Tag: panico

8 Agosto 2019 0

Alcool e violenza a Piedimonte San Germano, in due seminano il panico fuori dal bar

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Alcool e follia a Piedimonte San Germano dove due stranieri, in un bar della località la Volla, hanno seminato il panico dopo aver bevuto a dismisura.

Da una prima ricostruzione parrebbe che i due palesemente ubriachi, usciti dal locale avrebbero cominciato a danneggiare le auto che erano all’esterno.

Immediatamente sono stati allertati i carabinieri che sono arrivati in zona, trovando solamente uno dei due trasportato in ospedale a causa dello stato di ubriachezza. L’altro, invece, si era dileguato ma i militari lo hanno raggiunto a casa. Alla vista degli uomini i divisa l’uomo si sarebbe scagliato contro di loro finendo per essere immobilizzato e arrestato per resistenza.

Ermanno Amedei

2 Agosto 2019 0

In preda ad una crisi di astinenza, 20enne di Ceccano semina il panico in centro a Frosinone

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – In preda ad una crisi di astinenza da cocaina semina il panico per il centro di Frosinone minacciando ed estorcendo denaro a ignari passanti. E’ acacduto questa notte nel capoluocgo ciociaro dove la sala operativa della Questura ha ricevuto una telefonata da un uomo che in preda al terrore diceva di trovarsi all’interno di uno sportello bancomat in quanto è vittima di un estorsore.

Immediato l’intervento della volante sul posto ma il malvivente si era già allontanato con la sua autovettura. Dopo qualche minuto è arrivata una ulteriore chiamata di intervento dal quartiere scalo, dove una coppietta di minorenni, 15 e 16 anni, raccontava di essere stata rapinata da un individuo alla guida di una Golf.

I due giovanissimi unitamente alla prima vittima dell’estorsione hanno fornito una descrizione precisa del malfattore; è lo stesso uomo. Scattano le serrate ricerche e il medesimo viene intercettato in via Marittima a bordo del veicolo segnalato.

Trasferito presso gli uffici della Questura il 20enne residente a Ceccano è stato riconosciuto dalle tre vittime. Dalla ricostruzione del racconto e dei fatti la prima vittima, un 39 enne del capoluogo, ha dichiarato di essere stata fermata per strada dal 20 enne che alla guida della sua autovettura ha simulato di essere rimasto  in panne attirando l’attenzione del succitato al quale con minaccia ha rapinato il portafogli: non soddisfatto dell’importo lo ha costretto a seguirlo e a fermarsi al primo bancomat utile per prelevare altri contanti e consegnarglieli. Successivamente il malvivente accortosi dell’arrivo della squadra volanti si sarebbe dato alla fuga ed incrociata la coppia di minorenni l’avrebbe rapinata dei pochi spiccioli nella loro disponibilità per poi acquistare stupefacente in una delle note piazze di spaccio del capoluogo.

A seguito dei dovuti accertamenti Il 20 enne è stato sottoposto altresì ad esame tossicologico presso il locale Pronto Soccorso risultando positivo alla cocaina e pertanto oltre ad essere deferito all’A.G. per rapina, estorsione e guida sotto l’influenza dell’ alcol, gli veniva ritirata anche la patente di guida.

20 Giugno 2019 0

Momenti di panico a Cassino, 44enne tenta di entrare in stazione con l’auto e poi lancia oggetti contro i carabinieri

Di Ermanno Amedei

CASSINO –  Pomeriggio ad alta tensione ieri a Cassino in un’area compresa tra la stazione ferroviaria e il vicino appartamento di un 44enne noto per ricettazione, detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e guida sotto l’influenza dell’alcool.  I carabinieri sono dovuti intervenire per arrestarlo contestandogli i reati di resistenza a P.U., danneggiamento aggravato, percosse e minaccia aggravata.

Nel corso del pomeriggio l’uomo ha sfondato la vetrata d’ingresso della stazione ferroviaria, dove tentava di penetrare all’interno con la propria autovettura, fuggendo subito dopo presso la propria abitazione sita nei pressi dello scalo ferroviario.

