Municipale, perché in giro c’è qualche sindacalista “smemorato”. Si vocifera, infatti, che purtroppo tutti gli agenti non abbiamo in dotazione un abbigliamento adeguato, diciamo quasi fatiscente. Rammento che l’ultima gara per il vestiario dei vigili urbani è stata espletata nel 2013 e la legge impone che ogni due anni questa venga realizzata. Nel 2015 nessuno si è preso la briga di farlo e non eravamo certo noi al governo della città. Pertanto, voglio tranquillizzare chi di dovere che in primavera sarà indetta una nuova gara per la fornitura delle divise ed accessori per la Polizia Municipale.

27 Luglio 2010 0

Il comandante regionale della Finanza in visita al comando provinciale di Chieti

Di redazione

Nella mattinata odierna, il Gen. di Brigata Nunzio Antonio Ferla, Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza de L’Aquila, ha reso visita alle massime Autorità civili e militari del capoluogo teatino ed al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti. L’Alto Ufficiale, unitamente al Col. t. ST Paolo D’Amata, Comandante Provinciale di Chieti, secondo un programma ben articolato, ha reso i propri saluti al Presidente del Tribunale di Chieti – Dott. Geremia SPINIELLO, – al Prefetto – Dott. Vincenzo GRECO -, al Procuratore della Repubblica – Dott. Pietro MENNINI -, al Questore – Dott. Alfonso TERRIBILE -, al Presidente della Provincia – Dott. Enrico DI GIUSEPPANTONIO – ed al Comandante Regionale dei Carabinieri – Gen. B. Luigi Longobardi -. Il Gen. B. Nunzio Antonio FERLA ha assunto il Comando Regionale Abruzzo in data 15 luglio scorso, in sostituzione del Gen. B. Angelo Antonio QUARATO trasferito al Centro Reclutamento della Capitale, è nato a Teolo (PADOVA) 51 anni fa, Laureato in Giurisprudenza, in Scienza della sicurezza economico finanziaria ed in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni. Tra i vari Comandi che ha retto si ricorda il Comando Provinciale di Palermo e il VI Reparto Affari Giuridici del Comando Generale. L’Ufficiale, visitando il Comando Provinciale di Chieti, ha ricevuto gli onori di rito dal Col. t. ST Paolo D’Amata, si è intrattenuto nei locali della Caserma con gli Ufficiali, i Comandanti dei Reparti ed i Capi Sezione. Nel rivolgergli il saluto di benvenuto, anche a nome di tutti, il Col. t. ST Paolo D’Amata ha illustrato al Generale l’importante attività svolta dalle Fiamme Gialle teatine nel garantire la propria missione di Polizia economica e finanziaria nei vari settori di intervento affidati alla vigilanza del Corpo, evidenziando soprattutto il contributo offerto alla lotta all’evasione fiscale, al lavoro irregolare e al contrasto ai traffici illeciti perpetrati sul territorio. Relativamente al primo semestre le fiamme gialle teatine hanno conseguito già un discreto risultato: nella lotta all’evasione: con un recupero a tassazione di oltre 49 milioni di euro di II.DD. e di oltre 13 milioni di euro di IVA Dovuta; lotta al sommerso d’azienda: constatata maggiore base imponibile per le II.DD. di oltre 36 milioni di euro e di evasine all’I.V.A. dovuta per oltre 5 milioni di euro; Fiscalità internazionale: accertata base imponibile sottratta alle II.DD. per circa 4 milioni di euro e 2 di Iva Dovuta; lotta al sommerso da lavoro: individuati 55 lavoratori in nero, 19 lavoratori irregolari e 27 non risultanti dalla documentazione obbligatoria; pirateria audiovisiva, contraffazione marchi: sequestrati 484 CD eDVD e 1.194 articoli palesementi contraffatti; area sicurezza: in materia di traffico di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati oltre 1,8 Kg. di Hashish e Marijuana, Gr. 50 di cocaina, Gr. 11 di eroina; in materia di tutela ambientale sono state sequestrate nr. 7 aeree demaniali pari a circa Mq. 3.810.

