Tag: documenti

6 Marzo 2019 0

Fermato in A1 30enne ucraino su una Jaguar con documenti contraffatti, denunciato dalla Polstrada

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Nella serata di ieri, operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, al chilometro 686,500 sud della A/1, nel  territorio del comune di   Mignano Montelungo, procedevano al controllo di una Jaguar F-Pace con una sola persona  a bordo.

Il conducente, 30enne ucraino, domiciliato ad Aversa, mostrava la richiesta di rinnovo di permesso di soggiorno ed una patente di guida rilasciata dalle autorità ucraine.

Dalla visione della documentazione dell’auto, i poliziotti notavano che il numero meccanografico della carta di circolazione era stato alterato, con modifica della lettera E in F. Inoltre, nelle pagine 3 e 4 della stessa, i numeri di targa erano invertiti; il numero di telaio sulla carta di circolazione era diverso rispetto a quello punzonato sul telaio del veicolo.

Dall’accertamento in banca dati, il veicolo risultava rubato e riciclato attraverso una carta di circolazione facente parte di uno “stock” di carte di circolazione sempre rubate in bianco presso la M.C.T.C. di Enna, con targhe false e telaio contraffatto.

Per il 30enne scatta la denuncia per il reato di ricettazione e uso di atto falso, con contraffazione di sigilli di Stato.

23 Ottobre 2018 0

Intestatario di 17 auto e con documenti pronti per essere falsificati, due denunciati sull’A1 a Cassino

Di admin

CASSINO – Fermati a Cassino con documenti pronti per essere falsificati. Si tratta di due uomini fermati per contro sull’Autostrada dagli agenti della sottosezione di polizia stradale di Cassino. Il controllo alla Mercedes è scattato sulla carreggiata nord nel comune di Castrocielo.

Il 37enne era originario di Ancona mentre il 43enne era di Avezzano: al controllo risultavano avere a carico numerosi pregiudizi di Polizia; in particolare l’abruzzese risultava essere un noto appartenente alla criminalità organizzata abruzzese.

L’intestatario del veicolo risultava proprietario di altri 17 mezzi.

In seguito a perquisizione veicolare, è stato trovato un portadocumenti con all’interno 2 patenti di guida italiane formato “card” con dati, una patente italiana formato “card” in bianco senza dati  e una carta di identità Repubblica Italiana in bianco senza dati.

I documenti in bianco rinvenuti, di buona fattura ma mancanti dei caratteri di sicurezza che ne facevano sospettare la falsità, sono stati sequestrati ed entrambi gli occupanti e sono stati denunciati per il reato di Possesso di documenti falsi.

7 Giugno 2018 0

Documenti falsi per ottenere rimborsi Irpef, 56 enne arrestato nell’ufficio postale di Cassino

Di admin

CASSINO – Ha tentato di incassare rimborsi Irpef spettanti ad un siciliano utilizzando documenti falsi ma il colpo tentato all’interno dell’ufficio postale centrale di Cassino non è riuscito e i carabinieri comandati dal capitano Iva Mastromanno lo hanno arrestato. Si tratta di un 56enne residente nel casertano già gravato da vicende penali per reati commessi contro il patrimonio.

L’uomo è stato fermato all’interno dell’l’Ufficio Postale mentre tentava di porre all’incasso dei titoli per rimborsi IRPEF, per un importo di euro 2.390 intestati ad una persona residente in Sicilia, mediante l’esibizione di documenti di identificazione falsificati. Inoltre, all’esterno dell’ufficio è stato bloccato un 31enne di nazionalità albanese, anch’egli residente nel casertano, già gravato da vicende penali per reati commessi contro il patrimonio, il quale veniva deferito in stato di libertà, unitamente all’arrestato, per i reati di tentata truffa aggravata in concorso, ricettazione e sostituzione di persona, poichè trovato in possesso di patente di guida falsificata ed ulteriori titoli per rimborsi Irpef.