Una volta raggiunto il proprio appartamento, percuoteva la madre 85enne e la sorella 55enne, entrambe con lui conviventi e successivamente, in evidente stato di agitazione, si affacciava al balcone dell’abitazione con intenti suicidi.

Le urla dell’uomo attiravano l’attenzione dei passanti che contattando l’utenza “112”, chiedevano l’intervento  di una pattuglia, immediatamente giunta sul posto.

Alla vista dei militari l’esagitato inveiva frasi minacciose contro gli operanti e i suoi familiari, lanciando numerosi oggetti in vetro e barattoli di vernici in direzione della pattuglia della Sezione Radiomobile intervenuta, che causavano il danneggiamento di alcuni veicoli parcheggiati sotto l’abitazione dell’uomo.

Dopo non poche difficoltà, il 44enne è stato convinto dai militari a desistere dall’insano gesto e pertanto prontamente bloccato. Successivamente l’uomo veniva affidato alle cure del personale del “118” giunto sul posto, che lo trasferiva all’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino, ove veniva ricoverato presso il reparto psichiatria.

Da una perquisizione domiciliare eseguita, è stata rinvenuta una carabina a gas tipo Winchester marca Walther, calibro 4,5, munita di carica e colpi, la cui potenzialità è in corso di accertamento, che veniva sequestrata unitamente ad un grosso coltello utilizzato per minacciare il vicino di casa.

L’uomo stante i presupposti di legge, è stato arrestato e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, piantonato presso il reparto di psichiatria in attesa del rito direttissimo, che verrà celebrato nelle prossime 48 ore.

29 Novembre 2018 0

Fa irruzione nel Cfp di fiuggi e semina il panico tra studenti, fermato 28enne

Di Ermanno Amedei

FIUGGI – Panico, questa mattina, all’interno degli uffici di formazione lavoro della Regione Lazio a Fiuggi. E’ accaduto alle 8.30 circa quando un 28enne di Alatri con problemi di stabilità mentale, ha fatto irruzione nei locali e, dopo aver preso con forza il direttore dell’istituto, lo ha trascinato all’interno di un aula ove vi erano 20 studenti.

Il 28enne in evidente stato di alterazione e senza armi, ha anche strattonato una studentessa ordinando agli altri di non muoversi. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Fiuggi comandata dal maresciallo Raffaele De Somma e coordinati dal colonnello Fabio Cagnazzo che unitamente a personale commissariato di polizia di Fiuggi hanno fatto irruzione.

I militari di Fiuggi dopo aver usato spray al peperoncino in dotazione, con l’aiuto degli agenti hanno immobilizzato il giovane. Uno dei carabinieri ha riportato una contusione ad una gamba, così come due poliziotti. Dei ragazzi, solo la studentessa si trova ospedale per lievi contusioni. Il 28enne dopo essere stato sedato da personale medico è stato portato presso ospedale di Frosinone reparto psichiatrico.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

23 Settembre 2018 0

Inseguimento sulla Casilina, 33enne ucraino semina il panico e ferisce due carabinieri

Di Ermanno Amedei

PIEDIMONTE SAN GERMANO –  Semina il panico sulla Casilina e, inseguito dai carabinieri, sperona l’auto dei militari per tentare di buttarli fuori strada. Pder questo, una volta fermato e immobilizzato, un 33enne Ucraino ma residente a Piedimonte è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a P.U., danneggiamento e rifiuto di sottoporsi ad esami alcolemici.

IL FATTO

I carabinieri della compagnia di Cassino, mentre stavano perlustrando la località Volla a Piedimonte San Germano, hanno notato sopraggiungere nel senso opposto di marcia un’autovettura di colore scuro, per cui si sono posizionati in modo da intimargli l’alt in sicurezza. Il conducente, notato l’autovettura con i colori d’istituto, incurante dell’alt impostogli, ha accelerato, dirigendosi verso il centro abitato di Piedimonte San Germano, inseguito dai Carabinieri. Una volta giunto, sulla SR Casilina, ha imboccato a folle velocità la direzione per Cassino percorrendo contromano una rotonda ove alcuni automobilisti, per evitarlo, sono stati costretti ad accostare nella cunetta.

