Tag: edizione

14 Marzo 2019 0

III edizione del Premio Letterario “Le storie nella storia”. Nella Sala degli Abati la premiazione

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Si svolgerà domani, 15 marzo, presso la Sala degli Abati del Palagio Badiale, con inizio alle ore 17, in piazza Corte a Cassino, la cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Le storie nella storia”.

L’iniziativa promossa e curata dall’Associazione Agorà Theodicea, con il patrocinio del comune di Cassino, dell’Università di Cassino e L. M. ed il Centro Documentazione e Studi Cassinati, si inserisce nel 75° Anniversario della distruzione di Cassino.

Il premio, giunto alla III edizione, avrà come titolo “L’emigrazione degli italiani all’estero e la nostalgia del ritorno”. In particolare avrà come filo conduttore le esperienze ed i racconti dei protagonisti fra tragedia, sacrificio, ma anche la rinascita, le memorie, le storie di vita delle donne, degli uomini, delle famiglie del Cassinate. L’edizione 2019 ha visto la partecipazione di numerose scuole di Cassino e del cassinate e di circa ventotto elaborati degli studenti. Alla terza edizione si sono cimentati negli elaborati gli allievi del Liceo scientifico “G. Pellecchia”, il Liceo-Ginnasio “G. Carducci” ed il Liceo Socio-pedagogico “M.T. Varone” di Cassino oltre al Liceo Scientifico di Pontecorvo. Il Liceo artistico di Cassino, inoltre, ha realizzato una serie di pannelli commemorativi della distruzione di Cassino che saranno esposti nel corso  della cerimonia di premiazione.

La cerimonia della premiazione sarà preceduta da un’introduzione musicale del M° Michele D’Agostino, dal soprano Maristella Mariani e dal baritono M° Alessio Potestio. L’introduzione affidata al presidente dell’associazione Agorà, avv. Marco D’Agostino, vedrà la partecipazione del vescovo Mons. Gerardo Antonazzo e dell’abate di Montecassino, Dom Donato Ogliari.

F. Pensabene

 

12 Febbraio 2019 0

Frosinone, II edizione di “Artincentro” per lo sviluppo del centro storico

Di redazionecassino1

FROSINONE – Si aprirà giovedì 14 febbraio alle 18 la seconda edizione di ArtInCentro, organizzata dall’associazione culturale ArtQube con il patrocinio del Comune di Frosinone -assessorato al centro storico. La manifestazione, in linea di continuità con gli investimenti economici e di programmazione dell’amministrazione Ottaviani per lo sviluppo del centro storico, esplorerà il mondo delle contaminazioni contemporanee, con una serie di mostre d’arte a piazzale Vittorio Veneto. Dal 14 al 25 febbraio, esporrà le proprie opere Rocco Lancia; dal 26 febbraio all’8 marzo, spazio a DonnArte. Dal 9 al 18 marzo, sarà protagonista Rocco Alonzi, mentre dal 19 al 27 marzo sarà la volta di Isabella De Vivo e Giulia Meschino. Dal 28 marzo al 7 aprile, Paolo Fiorini; dall’8 al 14 aprile, Silvia Capoccia. Ultimo appuntamento dal 18 al 30 giugno con Annalisa Copiz e Cinzia Mastroianni.

“Sono orgogliosa di presentare questa seconda edizione di ArtInCentro con artisti che hanno formazioni diversificate, in questa piazza che è ormai diventata il “salotto” culturale e musicale della Città. Ciò che li accomuna è il piacere di partecipare e rendere partecipi degli eventi promossi da ArtQube, dal Comune di Frosinone e dall’assessorato al centro storico. La cornice dove le opere saranno esposte è sempre nella parte storica del capoluogo ciociaro ed è inclusa nel progetto Frosinone Alta”, ha dichiarato l’assessore Rossella Testa. “Torna ArtInCentro, con una seconda edizione ancora più ricca. Abbiamo voluto cercare in primis artisti contemporanei ed emergenti con nuovi linguaggi espressivi. Pittori, scultori, illustratori, fotografi alle prime armi, che illustrano idee non convenzionali, o mondi di fantasia elaborati con tecniche diverse, con lo scopo di far riflettere o semplicemente indurre al bello estetico”, ha dichiarato il curatore, Rocco Lancia.

11 Dicembre 2018 0

Ausonia, la polizia incontra i giovani alla V edizione de “Un paese a misura di bambino”

Di redazionecassino1

AUSONIA – La Polizia di Stato è presente nelle scuole e favorevolmente accoglie l’invito a partecipare a tutte quelle iniziative che hanno come protagonisti gli studenti, per veicolare il messaggio della legalità e del rispetto delle regole.

