Tag: esperti

27 Febbraio 2018 0

Snowboard e sci nel Lazio: soluzioni per neofiti ed esperti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LAZIO – L’Italia nell’ultimo fine settimana ha dovuto fronteggiare le conseguenze dell’arrivo del vento siberiano Burian, che ha modificato le temperature, portando freddo e neve al Nord Italia e pioggia al Sud. Per questo motivo, sono in tanti gli italiani che hanno approfittato del weekend per raggiungere le più importanti mete sciistiche. Non è necessario raggiungere le Alpi per sciare, però, visto che anche gli Appennini offrono diverse opzioni per divertirsi a pochi chilometri dal Lazio. Dalla Capitale, sarà possibile raggiungere nel giro di due ore diverse località sciistiche molto rinomate, che riescono ad abbinare le necessità degli sciatori più esperti e quelle dei neofiti. Sulle piste più conosciute di Lazio, Abruzzo e Molise sarà possibile praticare le diverse specialità di sci e lo snowboard, per un’esperienza sulla neve a tutto tondo. 

In provincia di Roma, a poco più di 84 chilometri da Roma è possibile raggiungere il Monte Livata, meta ideale per chi pratica lo sci di fondo, ma anche per coloro che vogliono ammirare i panorami sulla seggiovia di Monna dell’Orso. I più esperti si spostano invece sulle piste di Ovindoli, Campo Felice, Campo Rotondo e Scanno. La distanza che separa queste mete dal Lazio è il giusto prezzo da pagare per raggiungere piste molto divertenti, dotate di ogni tipo di comodità e di itinerari dedicati anche ai più piccoli.

Chi invece preferisce aree ancor più attrezzate, dovrà spingersi ancor più nel cuore della provincia di L’Aquila. La distanza da Roma è la medesima per Roccaraso e Rivisondoli. La prima è una skiarea tra le più attrezzate in Italia, con 49 piste per lo sci alpino e altri 40 chilometri per lo sci di fondo. I più piccoli potranno cimentarsi con i giochi gonfiabili e la cyclette sulla neve, mentre gli adulti e i più esperti troveranno soluzioni interessanti negli snowpark di Vallefura e Pescocostanzo. A poca distanza dal comune di Rivisondoli è possibile raggiungere gli impianti del Monte Pratello, soluzione ideale per gli sciatori che vogliono cimentarsi su piste omologate sia per le gare internazionali che per chi è alle prime armi.

Prima di partire per raggiungere le località sciistiche più rinomate è però importante scegliere le attrezzature idonee. L’acquisto o l’affitto di sci, snowboard e altri attrezzi devono adattarsi alle caratteristiche fisiche di ogni atleta: peso, altezza, misura dello scarpone e campo di utilizzo principale sono le opzioni da considerare per evitare danni e cadute frequenti. Le tavole da snowboard presenti sul mercato variano di prezzo a seconda del materiale con cui è prodotto: gli esperti consigliano di non considerare l’aspetto grafico, quanto le caratteristiche fisiche e d’esperienza del rider, ma anche le caratteristiche tecniche della pista. È possibile scegliere tavole di diversi materiali: legno, plastica e metallo restituiscono esperienze differenti. Chi è ai primi passi dovrà acquistare materiale “All-rounder” o “All-mountain”, ma anche in questo caso la lunghezza fa la differenza. Una tavola troppo corta rischierebbe di non dare il giusto sostegno e la scorrevolezza in fase di discesa, mentre uno snowboard eccessivamente lungo sarebbe più difficile da controllare, anche per i rider più esperti, ma sarebbe anche maggiormente dispendioso durante la discesa.

20 Novembre 2017 0

Gli allievi dell’Agrario di Alvito a “scuola di funghi” con gli esperti della Asl

Di redazionecassino1

Alvito – Successo della mostra micologica presso l’Istituto Agrario di Alvito. Articolato il calendario dell’evento: il 10 novembre gli alunni dell’istituto hanno incontrato i Micologi della ASL di Frosinone, i dottori Aldo Terranova e Claudio Berna. Questi hanno operato all’interno di in un percorso didattico che è parte di un progetto di potenziamento scolastico tenuto dal professor Amilcare D’Orsi, docente dell’Istituto che ha immerso gli alunni nel mondo dei funghi e li ha preparati alla seconda fase dell’evento, rendendoli protagonisti diretti dell’allestimento della mostra micologica. La fase finale dell’evento ha visto la premiazione degli alunni che hanno raccolto, nonostante le previsioni meteo avverse, funghi rari e poco conosciuti con un impegno significativo. L’Istituto Agrario guidato dal Dirigente Gianfrancesco D’Andrea, continua l’impegno per innovare le attività didattiche ed aprire la scuola al territorio, attività fondamentale per la crescita umana e professionale degli alunni e per l’economia del territorio. Con grande soddisfazione – afferma il professor D’Orsi in merito – ho visto l’impegno che i ragazzi hanno profuso nell’attività; questa a testimonianza che quando gli enti pubblici, in questo caso la ASL e la scuola , collaborano, si ottengono risultati importanti e nuovi stimoli che come in questo caso suscitano a tal punto interesse che molti studenti hanno prontamente proposto un elenco di adesioni ai corsi gratuiti che la ASL, diretta dal Dott. Di Russo Responsabile Dipartimentale SIAN, terrà a Sora per l’ottenimento del tesserino micologico.