Nel corso dell’inseguimento, nonostante l’uso dei lampeggianti e sirene dei militari, il conducente, una volta affiancato, con una brusca sterzata ha colpito nella fiancata destra l’autovettura militare al fine di farla uscire fuori strada e sfuggire al controllo, continuando la fuga verso il casello autostradale di Cassino, venendo successivamente bloccato solo quando lo stringevano verso una cunetta. Una volta fermata la corsa dell’auto, l’uomo, nel tentativo di darsi alla fuga, si è scagliato contro gli operanti venendo però immobilizzato. L’arrestato, dopo essere stato accompagnato presso l’ospedale di Cassino per essere sottoposto ad esame alcolemico al quale si rifiutava categoricamente, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima. Nell’occorso, i militari operanti, refertati dall’Ospedale di Cassino, hanno riportato lesioni traumatiche giudicate guaribili in 10 giorni.

11 Settembre 2018 0

Giovane straniero semina il panico in centro a Cassino

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Ha seminato il panico tra largo Dante e piazza Garibaldi a Cassino fin dentro la stazione ferroviaria.

A scuotere il torpore del tranquillo pomeriggio di Cassino é stato un 20 straniero che dalla rotatoria di Largo Dante, infrangendo bottiglie di vetro e urlando contro i passanti, si é diretto alla stazione ferroviaria dove é stato raggiunto da una pattuglia dei carabinieri.

Nonostante gia ferito ad un braccio e medicato, ha opposto resistenza fino a quando é stato immobilizzato e affidato alle cure degli operatori del 118 per un probabile tso.

Ermanno Amedei

27 Luglio 2018 0

Bambina di un mese rischia di morire soffocata, momenti di panico a San Vittore del Lazio

Di Ermanno Amedei

SAN VITTORE DEL LAZIO – Attimi di vero terrore quelli vissuti oggi pomeriggio a San Vittore del Lazio quando una bambina di appena un mese ha rischiato di morire soffocata.

Tutto è accaduto alle ore 18 circa in via Castello dove, forse a causa di un rigurgito la bambina ha smesso di respirare diventando cianotica.

Tra i primi ad intervenire è stato un sanvittorese residente all’estero tornato per alcuni giorni di vacanza, che gli ha fatto una prima manovra.

Subito dopo è arrivato un medico e poi l’ambulanza del 118 ma, per fortuna, la piccola già respirava. E’ stata quindi trasportata in ospedale per accertamenti.

Ermanno Amedei

10 Maggio 2018 0

Ubriaco alla guida di un tir semina il panico sulla Cassino Sora, arrestato 30enne

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Si spostava da destra a sinistra, zigzagando sulla superstrada Cassino Sora generando il panico tra gli automobilisti in transito. Il grosso camion con targa straniera invadeva la corsia di marcia opposta e i conducenti di altre auto erano costretti a manovre azzardate per evitare l’impatto. Una situazione che non ha tardato ad arrivare alla centrale dei carabinieri della compagnia di Cassino e unapattuglia è arrivata sul posto.

Il conducente dell’autoarticolato, allo scopo di eludere i controlli, si è opposto ai ripetuti “alt” intimati dagli uomini del capitano Ivan Mastromanno continuando la marcia a velocità sostenuta, effettuando pericolose manovre sia nei confronti degli utenti della strada che dei militari. I carabinieri sono riusciti a bloccare l’autocarro nei pressi del Hotel del Sole, a Cassino ed il conducente, identificato in un 30enne, cittadino ucraino, dipendente di una società di trasporti polacca, si è mostrato in evidente stato di ubriachezza. Lo stesso, pertanto, è stato sottoposto ad alcoltest che ha evidenziato un tasso alcolico di quasi sei volte superiore al limite previsto dalle vigenti normative. Il 30enne è stato pertanto tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale nonché, deferito in stato di libertà per la guida in stato di ebbrezza con il conseguente ritiro della patente di guida.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

16 Aprile 2018 0

Seminano il panico in centro a Cassino con macchina rubata, denunciati 4 campani

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Fuggono per le strade del centro di Cassino imboccando sensi unici ad altissima velocità. E’ accaduto questa notte quando alcuni malviventi hanno tentato la fuga inseguiti da carabinieri e polizia. Una volta presi, un 32enne, un 36enne, un 39enne ed un 42enne residenti a Casoria (Na) sono stati denunciati per furto aggravato in concorso e resistenza a P.U., tutti già censiti per furto di autovettura.

