Tag: deposito

21 Settembre 2019 0

Latina: Deposito di stupefacenti scoperto dal N.A.S, arrestato e condannato un 30enne

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LATINA – I Carabinieri del N.A.S. di Latina , nel corso di attività di contrasto agli illeciti perpetrati contro la salute pubblica ed  al termine di approfondite indagini espletate anche nell’ambito farmaceutico, eseguivano recentemente, con la collaborazione dei militari delle Stazioni Carabinieri di Vitinia e Tor de Cenci, una perquisizione presso l’abitazione di un trentenne di Roma.

Nell’ambito di tale provvedimento,  il personale operante rinveniva consistenti quantitativi di sostanze stupefacenti (hashish e cocaina), un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento di oltre 700 dosi pronte per essere immesse nel circuito dello spaccio clandestino. Venivano rinvenuti altresì oltre 1.800 euro in contanti, sicuro provento dell’attività di spaccio. Quanto rinvenuto veniva quindi sottoposto a sequestro ed il detentore tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arrestato è stato quindi ristretto temporaneamente presso le camere di sicurezza del Comando Gruppo Carabinieri di Roma – Ostia  in attesa della celebrazione del rito del  giudizio  per direttissima presso il Tribunale di Roma, al termine del quale, veniva giudicato colpevole  e condannato alla pena detentiva di 1 anno e  4 mesi di reclusione ed al pagamento di 1.400 euro di multa.

19 Giugno 2019 0

Attacco aereo a deposito Eni di Tripoli, Federpetroli: costretti a bloccare operazioni in Libia

Di Ermanno Amedei

LIBIA – “Nonostante il conflitto in atto in Libia, anche per noi del settore è una notizia che ci lascia non indifferenti e ci costringe a questo punto a bloccare qualsiasi tipo di operazione in Libia” queste le parole del Presidente di FederPetroli Italia – Michele Marsiglia a seguito dell’attacco aereo di ore fa ad un Deposito della Mellitah Oil & Gas (partnership ENI/NOC).

Continua Marsiglia “Siamo in contatto costante con alcune rappresentanze a Tripoli per conoscere maggiori dettagli, in primo luogo va espressa la nostra vicinanza alle famiglie degli operatori che sono rimasti coinvolti in questo brutto e devastante accaduto. Nelle prossime ore avremo maggiori dettagli sulla presenza dei materiali del deposito e l’ammontare della consistente perdita. Quando una fazione o l’altra arriva ad attaccare la risorsa strategica petrolifera di un paese, vuol dire che la situazione non ha più controllo e, questo può essere solo in primo passo ed avvertimento su eventuali attacchi ad infrastrutture strategiche della produzione petrolifera in Libia”.

“Un attacco alla Libia ma in primis un forte segnale di attacco all’Italia, essendo ENI primo ed unico partner con l’azienda petrolifera nazionale National Oil Corporation (NOC)- Attendiamo ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore”.

1 Ottobre 2018 0

Cassino, incendio in un deposito-laboratorio di telefonia

Di felice pensabene

CASSINO – Incendio poco fa in un laboratorio deposito di materiale di telefonia di Cover Yammo in via Parini a Cassino.  Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato, diretti dal vice Questore Raffaele Mascia, e una squadra del Distaccamento dei vigili del fuoco di Cassino che hanno provveduto a spegnere le fiamme. Nessun problema per le abitazioni sovrastanti il locale in cui si è verificato l’incendio, solo un denso fumo ha invaso la zona circostante.

Le indagini affidate agli uomini del Commissariato della Città Martire dovranno stabilire le cause dell’incendio, non si escludono tutte le ipotesi.

 

6 Giugno 2018 0

Deposito per il commercio di prodotti agricoli senz autorizzazione, sanzionato il titolare

Di Ermanno Amedei

ARPINO – I Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno effettuato un controllo presso una rivendita di prodotti per l’agricoltura ad Arpino e i risultati hanno determinato l’emissione di un’ordinanza di chiusura e di divieto di commercializzazione di fitosanitari da parte dell’ASL di Frosinone.

Il titolare, infatti, aveva il deposito e la vendita dei suddetti prodotti destinati alla cura delle colture edibili, senza la prescritta autorizzazione sanitaria ed in locali sprovvisti dei dispositivi di sicurezza attivi e passivi atti ad evitare danni all’ambiente ed agli operatori commerciali.

Il valore della struttura chiusa ammonta a circa 100mila euro. Per tale mancanza il titolare sarà sanzionato per oltre 4000 euro.

