Tag: Isernia

2 Ottobre 2019 0

Due morti e tre feriti in due incidenti stradali in provincia di Isernia

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Purtroppo i Vigili del Fuoco e le altre Forze dell’ordine, congiuntamente al118 e all’ANAS, sono intervenuti in due tragici incidenti.Alle 11 di oggi in una galleria sulla SS 158 all’altezza del comune di Rocchetta a Volturno (IS) due auto si sono scontrate frontalmente, probabilmente per un malore di uno dei due conducenti, tragico il bilanciocon un morto e due feriti.Poco dopo le 19 altro incidente sulla SS 6, all’altezza della frazione Ceppagna, in Venafro (IS), probabilmente per la forte pioggia battente, unmorto e un ferito.

18 Aprile 2018 0

Ad Isernia la droga degli Spada di Ostia: mamma corriere con figli, arrestata la nipote di Roberto

Di Ermanno Amedei

ISERNIA – La droga degli Spada di Ostia ad Isernia attraverso giovani mamme che aggiravano i controlli utilizzando i loro figli. Lo hanno scoperto i carabinieri del comando provinciale di Isernia che, questa mattina hanno dato esecuzione ad una Ordinanza di Custodia Cautelare, nei confronti di cinque soggetti appartenenti ad una rete criminale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Isernia.

Nel corso delle indagini, che hanno portato al sequestro di un considerevole quantitativo di stupefacenti, di diversa tipologia, nonché all’esecuzione di altri tre arresti e dodici denunce in stato di libertà, i Carabinieri hanno accertato che gli indagati si rifornivano della droga presso il litorale di Ostia e che nella conduzione dell’attività di spaccio, portavano con loro i propri figli anche in tenera età, a qualsiasi ora del giorno e della notte, per evitare i controlli.

Una delle persone arrestate, una donna, risulta legata da rapporti di parentela diretta con appartenenti al clan Spada, operante proprio nella zona del litorale di Ostia, al cui vertice vi è lo zio, Carmine Spada, mentre un altro suo zio, Roberto Spada, è salito di recente alla ribalta della cronaca nazionale per la violenta aggressione ad un inviato di una trasmissione della Rai.

Ermanno Amedei

16 Aprile 2018 0

La Virtus Cassino supera Isernia nell’ultima di Regular Season, ora playoff

Di felice pensabene

Per il quarto anno consecutivo di serie B Nazionale ( il primo nell’anno 2014-15, ndr), la Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, accede alla seconda fase del campionato, quella dei playoff, quella delle emozioni forti. E in virtù del risultato maturato in quel di Cagliari, tra gli isolani., padroni di casa, e Valmontone, vittoria dei primi, vi accede matematicamente tra le prime quattro del lotto delle pretendenti alla seconda fase della stagione.

“Un risultato storico” commenta a fine gara il DS dei rossoblù cassinati, Leonardo Manzari “Storico perché oltre ad aver toccato con la vittoria odierna quota 44 in classifica, punteggio che rappresenta senza ombra di dubbio il premio del record di punti in classifica per questi ragazzi che stanno decisamente facendo bene in campionato e che devo pubblicamente ringraziare, ci consente di mantenere al momento il terzo posto in classifica e al di là degli scontri di domani in campionato, il destino di tale piazzamento è assolutamente nelle nostre mani, non dobbiamo più fare alcun calcolo(basterà infatti vincere in casa della Tiber Roma , ultimo avversario di questa stagione regolare, per assicurare agli uomini di coach Vettese il terzo posto in classifica finale, piazzamento in classifica eguagliato con la stagione 2015-16, ndr)” conclude il dirigente cassinate nella sala stampa di fine gara.

La gara odierna non aveva molto da raccontare agli ospiti della BPC Virtus Cassino.

Infatti i molisani del Basket Isernia avevano raggiunto il Pala Virtus cassinate con la certezza matematica del ritorno nella serie C regionale del prossimo anno agonistico, 2018-19.

Tuttavia gli uomini di coach Scanzano hanno decisamente onorato l’impegno mettendo in mostra tanta voglia di far bella figura e finendo per aggiudicarsi anche l’ultima frazione di gioco per tre lunghezze , 25 a 22.