24 Aprile 2010 0

Frosinone: usura, una squadra di esperti a disposizione del cittadino

Di redazione2

Lotta all’usura. Questa mattina, presso il Comune di Frosinone, il Sindaco Michele Marini ha firmato un protocollo di intesa con la Caritas Diocesiana Frosinone – Veroli – Ferentino, rappresentata dal direttore Marco Toti. Verrà presto attivato uno sportello anti – usura del Comune di Frosinone. Il contributo economico arriva dalla regione Lazio. Lo sportello sarà ubicato presso la sede dello Sportello per la Sicurezza Urbana, in via Tiravanti 1. Un centro di ascolto dei soggetti già coinvolti o a rischio usura. Lo sportello garantirà la presenza e la consulenza di personale qualificato; avvocato civilista, penalista, consulente del lavoro, psicologo, esperto bancario, i quali daranno il proprio apporto affinché le vittime dell’usura o del racket possano avere un punto di riferimento sicuro per uscire dal tunnel attraverso la denuncia non anonima dei reati. Le istituzioni si presentano così al cittadino in maniera aperta e non ambigua. Lo sportello Consentirà di dare le risposte concrete alle famiglie che versano in stato di urgente bisogno. Sarà possibile infatti per quei casi più critici accedere ad un fondo di garanzia per impedire che da uno stato di bisogno si precipiti nel tunnel dell’usura. “ Questa ulteriore iniziativa – come sottolinea l’assessore alla Polizia Locale Fabio Dialmi, presente alla firma dell’accordo – va ad aggiungersi alle altre iniziative attivate da questa Amministrazione per garantire ai cittadini una maggiore vivibilità del territorio comunale, promuovere e sostenere lo sviluppo di processi di partecipazione attiva dei cittadini per la difesa e lo sviluppo di forme di legalità e cittadinanza democratica”.

TAMARA GRAZIANI

5 Marzo 2010 2

Mobbing, una piaga sociale. Focus con esperti

Di redazionecassino

Mobbing: una piaga sociale che dilaga e oramai riguarda oltre dieci milioni di italiani. Cavallaro (Cisal) avvia un “Focus” con esperti. “Mobbing”: una vera piaga sociale, una realtà a tinte fosche, inficiante e anti-etica, che sta ultimamente dilagando nel nostro Paese e che è causa di grandi sofferenze e pesanti costi sociali. Secondo un recente studio dell’Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul lavoro, confermato da quelli di Istat e Agenzia europea per la salute, sono oltre 4 milioni i lavoratori italiani per i quali il lavoro è diventata la prima causa di stress e sofferenza psichica; mentre sarebbero addirittura 10 milioni quelli che percepiscono il lavoro come un fattore di rischio per la propria salute e di seria esposizione a fattori e fenomeni di prepotenza e discriminazione.

“Un vero, grande problema – spiega Francesco Cavallaro, Segretario generale della Cisal – dinanzi al quale il nostro sindacato non poteva rimanere insensibile e inerte. Pur nella consapevolezza che si tratta di una questione complessa, articolata, dalle tante sfaccettature, e quindi di non facile soluzione, è altrettanto evidente che proprio per questo serve un urgente rinnovamento delle misure legislative a favore del cittadino e del lavoratore vessato, in grado almeno di arginare il fenomeno, la sofferenza e le stesse condizioni mobbizzanti. Così come è necessario il contestuale avvio di nuove iniziative sensibilizzanti l’opinione pubblica e la classe di governo”.

Ecco dunque il perché del “focus”: “Mobbing. Riflessioni e soluzioni” (primo di una serie di appuntamenti dedicati ai temi e alle problematiche più scottanti del mondo del lavoro contemporaneo) organizzato dalla Cisal martedì prossimo, 9 marzo, alle ore 11.00, nella sede centrale del sindacato, Via Torino 95 (Galleria Esedra), a Roma, cui parteciperanno, oltre il Segretario Generale Francesco Cavallaro, la professoressa Isabella Corradini, docente di Psicologia sociale all’Università dell’Aquila ed esperta del settore; Maria Grazia De Angelis, presidente dell’Associazione Italiana di Studio del Lavoro e dirigente d’azienda; il noto penalista Nino Marazzita; l’imprenditore ed esperto di brokeraggio Antonio Rizzo. Modera il giornalista Roberto Messina, dell’ufficio stampa Cisal, ideatore e coordinatore dell’intero progetto. In coda ai lavori sarà presentato il progetto della nuova rivista “Orizzonti Cisal”, periodico di cultura economica e sindacale di prossima pubblicazione, i cui inserti saranno ogni volta dedicati ai temi dibattuti nei vari “focus”.

5 Novembre 2009 1

Influenza A, incontro in Confindustria tra gli esperti della ASL ed i medici aziendali

Di redazione

Un filo diretto tra le Aziende associate a Confindustria Frosinone e la ASL per uno scambio di informazioni sull’influenza A. Questo il risultato di una riunione organizzata da Confindustria Frosinone con i responsabili della ASL che stanno seguendo l’evoluzione dell’influenza A sul nostro territorio. Alla riunione, coordinata dal Vice Presidente di Confindustria Frosinone Marco Micheli e dal Consigliere Delegato per le relazioni industriali Franco Testa, hanno partecipato i medici competenti ed i rappresentanti delle aziende associate che hanno potuto approfondire lo stato delle azioni attivate in provincia direttamente con i responsabili della ASL dott. Giancarlo Pizzutelli e dott. Massimo Menichini. Dall’incontro è emerso un quadro attualmente rassicurante della evoluzione della malattia in provincia e delle eventuali ripercussioni sul sistema produttivo. Confindustria Frosinone manterrà in questo periodo comunque attivo un rapporto diretto con la competente ASL sullo specifico argomento in maniera da poter garantire un corretto flusso di informazioni nei confronti del proprio tessuto associativo.