Tag: mangiare

26 Novembre 2018 0

Costretta a mangiare nella ciotola del cane, denunciato a Fiuggi marito violento

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FIUGGI – Il Commissariato di Fiuggi ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un 57enne, residente nella città termale, per il reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della sua convivente, la quale era stata sottoposta ad un regime di vessazioni fisiche e psicologiche, con condotte ripetute nel tempo. La donna, di anni  54, aveva presentato diverse denunce presso il Commissariato, con le quali aveva descritto nei minimi particolari i soprusi e le aggressioni verbali subite dal convivente che, in alcune occasioni, l’aveva costretta a  cucinare i rifiuti prelevati dall’uomo nei cassonetti dei supermercati; in un’occasione, l’uomo, come riferito dalla denunciante, l’aveva  addirittura costretta a mangiare nella ciotola del cane. A seguito delle denunce presentate, il personale del Settore Anticrimine del Commissariato iniziava, in modo tempestivo e minuzioso, la dovuta attività investigativa che consentiva di raccogliere numerosi riscontri a quanto denunciato, anche sulla base delle numerose informazioni testimoniali da parte dei vicini che, in diverse occasioni, avevano udito le urla della donna. Alla luce di quanto accertato, l’Autorità Giudiziaria applicava all’uomo la misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare, con la prescrizione di non avvicinarsi all’abitazione e in ogni altro luogo abitualmente frequentato dalla convivente, nonché di mantenere una distanza di almeno 100 metri dalla stessa ove casualmente incontrata.

2 Maggio 2018 0

VIDEO – Soldato rinuncia al suo pranzo per far mangiare una volpe

Di admin

BRINDISI – Rinuncia al pranzo per far mangiare un cucciolo di volpe. Inteneriscono le immagini registrate con un  telefonino a Brindisi dove si vede un militare delle’Esercito che cede il proiprio pasto ad una spaesata ed affamata volpe che, vinti i sospetti, decide di fidarsi del suo benefattore.

“Ritengo – afferma Antonella Brunetti, animalista di Brindisi che ha diffuso le immagini – che la compassione ed il rispetto per la vita, non debbano conoscere limiti di estensione. Una visione sempre più diffusa del vivere quotidiano fondato sul biocentrismo contribuirà al superamento di quel clima” tossico” fondato sulla sopraffazione, lo stress, la competitività e il disconoscimento del dolore altrui. Dobbiamo impegnarci al raggiungimento di una nuova civilizzazione che riconosce nella vita la più bella espressione dell’universo”.

25 Marzo 2010 0

Il fratello scompare e smette di mangiare, tutti a cercare il cane Jack

Di redazione

Erano giorni che Jack era scomparso, un cane dolcissimo che ha ben pensato di allontanarsi dal padrone e partendo da Via Folcara si è diretto alla volta di Cassino. La sorella del cane, affetta da una forma di displasi, ormai non voleva più mangiare a causa della lontananza del fratello. Un avvistamento insicuro, ma poi per un caso incredibile, gli animalisti dell’Anpana capitanati dal loro presidente Francesco Altieri hanno notato un cane: “Improvvisamente lo abbiamo notato, sembrava lui ma non ne eravamo sicuri – racconta Altieri – sì era proprio Jack, che visto il nostro interessamento, anche se non vicino, si è fermato, come avesse capito. Il padrone, avvertito al telefono è arrivato sul posto rapidamente e ha potuto riabbracciare il suo amico a quattro zampe che, come si evince dalla foto, lo ha gratificato con una gioia immensa”.

20 Marzo 2009 0

Professionista del mangiare a “sbafo” denunciato dalla polizia

Di redazione

Un professionista del mangiare a sbafo; questo sembra essere il 55enne che ieri è stato denunciato dalla polizia a Pavia. L’uomo vantava collaborazioni con esponenti politici locali, amicizie influenti, gente che conta e queste sue “chiacchiere” gli permettevano di mangiare senza pagare il conto nei ristoranti. Ma la sua capacità di raccontare frottole aveva fatto breccia anche in pasticcieri e baristi. Insomma, dovunque andava il 55enne mangiava e non pagava con tanto di “ossequi” da parte dei commercianti. Verrebbe da dire “faceva bene”; se il servilismo della gente di fronte alla classe politica arriva a funzionare anche per riflesso, allora fa bene chi ne approfitta. La polizia però non è sembrata daccordo e dopo alcuen indagini, hanno individuato il 55enne e lo hanno denunciato.

19 Marzo 2009 0

Vuol vendere un computer dal comune per dar da mangiare ai figli

Di redazione

Voleva portar via un computer dai servizi sociali di Cassino sostenendo di volerlo vendere per dare da mangiare ai figli. Un padre 30enne di Cassino, ha creato scompiglio ieri mattina all’interno del comune quando gli assistenti sociali avrebbero rifiutato alcune sue richieste. Per tutta risposta l’uomo avrebbe manifestato chiare intenzioni di appropriarsi di uno dei compurter utilizzati dai dipendenti sostenendo che l’avrebbe rivenduto e con il ricavato avrebbe potuto dare da mangiare ai figli. L’intervento della polizia e dei vigili urbani lo ha distolto dal compiere quel gesto.