Tag: molestie

16 Marzo 2018 0

Stalker 37enne del Capoluogo denunciato per minacce e molestie alla ex compagna

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Un’altra triste vicenda che vede “protagonista”, suo malgrado, una giovane donna, che subisce molestie e minacce dal suo ex compagno.

Nei confronti dell’uomo, un 37enne dell’hinterland frusinate, era stato emesso anche l’ ammonimento del Questore.

Incurante del provvedimento , lo stalker aveva continuato a porre in essere comportamenti  tali da generare un forte stato di ansia e di paura nella “sua” vittima.

Gli agenti della Squadra Volante della Questura, dopo l’ennesima condotta reiterante di comportamenti analoghi, lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per atti persecutori.

La Polizia di Stato, da sempre in prima linea nella campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere con il progetto “Questo non è amore”, invita le donne vittime di violenza fisiche e psicologiche a denunciare i loro “aguzzini”.

 

2 Febbraio 2018 0

Confermata in Appello la condanna del 61enne di Cassino per molestie su una bambina di 9 anni

Di redazionecassino1

Roma – L’operaio di 61 anni di Cassino che nel 2011 aveva approfittato di una bambina di nove anni è stato condannato anche dalla Corte d’Appello di Roma. La sentenza dei giudici romani, accogliendo le richieste delle parti civili rappresentate dagli avvocati Santino Fella e Alessandra Salera, ha integralmente confermato la decisione di primo grado emessa dalla Presidente della Sezione Penale di Cassino la dott.ssa Donatella Perna. I fatti, risalenti al 2011, si riferiscono a quando la madre della bambina intenta nelle pulizie di casa del 61enne presso cui lavorava come collaboratrice domestica, aveva affidato all’uomo la custodia della minore. Gli atteggiamenti anomali manifestati successivamente dalla bambina avevano messo in allarme la madre e gli accertamenti successivi avevano portato alla scoperta della orribile e morbosa vicenda. I genitori si rivolsero agli avvocati Fella e Salera che si costituirono parte civile nel processo di I° grado ottenendo una dura condanna. L’uomo ricorse in Appello contro la sentenza, ma lo scorso 31 gennaio la Corte d’Appello di Roma, accogliendo le richieste degli avvocati di parte civile, Santino Fella e Alessandra Salera, confermava la condanna a quattro anni inflitta in I° grado all’operaio.

30 Gennaio 2018 0

Cassinate: Molestie telefoniche, nei guai un 55enne e una 49enne

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Cervaro, a conclusione di indagini, hanno deferito in stato di libertà, un 55enne residente nel cassinate, il reato di molestie a mezzo telefono. Gli operanti, dall’analisi dei tabulati telefonici, acquisivano inconfutabili elementi di reità a carico del predetto circa continue molestie telefoniche effettuate nei confronti di una 50enne di San Vittore del Lazio, allorquando quest’ultima si trovava sul luogo di lavoro. Nelle continue telefonate effettuate alla donna, il predetto cercava di metterla in guardia circa uno “stretto rapporto di amicizia” venutosi a creare tra il marito ed una sua collega di lavoro. Gli stessi militari, in un’altra distinta indagine, denunciavano per il medesimo reato, una 49enne, residente ad Aquino, poiché dall’analisi dei tabulati telefonici, acquisivano inconfutabili elementi reità a carico della predetta circa continue molestie telefoniche effettuate nei confronti di una 64enne, residente nel Cassinate, al fine di ostacolare la relazione sentimentale che quest’ultima aveva intrapreso con un suo figlio.

10 Febbraio 2017 0

Stalking in rosa a Frosinine, 20enne di Latina denunciata per molestie minacce e aggressione all’ex

