Tag: ottobre

2 Ottobre 2019 0

Polfer, dal 1 ottobre via all’operazione “Stazioni Sicure”

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Sono state 1115 le persone identificate, 4 denunciati in stato di libertà; 5 le contravvenzioni contestate in materia ferroviaria, 220 bagagli controllati. Tali controlli, effettuati con l’utilizzo di metal detector e di smartphone hanno interessato complessivamente 52 Stazioni Ferroviarie del Lazio con l’impiego di 185 operatori della Polizia Ferroviaria. Nella Stazione di Roma Termini i controlli sono stati effettuati anche con l’ausilio dei cinofili della Polizia di Stato

Questo è il bilancio dell’attività posta in essere dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio nell’ambito dell’Operazione Stazioni Sicure svolta nella giornata 1 ottobre scorso, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed incentrata sul rafforzamento delle attività di controllo straordinario del “ territorio ferroviario”.

In particolare, le pattuglie in servizio presso il Reparto Operativo di Polizia Ferroviaria di Roma Termini, hanno denunciato in stato di libertà due cittadini italiani di 21 e 19 anni per rifiuto di generalità e un cittadino rumeno, di 35 anni per violazione dell’ordine di allontanamento in esecuzione al Decreto indicante “Disposizioni urgenti sul decoro urbano”.

Sempre a Termini la Squadra di Polizia Amministrativa Compartimentale ha proceduto nei confronti di 4 cittadini di nazionalità rumena, 3 in violazione dell’ordine di allontanamento in esecuzione al Decreto indicante “Disposizioni urgenti sul decoro urbano”, con la sanzione amministrativa di 200 euro cadauno. Ad altro cittadino rumeno è stato notificato l’ordine di allontanamento dalla Stazione essendo stato trovato ad esercitare l’attività di assistenza alla clientela senza le necessarie autorizzazioni.

Il personale del Posto Polfer di Formia ha denunciato in stato di libertà un cittadino rumeno inottemperante al divieto imposto dal foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Latina.

21 Maggio 2019 0

Cassino, via alla Class action contro Acea Ato5, il 2 ottobre l’udienza per l’ammisibilità

Di felice pensabene

CASSINO – Dopo quella intrapresa contro AquaLatina da parte di un pool di legali cassinati e pontini, Massimo Clemente, Patrizia Menanno, Raffaele Panaccione, Chiara Samperisi e Annamaria Zarrelli, ora arriva anche la class action nei confronti di Acea Ato5 per Cassino e altri 88 Comuni, in prevalenza del Frusinate, ma anche della provincia di Latina, Caserta e Isernia che, delle circa 200.000 utenze, interesserà, in caso di ammissibilità, esclusivamente quelle domestiche. Nei giorni scorsi il gruppo di legali ha notificato il provvedimento di inizio della azione nei confronti del gestore del servizio e il 2 Ottobre 2019, si terrà dinanzi al Tribunale di Roma la prima udienza per la valutazione dell’ammissibilità della Class Action contro ACEA ATO5 SPA, gestore dell’ATO 5 Lazio Meridionale – Frosinone.

Un primo importante risultato dell’azione del Comitato No Acea, guidato da Renato De Sanctis, che in questi anni si è speso molto nella lotta alla multinazionale e, soprattutto, nel rivendicare il diritto dei cittadini ad avere l’acqua come bene pubblico in ottemperanza anche della volontà popolare espressa dal referendum del 2011 in cui i “Sì” furono il 95%.  Ora l’inizio della class action anche nei confronti del gestore privato che dal 2017 ha in mano l’acquedotto della Città Martire.

La class action ha lo scopo di accertare le responsabilità del gestore ed ottenere le restituzioni di somme che il Comitato No Acea ritiene sborsate illegittimamente dagli utenti.

Oltre ai conguagli per gli anni 2006-2011, per circa 75.000.000,00 di euro sborsati in tre anni (tra il 2014 e il 2017) da tutti gli utenti e sui quali si è formata una giurisprudenza abbastanza consolidata, il Comitato ritiene illegittimo il calcolo secondo il metodo del c.d. pro die che, oltre a vessare i cittadini, costretti sotto minaccia di sospensione della fornitura, a pagamenti iniqui, consente al gestore di trarre profitti non dovuti. Entrambe le domande si inquadrano poi in una situazione di totale mancanza di regolamentazione contrattuale tra gli utenti e il gestore che, ricordiamo, gestisce un bene pubblico essenziale in regime di monopolio.