Dopo Aquino e Castrocielo, personale del Commissariato di Cassino ha incontrato la scolaresca dell’Istituto Comprensivo di Ausonia, nell’ambito del v edizione di “Un paese a misura di bambino”.

Nell’occasione al Sov. C. Erica Gasperini è stato conferito un attestato di merito a firma del Sindaco del paese, dr. Benedetto Cardillo, per l’impegno profuso   nell’ambito  delle politiche sociali a favore dei giovani del luogo.

Tematiche del bullismo e del cyberbullismo sono state analizzate, invece, con gli studenti dell’Istituto Superiore “San Benedetto” di Cassino.

Infine, la Polizia di Stato è intervenuta,  al progetto di lettura, promosso dall’Istituto Comprensivo “G. Di Biasio”,  dedicato al libro “Io, Emanuela agente della scorta di Paolo Borsellino”: lei è Emanuela Loi, prima donna vittima del dovere ed appartenente alla Polizia di Stato.

foto repertorio

21 Novembre 2018 0

Velletri, comune: A gennaio la prima edizione del festival delle Innovazioni delle Arti e delle Scienze

Di admin

VELLETRI – “Promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Velletri, il progetto del Festival è risultato primo tra tutti i Comuni che hanno partecipato al bando regionale per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative idonee a valorizzare sul piano culturale, sportivo, sociale ed economico la collettività regionale”.

E’ quanto si legge in una nota del comune di Velletri.

“Soddisfazione da parte dell’assessore alla Cultura Romina Trenta e del presidente della Commissione Cultura Giorgio Zaccagnini, che insieme alla struttura comunale hanno ideato il festival per esaltare le conoscenze e le buone pratiche che maturano sul territorio nei campi dell’Innovazione, delle Arti e delle Scienze. Nelle prossime settimane si definiranno i contenuti del Festival, con l’intenzione di svilupparlo gradualmente e renderlo un appuntamento con cadenza annuale, grazie al coinvolgimento mirato di esperti e specialisti che siano in grado di far accrescere la conoscenza sulle diverse materie che saranno di anno in anno indagate con specifici approfondimenti. L’ambito di riferimento di questa prima edizione che ha trovato il plauso della Regione Lazio, sarà il “Metodo”, inteso come strumento prezioso per arginare e superare la superficialità che oggi sembra prendere il sopravvento, alimentata soprattutto dalla rapidità con la quale si recepiscono le informazioni sulla rete. A tal proposito, personalità illustri del nostro territorio distintisi nell’ambito scientifico, artistico e dell’innovazione si alterneranno nell’illustrare il “metodo” applicato per raggiungere i propri obiettivi, fornendo in tal senso, con la la loro esperienza, un percorso da adottare anche e per le nuove generazioni. Nello specifico, a fare da cornice alla manifestazione sarà la Casa delle Culture e della Musica dove incontri, laboratori, mostre e conferenze si alterneranno in tre giornate, che permetteranno al pubblico di scegliere liberamente tra numerosi e diversi eventi interattivi e trasversali. Fondamentale sarà il coinvolgimento di tutte le strutture scolastiche presenti sul territorio, affinché i giovani possano interagire e confrontarsi con le personalità presenti e arricchire il loro bagaglio di conoscenze. A dare ulteriore slancio al Festival sarà l’evento conclusivo, già inserito in fase di progetto e che caratterizzerà l’ultima giornata, che vedrà la consegna del premio “Laura Soucek” istituito in onore della ricercatrice veliterna di fama internazionale, che grazie ai suoi studi e alla sua attività di ricerca contribuisce in maniera fondamentale alla lotta contro il cancro”.

5 Novembre 2018 0

II Edizione di “Frosinone sale in cattedra”: la polizia di stato schiera la “squadra della legalità”

Di redazionecassino1

FROSINONE – Dopo il successo dello scorso anno, la Questura di Frosinone presenta per la seconda edizione del  progetto “Frosinone sale in cattedra”, ( nato dal protocollo “Insieme in campo”), l’ ormai consolidata  “squadra della legalità”, capitanata dal Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Antonella Chiapparelli, esperta di ordine pubblico.

Al nastro di partenza, anche il Frosinone Calcio, l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, nonché l’Ufficio Scolastico Provinciale.

L’iniziativa, finalizzata a veicolare i valori della correttezza, della lealtà e del  rispetto delle regole, è rivolta agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di 1^ grado della provincia.