Di admin
Frosinone – Aggressione fisica, calunnie sul posto di lavoro, fino anche ad inseguimenti in auto. È una storia di stalking in rosa quella che a Frosinone ha portato alla denuncia di una 20enne di Latina. La ragazza aveva maldigerito la rottura del rapporto con il 23enne di Frosinone e aveva assunto atteggiamenti sempre più morbosi, diffamanti e aggressivi. Dopo aver iniziato a contattare amici e parenti al solo fine denigrarlo, ha allargato il suo “raggio d’azione” cercando di “colpire” anche la sfera professionale dell’uomo. Ha escogitato  di  telefonare al datore di lavoro ed ai colleghi del malcapitato ex per calunniarlo ma, constatando che le sue azioni non avevano sortito l’effetto sperato, ha cambiato strategia, optando per un appuntamento che il 23enne ha accettato  sperando di poter mettere fine definitivamente alla vicenda. Tutto inutile, dato che la sera dell’incontro, l’uomo si è reso conto che la finalità del chiarimento era soltanto un pretesto della donna per fare un nuovo tentativo di riconciliazione. All’ennesimo suo rifiuto scoppia l’ira furiosa della “respinta” che ha aggredito fisicamente l’ex che riesce ad allontanarsi anche grazie all’intervento di un suo amico. La 20enne, però, ha iniziato un rocambolesco inseguimento in auto riuscendo ad affiancare la vettura del giovane minacciandolo dal finestrino. Stanco, a quel punto Il giovane ha deciso di recarsi presso gli uffici della Divisione Anticrimine della Questura, diretta dal Primo Dirigente Agnese Cedrone, per formalizzare la denuncia. La donna è stata così denunciata per stalking, violenza e diffamazione.
19 Gennaio 2017 0

Professionista di Cassino vittima delle molestie dell’ex. Denunciato 44enne

Di admin

Cassino – Non accetta la fine della relazione e da compagno di vita si trasforma in molestatore. Per questo un 44enne di Cassino è stato denunciato dagli agenti del commissariato diretto dal vice questore Alessandro Tocco per atti persecutori con il contestuale ritiro in via cautelativa delle armi lasciategli in eredità.

L’uomo non si è arreso e quando la ex compagna, una professionista di Cassino lo lascia, lui ne diventa l’incubo. In una nota della questura si fa riferimento a telefonate, messaggi sempre più insistenti e minacciosi che raggiungono l’apice quando la donna comincia a frequentare un altro uomo. Spia i movimenti della coppia con pedinamenti, tentando addirittura l’aggressione fisica.

L’ultimo episodio domenica sera: in una centralissima via di Cassino la coppia di professionisti riesce a sottrarsi alle ire furiose del 44enne grazie all’intervento di alcuni amici e ad  allontanarsi in macchina.

L’uomo però si divincola  e e alla guida della sua auto tenta di inseguirli senza riuscirci. Quindi scattano le indagini degli investigatori che portano alla denuncia come primo avviso per il molestatore.

 

6 Ottobre 2016 0

Lite tra due donne per un uomo a Cassino, finisce con la moglie denunciata per molestie

Di admin

Cassino – La storia di un uomo conteso tra la moglie e la presunta amante, è finita con una denuncia per molestie. È accaduto a Cassino dove le due donne, la moglie 49enne e l’altra di poco più giovane, entrambe originarie della Campania ma domiciliate nella città Martire, si sono trovate a contendersi lo stesso uomo, marito, però, della 49enne. Almeno questo era il convincimento della moglie che accusava la più giovane conterranea di avere mire sul coniuge. Vero o falso che fosse il rapporto extraconiugale, le telefonate minatorie e pedinamenti sono diventate insopportabili fino a che, la donna accusata e molestata, temendo anche l’aggressione, non ha sporto la denuncia alla polizia. Gli uomini del commissariato di Cassino, diretti dal vice questore Alessandro Tocco, che dopo aver indagato sulle abitudini minacciose della moglie sospettosa, l’hanno denunciata per molestie.

Ermanno Amedei 

 

4 Ottobre 2016 0

Molestie sessuali in seminario, il Gip di Cassino archivia il caso

Di admin

Cassino – Chiusa definitivamente la vicenda giudiziaria dai tratti scabrosi che riguardano il ************   ****** ***** ******** *****. Il Giudice per le Indagini Preliminari (GiP) di Cassino, accogliendo la richiesta della procura della Repubblica, ha archiviato il caso.

Ad Aprile la notizia dell’indagine che la procura stava svolgendo su presunte molestie sessuali del prelato ad alcuni seminaristi tutti maggiorenni. Ad innescarle è stata la lettera di uno dei seminaristi alla Procura. Dopo aver ascoltato diversi giovani seminaristi la Procura ha chiuso le indagini e chiesto l’archiviazione al Gip per difetto di querela. Richiesta accolta e caso chiuso.