Pur essendo un’azione innovativa e complessa sotto il profilo oggettivo e soggettivo, confidiamo nell’accoglimento della domanda perché venga riconosciuta la lesione di un diritto costituzionalmente protetto.

Questa azione di classe riguarda 88 Comuni, in prevalenza del Frusinate, ma anche della provincia di Latina, Caserta e Isernia e, delle circa 200.000 utenze, interesserà, in caso di ammissibilità, esclusivamente quelle domestiche.

Un risultato importantissimo per il Comitato “No Acea”, che sottolinea: “Siamo partiti con 729 attori, oltre al Comitato promotore che chiede al Tribunale di Roma la tutela di interessi collettivi lesi dai comportamenti connotati da prassi commerciali scorrette del gestore.

L’acqua è il bene pubblico per eccellenza e, come è stato detto egregiamente, è il “diritto dei diritti e lucrare con essa significa mercificare la vita”.

Sono anni che il Comitato si batte strenuamente per una gestione trasparente dell’acqua, producendo esposti, denunce e istanze. Avevamo promesso che avremmo tentato di avviare un’azione imponente ed ora siamo fieri di annunciare che, dopo mesi di studio e di lavoro e grandi sacrifici, abbiamo imbastito l’unica causa che dia la possibilità di ripristinare gli equilibri distorti tra gli utenti e il gestore. Grande soddisfazione è stata espressa da Renato De Sanctis, candidato a sindaco di Cassino alle prossime elezioni amministrative del prossimo 26 maggio, per questo primo importante risultato raggiunto e di tutto il Comitato”.

“Ringraziamo ovviamente gli avvocati Massimo Clemente, Patrizia Menanno, Raffaele Panaccione, Chiara Samperisi e Annamaria Zarrelli che, grazie anche all’esperienza maturata in altra class action contro il gestore dell’ATO4, hanno creduto nelle finalità del nostro Comitato e lo hanno supportato tecnicamente e con grande professionalità. Non resta ora che attendere l’esito della prima udienza”.

“Tutto questo lavoro lo abbiamo iniziato – ha proseguito De Sanctis – da semplici cittadini, senza alcuna carica politica, ma con il vero intendimento di cercare di poter difendere alcuni diritti di tutti i cittadini della provincia di Frosinone”.

F. Pensabene

foto di repertorio

17 Ottobre 2018 0

Domani riapre via San Bartolomeo, chiusa dal 4 ottobre per lavori sull’argine del Rio Saetta

Di felice pensabene

CASSINO –  Procedono a ritmo serrato i lavori per la riqualificazione dell’argine del Torrente Saetta in via San Bartolomeo a  Cassino. Tra qualche giorno la strada sarà riaperta al traffico. Entro domani saranno infatti effettuati i lavori per il rifacimento del manto stradale e una volta concluso daranno il via alla riapertura dell’arteria al flusso del traffico.

“L’asfalto per il momento si farà solo sullo stabilizzato. Il tappetino d’usura invece sarà realizzto non prima di due settimane, per via degli assestamenti. – Ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – I lavori procedono bene e secondo la tabella di marcia chev l Comune e l’azienda aggiudicatrice dei lavori si erano imposti. Sono convinto che entro qualche giorno potremmo riaprire via San Bartolomeo. I lavori sono stati finanziati con il contributo finanziario che siamobriusciti ad ottenere dalla Regione Lazio di 147.000 euro che, come qualcuno erroneamente sosteneva, non sono andati persi, ma, al contrario, hanno permesso di mettere in sicurezza una arteria molto importante per il flusso di traffico della nostra città. E garantire quindi la piena incolumità dei cittadini.”. Ha concluso D’Alessandro.

Foto di repertorio

17 Ottobre 2018 1

Concorso fotografico di Bioarchitettura a cura di Inbar. Scadenza bando 20 ottobre

Di Comunicato Stampa

L’istituto nazionale di Bioarchitettura, sezione provinciale di Frosinone, noto come Inbar, ente morale senza fini di lucro, bandisce la prima edizione del concorso fotografico dal titolo “Costruire nel rispetto della natura e dell’uomo. La mia bioarchitettura? una fotografia per raccontarla”. Si tratta di un concorso fotografico amatoriale ed è possibile consultare il bando sul sito internet www.bioarchitetturafrosinone.it oppure sulla pagina Facebook bioarchitetturafrosinone. La scadenza del bando è fissata per il 20 ottobre 2018. Un appuntamento da non perdere, dunque, per gli amanti della fotografia e della bioarchitettura.