La BPC Virtus Cassino tuttavia aveva messo in cassaforte il risultato fin dalle prime battute di gioco allorquando , complice anche la serata di grazia assoluta del pivot Bagnoli, di gran lunga l’MVP di giornata , alla fine del match 31 punti , 11 rimbalzi e 40 di valutazione per un 15 su 20 da 2 per lui , i padroni di casa operavano al termine del primo quarto di gioco un allungo deciso. +16, infatti, recita il tabellone elettronico del Palazzetto dello sport di Via De Feo nella città martire alla sirena dei primi 10 minuti di gioco.

Nel secondo quarto pura gestione degli uomini di Vettese.

Il coach cassinate ruota a dovere i suoi dieci uomini disponibili, Enzo Cena lo ricordiamo è ancora alle prese con un noioso fastidio alla spalla destra che ne sconsiglia la sua utilizzazione.

Dicevamo di Luca Vettese. L’allenatore rossoblù sapientemente ruota i suoi uomini attingendo, come già fatto a Patti, a larghe mani, dalla panchina e in particolare chiedendo ai suoi giovani under il supplemento necessario per questa fase stagionale che separa le “V” rossoblù dall’inizio dei giochi per la post season.

E così trova largo e stabile spazio nelle rotazioni del team cassinate Fabrizio De Ninno, 28 minuti per la guardia cassinate. Così come fatto a Patti , la giovane guardia cona la “V” rossoblù sul petto si rende protagonista di una prova gagliarda risultando il secondo marcatore tra le fila dei padroni di casa con 15 punti frutto di oltre il 50% dal campo e soprattutto mettendo in mostra tanta grinta e consapevolezza nei propri mezzi. “E’ stato molto bravo e siamo molto contenti di lui” il commento del coach cassinate al termine della gara.

Con un De Ninno grandi firme e la regia affidata , per logico turnover, alle giovani ma sapienti mani del duo Pasquinelli – Galuppi, la Banca Popolare del Cassinate va al riposo lungo con un +19 nel paniere, complici anche due liberi a tempo scaduto, sull’altro fronte, di Smorra che fissa il punteggio sul 50 a 31.

Al rientro dalla pausa lunga non cambia la musica in campo.

Nella terza frazione di gioco è un monologo dei padroni di casa che spingono a proprio piacere sull’acceleratore e raggiungono anche le 26 lunghezze di divario con gli avversari mai in grado di impensierire i benedettini.

Sempre più spazio agli under anche sotto le plance con Robert Banach che si ritaglia i suoi 15 minuti di utilizzo assieme a Matteo Bini .

Cassino chiude avanti la terza frazione di gioco 70 a 44 .

All’inizio dell’ultima frazione di gioco Bagnoli continua a imperversare a proprio piacimento sotto le plance avversarie prendendosi anche licenze dal perimetro con le conclusioni frontali che più ama. Cassino sembra sazia anche perché dopo due minuti di gioco supera i 30 punti di vantaggio.

E’ logico a questo punto che le “V” tirino un po’ i remi in barca lasciando spazio alle pregevoli giocate dei molisani che in particolare con Smorra colpiscono ripetutamente dall’arco dei 6,75.

L’isernino sarà autore di ben 24 punti con un ottimo 50% da tre punti e risulterà essere il migliore dei suoi di gran lunga.

La partita scivola via in questo accenno di primavera sotto l’Abbazia. Isernia arriva fino a quota 69 e i cassinati si deconcentrano non poco.

Ma il risultato è in cassaforte. La mente ora è ai risultati delle altre pretendenti alle varie posizioni della griglia play off e poi allo scontro di domenica prossima a Roma con la Tiber Roma, domenica 22 aprile alle ore 18.00.

Dopodichè , seconds out, fuori i secondi , si comincerà con la rumba della post season.