23 Giugno 2010 0

Festa della guardia di finanza, i numeri del comando provinciale di Caserta

Di redazione

La Guardia di Finanza di Caserta, a partire dalle ore 19.00 di oggi, nell’emiciclo antistante la Reggia di Caserta, festeggia il 236° Anniversario della Fondazione del Corpo, alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose della Provincia. La cerimonia militare sarà presieduta dal Colonnello t. ST Francesco Saverio Manozzi, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, e prevede lo schieramento di una compagnia di formazione composta da tre plotoni di finanzieri in armi, affiancati dalla Fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”. Saranno, inoltre, presenti i Gonfaloni del Comune e della Provincia di Caserta, nonché quelli degli altri Comuni ove hanno sede i Reparti del Corpo, i Labari del Nastro Azzurro, delle Associazioni Nazionali dei Finanzieri d’Italia in congedo presenti in Provincia e delle altre Associazioni Combattentistiche e d’Arma. Per tale occasione, il Comando Provinciale di Caserta ha inteso tracciare un bilancio degli ultimi dodici mesi di attività operativa, che ha fatto registrare un ulteriore e significativo rafforzamento del ruolo di polizia economica e finanziaria svolto dalle Fiamme Gialle, sempre più orientato al contrasto dell’evasione fiscale e, più in generale, ad evitare le sempre più frequenti alterazioni della concorrenza e del mercato. Consolidata la presenza ispettiva sul fronte della repressione delle frodi in danno dei bilanci dello Stato, dell’Unione Europea e degli Enti locali, nonché verso i fenomeni del riciclaggio, dell’usura, della contraffazione e dei traffici illeciti più diffusi nella Provincia. Numerosi sono stati gli interventi che hanno consentito di aggredire i patrimoni illegittimamente accumulati, soprattutto nei confronti dei sodalizi criminali presenti sul territorio. Nell’ultimo anno sono state concluse complessivamente 660 verifiche fiscali, che hanno portato alla constatazione di circa 211 milioni di euro di imponibile sottratti a tassazione ed un’evasione all’I.V.A. per 66 milioni di euro. L’attività, in questo ambito, ha permesso di denunciare 185 persone per reati fiscali, individuando, altresì, 89 evasori totali, ovvero soggetti completamente sconosciuti al Fisco, operanti nei più svariati settori economici. Tale lotta al sommerso ha consentito, nel contempo, di far emergere oltre 226 lavoratori ”in nero” o “irregolari”. Nell’ambito delle misure volte alla lotta al carovita, gli interventi di monitoraggio dei prezzi al consumo hanno, altresì, permesso alla Guardia di Finanza di Caserta di effettuare oltre 11.000 controlli strumentali, con la constatazione di oltre 3.300 irregolarità. Incrementata anche l’azione di contrasto alla criminalità organizzata. Al riguardo, di tutto rilievo appaiono i sequestri preventivi di beni mobili ed immobili, nonché di disponibilità finanziarie – per un valore complessivo di oltre 50 milioni di euro – riconducibili a soggetti aderenti a locali sodalizi criminosi di matrice camorristica, effettuati nell’ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli. Nel campo della contraffazione, che ha ormai assunto le dimensioni di vera e propria attività imprenditoriale, le aree che sono risultate maggiormente dedite alla produzione ed alla commercializzazione di merci illecite risultano essere quelle dell’agro aversano e del litorale domitio. L’attività svolta nello specifico settore ha consentito di fornire un contributo finalizzato alla tutela di quei settori merceologici che di recente stanno caratterizzando la realtà dell’imprenditoria locale: la percentuale più elevata di merce contraffatta, infatti, è stata riscontrata nel ramo della pelletteria e del calzaturiero. In tale contesto, nel corso di oltre 450 interventi, sono stati sequestrati complessivamente circa 500.000 articoli con marchio artificiosamente riprodotto e più di 38.000 pezzi tra differenti supporti magnetici (compact disk e DVD) illecitamente duplicati. Nello specifico comparto operativo sono state denunciate 356 persone. Rilevante anche l’impegno profuso dalla Fiamme Gialle per la prevenzione e repressione dei danni ambientali. Nel periodo in esame sono state denunciate 118 persone, di cui 23 in stato di arresto. Inoltre, sono state sequestrate 45 discariche abusive e circa 8.126.000 Kg. di rifiuti industriali. 261 sono stati i controlli antidroga, con l’ausilio delle unità cinofile, che hanno portato al sequestro di più di 17.205 grammi di sostanze stupefacenti (eroina, cocaina, hashish e marijuana) e alla denuncia di 84 persone, 30 delle quali tratte in arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Incrementata anche la presenza del Corpo sul territorio attraverso l’impiego di circa 10.000 pattuglie del servizio di pubblica utilità “117”, verso il quale, negli ultimi dodici mesi, sono state effettuate circa 600 chiamate. Parimenti, è stata rilevata una recrudescenza dei traffici illeciti di sigarette, a seguito della quale è stata intensificata l’attività di controllo della movimentazione delle merci, che ha consentito, nel periodo di riferimento, di sequestrare circa Kg. 13.822 di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. Sono state denunciate 93 persone, di cui 35 in stato di arresto.