6 Novembre 2017 Off

“Ottobre rosso” una mostra del Liceo di Ceccano ricorderà i 100 anni della Rivoluzione sovietica

Di felice pensabene

Ceccano – “Ottobre rosso” è il titolo del ricordo della rivoluzione russa, che la V C presenterà al Liceo di Ceccano martedì 7 novembre, alle ore 11,15 nell’aula magna Francesco Alviti, nel giorno anniversario della presa del Palazzo d’Inverno, considerato l’atto iniziale della rivoluzione sovietica. 

Alla manifestazione parteciperanno le altre classi V e gli insegnanti di storia e filosofia del Liceo. Insieme alla storia, alle immagini, al teatro ci sarà anche la musica, con l’intervento dell’Orchestra Juvenis Harmonia Fabraterna, diretta da Massimiliano Malizia.
23 Ottobre 2017 Off

Il 26 ottobre il cantautore Dente sarà ospite all’Università di Cassino

Di felice pensabene

Cassino – Giovedì 26 ottobre, alle ore 10,00, presso l’Aula Magna della Folcara, si terrà un evento di rilevanza nazionale, finalizzato alla diffusione dei principali risultati del progetto “Istruzione e Formazione. Percorsi paralleli per insegnanti e studenti”, che il CUORI (Centro Universitario per l’Orientamento) ha implementato grazie alla positiva partecipazione al Bando del Consiglio regionale del Lazio (Del. 53 del 9/5/2017) “Programma per la concessione di contributi a sostegno d’iniziative idonee a valorizzare sul piano culturale, sportivo, sociale ed economico la collettività regionale- annualità 2017”. Un progetto che ha avuto l’obiettivo di realizzare un percorso significativo per i docenti e gli studenti di Istituti superiori, campione della città di Cassino, finalizzato sia alla promozione e allo sviluppo dell’istruzione e della formazione sia all’orientamento delle scelte dei ragazzi.

Al fine di potenziare il successo mediatico dell’evento, il 26 ottobre è previsto l’evento conclusivo in Aula Magna, con l’esibizione “Parole e Musica” del cantautore DENTE, un artista di fama nazionale, tra i più apprezzati dal mondo giovanile. L’esperienza artistica nei suoi diversi linguaggi è stabilmente presente nel panorama culturale dei giovani.

Il sempre maggiore e incisivo approccio multimediale della comunicazione richiede una costante e continua ricerca di sperimentazione di tecniche audiovisive, pertanto, in questo evento conclusivo si realizzerà un video in grado di coniugare arte, formazione, comunicazione e innovazione digitale. Un approccio innovativo e originale in linea con le nuove esigenze della formazione e della comunicazione.

17 Ottobre 2017 0

Ferentino: Bioarchitettura e domotica, il 20 ottobre l’Inbar al Bic Lazio

Di Comunicato Stampa

Tutto pronto per il secondo incontro organizzato dalla Sezione Provinciale Istituto Nazionale di Bioarchitettura – INBAR sezione di Frosinone. Il prossimo 20 ottobre, infatti, presso la sede della BIC LAZIO di Ferentino, è prevista una giornata interamente dedicata al tema della domotica. Dalle 9:00 alle 19:00 i professionisti e gli addetti ai lavori potranno incontrare le imprese del settore: circa 20 realtà aziendali locali, suddivise per aree tematiche, che esporranno dispositivi e prodotti. La novità assoluta sono le scuole – 3 gli istituti tecnici della provincia che prenderanno parte alla manifestazione: l’ITIS Don Morosini di Ferentino, l’ITIS Alessandro Volta di Frosinone e l’ITIS Nicolucci-Reggio di Isola del Liri, insieme a 2 delle maggiori istituzioni culturali del territorio, il Conservatorio di Musica “Licinio Refice” e l’Accademia di Belle Arti di Frosinone, che in questa occasione presenteranno diversi progetti innovativi. Il Presidente dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, Sezione di Frosinone Arch. Sabina Testa dichiara: “L’evento da noi organizzato presso la sede di BIC LAZIO Ferentino è una grande occasione per valorizzare la professionalità e l’imprenditorialità del nostro territorio, in un luogo che fa dell’innovazione e dello sviluppo delle imprese la sua ragione d’essere”.  La manifestazione ha ottenuto il patrocinio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Frosinone e del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Frosinone, riconoscendo i crediti formativi a quanti ne prenderanno parte. Contatti: frosinone@bioarchitettura.it Immagine d’archivio