BPC Virtus Cassino – Isernia Basket 92-69

Parziali : 30-14, 20-17, 20-13, 22-25

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 31 (15/20, 0/0), Fabrizio De Ninno 15 (5/10, 1/2), Niccolò Petrucci 13 (1/1, 3/5), Matteo Bini 8 (1/4, 1/2), Riccardo Pasquinelli 7 (2/5, 1/4), Manuel Carrizo 6 (3/4, 0/0), Robert Banach 6 (2/5, 0/0), Giorgio Galuppi 4 (2/2, 0/0), Lorenzo Panzini 2 (1/1, 0/2), Maurizio Del Testa 0 (0/0, 0/3), Enzo Cena 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 27 (Manuel Carrizo 5)

All. Vettese Ass. Incelli

Isernia Basket: Smorra 24 (2/10, 6/12), Riccio 11 (4/6, 0/7), Patani 10 (2/7, 2/4), Iovinella 8 (4/5, 0/1), Piazza 5 (1/1, 1/1), Antonicelli 4 (2/3, 0/2), Scardino 3 (0/1, 1/2), Varrone 2 (1/2, 0/0), D’Agnillo 2 (1/1, 0/2), Di Nezza 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Varrone 6) – Assist: 10 (Smorra 6)

All. Scanzano

MVP Simone Bagnoli

18 Dicembre 2017 0

La Virtus Cassino corsara ad Isernia, ottava vittoria consecutiva

Di felice pensabene

Una vera e propria battaglia “sportiva”, una gara vissuta sul filo dell’equilibrio per 35 minuti e risolta solo negli ultimi minuti dalla voglia e dal carattere degli uomini in maglia rossoblù.

Una partita difficile da raccontare a chi non era al Palazzetto dello Sport di Isernia perché il tifoso o l’appassionato assente, alla visione del risultato sarebbe portato a pensare ad una facile affermazione degli uomini di coach Luca Vettese.

Ed in effetti non è stato affatto così. Le “V” rossoblù hanno dovuto patire e sudare le proverbiali sette camicie per venire a capo di un avversario che al termine del terzo quarto era ad un solo possesso, 46-43, dalla Banca Popolare del Cassinate e che soprattutto si era aggiudicata i primi due quarti della gara andando al riposo lungo avanti di 4 lunghezze, 36-32.

“Noi lo sapevamo” esordisce Leonardo Manzari, il direttore sportivo della BPC Virtus Cassino “lo sapevamo ma questo tipo di incontri non sono prevedibili. Intanto perché alla vigilia inevitabilmente alla vigilia guardi la classifica e pensi …. andare lì sarà una passeggiata , loro sono ultimi e quindi…. Ma non è così. Isernia occupa una posizione di classifica non veritiera e soprattutto aveva messo in difficoltà Valmontone, Salerno e tante altre formazioni. Eravamo consapevoli di ciò e difatti ci hanno messo alla frusta “continua il dirigente cassinate.

Alla domanda poi se può essere considerata come una vera e propria prova di maturità della sua squadra, Manzari risponde “Ovviamente sì, ma di prove di maturità questa squadra ne ha fornite e può annoverarne tante. Sicuramente per come si era messa non era semplice venirne fuori con i due punti ma i ragazzi ed il tecnico sono stati bravi a venirne a capo con calma e con la forza dei nervi saldi” afferma ancora il DS rossoblù.

Dunque la BPC Virtus Cassino sale sull’ottovolante e l’ottava vittoria consecutiva certifica l’ascesa del team benedettino anche in classifica. Infatti la concomitante sconfitta della capolista Barcellona sul parquet di Salerno ha di fatto “accorciato” le distanze tra la Virtus e la testa della classifica a sole quattro lunghezze.

Ma in casa BPC aumenta e monta il rammarico per la sconfitta patita il 1 novembre scorso sul parquet del Pala Virtus “Sì, è proprio così, quello scellerato quarto quarto ci ha impedito di fatto di partecipare alle Final Eight di Coppa Italia. Adesso con due punti in più avremmo potuto celebrare e certificare la partecipazione alla manifestazione del prossimo mese di marzo, ma la storia è questa e non si può cambiare. Ci consolida il fatto che abbiamo ricucito il gap con la vetta della classifica ed ora ci apprestiamo a giocare la prossima in casa contro un avversario ostico che già ci ha battuti in pre-season e dunque sappiamo che non sarà una passeggiata, noi la guardia non l’abbassiamo di certo” conclude il responsabile dell’area tecnica della formazione cassinate.