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato ristretto nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia di Cassino, in attesa della celebrazione dell’udienza del rito per direttissima che si terrà domani presso il Tribunale Ordinario di Cassino

18 Maggio 2018 0

“I soldati di Coreno nei campi di internamento di Hitler”, Racconti e documenti nel libro di Di Vito

Di admin

CORENO AUSONIO – Nella suggestiva cornice naturale de “I Pozzi” di Coreno Ausonio, a cento metri dalla chiesa Santa Margherita, Erasmo Di Vito presenta il suo ultimo libro “I soldati di Coreno nei campi di internamento di Hitler”, edito dal Centro Documentazione e Studi Cassinati, con il patrocinio del Comune e della Parrocchia Santa Margherita di Coreno Ausonio.

L’appuntamento è per domani (sabato 19 maggio) alle ore 17,00, subito dopo l’inaugurazione del Museo della Linea Gustav, con la partecipazione dell’Associazione Linea Gustav (presidente Damiano Parravano) e della fotografa Cristina Canali, nell’adiacente struttura comunale.

All’evento parteciperanno il vescovo di Varsavia, mons, Piotr Jarecki, l’Arcivescovo di Gaeta, mons. Luigi Vari, il sindaco Domenico Corte, il parroco don Andrea Zdanuk, il presidente del CDSC Gaetano De Angelis Curtis e i familiari dei soldati catturati dai tedeschi.

Il libro narra le vicende legate all’internamento di migliaia di soldati italiani, i cosiddetti IMI (Internati Militari Italiani), da parte delle truppe dell’esercito tedesco, all’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943.

In particolare vi sono raccolte le storie, le testimonianze, le fotografie e i documenti, in larga parte inediti e “sepolti” per oltre 70 anni, riguardanti circa 40 soldati corenesi, ed anche una donna, catturati dai nazisti e internati in Germania per essere utilizzati come mano d’opera nelle industrie belliche del Terzo Reich.

Una vicenda che la storiografia ufficiale ha tenuto nascosta o minimizzato senza mai dare ribalta alle sofferenze, angherie e violenze (migliaia furono anche i morti) patite dagli IMI tra l’8 settembre 1943 e l’estate del 1945, quando furono liberati, dagli Alleati e dall’Armata Rossa, durante l’occupazione della Germania che pose fine alla Seconda Guerra Mondiale.

14 Maggio 2018 0

Con documenti falsi sull’A1 a Cassino, in due arrestati dalla polizia stradale

Di admin

CASSINO – Presi a Cassino con i documenti di identità falsi. E’ accaduto la scorsa notte quando, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nel corso di un posto di  controllo sull’A1 nel territorio del comune di Cassino, ha intimato l’alt ad un’Audi A4 SW,  con targa serba e  tre persone a bordo.

Identificati gli occupanti: il conducente è un 40enne nato in Serbia Montenegro, mentre i passeggeri sono entrambi croati, rispettivamente di 40 e 33 anni.

Tutti hanno esibito documenti di riconoscimento rilasciati dai paesi di origine e da un primo accertamento dalla Banca Dati sia loro che i documenti sono risultati “negativi”, ma l’occhio attento degli operatori “ha notato” qualche imprecisione.

I tre sono stati quindi accompagnati negli uffici della Sottosezione di Cassino: sul documento di identità del 40enne croato non c’erano le previste microscritture, il codice di sicurezza era sbagliato, mancavano gli ologrammi.

Inoltre la carta di identità non ha dato riscontri positivi circa i caratteri di sicurezza sia sul fronte che sul retro.

Anche il documento di identità del connazionale aveva il codice di sicurezza errato.

Dopo i rilievi dattiloscopici presso il Commissariato di Cassino, entrambi sono risultati avere numerosi “alias” e pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio.

Scatta l’arresto e le carte di identità sequestrate.

10 Maggio 2018 0

Trasportava grosse batterie senza documenti di viaggio, 37enne denunciato a Cassino

Di admin

CASSINO – Nella giornata di ieri,  gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino mentre stanno raggiungendo l’area di servizio, per  monitorare il passaggio dei tifosi in occasione dell’incontro di calcio “Juve-Milan”, in A/1,al km 669 dir. Sud  (comune di Cassino), vengono  insospettiti dalla condotta di guida di un viaggiatore a bordo di un furgone.

