Tag: piromane

22 Luglio 2019 0

Piromane sorpreso ad appicare il fuoco in una ditta di Casalvieri, arrestato

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASALVIERI – I Carabinieri delle stazioni di Alvito e Casalvieri hanno arrestato un 20enne incensurato di Casalvieri, sorpreso ad appiccare un incendio all’interno del sito dell’ex ditta “Cava S.Maria”, di Alvito, in località Santa Maria.

Il piromane era da qualche tempo “attenzionato” dai militari, in quanto sospettato di aver dato fuoco a diversi terreni negli ultimi mesi, senza per fortuna causare grossi danni solo grazie alla pronta reazione dei proprietari nello spegnimento.

Durante la stesura degli atti, il reo ha confessato di essere l’autore di altri analoghi episodi incendiari.

10 Maggio 2017 0

Si costituisce a Cassino il piromane della palma di Isola del Liri

Di Ermanno Amedei

Cassino – Ha bussaro al Commissariato di Cassino e ha raccontato come, inavvertitamente e involontariamente, avrebbe appiccato il fuoco alla palma incendita nella notte tra il 6 e il 7 maggio nei pressi della chiesa di San Lorenzo Martire a Isola del Liri. Si tratta di un 30enne della zona che ha fornito agli inquirenti una sua versione dei fatti. Avrebbe accusato un malore e ha deciso di fermarsi in quella zona, su una panchina, in compagnia di altre persone.

Nel frangente, sarebbe stato assalito da un impellente bisogno fisiologico  che lo ha spinto ad allontanarsi dal gruppo e a cercare un luogo più appartato.

Proprio in prossimità della palma, l’uomo avrebbe deciso di accendersi una sigaretta e complice il  fogliame secco, in pochissimi istanti, è divampato l’incendio.

Preso dal panico, sarebbe poi fuggito mentre i presenti hanno chiamato i Vigili del Fuoco.

Nei suoi confronti è scattata la denuncia anche se si è reso comunque disponibile a risarcire i danni, compresa la ricollocazione di un albero di palma nello stesso luogo.

28 Settembre 2009 0

Incendi misteriosi, piromane in manette

Di Comunicato Stampa

Il fenomeno dei misteriosi incendi a Giulianova (Te) sembra essere stato risolto dai carabinierm che hanno arrestato un 47enne. Già nel corso del mese di agosto 2008 i militari del dipendente NORM lo arrestarono per porto abusivo di armi, in quanto trovato in possesso di un fucile con matricola illeggibile, rinvenuto a seguito di perquisizione veicolare all’interno della sua autovettura con cui viaggiava. Questa volta le manette sono scattate per fatti assai più gravi che per qualche giorno hanno sicuramente creato allarme sociale in Giulianova (Te). Grazie alla collaborazione dei cittadini, i militari del dipendente NORM, agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, sono riusciti ad arrestare in flagranza di reato Carmelo M., 47enne, originario di Palermo ma da tempo residente in Giulianova, ben noto alle Forze dell’Ordine per fatti di giustizia. Il 47enne che non risulta avere un lavoro fisso, si è reso responsabile dell’incendio dell’insegna luminosa del Bar dell’Angolo sul lungomare Sud, nei pressi del supermercato GS e precisamente del dispositivo antincendio esterno e della porta d’ingresso secondaria, del palco montato dal Comune di Giulianova per lo svolgimento di una manifestazione e di un’autovettura Seat Ibiza che nell’occasione è stata completamente distrutta. Il presunto piromane ha adottato un “modus operandi” particolare per compiere i delitti, utilizzando dei giornali con i quali creava una specie di scatola, al centro dei quali inseriva una piccola garza arrotolata (di quelle utilizzate nelle strutture sanitarie) in mezzo alla quale inseriva un coton fioc. Dopo aver posizionato il tutto nei pressi dell’obiettivo prescelto utilizzava il “coton fioc” come miccia per poi incendiare il tutto. L’uomo all’atto dell’arresto, avvenuto alle prime ore dell’alba di sabato 26 settembre scorso, è stato trovato in possesso di un bustone contenente circa 4 chilogrammi di giornali, una scatola di coton fioc e confezioni di piccole garze, il tutto sottoposto a sequestro. L’Arrestato dopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Teramo con l’accusa di incendio aggravato continuato. Sono in corso indagini per verificare l’eventuale responsabile del 47enne nell’incendio di alcuni cassonetti dell’immondizia e degli arredi esterni del Bar Sprint, siti sempre in Giulianova, avvenuti nel corso della notte tra giovedì e venerdi scorso.