La BPC Virtus Cassino dunque ha vinto l’ottava gara di fila per 67 a 50 dando spettacolo nell’ultima frazione di gioco per la gioia incontenibile di un bel contingente di tifosi giunti dalla Città Martire al Pala Fraraccio di Isernia in questa fredda serata di dicembre. La Cassino dei canestri ha avuto ragione di un Isernia tostissima che aveva impostato la gara su ritmi non troppo alti e soprattutto aveva proposto una zona classica “due –tre” come variante tattica per quasi tutta la gara. Una variante difensiva che Panzini e compagni hanno con pazienza letto e poi scardinato e che complice l’ennesima serata monstre del duo Carrizo – Sergio hanno volto a proprio favore.

Ma è una “bomba” di Petrucci al terzo minuto di gioco dell’ultima frazione a sancire la prima fuga degli ospiti per il +9 del 54-45. Non si arrendono i padroni di casa e reagiscono subito con la tripla di Murolo del 54 a 48. Isernia non molla e la partita vive di errori da una parte e dall’altra. Per lunghi 4 minuti non si segna …. Un solo punto a referto, un tiro libero di Carrizo, 55-48, partita oggettivamente brutta ma viva dal punto di vista agonistico.

A tre minuti e mezzo dalla sirena dei 40 minuti ci pensa però il solito Biagio Sergio (MVP di serata, qualcuno aveva dubbi? con 14 punti, 8 rimbalzi e soprattutto una presenza costante e decisiva sotto le plance per un 24 di valutazione finale) a muovere il punteggio sul tabellone con due punti dalla linea della carità che fissa il punteggio sul 57 a 48. Isernia prova a reagire ma le maglie della difesa cassinate appaiono insormontabili.

La partita la chiude Enzo Damian Cena che firma il vantaggio in doppia cifra 60 a 48 con una “bomba” dall’arco dei 6.75. Per i padroni di casa ci vorrebbe un miracolo perché il tabellone racconta che mancano meno di due minuti al termine. Canzano chiama i suoi a raccolta in un time out da ultima spiaggia.

Murolo realizza il meno dieci, 50 a 60, a un minuto e dieci secondi dalla fine della gara. Sull’altro fronte la firma del solito Lorenzo Panzini che mette una delle sue mortifere conclusioni da oltre l’arco per il boato di gioia dei tifosi rossoblù, 63 a 50.

Siamo praticamente ai titoli di coda. Cambi a gogo da una parte e dall’altra e siamo praticamente, repetita iuvant, alle battute finali. I giovani cassinati, Banach- De Ninno- Di Poce e Guglielmo allungano ulteriormente il gap tra le due formazioni. +17 al termine della gara e i rossoblù agguantano la loro ottava soddisfazione consecutiva. Una gara sofferta, lottata ma portata a casa con la forza dei grandi.

Adesso testa all’ultima di ritorno, alle 18 del 23 dicembre al PalaVirtus cassinate arriva la Tiber Roma dell’ex di giornata e capocannoniere del girone D del Campionato Nazionale di serie B, Filippo Bertoldo, “ e non sarà affatto semplice” chiosa il coach dei cassinati , Luca Vettese, a fine gara “ dovremo restare umili per continuare a regalarci queste soddisfazioni in questa bella stagione”.

Isernia Basket – BPC Virtus Cassino 50-67

Parziali : 17-14, 19-18, 7-14, 7-21

Isernia Basket: Murolo 16 (3/7, 3/7), Razzi 13 (2/3, 3/7), Riccio 7 (0/2, 1/8), Piazza 6 (3/3, 0/2), Patani 4 (2/6, 0/1), Smorra 4 (1/2, 0/4), Iovinella 0 (0/0, 0/0), Antonicelli 0 (0/0, 0/1), Cicchetti 0 (0/0, 0/0), Russo 0 (0/0, 0/0), Scardino 0 (0/0, 0/0), Vanacore 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 34 6 + 28 (Murolo 9) – Assist: 13 (Murolo 5)