3 Ottobre 2017 0

Incontri internazionali di poesia, a Campobasso dal 15 al 19 ottobre

Di Comunicato Stampa

A Campobasso in ottobre la prima edizione della rassegna Incontri Internazionali di Poesia: per cinque giorni nel capoluogo molisano si raccoglieranno le principali voci poetiche del panorama mondiale contemporaneo, attraverso il coordinamento nazionale di Loretto Rafanelli che curerà anche le edizioni previste a Bologna e Milano, con la direzione artistica di Valentino Campo. Negli spazi del Palazzo Gil si alterneranno cinque importanti poeti provenienti dall’Africa, dall’Asia, dal Continente americano e dall’Europa. Voci assolute di chiara riconoscibilità internazionale la cui poetica attinge a tematiche di stretta attualità, quali la guerra, la pace, la migrazione di popoli, il mondo islamico, la figura della donna, l’ambiente e le risorse. Ciascuno di essi lo farà dal proprio punto di vista, da una specifica prospettiva geografica e sociale.

Gli Incontri internazionali di Poesia avranno inizio il prossimo 15 ottobre con la presenza di MAHMOUDAN HAWAD, scrittore e pittore tuareg, con la sua poetica del pensiero nomade di cui è erede: “Per il nomade, il pensiero esiste solo quando è in marcia o quando canta; tutto ciò che è nomade deve essere cantato o in cammino per essere veramente tale”. La sua ultima raccolta Poésies, 1985-2015 (2017)è edita da Gallimard.

Il 16 ottobre protagonista della giornata sarà il poeta lussemburghese ma di famiglia italiana, JEAN PORTANTE. La sua è la lingua dello sradicamento: un incessante viaggio da una lingua all’altra, che permette, nella sua poesia, di rinnovare, o meglio di rendere “straniera” la lingua francese. Jean Portante parla anche di foggiare (efaçonner è altro titolo di una delle sue raccolte). Si tratta di foggiare la scrittura, cancellarla un po’, affinché sorga la vera lingua. Storia, biografia e finzione, per districare le trappole della memoria, dell’identità, dello sradicamento, della migrazione, i temi centrali dei suoi libri.

Il 17 ottobre a Campobasso giunge la poesia di MARAM AL MASRI, poetessa siriana, dissidente, esule. Nelle sue opere oltre l’amore, che ha sempre un sapore autobiografico, la solitudine dell’immigrato, la nostalgia della propria terra e la libertà della donna.

Dal Messico il 18 ottobre arriva a Campobasso MARIO BOJÒRQUEZ, scrittore, saggista e poeta di fama internazionale. Nei suoi lavori la misura sillabica, la poesia drammatica, il versetto libero, il versetto bianco: mezzi espressivi per affermare che la poesia è una risposta alla vita.

Infine, per chiudere gli Incontri internazionali di poesia, il 19 ottobre l’importante presenza di YANG LIAN, considerato il più grande poeta cinese vivente. In esilio dopo il massacro di Tienanmen, negli ultimi anni, grazie a un diverso clima ideologico e culturale, Yang Lian è ritornato più volte in Cina, dove le sue opere sono state pubblicate con grande rilievo. Yang Lian ha lavorato in più di 20 Paesi, rappresentando una delle maggiori voci nel panorama letterario, politico e culturale mondiale. Nel 2002 viene candidato per il premio Nobel.

Palazzo Gil, Via Milano Campobasso – Auditorium Arturo Giovannitti Ore 18,30. Ingresso gratuito. Gli Incontri Internazionali di Poesia di Campobasso promuovono la campagna nazionale contro il femminicidio “Non ti amo da morire”, sostenuta da Confcommercio Molise e numerose associazioni locali e nazionali.

