Tag: Picinisco

7 Aprile 2017 0

Picinisco dice no alla riforma dei Parchi

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Picinisco – No, all’unanimità, del consiglio comunale di Picinisco alla riforma dei parchi, in discussione alla Camera dei Deputati e già approvata al Senato, che prevede l’inasprimento dei vincoli ai territori contigui al Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, come gran parte di quelli ricadenti nel comune di Picinisco.

“Se la riforma dovesse passare anche alla Camera  – evidenzia il sindaco Marco Scappaticci –  sarebbe il suicidio della nostra economia che, nel pieno rispetto della tutela ecologica ed ambientale dell’ecosistema del nostro territorio, si fonda sull’attività delle aziende agropastorali, sul turismo naturalistico e sulla caccia.

Queste attività, e le loro ricadute economiche sul paese, sarebbero gravemente compromesse dall’attuazione dei vincoli sulle aree contigue al Parco, per questo il Consiglio Comunale si è espresso decisamente contro questa prospettiva. Il nostro è un paese montano, e territorialmente emarginato, privo quindi delle tante opportunità di sviluppo economico e sociale su cui possono contare altre comunità, e non possiamo  correre il rischio di vedere minacciate le attività attualmente esercitate nel territorio”.

 Tra l’altro, la riforma sta procedendo senza la cooperazione ed il raccordo con gli enti locali, come previsto invece dalla legge quadro sulle aree protette (394/91).

Per questo, il consiglio comunale ha deliberato che Picinisco “non conferisce alcun assenso alla istituzione, designazione o delimitazione di un’area contigua sul proprio territorio comunale; si oppone alla nuova formulazione già approvata dal Senato e richiede il mantenimento della precedente previsione costituzionale sulla sua costituzione/delimitazione da farsi solo con il consenso/assenso del Comune”.

L’assemblea civica, cosciente dell’importanza di conservare e salvaguardare alcune aree, si e impegnata autonomamente a designare apposite aree Wilderness come a suo tempo già accettate e concordate dalla precedente presidenza del Parco.

23 Marzo 2017 0

Aggredisce la ex e si scaglia contro i carabinieri a Picinisco, arrestato 41enne

Di Ermanno Amedei
Picinisco – Ha aggredito, insultato, minacciato la sua ex che non ne voleva sapere di tornare insieme. Per questo, oggi, i carabinieri di Picinisco hanno arrestato un 41enne campano per atti persecutori nei confronti di una 32enne di Picinisco, sua ex convivente. L’uomo, non accettando la fine della loro relazione, aveva da tempo iniziato a vessare la donna con insistenti telefonate e minacce. Già nella serata di ieri si era presentato presso la sua abitazione, urlando e minacciando sia la vittima che i propri familiari. Questa mattina poi, tornato nuovamente presso il domicilio della vittima, ha cercato ancora di avvicinarla e quest’ultima, impaurita, è stata costretta a rinchiudersi nella propria autovettura nel timore di essere aggredita. L’uomo, per nulla rassegnato, ha iniziato ad inveire contro di lei, colpendo con calci la portiera dell’autovettura, minacciando e insultando la madre della donna intervenuta dopo aver udito le urla della figlia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Picinisco e il 41enne, alla vista dei militari ha tentato di allontanarsi per poi spintonarli quando è stato bloccato. Ha anche strappato la giacca della divisa di uno degli operatori. Per questo, oltre allo stalking gli è stata contestata anche la resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’arrestato è stato associato ai domiciliari.
4 Marzo 2017 0

Picinisco celebra i suoi primi mille anni di storia

Di Ermanno Amedei

Picinisco – Mille anni di storia e la comunità di Picinisco si prepara a festeggiare lo straordinario traguardo.  La nascita di un borgo in questo territorio ha radici molto antiche, precedenti al 6 marzo 1017, la data a cui risale il primo documento ufficiale in sui è riportato il nome di Picinisco e di cui si celebrano quest’anno i mille anni.

Si tratta di una preziosa pergamena che attesta la restituzione, all’Abbazia di Montecassino, della chiesa di S. Valentino, posta nell’omonima contrada oggi conosciuta come Immoglie.

Questa antichissima chiesa, era nota fin dall’894 d. C., ed è la prima chiesa del territorio di Picinisco, luogo dove esisteva una comunità benedettina e dove cominciarono a diventare “stanziali” i pastori che raggiungevano questo territorio per la transumanza delle loro greggi.

Domenica 5 marzo, l’Amministrazione Comunale, in concomitanza dell’apertura della Porta Santa nella chiesa di San Lorenzo, apre le celebrazioni del “Millenario”, che si terranno nel corso dell’anno.

“I piccoli comuni sono una risorsa da preservare e valorizzare – afferma il sindaco Marco Scappaticci – possono vantare una storia millenaria e ricca di storia: come Picinisco che quest’anno celebra il millesimo anniversario del ‘Privilegio’ dei Principi di Capua Paldolfo IV e Paldolfo II, fratelli regnanti, che il 6 marzo 1017 restituirono all’Abbazia di Montecassino la Chiesa di San Valentino.

E’ il più antico documento ancora esistente sulla storia di questo territorio, a quel tempo chiamato Piczinisci appartenente alla Contea di Comino.

Nel Consiglio comunale decreteremo ‘Picinisco Comune Millenario’ e nel corso dell’anno organizzeremo eventi a tema per ricordare le radici, la storia, le tradizioni di Picinisco ed anche i personaggi che con le loro capacità hanno dato lustro ad un territorio unico ed accogliente”.

Il programma si apre alle ore 8,30 nella località Immoglie, nei pressi della chiesa di S. Valentino, dove sarà scoperta una targa ricordo.