Durante il controllo  del mezzo e del conducente, un 37enne di  origine campana e già noto alle forze dell’ordine, gli operatori si accorgono che trasporta   batterie di grosse dimensioni adibite agli impianti di telecomunicazione e sistema di emergenza   utilizzate dalla Società Autostradale negli impianti siti lungo tutto il tratto nazionale.

L’uomo non fornisce  documentazione o informazioni utili riguardo la provenienza della merce: i poliziotti  lo denunciano  e sequestrano  furgone e batterie.

29 Gennaio 2018 0

Cassino,lite fra commercianti, straniero rifiuta di fornire i documenti e si scaglia contro gli agenti, arrestato

Di redazionecassino1

Cassino – La Polizia a Cassino, ha tratto in arresto un 37enne cittadino straniero residente nella Città Martire, per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Nella mattinata di ieri, gli agenti del Commissariato di Cassino, diretti dal vice Questore, Alessandro Tocco, sono intervenuti, a seguito di segnalazione sulla linea di emergenza 113, per una lite tra commercianti in zona Colosseo.

Al momento del controllo lo straniero si è rifiutato di fornire i propri documenti e si è scagliato violentemente contro gli agenti, procurando loro lesioni guaribili in 5 giorni.

foto repertotio

9 Gennaio 2018 0

I poliziotti di Frosinone gli chiedono i documenti e lui li aggredisce, arrestato

Di admin

FROSINONE – Era da poco trascorsa la mezzanotte quando una pattuglia della squadra volante monitorando la parte alta della città, luogo negli ultimi mesi di vari episodi criminosi, ha incrociato un individuo appiedato il quale alla richiesta degli agenti di fornire documenti e soprattutto contezza della sua presenza in quella zona particolare, attenzionata anche per lo spaccio di sostanze stupefacenti, si è scagliato contro gli stessi minacciandoli e aggredendo fisicamente il capopattuglia.

Pronta la reazione degli operatori che in breve tempo immobilizzano il malvivente, censito in banca dati come soggetto pericoloso con a carico svariati precedenti di polizia attinenti ai reati predatori e contro la persona, tra cui furto, resistenza, rapina, porto abusivo di armi e lesioni.

Lo stesso trasferito presso gli uffici della locale Questura è stato arrestato su disposizione del P.M. con l’accusa di resistenza, lesioni e minaccia a Pubblico Ufficiale

23 Novembre 2017 0

Denunciati dalla polizia un uomo e una donna rumeni per documenti e banconote falsi

Di redazionecassino1

Frosinone – Nell’ambito di servizi finalizzati al controllo del territorio la Squadra Volante denuncia una rumena per documento falso.

In seguito gli agenti, su   segnalazione della Sala Operativa, intervengono nella parte alta del capoluogo.

Nell’abitazione, però, l’occhio attento dei poliziotti nota una banconota “anomala”, che viene sequestrata: è in possesso di un 30enne.

L’ipotesi trova conferma dai riscontri  della Banca d’Italia: è falsa; altra denuncia.

L’attività si chiude con una segnalazione al Prefetto di un nigeriano che si aggira nella zona della stazione ferroviaria: è in possesso di hashish.

22 Marzo 2017 0

Venti cuccioli di cane senza documenti trovati in un negozio a Frosinone

Di admin

Frosinone – Sono circa 20 i cuccioli di cane di varie razze rinvenuti in un negozio di Frosinone, dai carabinieri del comando provinciale.

Gli animali non hanno la documentazione che ne accerti la provenienza e per questo è stato necessario chiedere l’intervento dei veterinari della Asl. Il sospetto è che i cuccioli siano arrivati in Italia, a Frosinone, attraverso uno dei tanti canali illegali che si occupa di  traffico di animali.

Se verificata l’ipotesi, i cuccioli fanno parte degli animali che arrivano dai Paesi dell’Est Europa e che spesso viaggiano in condizioni disumane. I carabinieri stanno indagando sulla provenienza degli animali.

Foto repertorio