Ermanno Amedei

10 Giugno 2016 0

Molesta una minore durante gli spari della festa di Sant’Erasmo, denunciato un 59enne a Formia

Di Antonio Nardelli

Formia – La Polizia di Stato – Commissariato P.S di Formia nella mattinata odierna ha identificato e denunciato S.O. classe 1957, autore di una tentata violenza ai danni di una minore.

Nel corso dei festeggiamenti di S.Erasmo, tra la folla accalcata per vedere i fuochi artificiali, un uomo, ha avvicinato un gruppo di ragazze minori, nei confronti delle quali ha tentato diversi approcci di tipo sessuale. In particolare una di queste è stata costretta con la forza a toccare i genitali del malvivente.

Nei giorni seguenti i fatti la giovane vittima (minore di 16 anni), si è decisa a rivolgersi alla Polizia, ed accompagnata dalla madre, ha sporto denunzia dando una precisa descrizione dell’autore, che tra le altre cose era stato rivisto nei giorni successivi gironzolare nel centro di Formia. Gli investigatori della Polizia di Stato forti della descrizione e di una foto scattata dalle ragazzine hanno individuato e bloccato il presunto autore della tentata violenza.

Condotto in Commissariato l’uomo è stata identificato per S.O. classe 1957, non coniugato, pensionato, incensurato, nativo di Aversa, residente da tempo a Formia, il quale ha giustificato il suo comportamento con uno stato di ubriachezza . L ’uomo è stato deferito all’A.G. per tentata violenza sessuale ai danni di minori.

6 Aprile 2016 0

Picchia e sottrae il telefonino alla ex di Fumone, 42enne di Anagni denunciato

Di admin

Fumone – Atti persecutori e rapina, questi i reati contestati ad un 42enne di Anagni dai carabinieri della compagnia di Alatri  comandati dal capitano Antonio Contente  che hanno indagato sui comportamenti assunti dall’uomo nei confronti della ex fidanzata 28enne di Fumone. I due si erano lasciati ma lui evidentemente non si era rassegnato. Dopo una serie di condotte persecutorie che ormai andavano avanti da tempo, lunedì scorso, presso l’abitazione della ragazza, dopo un violento diverbio finito alle mani provocandole anche delle lesioni personali, l’uomo le ha portato via con violenza il telefono cellulare. I militari intervenuti hanno recuperato il telefonino durante la perquisizione eseguita presso il domicilio dell’uomo. Quindi è scattata la denuncia anche per rapina oltre di per atti persecutori.

 

 

3 Aprile 2016 0

Religioso indagato per molestie sessuali. La Procura archivia il caso

Di redazione

CASSINO – Indagini definite con richiesta di archiviazione per difetto di querela. La nota della Procura della Repubblica di Cassino del dottor Luciano D’Emmanuele sulla questione che in queste ultime ore ha riguardato ** ********** ********, è concisa e chiara. Lo ricordiamo, al centro della scottante questione, l’accusa da parte di alcuni seminaristi mossa al ******* per presunte molestie sessuali. Una vicenda che ha colpito tutta la comunità locale e non solo. Tra amarezza, sconcerto e incredulità, i fedeli del territorio cassinate hanno faticato a mandar giù questo boccone amaro. Tuttavia arriva la doverosa precisazione. Scrive nella nota il procuratore D’Emmanuele: “con riferimento al contenuto delle notizie apparse sulla stampa odierna e relative ad indagini a carico del ********* ********* ****** ******** ****, questa procura ritiene doveroso, al fine della tutela di una corretta informazione e della posizione dell’ indagato, comunicare che le indagini sono state definite con richiesta di archiviazione per difetto di querela e il numero delle parti potenzialmente offese non è di 7/8 persone, così come in alcune notizie riportato. ”

La questione, dunque, assume contorni differenti a distanza di pochissime ore dalla diffusione delle prime notizie. Il ***** nell’immediatezza si era detto totalmente estraneo a tali accuse e dalla sua parte è intervenuta ieri anche la Santa Sede. Natalia Costa