Il kick off, per la nuova stagione della legalità, è stato battuto, questa mattina, ad Alatri – Tecchiena – , nell’Aula Magna dell’ Istituto “E.Danti”: a fare gli onori di casa il Dirigente Scolastico dr.ssa Raffaela Carrubba.

Dopo i saluti di del Dirigente Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco e dei Dirigenti del Frosinone Calcio Salvatore Gualtieri e  Giuseppe Capozzoli, ha aperto l’incontro il difensore   Edoardo Goldaniga.

A seguire l’intervento del preparatore atletico prof. Paolo Nava, sull’importanza di un’alimentazione corretta, e della dr.ssa Chiapparelli, che ha illustrato alla giovane platea, attenta e partecipe, le dinamiche dell’ordine pubblico nell’ottica della manifestazione sportiva: nello specifico la sicurezza negli stadi.  La sicurezza deve essere obiettivo comune di tutti, in cui ognuno,  nelle rispettive specificità, ne è elemento partecipante e attivo, lavorando in “squadra” come fa in campo una squadra di calcio .

A chiudere la dr.ssa Marika Gimini, “portavoce” di una nuova sezione, che riguarda il   “fair play”, inserito come new-entry, all’interno del format sperimentato lo scorso anno.

24 Agosto 2018 0

Rally della Ciociaria alla 5° edizione, aperte le iscrizioni

Di admin

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – “Gli amanti del motorsport potranno vivere gli ultimi scampoli dell’estate sul territorio di Monte San Giovanni Campano che anche quest’anno ospita sulle proprie strade le prime due Prove Speciali della quinta edizione del Rally della Ciociaria in programma il prosimo 22 e 23 settembre”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“Il primo passo verso la nuova edizione del rally ciociaro con l’apertura delle iscrizioni è fatto, da oggi fino a venerdì 14 settembre sarà infatti possibile inviare le iscrizioni presso la segreteria della struttura organizzatrice HP Sport, che si aspetta un buon livello di partecipazione da parte di un territorio sempre in pole position in fatto di rally.

Quest’anno la gara (22/23 settembre), in virtù del suo format ormai consolidato, in fatto di prove speciali e logistica, HP Sport soggetto organizzatore, ha deciso di fare pochi ritocchi, concentrandosi nel migliorare i dettagli, senza però stravolgere il quadro generale della gara, perché la tradizione è uno degli elementi di forza del rally della Ciociaria. La novità significativa è la prova speciale n.1 “Monte” (8,64 km) che andrà in scena nel tardo pomeriggio di sabato 22 settembre. Dopo il successo ottenuto nelle passate edizioni con i concorrenti impegnati nella sfida con il cronometro per le vie del paese, rasentando muretti e giardini, quest’anno si replica con la stesso percorso che si svolgerà in senso contrario rispetto all’edizione 2017. Alla stessa, sono state aggiunte due importanti novità: la prima come già detto il senso di marcia della piesse, la seconda, un Riordino presso il bar-pizzeria “I Marchesi” in zona La Lucca. Due le volte che gli equipaggi percorreranno la prova “Monte” prima del riordino notturno di Isola del Liri. Nulla cambia invece, per quanto riguarda il resto del percorso cronometrato della domenica; i concorrenti dovranno completare un doppio giro su “Isola-Arpino” (8,36 km), “Fontana Liri ” (10,77) e “Bagnara” (13,28), quest’ultima ridotta nel chilometraggio per via del regolamento nazionale. Sono quindi 82,10 i chilometri cronometrati, per un totale di 276,67, numeri che evidenziano ancora una volta il basso chilometraggio di trasferimenti che gli equipaggi dovranno percorrere. Il quartier generale della manifestazione sarà ancora una volta Isola del Liri, che ospiterà oltre a partenza e arrivo, le verifiche sportive e tecniche, la direzione gara, segreteria, centro classifiche e sala stampa, mentre, il parco assistenza quest’anno sarà nel territorio di Arpino, per il riordino sono state scelte le località di: Chiaiamari, La Lucca e Arpino. Tutte le informazioni, comprese le cartine, la tabella tempi e distanza, la scheda d’iscrizione e altro si possono trovare all’indirizzo: www.rallydellaciociaria.com”.

11 Agosto 2018 0

Sagra del Prosciutto a Rocca D’Evandro. Tutto pronto per l’ edizione 34

Di redazione

ROCCA D’EVANDRO – Tutto pronto a Rocca D’Evandro per l’edizione numero 34 della sagra del prosciutto.

Se in città la calura estiva non dà tregua, nel finesettimana del dopo ferragosto, una gita fuoriporta nella cittadina al confine tra Lazio e Campania permette di conciliare far conciliare la ricerca di frescura e quella dei buoni sapori.

