Tag: inseguiti

9 Maggio 2019 0

Inseguiti dalle corsie dell’A1 fino in centro a Pontecorvo, arrestati ladri d’auto

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – Inseguiti dall’autostrada fino al centro di Pontecorvo. Momenti concitati quelli che si sono vissuti oggi nei pressi della Villa Comunale di Pontecorvo quando, in piazzale Porta Pia, è arrivata a tutta velocità un’auto inseguita da una pantera della polizia stradale della Sottosezione di Cassino.

Gli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli hanno “agganciato” l’auto mentre procedeva in direzione sud sull’autostrada. Gli occupanti, per nulla intenzionati a fermarsi, hanno tentato di far perdere le loro tracce uscendo al casello di Pontecorvo e dirigendosi verso il centro tallonati dai poliziotti, sono arrivati fino in centro dove, però, sotto gli occhi dei passanti, si sono fermati tentando inutilmente di fuggire a piedi. Si tratta di due cittadini stranieri che avevano rubato l’auto e si dirigevano verso sud.

21 Novembre 2018 0

Intercettati ed inseguiti dai carabinieri fuggono nelle campagne gli autori di un furto in un’abitazione

Di redazionecassino1

CEPRANO – Proseguono senza interruzione  i servizi preventivi attuati da parte del Comando Compagnia di Pontecorvo in tutta la sfera giurisdizionale di competenza al fine di prevenire i reati in genere, con particolare attenzione ai reati predatori  consumati nelle ore serali e principalmente ai danni di abitazioni, oltre che per garantire sempre più maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

Nella serata di ieri durante l’espletamento di un articolato servizio di prevenzione realizzato nei principali snodi e arterie della giurisdizione, i carabinieri della Stazione Carabinieri di Ceprano, intercettavano una vettura A3 S Line con targa tedesca con quattro persone a bordo i quali avevano appena consumato un furto ai danni di un’abitazione del posto. I militari intuivano l’atteggiamento sospetto dei predetti ed effettuavano una veloce inversione di marcia e ne scaturiva un inseguimento. I malviventi al fine di eludere l’inseguimento dei Carabinieri, attuavano pericolose manovre di guida andando a collidere contro un muretto di recinzione. Il tempo di fuga guadagnato con la potentissima auto, consentiva ai malviventi di dileguarsi a piedi nelle campagne limitrofe. I militari accertavano che il veicolo era stato asportato a Bologna il 15 novembre 2018 e a seguito di perquisizione veniva rinvenuto specifico materiale utilizzato per lo scasso (una cesoia  di grosse dimensioni, una mazzuola, due flex con nr. 3 dischi, due 2 piedi di porco, una pinza, sei radioline portatili, varie punte di trapanano modificate, una chiave inglese due borsoni, due 2 zainetti e tre 3 paia di guanti).

Il veicolo e il materiale veniva sottoposto veniva sottoposto a sequestro per il prosieguo dell’attività investigativa.

Si ribadisce ai cittadini l’importanza della collaborazione segnalando in tempi celeri la presenza  di persone o autoveicoli sospetti che stazionano nelle vicinanze delle loro abitazioni.

 

21 Novembre 2018 0

Inseguiti dai carabinieri ladri si schiantano contro un muro a Ceprano

Di admin

CEPRANO – Ladri di appartamenti intercettati e inseguiti ieri sera dai carabinieri a Ceprano appena dopo il colpo.

Erano le 17.30 quando i militari comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo hanno fermato per controllo un’Audi A3, con targa tedesca, con quattro persone a bordo, che avevano appena perpetrato un furto presso un abitazione del luogo, asportando vari monili in oro, il cui danno, non coperto da assicurazione, è in corso di quantificazione.