All. Canzano

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 15 (2/5, 3/8), Biagio Sergio 14 (5/7, 0/1), Lorenzo Panzini 11 (1/2, 3/5), Niccolò Petrucci 9 (3/5, 1/8), Simone Bagnoli 6 (2/7, 0/0), Enzo Cena 5 (0/3, 1/4), Maurizio Del Testa 3 (1/2, 0/5), Fabrizio De Ninno 2 (1/1, 0/0), Robert Banach 2 (1/1, 0/0), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Simone Bagnoli 9) – Assist: 12 (Enzo Cena 4)

All. Vettese Ass. Incelli

MVP : Biagio Sergio

24 Ottobre 2017 Off

Isernia: Scattano controlli in tutta la provincia “pentra”, tredici titolari di impresa finiscono nei guai per sfruttamento del lavoro nero e mancata sicurezza suoi luoghi di lavoro

Di Comunicato Stampa

Nell’ambito di un’attività finalizzata al contrasto del fenomeno dello sfruttamento del lavoro nero e più in generale per la tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro, reparti territoriali del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia e personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro dell’Arma, hanno passato al setaccio varie località della provincia “pentra”. Tra Isernia e comuni limitrofi, sono stati sottoposti ad accertamenti cantieri edili ed altre attività di impresa, nel corso dei quali tredici persone, responsabili a vario titolo delle imprese ispezionate, sono state denunciate alle competenti Autorità Giudiziaria e Amministrativa, per violazioni alle norme connesse alla tutela dei lavoratori e per sfruttamento del lavoro nero. Tra le violazioni più frequenti riscontrate figurano la mancata presenza di adeguate impalcature o ponteggi, la mancata presenza di idonee protezioni atte ad evitare la caduta dei lavoratori, la presenza di materiali vari posizionati in maniera disordinata in modo da intralciare il passaggio con grave pericolo per gli operai, la mancata presenza di idonei dispositivi di protezione individuale e la non corretta o mancata redazione della documentazione prevista dal piano operativo di sicurezza del cantiere e la presenza di un numero complessivo di dieci lavoratori in nero. In una circostanza, i Carabinieri hanno sorpreso all’interno di un cantiere, un 40enne pregiudicato, con obbligo di dimora nella provincia di Foggia, che espletava le mansioni di operaio edile in assenza di un regolare contratto di assunzione da parte della ditta. Nel corso delle operazioni sono state inoltre contestate sanzioni amministrative per un importo pari a circa centomila euro ed emessi due provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale.

15 Giugno 2017 0

Isernia: Furti e droga, blitz dei Carabinieri, quattro persone denunciate e sequestro dosi di cocaina

Di Comunicato Stampa

Nel corso di una serie di interventi eseguiti dai Carabinieri in varie zone della provincia di Isernia, quattro persone sono state denunciate per furto aggravato, interruzione di servizio pubblico e reati in materia di stupefacenti. Nel dettaglio, a Monteroduni, un 40enne, pregiudicato isernino, è stato identificato e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria dai militari della locale Stazione, in quanto riconosciuto responsabile del furto avvenuto nel corso della notte, ai danni di un’attività commerciale, dal quale erano state asportate circa quaranta pedane in legno, mentre a Colli al Volturno, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 30enne, pregiudicato di Caivano in provincia di Napoli, per un furto ai danni di un’altra attività commerciale dove erano state asportate due telecamere del sistema di videosorveglianza ed altra merce per il valore complessivo di circa un migliaio di euro. Sul conto dei due pregiudicati finiti nella rete dei Carabinieri sono in corso ulteriori indagini al fine di accertare il loro eventuale coinvolgimento in altri furti commessi nei giorni scorsi, in particolare nella zona del venafrano. Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 18enne di origine nordafricana per il reato di interruzione di servizio pubblico. Il giovane che era salito a bordo di un autobus di linea, alla richiesta del controllore di esibire il biglietto vidimato per la corsa, nonostante né fosse sprovvisto, si rifiutava di scendere dal mezzo, causando l’interruzione del regolare servizio di linea. Solo all’arrivo della pattuglia di Carabinieri, scendeva dal mezzo consentendo così la ripartenza dell’autobus. Infine a Sesto Campano, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 35enne, pregiudicato di Pozzuoli, in provincia di Napoli, in quanto trovato in possesso di un involucro contenente dosi di cocaina. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare il canale di rifornimento dello stupefacente e a chi fossero destinate le dosi rinvenute. Per il momento il pregiudicato dovrà rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti.