22 Settembre 2017 0

“Alla riscoperta della Cavendish Road”, il 1° ottobre torna la camminata tra storia e natura

Di felice pensabene

Cassino – Il primo ottobre torna “Alla riscoperta della Cavendish Road”, la camminata tra storia e natura che si snoda tra la localià Monacato di Caira fino a Montecassino. L’organizzazione è a cura dell’Associazione Cassino città per la Pace e dell’Albaneta Farm di Daniele Miri che è locatario dell’area. Così come ha spiegato il Presidente Angelo Fardelli in conferenza stampa, “la risposta alla richiesta di autorizzazione da parte dell’Associazione Cassino città per la Pace all’Abbazia di Montecassino è stata che la stessa andava inoltrata all’Albaneta Farm. E’ stata quindi decisa una collaborazione, anche perché il fine era esattamente lo stesso e oltre all’autorizzazione necessaria, si è aperta una collaborazione attiva”. La Cavendish Road è un sentiero con una valenza storica notevole, essendo stato costruito dai genieri neozelandesi durante il secondo conflitto mondiale. Oltre ad aver rappresentato un punto strategico bellico, è stato poi percorso dalle donne che fungevano da “logistica” durante la ricostruzione, portando a mano gli arnesi, fino poi a rappresentare un valore religioso perché percorso dai pellegrini in occasione della Pentecoste. Completamente abbandonato e quasi invisibile perché coperto dalla vegetazione, è stato recuperato a partire dal 2012 su iniziativa dell’Associazione Cassino città per la Pace. “Io sono per la meritocrazia – ha spiegato Daniele Miri – è per questo che ho voluto questa collaborazione con chi ha riportato alla fruibilità il sentiero e lo ha fatto poi conoscere a migliaia di persone”. Infatti nelle precedenti tre edizioni, durante l’evento, la Cavendish Road è stata attarversata da circa 550 persone in media ad edizione e tutt’oggi è aperta a molti turisti che salgono da Caira a Montecassino. In collaborazione con la VDS Protezione Civile e il Cai, è sempre dedicata al compianto Gianni Di Luzio al quale è dedicato il Memorial. Angelo Fardelli e Daniele Miri, in occasione della conferenza stampa, hanno diramato il programma che prevede delle tappe durante il percorso con spiegazioni storiche, il pranzo presso l’Albaneta anche con opzione menu vegano, attività per bambini e ritorno con partenza per le 16.00. “La camminata è adatta a tutti – hanno spiegato Fardelli e Miri – invitiamo tutti a partecipare e ad approfittare di queste giornate con temperature miti e sole autunnale per riscoprire la storia, per godere della natura e per trascorrere una giornata in serenità”. Appuntamento 1 ottobre ore 8.30 località Monacato di Caira.

 

14 Settembre 2017 0

Scuola e questura contro il cyberbullismo, a ottobre tavolo tecnico

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – “Al  suono della campanella del nuovo anno scolastico, la Polizia di Stato  risponde presente, predisponendo controlli mirati nelle fasce orarie riguardanti l’entrata e l’uscita da scuola degli alunni, con personale in borghese ed in divisa, in Volante ed in moto”. Lo si legge in una nota della Questura di Frosinone.

“Nell’ambito degli eventi e degli interventi da programmare per il percorso educativo della scolaresca della provincia, di ogni ordine e grado, nell’ottica dell’educazione alla legalità, il Questore dr. Filippo Santarelli ha incontrato il Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco.

L’attenzione si è soffermata, in modo particolare, sulla peculiarità di questo nuovo anno scolastico, caratterizzato dall’entrata in vigore della nuova legge sul cyberbullismo -“Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”- , con tutte le novità previste, a cominciare dal fatto che in ogni istituto scolastico ci sarà un docente referente con il compito di coordinare le iniziative di prevenzione e di contrasto del cyberbullismo anche avvalendosi della collaborazione delle Forze di Polizia, delle associazioni e dei centri di aggregazione giovanile presenti sul territorio.

La Questura di Frosinone, da sempre in prima linea nella lotta contro ogni forma di violenza e di discriminazione, proseguirà con campagne di sensibilizzazione nelle scuole e con le scuole, anche per una maggiore consapevolezza digitale.

A tal proposito, agli inizi di ottobre, sarà convocato in Questura un Tavolo Tecnico con i Dirigenti Scolastici della provincia per programmare un percorso di legalità improntato al rispetto delle regole e dell’altro, in cui gli studenti saranno i protagonisti del progetto finalizzato alla formazione di una  cittadinanza attiva e partecipata.

Buon inizio anno scolastico a tutti … Dirigenti, Docenti, Studenti …. La Polizia di Stato è con Voi”.