I malviventi, al fine di eludere l’inseguimento dei militari operanti, hanno attuato repentine e pericolose manovre di guida andando a terminare la corsa, a causa della eccessiva velocità, alle successive 18 circa, a ridosso di un muretto di recinzione a Ceprano in via Selvotta all’altezza del ponte autostradale A1, per poi dileguarsi a piedi nelle campagne limitrofe.

All’interno del veicolo, risultato provento di furto denunciato il 15 novembre 2018 presso la stazione carabinieri di Bologna Principale, è stato rinvenuto molto materiale da cantiere tutto sottoposto a sequestro.

Ermanno Amedei

25 Ottobre 2018 0

Tentano un furto in uno studio fotografico, scoperti fuggono, inseguiti e arrestati dai carabinieri due 61enni campani

Di redazionecassino1

AQUINO – Nel  quadro delle attività recentemente attuate al fine di contrapporre un adeguato contrasto ai fenomeni delittuosi correlati ai reati predatori, consumati essenzialmente nel corso delle ore serali e notturne, le articolazioni operative della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo consentivano di realizzare un dispositivo mirato al controllo dei principali snodi areali lungo le principali arterie di infiltrazione ed esfiltrazione territoriale. In aderenza ai concreti risultati finora ottenuti, nella decorsa giornata i militari del NORM della  Compagnia di Pontecorvo, traevano in arresto per “tentato furto aggravato in concorso”  un 61enne residente ad Afragola (NA), pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona ed un 61enne residente a Napoli, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio ed in materia di armi. In particolare, i predetti, nel tentativo di perpetrare un furto dopo aver provato di forzare la saracinesca di ingresso di uno studio fotografico sito in Aquino, vistisi scoperti, si davano a precipitosa fuga con la propria autovettura. Nonostante l’intimazione all’alt impostagli, i due malviventi al fine di sottrarsi al controllo dei Carabinieri acceleravano repentinamente la propria corsa, attuando una pericolosa e intimidatoria manovra di elusione. Solo una pronta reazione dei militari consentiva, dopo una corsa prolungata nelle strade del paese, di raggiungerli e bloccarli. A seguito di perquisizione personale e veicolare venivano rinvenuti, occultati sotto la seduta del sedile posteriore:

–     nr. 1 cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 45 cm;

–     nr. 1 cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 30 cm;

–     nr. 10 chiavi con varie dentature;

–     nr. 1 spadino con lama dentata della lunghezza di 15 cm;

–     nr. 1 sacchetto di carta con all’interno euro 95,76 in monete di vario taglio.

L’autovettura, gli attrezzi e le monete venivano sottoposte a sequestro. Al termine delle formalità di rito, ricorrendone i presupposti, agli indagati veniva altresì notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di Aquino per anni tre. Gli arrestati, in attesa di rito direttissimo, venivano trattenuti  nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Pontecorvo.

 

11 Maggio 2018 0

Rubano un camion per compiere altri furti, inseguiti abbandonano il mezzo e si dileguano

Di admin

ANAGNI – Questa notte i carabinieri di Anagni hanno intercettato un autocarro con a bordo tre individui che, alla vista dei militari, si davano ad una precipitosa fuga. Dopo un breve inseguimento i fuggitivi hanno abbandonato l’autocarro che, a seguito di specifica attività, è risultato rubato lo sorso 8 maggio  dall’interno di una ditta di Ferentino.

Malgrado le serrate ricerche  i malfattori sono riusciti a dileguarsi nelle campagne circostanti approfittando anche della scarsa visibilità.

Dal controllo eseguito all’interno del mezzo recuperato, sono stati trovati arnesi atti allo scasso.

30 Aprile 2018 0

Razzia di sigarette e Gratta&Vinci nella tabaccheria di Pontecorvo, malviventi Con Audi A6 seminano carabinieri e polizia

Di redazionecassino1

PONTECORVO –  Hanno assaltato una tabaccheria di Pontecorvo scardinadone l’ingresso con un piede di porco. L’incursione è avvenuta la notte scorsa e i malviventi, una volta all’interno, hanno fatto razzie di stecche di sigarette e gratta e vinci per un totale di circa 8.000 euro. I due si sono quindi dileguavano a bordo di una Audi A6 di colore grigio scuro.

