Tag: piccoli

27 Febbraio 2019 0

Aggredisce e violenta una madre davanti ai piccoli, arrestato 32enne

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Poliziotti della Squadra Mobile e della Squadra Volante della Questura di Frosinone hanno dato esecuzione all’ordinanza della misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Frosinone, nei confronti di un 32enne residente ad Anagni. L’uomo si era reso responsabile di violenza sessuale e violazione di domicilio: la vittima una giovane madre, originaria di un paese dei Monti Ernici, che aveva raccontato la triste vicenda agli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. L’uomo, che si era introdotto con una scusa nella casa della giovane donna, aveva messo in atto i suoi intenti, incurante della presenza dei figli minori che hanno purtroppo assistito all’aggressione. In sinergia con la Squadra Mobile scattavano tempestive indagini. In particolare audizioni protette dei minori con personale specializzato della 2ª Sezione – Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali – e del Direttore Tecnico Superiore Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi hanno permesso di ricostruire uno scenario “sconcertante”. Ieri l’epilogo, con l’applicazione dei domiciliari, per il “concreto e rilevante pericolo di reiterazione dei delitti della stessa specie”.

1 Giugno 2018 0

Scuola elementare San Silvestro; piccoli “mastri burattinai” insegnano ai grandi il valore delle cose semplici

Di felice pensabene

CASSINO – Il gran caldo non ferma la ‘Passione’ di bimbi e maestre che nel cortile assolato della scuola elementare hanno portato in scena lo spettacolo di fine anno. Vincono i bambini, i 35 alunni delle classi prime del plesso San Silvestro di Cassino si sono definitivamente lasciati alle spalle il debutto alle elementari  con uno spettacolo in cui si sono inventati mastri burattinai per insegnare ai più grandi il significato delle cose più semplici. A come amicizia, B come bacio, C come carezza, D come Dono, E è l’emozione di un lavoro con passione. Quella che ha vinto nello spettacolo della 1 A e della 1 B, coordinato dalle insegnanti Annamaria Sidonio, Olga Mauro, Valentina Cunto, Barbara Gradini, Annamaria Verrecchia, Isabella Delicato, Rossana Evangelista che sono riuscite a superare i consueti ostacoli dettati da un sistema scolastico lacunoso che avrebbe bisogno di strutture più accoglienti e adeguate agli sforzi, massimi, profusi tra le aule durante l’anno da insegnanti, tirocinanti e bambini.

E la preside Vincenza Simeone ha sottolineato proprio come negli ultimi 20 anni il plesso che dirige, facente parte del III Istituto Comprensivo cassinate, abbia fatto passo da gigante, spogliandosi innanzitutto di quella veste periferica cui è stato relegato per troppo tempo. Scuola d’eccellenza, oggi il plesso può contare su una lunga serie di ammodernamenti anche se tante ancora sarebbero le possibilità di crescita.

Una palestra, uno spazio adeguato dove bimbi e ragazzi possano svolgere attività sportive e ludiche, realtà che al momento mancano presso l’istituto. Un cortile, ovviamente freddo d’inverno e assolato nei mesi primaverili: questa l’unica realtà su cui studenti e insegnanti possono contare per svolgere quelle attività che vanno al di là della consueta didattica tra i banchi.

Ma la passione, quella che ha caratterizzato la manifestazione di fine anno, ha vinto, anche sugli ostacoli contingenti. Il sole, bollente di questi giorni, non ha scalfito il lavoro dei bambini, delle maestre e l’entusiasmo dei tanti che hanno partecipato alla festa . Perché lo spettacolo si è concluso con un grande balletto finale che ha coinvolto nonni, genitori, zii, fratelli e sorelle, ‘rapiti’ dall’entusiasmo e dalla passione degli alunni più piccoli dell’elementare San Silvestro.

E già si pensa al prossimo anno. Non si esclude una collaborazione con Exodus. L’importante realtà cassinate si è dichiarata disponibile ad aprire le sue porte agli studenti della scuola San Silvestro per ospitarli nelle manifestazioni che, per carenze strutturali, non trovano adeguati spazi nel plesso di Cassino. Ma c’è ancora un anno di tempo per stringere ancor di più i rapporti con la comunità di recupero dove i bambini sono spesso ospiti a contatto con la natura e gli animali, improvvisandosi apicoltori, allevatori, giardinieri e cuochi, sotto l’occhio vigile di insegnanti e operatori della comunità.