In località Mortola, i membri del circolo Federico Fellini organizzano la tanto attesa manifestazione. A partire dalle ore 19.00 dei giorni 18 e 19 agosto sarà possibile degustare ottimo prosciutto nella bella location che offre 800 posti a sedere.

Ad allietare le due serate tanta buona musica, per trascorrere due giorni di divertimento e buon cibo. Un appuntamento assolutamente da non perdere quello previsto a Rocca D’Evandro. Il prossimo fine settimana tutti a mangiare ottimo prosciutto e a scatenarsi con la musica dal vivo.

8 Agosto 2018 0

Inizia domani a Picinisco la 17esima edizione del festival della Pastorizia

Di admin

PICINISCO – “Il 9 ed il 10 agosto di ogni anno coincide, ormai, lo storico ed appassionate appuntamento con la riscoperta e la valorizzazione della cultura pastorale di Picinisco, racchiusa nella straordinaria kermesse di Pastorizia in festival, giunta alla sua 17^ edizione”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“L’evento, voluto dall’Amministrazione comunale, con l’irrinunciabile supporto operativo di tutte le associazioni locali e dei cittadini, promuove le tradizioni e la cultura di un paese la cui massima espressione gastronomica è il ricercato Pecorino DOP di Picinisco”.

“Proprio quest’anno, il 26 marzo scorso – ricorda nella nota il sindaco Marco Scappaticci – si è avuta la storica prima produzione di forme di Pecorino di Picinisco con la lavorazione certificata DOP.

Il Pecorino Dop è il fiore all’occhiello della storia millenaria di un paese che può vantare un ambiente naturale incontaminato ed unico, un borgo di eccezionale bellezza e dai panorami mozzafiato, che, grazie a Pastorizia in Festival, fanno da scenario naturale alle tante iniziative organizzate per accogliere festosamente i nostri ospiti.

Anche quest’anno tantissimi gli appuntamenti che sono stati organizzati per far conoscere ai visitatori la nostra storia e la nostra cultura, attraverso eventi gastronomici, naturalistici, musicali e folcloristici.

Saranno due giorni di straordinaria intensità emotiva che, come ogni anno, avvicineranno sempre più numerosi ospiti al nostro paese, in cui l’ospitalità è nel Dna dei suoi abitanti e dei suoi operatori.

A Picinisco la ricettività alberghiera, l’offerta gastronomica, la purezza dell’aria, la partecipazione popolare e la tranquillità consentiranno a tutti di vivere una permanenza spensierata e rigenerante”.

“Il ricchissimo programma di Pastorizia in Festival 2018 nasce anche quest’anno interpretando le tradizioni storiche e culturali del paese attraverso musica, presente in ogni suo scorcio, gastronomia, in tutte le sue espressioni, escursioni e tanti altri eventi.

Si parte con la suggestiva ed irrinunciabile escursione ‘sui passi del pastore’, per conoscere i sentieri della transumanza gustando l’antica colazione e pranzo tipico.

A Prati di Mezzo, l’antropologo Damiano Tullio guiderà un laboratorio di pratiche esistenziali in natura e tecniche per i ragazzi.

Con “I pastorelli all’opera”, grazie agli esperti Michele Grassi e Loreto Pacitti, i bambini si cimenteranno nella lavorazione e produzione del formaggio.

In piazza San Rocco, musica al ritmo di zampogne, mentre, nel Parco Montano, con uno straordinario salto nel tempo, Emanuele De Vittoris miscela straordinariamente la storia dei moschettieri di Dumas con i formaggi locali, facendo conoscere storie del territorio e la formaggella di bufala, il burrel, la marzolina ed il conciato.

In piazza Capocci e lungo il viale del castello la tradizionale mostra mercato dei formaggi e dell’artigianato; ospite d’onore, quest’anno, il famoso “Pecorino sardo di Osilo”, in provincia di Sassari,  con i suoi produttori guidati dal sindaco Giovanni Ligios.

Quindi concerti e tanta musica in ogni vicolo con degustazione di piatti e prodotti tipici agropastorali, vini delle cantine della Valle di Comino e birra artigianale prodotta in provincia di Frosinone.

Il tradizionale convegno della manifestazione, quest’anno è dedicato ad un tema molto sentito ed importante per lo sviluppo del territorio della Valle di Comino: “La gestione dei pascoli montani per la tutela dell’ambiente e la qualità dei prodotti della zootecnia”, a cura dell’associazione internazionale Calamus di Picinisco e dell’Arsial.