12 Gennaio 2018 0

Deposito giudiziario inquinante sequestrato a Ceprano, denunciato 59enne

Di Ermanno Amedei

CEPRANO – Un deposito di autovetture di Ceprano è stato sequestrato dai carabinieri coadiuvati da personale della Stazione Carabinieri Forestale di Castro De Volsci. In seguito a verifiche, i militari hanno appurato che presso il deposito di autovetture sottoposte a sequestro penale e amministrativo gestito erano parcheggiate più di 100 macchine, molte delle quali in stato di abbandono con relativa perdita di liquami fortemente inquinanti. Inoltre sono state trovate cataste di pneumatici, batterie esauste per automobili, materiale ferroso, componenti di autovetture,  rifiuti speciali e non, conservati senza rispettare la normativa ambientale e quindi in danno di tutta l’area e della zona circostante.

L’intera area, di circa 5000 metri quadrati è stata posta sotto sequestro mentre il 59enne,  imprenditore ciociaro che gestiva il deposito è stato denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

 

1 Febbraio 2017 0

Auto in fiamme nel deposito giudiziario

Di Ermanno Amedei

Patrica – E’ mistero sull’incendio che nella tarda serata di ieri ha distrutto due automobili parcheggiate in un deposito giudiziario a Patrica.

Sul rogo  avvenuto nel piazzale in via Monti Lepini alla chilometrica 9,500, sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Frosinone che hanno impedito alle fiamme di propagarsi ad altre vetture. I danni alle due auto sono ingenti e solamente annerite altre vetture.

Oltre ai rilievi effettuati dai vigili del fuoco per risalire alle cause del rogo, stanno indagando anche le forze dell’ordine.

Foto repertorio

 

3 Luglio 2010 0

Scoperto un deposito abusivo di gas petrolio liquefatto

Di redazione

I finanzieri della Compagnia di Caserta, all’esito di una attività investigativa operata nel comparto delle accise, ha individuato nel comune di Casapulla (CE) un deposito abusivo di GPL per uso domestico. Gli accertamenti condotti dai finanzieri hanno permesso di accertare che il deposito era privo di qualsiasi autorizzazione e, soprattutto, senza il rispetto sul luogo di lavoro di alcuna norma di sicurezza idonea a prevenire gli incendi e per tutelare l’incolumità dei lavoratori. Nel corso delle suddette operazioni sono state complessivamente sequestrate 1.905 bombole, di cui 136 piene contenenti kg. 3.000 di GPL e 1.769 vuote, che hanno permesso di contestare un consumo in frode di kg. 29.000 di GPL. Sono state, inoltre, sottoposte a sequestro n. 4 elettropompe munite di raccordi in gomma, di pistola erogatrice e dei necessari attacchi elettrici predisposti per il travaso e/o imbottigliamento di GPL. Il responsabile, V.A., di anni 61, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. L’operazione di servizio condotta costituisce un’ulteriore conferma del controllo economico esercitato dalla Guardia di Finanza sul territorio casertano, a tutela della legalità e, nel caso di specie, soprattutto dell’incolumità e sicurezza dei cittadini.

15 Giugno 2010 0

Rubano gasolio dal deposito della stazione, arrestati dai carabinieri

Di Ermanno Amedei

Hanno rubato alcune decine di litri di gasolio in una rimessa della stazione ferroviaria di Roccasecca ma sono stati scoperti ed arrestati dai carabinieri. Si tratta di un 51enne Domenico B., un 20enne Pio Giuliano T., e un minorenne, tutti residenti o domiciliati a Roccasecca. Il gruppetto è stato sorpreso mentre tentava di allontanarsi dopo aver asportato del carburante (gasolio) per il gruppo elettrogeno, custodito nel locale attiguo alla stazione ferroviaria, di cui avevano forzato la porta d’ingresso. I maggiorenni sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cassino mentre il minore presso il centro di prima accoglienza di Roma.

14 Agosto 2009 0

Centinaia di bombole del gas in un deposito illegale

Di redazione

Un deposito illegale di bombole di gas per uso civile è stato individuiato e sequestrato dalla guardia di Finanza. Il Nucleo Mobile della Tenenza di Sessa Aurunca, a seguito di una incisiva attività info-investigativa operata nel comparto delle Accise, ha individuato nel Comune di Sessa Aurunca (CE) – località Baia Domitia, un deposito abusivo di GPL per uso domestico. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle hanno permesso di rinvenire un deposito di GPL per uso domestico, privo di qualsiasi autorizzazione e, soprattutto, senza il rispetto di alcuna norma di sicurezza. Nel corso delle operazioni di polizia, venivano sequestrate bombole contenenti complessivamente kg. 300 di liquido altamente infiammabile ed un’autovettura sprovvista di qualsiasi dispositivo di sicurezza per il trasporto di materiale esplodente. Il responsabile, B.V. è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di S. Maria C.V.. La pericolosità di tale attività abusiva è determinata non solo dai rischi di esplosione durante il travaso del gas, ma soprattutto dall’elevata possibilità che la bombola riempita possa creare seri problemi durante il suo utilizzo nelle civili abitazioni.