21 Maggio 2010 0

Il nuovo procuratore capo in visita al comando carabinieri

Di redazione

Il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Isernia dott. Paolo Albano, insediatosi a capo della Procura Pentra il 26 aprile scorso, ha effettuato stamane una visita al Comando Provinciale dei Carabinieri di Isernia. L’Alto Magistrato, ricevuto dal Comandante Provinciale dell’Arma il Ten.Col.Antonio Renzetti, ha incontrato nella sala rapporto del Comando di via Ponte S.Leonardo, il Comandante del Reparto Operativo, i tre Comandanti delle Compagnie di Agnone Isernia e Venafro e tutti i Comandanti delle Stazioni operanti sulla provincia. Nell’incontro, il comandante provinciale ha illustrato i risultati conseguiti dall’Arma nell’ultimo periodo nella repressione dei reati con riguardo ai principali fenomeni criminosi perseguiti tra cui l’usura e lo spaccio di stupefacenti, ed i reati contro il patrimonio con particolare riferimento agli arresti operati per rapine perpetrate nei confronti di istituti di credito.

10 Febbraio 2010 0

Resta al comando del torneo Volkswagen Cassino, ma le altre si avvicinano

Di redazionecassino1

Resta al comando della classifica, nel torneo CSI di ‘Eccellenza’ Volkswagen Cassino, ma con un solo punto di distacco sulla sua diretta inseguitrice, Rocca D’Evandro. Proprio quest’ultima formazione, infatti, con la vittoriosa trasferta, per 3 a 0, sul Cerreto, ha fatto un ulteriore passo avanti in classifica e ponendosi come una delle serie candidate alla conquista del torneo. La battuta d’arresto di Volkswagen Cassino, per 3 a 2, sull’insidioso terreno della Longobarda Pontecorvo ha favorito proprio la formazione campana. Quasi a conferma del pronostico lanciato la scorsa settimana, la formazione pontecorvese infligge una sconfitta alla capolista del torneo avanzando notevolmente in classifica, con 37 punti, e portandosi a sole tre lunghezza da Volkswagen Cassino e ad una sola su Rocca D’Evandro. Battuta d’arresto anche per un’altra pretendente al titolo, il Moscuso, che perde di misura, 1 a 0, sul terreno del Colle San Magno. Guadagna posizioni anche Shascia Boys, ora a quota 35, con la vittoria, 2 a 5, in trasferta nei confronti del fanalino di coda, Elite Sora, che permette a questa formazione di raggiungere il quinto posto solitario in classifica generale. Nello scontro diretto fra Cenceglie Sora 08 e Colfelice, prevale la formazione di casa per 3 a 0. Ventuno reti segnate nella 4° giornata di ritorno del torneo. Resta saldamente in testa alla classifica dei marcatori Diego Matrunola, Rocca D’Evandro,con 18 centri, seguito a quota 12, da Domenico Di Cesare del Moscuso. Decisivo sarà, per la capolista, il prossimo turno che la vedrà contrapposta al Portella Calcio, poiché una ulteriore sconfitta potrebbe privarla del primato a vantaggio delle ormai numerose e sempre più agguerrite inseguitrici.

F. Pensabene

29 Gennaio 2010 0

Cambio al comando della stazione carabinieri, Messore lascia le redini a Parrillo

Di redazione

Cambio al comando della stazione carabinieri di Aquino. Dopo cinque anni di attività, il maresciallo Santino Messore lascia il suo incarico di comandante della staziione per passare al nucleo operativo della compagnia di Frosinone. Un carabiniere di esperienza, il maresciallo Messore; prima di Aquino è stato impiegato al reparto operativo di Campobasso ed è stato anche in minnini all’estero, la più lunga, un anno in Bosnia. Nei cinque anni di attività ad Aquino, Mesosre si è fatto apprezzare sia come carabiniere che come uomo. I risultati delle operazioni che ha coordinato sotto il comando della compagnia di Pontecorvo, sono notevoli e spaziano dalla lotta al crimine locale e al tentativo di radicamento di attività vicine a cosche camorristiche. Degno sostituto è, senz’altro, il Maresciallo Capo Sergio Parrillo che ha assunto il Comando della Stazione Carabinieri di Aquino il 25 gennaio. Il sottufficiale proviene dalla stazione di Arce (Fr) ed è nato a Cassino nel 1972, è coniugato e padre di una bambina. Ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma. Ha intrapreso la carriera militare nell’anno 1994, ha frequentato il 47° corso Allievi Sottufficiali ed ha avuto esperienze di servizio in Campania e presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri di Roma. Nel corso della carriera gli è stata conferita la Croce d’Argento per aver maturato 16 anni di anzianità di servizio. Ermanno Amedei