Alle ore 10,00, nella Sala Multimediale del Parco Montano, si terrà un Consiglio Comunale nel corso del quale sarà deliberata la definizione di “Picinisco Comune Millenario”, alla presenza del prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, del vescovo Antonazzo, delle massime autorità politiche e militari, dei cittadini e dei turisti.

 

Subito dopo, nell’aiuola del Parco Montano, si procederà allo scoprimento della “Pietra della Memoria” su cui è apposta una lapide a ricordo dell’evento storico, e tutti i presenti potranno apporre la loro firma sul “Registro del Millenario”.

I partecipanti, accompagnati dal Corte Storico Terra Sancti Benedicti di Montecassino e dai cavalieri del santo Sepolcro, si sposteranno poi nella Chiesa di San Lorenzo, dove il vescovo Antonazzo presiederà una messa solenne e procederà all’apertura della Porta Santa.

La giornata si chiuderà in piazza Capocci, con l’esibizione del Corteo Storico.

Le celebrazioni del Millenario di Picinisco si protrarranno nel corso dell’anno con una serie di eventi storico-culturali sugli aspetti più importanti di storia, cultura e tradizioni attraverso le quali Picinisco, forte del suo nobile passato, si avvia a percorrere la strada del futuro.

6 Aprile 2016 0

Precipita con il parapendio a Picinisco, giovane illeso: “Mi sento miracolato”

Di Ermanno Amedei

Picinisco – “Mi sento Miracolato”, è quello che avrebbe detto agli operatori della centrale del 118 di Frosinone, oggi pomeriggio, il giovane caduto con il parapendio nella zona di Prati di Mezzo a Picinisco. L’allarme è stato lanciato poco prima delle 18 dallo stesso (s)fortunato “Icaro”. Un incidente e il suo sogno di volare si stava trasformando nell’incubo di morire. Illeso, con i piedi a terra, ha lanciato l’allarme anche perché era disperso tra le montagne. Vigili del fuoco e operatori del 118, lo hanno cercato seguendo la traccia del telefono cellulare raggiungendolo nei pressi di Prati di Mezzo.

Er. Amedei

leggi articolo precedente

6 Aprile 2016 0

Cade con il parapendio, uomo ferito e disperso tra Picinisco e San Biagio

Di Ermanno Amedei

Picinisco (Fr) – È caduto con il parapendio in una zona impervia tra San Biagio Saracinisco e Picinisco. Sono in corso operazioni di soccorso per individuare e soccorrere l’uomo rimasto ferito. Alle operazioni di soccorso partecipano vigili del fuoco operatori 118 e protezione civile. Ci si affretta nel portare a compiomento le operazioni di salvataggio anche per l’arrivo della notte che renderebbe tutto più complesso.

Er. Amedei

Articolo successivo

4 Febbraio 2010 0

REGIONALI 2010 / Frosinone – Abbruzzese incontra i cittadini di Picinisco

Di Comunicato Stampa

Dal comitato elettorale riceviamo e pubblichiamo: Sta riuscendo nel suo intento, il candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, che in questi giorni sta girando in lungo ed in largo per incontrare e confrontarsi con il maggior numero di abitanti della Provincia di Frosinone. Ieri sera (3 febbraio) l’esponente politico del Popolo della Libertà ha parlato a cittadini, simpatizzanti del Pdl e imprenditori, provenienti dal comprensorio del Comune di Picinisco. L’appuntamento politico-elettorale, iniziato intorno alle ore 20, si è svolto all’interno della pizzeria “Bellavista”. Hanno preso parte all’incontro anche il primo cittadino del centro della Valcomino, Giancarlo Ferrera, il vice sindaco, Riccardo Mancini, il consigliere comunale, Franco Frisone, e l’assessore Marco Scappaticci. Nel corso della serata, diversi sono stati gli argomenti che il capogruppo provinciale del Popolo della Libertà, Mario Abbruzzese, ha trattato alla presenza di una cinquanta di persone intervenute. Ad introdurre il candidato alle prossime regionali del 28 e 29 marzo è stato l’assessore municipale Scappaticci, che ha ricordato ai presenti: “Abbruzzese è l’unico politico della nostra zona ad avere le carte in regola per ricoprire un importante incarico come quello di consigliere regionale. Conosce bene il nostro territorio – ha sottolineato nel suo intervento – e sa bene come muoversi per portare ricchezza nella Valcomino”. Anche il primo cittadino e gli altri esponenti politici, nei loro interventi, hanno evidenziato l’importanza di puntare su un candidato espressione del sud della Provincia di Frosinone. “Ad abbruzzese – ha ribadito Scappaticci – va tutto il nostro sostegno, perché lo reputiamo un politico valido e capace, che nella sua esperienza amministrativa ha sempre dimostrato di essere vicino alle reali esigenze dei cittadini”. L’attestato di stima e fiducia dato dagli amministratori di Picinisco è solo l’ultimo, ma solo in ordine di tempo, che in queste settimane Mario Abruzzese ha raccolto nel suo serrato tour elettorale. “La Valcomino, non smetterò mai di ripeterlo, è una delle aree della nostra Provincia che, per caratteristiche morfologiche ed ambientali, ma anche per il suo grande bagaglio culturale, può diventare una zona a vocazione turistica. Il nostro impegno, una volta in Regione – ha detto Mario Abbruzzese ai cittadini presenti – sarà quello di destinare più fondi possibili per la creazione di infrastrutture da mettere a disposizione degli imprenditori della Valle. Ma non dobbiamo nemmeno perdere di vista le aziende che lavorano nel settore agricolo e della trasformazione dei prodotti caseari, un’ulteriore risorsa del territorio, che va sicuramente potenziata, allo scopo di creare nuova occupazione e quindi benessere per decine di famiglie della Valcomino”.