Nel corso della nottata, una pattuglia della sottosezione di Polizia Autostradale di Cassino, in servizio lungo l’autostrada del sole in direzione sud, ha intimato “l’alt” al conducente di una Golf di colore grigio, che incurante di ciò si è dato a una rocambolesca fuga fino al casello autostradale di San Vittore del Lazio, dove forzava la sbarra in plastica e continuava la fuga in direzione di Cassino.

Alle ricerche hanno partecipato anche i militari dell’Aliquota Radiomobile che predisponevano un posto di controllo sulla S.R. 6 Casilina, in prossimità di un noto supermercato.

Poco dopo l’attivazione del citato posto di controllo, sopraggiungeva a forte velocità la Golf alla quale è stato intimato nuovamente “l’alt” dal capo equipaggio. Anche in questo caso, il conducente dell’autovettura accelerava la marcia non fermandosi e dirigendosi verso il centro abitato di Cassino ove, imboccando anche contromano alcune strade a senso unico di marcia, riusciva a far perdere le proprie tracce.

Poco dopo, gli stessi militari hanno rinvenuto, abbandonata in quella via Del Carmine, la Golf in questione che dagli accertamenti risultava essere stata asportata nella capitale ai danni di un cittadino del posto.

Nel corso delle ricerche del fuggiasco, i militari operanti, unitamente a personale del Commissariato di P.S. di Cassino, hanno intercettato una Volkswagen Tiguan con a bordo quattro soggetti, che risultavano essere censiti proprio per furto di autovetture. Nella circostanza gli stessi, hanno assunto un atteggiamento insofferente al controllo, per cui sono stati accompagnati in ufficio per ulteriori accertamenti. Sopraggiunto poco dopo presso il Comando Compagnia di Cassino, il personale della Polizia Autostradale che aveva proceduto al controllo durante la notte, ha riconosciuto senza ombra di dubbio tra i quattro fermati il conducente della Golf datasi alla fuga.

Per quanto sopra, i quattro campani sono stati denunciati in stato di libertà e l’autovettura restituita all’avente diritto. Inoltre, stante i presupposti di legge, i sopracitati, sono stati proposti per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Cassino per anni 3.

 

8 Settembre 2017 0

Sora: Individuati gli ultras che seminarono il panico in un club del Frosinone lo scorso 3 settembre

Di Comunicato Stampa

Alle prime luci dell’alba di oggi è stata condotta un’operazione dagli uomini della Digos della Questura di Frosinone e dell’Arma dei Carabinieri – Comando Compagnia Carabinieri di Alatri. Sono state eseguite perquisizioni nei confronti di una frangia di ultras violenti del Sora che, lo scorso 3 settembre, si è resa responsabile di un raid vandalico presso la sede di un club fidelizzato del Frosinone Calcio. Come ricostruito dagli inquirenti, una ventina di tifosi del Sora, di ritorno dalla trasferta di Alatri, dove la loro squadra aveva debuttato per la prima giornata del campionato di Promozione, con un atto premeditato e coordinato, sono giunti nei pressi dell’obiettivo da colpire incappucciati e, in 1 minuto e 55 secondi , hanno seminato il panico. Prima il lancio di alcune bottigliette, poi i violenti hanno preso a calci le sedie ed i tavolini che erano all’esterno dell’attività commerciale adiacente al club, oltre a fioriere e panchine, rivolgendo anche insulti e minacce contro i tifosi giallazzurri. Dopo il danneggiamento si sono dati precipitosamente alla fuga a bordo di autovetture lasciate intenzionalmente parcheggiate ad una certa distanza dal luogo del danneggiamento. Filmati di videosorveglianza e risultanze testimoniali hanno permesso di individuare i componenti del “branco”, facendo emergere in modo particolare gravi indizi di colpevolezza nei confronti di 5 ultras. Tutti residenti a Sora , di età compresa tra i 23 ed i 42 anni.