Saranno presenti il sindaco Marco Scappaticci, Antonio Carrara (presidente del PNALM), Marcelo Agneni (presidente dell’associazione Pastorizia in festival), ed i relatori Bruno Ronchi (docente Università della Tuscia di Viterbo), Giuseppe Francazi (Presidente ordine provinciale degli agronomi) e Rosamaria Bartolomucci (agronomo ed esperta di Pascolo e qualità del latte).

Inoltre, fino al 14 agosto, in tutti i bar di Picinisco sarà possibile gustare la ‘colazione del pastore’ (pane integrale, ricotta e marmellata di pizzutella) oppure ‘happy-cheese (marzolina, pecorino, miele e/o marmellata e vino locale).

Ma per conoscere nel dettaglio (giorni, orari e locations) il vastissimo programma e le modalità di partecipazione a Pastorizia in Festival, senza rischiare di perdere ogni straordinario appuntamento, consultare www.pastoriziainfestival.it e www.facebbok.com/pastoriziainfestival.

La manifestazione gode del patrocinio istituzionale di Regione Lazio, Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise, CCIAA, Amministrazione Provinciale di Frosinone; main sponsor la Banca Popolare del Cassinate e l’azienda italo-scozzese Tony Macaroni”.

8 Agosto 2018 0

Estate, via alla 35° edizione della Sagra della Marzoline e Olive di Esperia

Di admin

ESPERIA – “La Pro Loco di Esperia è pronta a dare il via alla ben trentacinquesima edizione della Sagra della Marzoline e Olive di Esperia“.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“La presidente Cardillo e il suo staff (che ormai da più di un anno lavorano incessantemente sul territorio), annunciano un’edizione ricca di Arte, Storia Tradizione e soprattutto tante prelibatezze culinarie. Non mancherà lo spettacolo musicale anch’esso volto alle tradizioni della nostra terra. Infatti ci saranno gruppi folkloristici, danzatrici popolari di TerrAmare e in fine il gran finale di Antonio Petronio con “Tarantella Tour””.

13 Luglio 2018 0

Carmine Calce Capo Delegazione alla XXI edizione del Mondiale universitario di Orienteering Kuortame Finland

Di redazionecassino1

CASSINO – Altro grande riconoscimento per il Cus Cassino. Il Presidente del Centro Universitario Sportivo della città martire, professor Carmine Calce, è stato infatti nominato Capo Delegazione alla XXI edizione del campionate Mondiale universitario di Orienteering Kuortame Finland che si terrà in Finlandia dal 17 al 22 luglio 2018. Faranno parte della delegazioen gli atleti: Samuele Tait, Anna Giovannelli, Irene Pozzobon e Samuele Cursio oltre che gli accompagnatori Augusto Terranova e Stefano Raus. Si tratta di un nuovo, importante riconoscimento per il presidente del Cus Cassino, che in passato è stato ugualmente designato dal Cusi nazionale come capo delegazione della rappresentativa azzurra universitaria al mondiale universitario di orienteering a Miskolc, in Ungheria. “Ringrazio il presidente del Cusi e l’intero consiglio federale per l’incarico e per la fiducia accordatemi. Si tratta di un incarico importante – commenta il presidente del Cus, professor Carmine Calce –che io proverò a svolgere per il meglio. Sono orgoglioso e contento per la scelta effettuata dal Consiglio del Comitato Universitario Sportivo Italiano. A Cassino prossimamente continueremo con una serie di iniziative nel 2019, in occasione dei quarant’anni dell’ateneo. IlCus proprio in questi giorni – rivela infatti il presidente del Centro Universitario Sportivo – ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas”. Ancora una buona notizia, dunque, per il Cus Cassino, dopo che gli atleti universitari hanno brillato nei campionati che si sono svolti in Molise. Samuele Cerro, un’atleta cussino cresciuto nell’ atletica Pontecorvo, ha vinto i campionati nazionali universitari  nella gara del salto in lungo con una misura di 7,83 e ha poi fatto doppietta con un oro anche nel salto triplo staccando di parecchio gli avversari con una misura di 16,24. Un altro oro è arrivato da  Francesca Mastrantuono, prima classificata nel taekwondo nella categoria – 67 cintura nera. Un argento è stato invece conquistato da Prisco Casertano nel judo maschile categoria – 81.  Infine un bronzo nella scherma: la medaglia è stata conquistata da Marta Zapparato nella specialità spada. Questi atleti sono stati quindi omaggiati e nuovamente premiati in una cerimonia ad hoc che si è svolta nei giorni scorsi nell’aula magna del Campus Folcara.