9 Giugno 2017 0

Isernia: Premiati per le attività svolte sul territorio i Comandanti delle Stazioni Carabinieri di Isernia e Capracotta

Di Comunicato Stampa

In occasione della celebrazione del 203° Anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, tenutasi presso la Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso, il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Generale di Brigata Michele Sirimarco, per l’impegno quotidiano profuso dalle Stazioni dell’Arma dislocate capillarmente su tutto il territorio, ha premiato anche due Comandanti di Stazione poste sotto la giurisdizione del Comando Provinciale di Isernia. Si tratta del Maresciallo Aiutante Michele Zampini, Comandante della Stazione di Isernia e del Maresciallo Ordinario Alfredo Abbruzzese, Comandante della Stazione di Capracotta. Nella motivazione del “premio Comandante di Stazione 2017”, consegnato materialmente dai sindaci dei rispettivi comuni, si legge che quali acuti osservatori delle dinamiche sociali, attenti custodi dei delicati equilibri che interessano il territorio di competenza, vicino ai bisogni della gente e baluardo di sicurezza delle comunità, hanno interpretato il ruolo di Comandante di Stazione con generosa disponibilità, straordinaria sagacia ed eccezionale vigore, meritando la gratitudine della popolazione e il plauso dell’istituzione.

8 Giugno 2017 0

Isernia: Furti e droga, denunce e sequestri da parte dei Carabinieri

Di Comunicato Stampa

Una vasta operazione è stata condotta dai Carabinieri nelle ultime ore in varie zone della provincia di Isernia, al fine di contrastare fenomeni di particolare allarme sociale quali i furti, lo spaccio di stupefacenti ed altri reati. Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato due immigrati, un 20enne di origine ghanese ed un 25enne di origine pakistana, per il reato di furto aggravato. I due dopo aver forzato il raccoglitore di abiti usati, di proprietà dell’Associazione Nazionale Privi di Vista e Ipovedenti, si impossessavano del contenuto tentando di allontanarsi, ma venivano immediatamente bloccati dai militari che recuperavano anche l’intera refurtiva. A Castel San Vincenzo, i militari della locale Stazione hanno denunciato due 30enni del luogo, anch’essi per furto aggravato. Dopo aver tagliato alberi di quercia ubicati in un’area privata si impossessavano di diversi quintali di legna. A Sesto Campano, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro, hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 20enne di Isernia, che a bordo dell’auto sulla quale viaggiava, aveva occultato diverse dosi di hashish, che venivano sottoposte a sequestro. Stessa sorte per un 30enne di Isernia, beccato a Venafro dagli stessi militari, in possesso di dosi di crack e di flaconi di metadone, illecitamente detenuti. Gli stupefacenti venivano anche in questo caso sottoposti a sequestro. Ancora a Venafro, un 25enne del luogo, è stato sorpreso alla guida della propria auto completamente ubriaco. Il tasso alcolemico, accertato mediante lapparato etilometro, risultava di circa tre volte superiore al limite previsto dalla normativa vigente. Per il giovane oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica, è scattato anche il sequestro del veicolo e il ritiro della patente di guida. Infine ad Agnone, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno sorpreso una donna, 28enne del luogo, in possesso di dosi di cocaina. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre la donna dovrà rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti.

5 Maggio 2017 0

Isernia- Rubano nella casa di una 90enne, incastrati badante e compagno, amanti di scommesse e shopping

Di Comunicato Stampa

I Carabinieri della Stazione di Isernia, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia, per il reato di furto aggravato, una 45enne ed un 40enne, entrambi di origine rumena. Secondo quanto accertato dai militari, la donna, badante di una 90enne di Isernia, con la complicità del suo compagno, in più occasioni aveva sottratto dall’abitazione dell’anziana donna denaro contante e oggetti di valore. Il passo falso che ha consentito i Carabinieri di incastrare la coppia, è stato il furto di una carta di credito, con la quale i malfattori avevano fatto acquisti per circa duemila euro presso vari negozi del centro cittadino e avevano anche acquistato giocate presso una sala scommesse.