Immediatamente diramate le ricerche, i carabinieri della locale compagnia hanno predisposto posti di controllo su tutto il territorio. Poco dopo l’Audi è stata intercettata dalla pattuglia radio mobile che l’ha inseguita ma la potenza della vettura dei malviventi era superiore a quella degli inseguitori che sono riusciti a dileguarsi imboccando l’A1 in direzione Napoli.

Successivamente una pattuglia della Polsole l’ha nuovamente intercettata giunta al casello di San Vittore del Lazio ha sfondava le barriere dilegunadosi sulla SS 430 in direzione Rocca d’Evandro.

11 Febbraio 2018 0

Frosinone, incursione notturna nel vecchio ospedale: ladri inseguiti sui tetti

Di admin

FROSINONE – Sono stati sorpresi dalla volante mentre, in piena notte, uscivano dai locali della Asl del vecchio ospedale di Frosinone. In due, ancora incappucciati, si sono dati alla fuga inseguiti dagli agenti di polizia.

La fuga, per uno dei due fuggitivi di 19 anni, è durata poco dato che è stato catturato all’interno di un casolare in disuso lungo viale Mazzini mentre l’altro è riuscito a dileguarsi scappando sui tetti delle case ma non prima di essere smascherato e riconosciuto dai poliziotti.

Si tratta, infatti, di un noto malvivente del luogo, 26enne, già autore di diversi furti nelle precedenti notti e sempre identificato e denunciato dagli uomini della squadra volante attraverso le immagini di videosorveglianza dei vari locali dove ha fatto vista.

 

4 Dicembre 2017 0

Non si fermano all’Alt dei carabinieri, fuggono, inseguiti dai miltari, finiscono in manette

Di redazionecassino1

Ferentino – I militari della locale Stazione, coadiuvati da quelli del NORM della Compagnia di Anagni, delle Stazioni  di Sgurgola e Supino, nonché da aeromobile di Pratica di Mare,  al termine di mirato servizio, traevano in arresto per “porto e detenzione di strumenti atti ad offendere, detenzione illecita di sostanze stupefacenti, violenza e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale e lesioni personali” G.P., 33enne del luogo,  già censito per reati ambientali e F.M.D.,  43enne di Reggio Calabria, già censito per reati associativi, contro la persona, il patrimonio e misure di prevenzione. I militari della Stazione di Ferentino, impegnati in un controllo della circolazione stradale, intimavano l’alt all’autovettura Fiat 500X con a bordo 2 persone,  di cui una riconosciuta nel predetto 33enne che, allo scopo di sottrarsi all’accertamento, effettuava una rapida inversione di marcia allontanandosi dal posto a velocità elevata. Immediatamente inseguiti e raggiunti dalla pattuglia, il veicolo in fuga invece di fermarsi tentava di speronare l’auto militare che era costretta ad invadere la corsia opposta, al momento deserta, arrestandosi ai bordi della scarpata delimitante la sede stradale, mentre i fuggitivi riuscivano momentaneamente a far perdere le proprie tracce. La Centrale Operativa del Comando Provinciale di Frosinone, allertata dagli operanti, inviava in ausilio le pattuglie del NORM della Compagnia di Anagni, delle Stazioni di Sgurgola e Supino, nonché  l’elicottero del Nucleo Raggruppamento CC Aeromobili di Pratica di Mare. L’autovettura veniva rintracciata presso abitazione del citato 33enne che, al fine di evitare l’identificazione del complice e della perquisizione domiciliare, opponeva resistenza all’ingresso dei militari all’interno del proprio appartamento. Una volta dentro i  militari venivano minacciati dal 33enne con una rivoltella cal. 38 special, risultata carica e pronta all’uso, che lo stesso prelevava repentinamente dalla camera da letto e la  puntava contro gli operanti i quali, dopo colluttazione, riuscivano a disarmarlo. Nella circostanza il complice, approfittando della situazione, fuggito da una finestra nel tentativo di dileguarsi veniva prontamente inseguito e bloccato. Nel corso della perquisizione, oltre alla rivoltella, veniva rinvenuto un  fucile sovrapposto cal.12,  un pugnale di genere proibito, ulteriori 9 cartucce cal.38s, 221 cartucce da caccia cal.12 a pallini, una cartuccia cal.7.65, grammi 50,00 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” ed un involucro contenente residui di “marjuana”, il tutto sottoposto a sequestro.