3 Luglio 2017 0

VIDEO – Topini di stazione a Roma Termini, piccoli roditori tra i binari incuriosiscono i viaggiatori

Di Ermanno Amedei
Roma – Colonie di piccoli roditori “pascolano” tra i binari della stazione Termini. Sempre affollata di turisti e pendolari in attesa della partenza dei treni, la maggiore stazione d’Italia è abitata da più colonie di ratti, ciascuno per ogni binario. Si tratta di piccoli topi che incuranti del frenetico via vai di alcuni viaggiatori o sotto gli occhi di altri in paziente attesa, con scatti repentini, tra un binario e una traversina, cercano residui di merendine su un tappeto di cicche di sigarette. Sono decine e sono diventati a loro insaputa una inusuale forma di intrattenimento che distoglie i pendolari dal fissare il pannello luminoso degli orari delle partenze e degli arrivi. Senza ombra di dubbio sono i più fotografati e ripresi della stazione. La gente li osserva incuriosita, li fotografa e, data la distanza da essi, li definisce anche teneri e simpatici. Quando l’attenzione si fa troppo insistente, con pochi velocissimi movimenti, scompaiono nelle fessure del cemento delle banchine. La prudenza li caratterizza e, forse, ne rende tollerabile la presenza. Nessuno ricorda, infatti, di averli mai visti uscire dai fossati dei binari e avvicinarsi alle persone. In quel caso, la simpatia e la tolleranza per loro verrebbe certamente meno. Ermanno Amedei 

17 Giugno 2017 0

Chinghiali, mamma e due figli piccoli feriti nello schianto a Roccasecca

Di Ermanno Amedei

Roccasecca – A chi non avesse ancora chiaro che quello dei cinghiali è un rischio reale e tangibile raccontiamo l’ennesimo episodio, questa volta accaduto a Roccasecca. Ieri sera in via Panniglia, una giovane madre con i suoi due figli piccoli, stava tornando a casa quando l’impatto con una macchia scura sull’asfalto è stato inevitabile.

La donna ha tentato di evitare lo scontro tentando un brusco cambio di traiettoria ma tutto è stato inutile. Il cinghiale è rimasto ucciso, mentre la conducente dell’auto e i suoi figli hanno riportato ferite giudicate lievi.

Purtroppo l’episodio non è nuovo e i rimedi da porre si perdono nei confronti tra chi deve intervenire e gli animalisti. Intanto la gente, sulle strade, continua a corre rischi seri.

Ermanno Amedei

15 Gennaio 2017 0

Incidente a San Giorgio, ferita madre e due figli piccoli

Di Ermanno Amedei

San Giorgio a Liri – Tragedia sfiorata questa mattina a San Giorgio a Liri in un incidente stradale che ha visto coinvolta una Fiat Panda e una Ford Focus. Nell’utilitaria finita fuoristrada,

Viaggiava una madre con i due figli piccoli. Lo schianto è avvenuto poco prima di mezzogiorno sulla superstrada Cassino Formia e sul posto sono arrivati carabinieri e i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino che hanno liberato la donna e i bambini dalla macchina affidandoli agli operatori del 118.

Trasportati in ospedale sono mantenuti in osservazione ma le condizioni non sarebbero gravi.

Ermanno Amedei

1 Giugno 2010 1

Via al decreto per la riconversione dei piccoli ospedali

Di Comunicato Stampa

La Regione Lazio pensa al riordino della rete ospedaliera e ieri, Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, nella sua veste di commissario alla sanità della Regione Lazio ha firmato un decreto relativo alla riconversione di ospedali minori in presidi di assistenza distrettuale. “Si darà pertanto mandato alle Asl – si legge nel decreto – entro il 31 dicembre 2010, al trasferimento ad altri presidi pubblici dell’attività per acuti attiva presso i seguenti ospedali: Civile di Ceccano, Antonio e Carlo Cartoni (Rocca Priora), S. Giovanni Battista (Zagarolo), Centro Paraplegici Ostia, Luigi Spolverini (Ariccia). Le Direzioni Aziendali dei presidi pubblici alle Asl di Latina, Viterbo e Rieti dovranno inoltre procedere, entro il 31 dicembre 2010, al trasferimento in altri presidi pubblici di tutta l’attività per acuti degli stabilimenti di poli ospedalieri elencati: ospedale di Sezze, ospedale di Gaeta, ospedale di Montefiascone, ospedale di Ronciglione, ospedale di Amatrice. Gli interventi sopra descritti determinano la disattivazione dell’attività per acuti presso 10 ospedali. Le Asl dovranno altresì provvedere a presentare un piano di eventuale riutilizzo dei locali ospedalieri per assistenza distrettuale carente in relazione al fabbisogno delle popolazioni locali. Ulteriori riconversioni saranno valutate e ricomprese nei successivi atti di riordino da emanarsi nel corso del 2010”.