24 Aprile 2017 0

Abusivismo edilizio- Controlli a tappeto su tutta la provincia di Isernia

Di Comunicato Stampa

Isernia: Vasta operazione dei Carabinieri per contrastare l’abusivismo edilizio e tutelare il patrimonio paesaggistico. Scoperte diciotto costruzioni abusive e irregolarità presso ventidue cantieri edili. Sessanta le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria. Indagini in corso presso venti comuni della provincia.

Una vasta operazione finalizzata al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio e alla salvaguardia del patrimonio paesaggistico è stata portata a termine dai Carabinieri in tutto il territorio della provincia di Isernia. Negli ultimi giorni un capillare monitoraggio predisposto dal Comando Interregionale Carabinieri “Ogaden” di Napoli, è stato eseguito in tutte le zone della provincia “pentra”, ritenuta tra le più sensibili sotto il profilo del patrimonio naturalistico. Una task force composta dai militari delle Stazioni e dei Nuclei Operativo e Radiomobile, territorialmente competenti, del Nucleo Investigativo Provinciale e di reparti speciali dell’Arma, ha eseguito controlli a tappeto, nel corso dei quali sono state scoperte diciotto strutture abusive, tra le quali una piscina, depositi, garage, pertinenze di abitazioni private e di locali commerciali, realizzati in assenza o in difformità alle prescritte concessioni edilizie, in luoghi sottoposti a vincolo paesaggistico e a rischio sismico. Mentre presso ventidue cantieri edili venivano riscontrate numerose irregolarità inerenti la mancata sicurezza sui luoghi di lavoro. Le attività hanno riguardato in particolare venti comuni, Isernia, Forli del Sannio, Frosolone, Rionero Sannitico, Macchia D’Isernia, Venafro, San Pietro Avellana, Santa Maria del Molise, Pettoranello del Molise, Agnone, Monteroduni, Sant’Agapito, Civitanova del Sannio, Cantalupo nel Sannio, Conca Casale, Sesto Campano, Montaquila, Colli al Volturno, Filignano e Pozzilli, dove presso i rispettivi uffici tecnici comunali sono tutt’ora in corso ulteriori indagini. Per il momento le persone denunciate dai Carabinieri alla Procura della Repubblica di Isernia, sono in tutto sessanta, si tratta di un 35enne, 33enne, 63enne, un 54enne, un 57enne, un 32enne, un 52enne, un 45enne, un 60enne, un 50enne, un 50enne ed un 35enne, tutti di Isernia; un 45enne ed un 40enne di Prata Sannita, in provincia di Caserta; un 50enne di San Pietro Avellana, un 55enne ed un 65enne di Pozzuoli, in provincia di Napoli; un 56enne di Santa Maria del Molise; un 30enne di Pettoranello del Molise; un 40enne, un 50enne, un 36enne, un 28enne ed un 55enne, tutti di Agnone; un 60enne, un 45enne, un 38enne, un 40enne ed un 35enne, tutti di Casoria in provincia di Napoli; un 58enne, un 50enne, un 49enne e un 30enne di Frosolone; un 60enne, un 54enne, un 49enne, un 53enne, un 40enne, un 45enne e un 55enne, tutti di Venafro; un 50enne ed un 53enne di Fontegreca, in provincia di Caserta; un 48enne ed un 40enne di Colli al Volturno; un 60enne di Montaquila; un 50enne ed un 52enne di Faicchio, in provincia di Benevento; un 51enne, un 38enne, un 41enne ed un 52enne, tutti di Ailano, in provincia di Caserta; un 58enne, un 40enne ed un 48enne di Sesto Campano; un 38enne di Sant’Agapito ed un 57enne di Pozzilli; un 55enne di Forli’ del Sannio; un 45enne di Rionero Sannitico; un 50enne di Macchiagodena; un 51enne di Campobasso.