20 Marzo 2010 0

Ladri di gasolio inseguiti e fermati nella notte

Di redazione

Nel corso della notte tra il 19 e il 20 marzo 2010, ad Orsogna, C. M. 40enne del luogo, hanno sorpreso tre persone intente ad asportare gasolio dal serbatoio di un camion parcheggiato nel piazzale antistante la propria officina meccanica; i malviventi, capendo di essere stati scoperti si sono dati alla fuga a bordo di una Volvo V40, mentre il testimone ha allertato immediatamente la Centrale Operativa di questa Compagnia che contestualmente disponeva la cinturazione dell’area e l’avvio delle attività di ricerca. Un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile, comandato dal capitano Gianfilippo Manconi nel territorio di Orsogna, ha intercettato l’auto con a bordo i tre malviventi e, dopo un breve inseguimento, sono stati bloccati, mentre il conducente sceso repentinamente dalla macchina si è dato ad una fuga precipitosa facendo perdere le proprie tracce. I tre, tutti di nazionalità rumena senza fissa dimora in Italia, sono stati identificati per BOTIS SOLIN VASILE 32enne, GHEREBAN IOAN 40enne e RUS LORINT 43enne e, dopo una accurata perquisizione personale e del mezzo, trovati in possesso di due taniche con 10 litri di gasolio e vari strumenti atti al prelevamento dello stesso dal serbatoio. I suddetti sono stati pertanto denunciati alla Procura della Repubblica di Chieti.

30 Gennaio 2010 0

Pusher inseguiti e arrestati. Sequestrati 40 mila euro in “coca”

Di redazione

I Finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza di Mondragone, nell’ambito delle attività finalizzate al quotidiano controllo del territorio teso al contrasto dei vari fenomeni illeciti, con particolare riguardo a quello dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno concluso un’operazione antidroga che ha portato al sequestro di 30 grammi di cocaina purissima. In particolare, il pusher è stato sorpreso a bordo di un’autovettura tipo Lancia Y, alla cui guida vi era il fratello, che a gran velocità percorrevano la SS. Domitiana, in direzione Roma. Le Fiamme Gialle, insospettite del comportamento anomalo dei passeggeri, intimavano dunque l’alt di polizia. Alla vista dei militari i due si davano ad una precipitosa fuga, introducendosi nei vicoli dissestati e districati di Torre di Pescopagano. A seguito di un rocambolesco inseguimento, i Finanzieri riuscivano ad interrompere il tentativo di fuga dei due fratelli, i quali venivano prontamente sottoposti ad un’accurata perquisizione personale nonché dell’autovettura. Pochi istanti prima di essere fermati, i due soggetti avevano cercato di disfarsi della sostanza stupefacente, occultandola abilmente su un muretto in prossimità del luogo dove si erano fermati con il veicolo. Tale accorgimento, però, non ha tratto in inganno il fiuto delle Fiamme Gialle, che riuscivano comunque a rinvenire la sostanza stupefacente, pronta per essere immessa sul mercato, la cui vendita avrebbe fruttato all’incirca 40.000 euro. Il responsabile, R. D. di anni 29, noto pregiudicato di Mondragone già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di San Tammaro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria sammaritana.