14 Gennaio 2010 0

Cambio al comando della stazione carabinieri. Bertolino sostituisce Caparco

Di redazione

Dal 1 gennaio 2010, il Maresciallo A. s. UPS Gaspare Bertolino, già Vice Comandante della Stazione CC di Cassino (Fr), ha assunto il Comando del reparto in sostituzione del Luogotenente Gaetano CAPRCO, collocato in congedo. Il nuovo Comandante, nato a Marsala (TP) il 15 gennaio 1956, ha intrapreso la carriera militare nel 1974, ha frequentato il corso sottufficiali nel 1983, è coniugato ed ha due figlie. Nel corso della carriera gli sono stati conferiti un “Encomio Semplice”, la medaglia al Merito di Lungo Comandoe la Croce d’Argento per i 25 anni di servizio militare. Annovera oltre 12 anni di Comando in altre sedi, tra cui per ultima la stazione CC di Ciampino (RM), ora tenenza, territorio molto impegnato sotto il profilo dell’ordine e della Sicurezza Pubblica.

24 Novembre 2009 0

Il vescovo fa visita al comando provinciale della Guardia di Finanza

Di redazione

Oggi S.E Ambrogio SPREAFICO si è recato presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinne. È stato accolto dal Col. Salato GIANCOSTABILE, dagli Ufficiali ed i Comandanti dei Reparti della Provincia con i quali si è intrattenuto in un proficuo e cordiale colloquio di lavoro. Nel corso della visita è stata illustrata l’organizzazione, i compiti e l’attività svolta dal Corpo a difesa dei cittadini, lo stesso ha espresso parole di elogio e apprezzamento per l’operato e la costante presenza sul territorio e per il lavoro svolto. In particolare S.E il Vescovo si è congratulato per l’azione svolta dalle Fiamme Gialle ciociare tesa al contrasto della criminalità organizzata e di quei fenomeni particolarmente odiosi quali quelli dell’usura. Il Vescovo Ambrogio SPREAFICO è stato ringraziato dal Comandante Provinciale per la vicinanza da sempre espressa al Corpo e per la continua opera di sostegno e di incoraggiamento. Accompagnato dal Comandante Provinciale, ha visitato i locali della caserma ed ha salutato tutti i militari presenti intrattenendosi con gli stessi.

8 Settembre 2009 0

Il generale Ritondale visita il comando provinciale delle fiamme gialle

Di redazione

II Generale di Divisione Filippo Ritondale, Comandante Regionale della Guardia di Finanza di Roma, ha oggi ispezionato il Comando Provinciale di Frosinone e i reparti dipendenti. Nel corso della visita l’alto Ufficiale si è compiaciuto con i comandanti per i risultati conseguiti dai loro reparti sia nel settore fiscale tributario che nell’azione di contrasto al contrabbando, al narcotraffico ed alla repressione del reati ambientali. Il Comandante Regionale accompagnato dal Comandante Provinciale, Col. Giancostabile SALATO, ha reso visita a S.E. Il Prefetto di Frosinone, al Procuratore della Repubblica e al Presidente del Tribunale di Frosinone, al Presidente della locale Provincia con i quali si è intrattenuto in un proficuo e cordiale colloquio di lavoro. Gli alti Ufficiali hanno poi ispezionato altri reparti della provincia. La visita in Ciociaria del Generale Ritondale testimonia il grande interesse che la gerarchia della Guardia di Finanza pone nei riguardi del reparti provinciali che, come noto, sono da tempo impegnati in attività istituzionali di grande rilievo per Ia collettività, quali la lotta alla droga, la tutela dell’ambiente, la difesa sociale, la repressione della criminalità. Proprio i brillanti risultati operativi conseguiti negli ultimi mesi hanno portato in evidenza il ruolo primario dell’istituzione Guardia di Finanza che si pone a baluardo non solo degli interessi tributari nazionali e comunitari, ma anche a diretta difesa del cittadini con una sempre più pressante lotta at narcotraffico ed ai reati ambientali, che costituiscono le minacce fra le più gravi per la società.