6 Aprile 2010 0

Nascita ‘in diretta’ dei piccoli di una coppia di falco pellegrino

Di felice pensabene

Stamattina all’alba, nel parco dei Castelli romani, è arrivato un piccolo candido pullo, figlio della coppia di falchi pellegrini che abita il nido monitorato 24 ore su 24 dalle telecamere alimentate a energia solare. Tutto ripreso dalle webcam. Ora si attende che altre due uova si schiudano, mentre i falchi adulti provvedono all’alimentazione dei primo dei tre piccoli attesi. Il nido dei falchi pellegrini si trova sulle coste del lago di Albano. E anche quest’anno la specie è tornata a nidificare nella zona protetta, sempre sotto l’occhio attento delle telecamere che trasmettono in diretta le immagini dal nido sul sito www.parcocastelliromani.it. Il falco pellegrino, predatore al vertice della catena alimentare, indica con la sua presenza il buono stato di salute di un ecosistema. Dal 1995 il Parco segue da vicino questa coppia e, negli ultimi anni, per aumentare il livello di tutela e sensibilizzazione dei cittadini, sono state installate le telecamere. Dopo giornate un po’, statiche nelle quali femmina e maschio si sono alternati nella cova delle tre uova, ora c’è un grande fermento nel nido che aumenterà ancor di più con la prossima nascita degli altri due falchi. Il falco pellegrino caccia esclusivamente uccelli catturati in volo e in questa fase il piccione è la preda di elezione. Il padre si getta nella caccia e porta le prede nel nido, la femmina distribuisce il cibo.

27 Febbraio 2010 0

Progetto “Amico Libro”, insegnare ai più piccoli il piacere alla lettura

Di Comunicato Stampa

“Amico Libro, la musica delle parole e le parole della musica” è il nome del progetto iniziato oggi pomeriggio a Lanciano (Ch) e realizzato dal secondo circolo didattico. Il primo dei sei appuntamenti si è svolto nella sala Mazzini e ha visto la partecipazione di un folto pubblico composto da alunni e docenti. Il progetto è rivolto a 690 bambini di scuola per l’infanzia ed elementare oltre che nei sei appuntamenti troveranno tutto posto all’interno della sala comunale per ascoltare l’attrice e narratrice Paola Mantini accompagnata dal musicista e compositore Marco Pellicciotta. Si tratta di un laboratorio di letteratura animata per bambini, genitori e insegnanti. “E’ un momento di verifica per letture svolte già in classe – ha dichiarato il dirigente scolastico del secondo circolo didattico Annamaria Sirolli – o per nuovi lavori che si affronteranno nel corso dell’anno e, comunque sia, far percepire agli alunni la lettura come un piacere”. All’iniziativa che si ripeterà il 4, l’11, il 18, il 23 marzo e l’8 aprile ha collaborato l’assessorato alla cultura di Lanciano e alcune librerie che hanno fornito materiale didattico e sconti su libri di narrativa per giovani. Er. Amedei

21 Novembre 2009 0

Telefono azzurro in piazza a difesa dei più piccoli

Di Comunicato Stampa

Oggi e domani, i volontari di Telefono Azzurro saranno presenti in 1500 piazze italiane con l’offerta di candele, per la tradizionale campagna nazionale “Accendi l’Azzurro”. Anche l’associazione di solidarietà sociale ‘Umanize Organization’, rappresentata dal presidente Paolo Sabetta, sarà presente a San Giovanni Incarico con i suoi volontari con uno stand in Piazza Regina Margherita, sostenendo l’iniziativa. Quest’anno la campagna ha un significato speciale: cade infatti nei giorni in cui ricorre il 20° anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York: la Convenzione rappresenta lo strumento normativo internazionale più importante e completo in materia di promozione e tutela dei diritti dell’infanzia, uno strumento basilare per l’attività che ogni giorno Telefono Azzurro conduce nella società italiana e che l’ha portato negli ultimi anni a veder riconosciuta la validità del proprio modello anche a livello internazionale. Basta un piccolo gesto per sostenere Telefono Azzurro che ormai da ventidue anni dedica il suo impegno alla prevenzione degli abusi e dei maltrattamenti sull’infanzia e per dire NO alla violenza sui bambini. Si potrà così contribuire al potenziamento delle sue linee telefoniche, l’ 19696 e il 199.15.15.15, il cuore di Telefono Azzurro che nel tempo ha saputo trasformarsi in un’organizzazione innovativa, fatta di progetti concreti ma che mantiene nell’ascolto, nell’intervento e nell’aiuto all’infanzia la sua linfa vitale.