Tag: pistola

9 Gennaio 2020 0

Tre morti a Formia uccisi a colpi di pistola, si ipotizza duplice omicidio con suicidio

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FORMIA – I corpi senza vita di una coppia di anziani coniugi, ex professori dell’istituto alberghiero di Formia, e quello di un terzo uomo, anch’egli anziano e cugino di lei sono stati ritrovati nel tardo pomeriggio di oggi tra il pianerottolo e l’interno dell’appartamento di piazza Mattej a Formia. A far scattare l’allarme sono stati gli i rumori delle esplosioni di alcuni colpi di arma da fuoco. Quando i soccorritori sono arrivati hanno trovato il corpo di un uomo sul pianerottolo e altri due corpi all’interno dell’appartamento in cui viveva la coppia di ex insegnanti, lei F. F. e lui G. G. Il cugino di lei, P. F. sarebbe, secondo una prima ricostruzione ancora tutta da verificare, l’autore del duplice omicidio e del successivo suicidio. Sul posto Carabinieri, polizia e guardia di Finanza. Tra i tre, in passato, vi erano state accese discussioni per motivi legati ad eredità.

10 Dicembre 2019 0

Lite tra pregiudicati davanti ad un bar di Frosinone finisce con colpo di pistola alla testa, arrestato albanese

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Spara alla testa dell’avversario e viene arrestato per tentato omicidio.

È accaduto ieri sera a Frosinone, presso l’area di sosta del bar “Caterina”, in via Tommaso Albinoni, dove due pregiudicati hanno avuto un violento litigio a seguito del quale uno dei due, un albanese di 37 anni, si allontanava per poi fare immediatamente ritorno ed attendere che il rivale entrasse nella sua auto, per sorprenderlo e sparargli un colpo di pistola alla testa, riducendolo in gravissime condizioni. I due stranieri sono entrambi residenti a Frosinone e tutti e due risultano in possesso del permesso di soggiorno. Il ferito, dopo le prime cure prestate sul posto, è stato trasferito al Policlinico “Umberto I” di Roma, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, che ha permesso l’estrazione del proiettile dal cranio. Attualmente la sua prognosi è riservata. Subito sono state attivate le ricerche dell’autore del tentato omicidio che, sentendosi braccato, si è presentato spontaneamente in Questura, confessando la commissione del reato e consentendo il ritrovamento dell’arma utilizzata e poi nascosta.

La pistola, da un successivo accertamento, è risultata provento di furto avvenuto a Ceccano lo scorso 8 dicembre. Ascoltato nel corso della notte dal P.M. di turno, il Sostituto Procuratore dr. Samuel Amari, in presenza dei difensori di fiducia, ha confermato di essere l’autore del reato attribuendone le motivazioni a contrasti sorti nell’ambito dello sfruttamento della prostituzione nell’area industriale di questo capoluogo. Il feritore è stato arrestato e condotto presso il carcere di Frosinone. Sono in corso le indagini da parte della Squadra Mobile di Frosinone.

(Foto repertorio)

23 Ottobre 2019 0

Litiga e minaccia la cognata, sequestrati nove fucili ed una pistola ad un 62enne

Di Ermanno Amedei

ESPERIA – I Carabinieri della Stazione di Esperia hanno denunciato un 62enne della zona per il reato di minaccia aggravata, omessa denuncia e detenzione abusiva di munizioni.

I militari operanti, intervenuti a seguito di richiesta presso l’abitazione dell’indagato ove era stato segnalato un litigio, accertavano che l’uomo, per futili motivi correlati a pregressi dissidi familiari, aveva minacciava di morte la cognata.

Nel medesimo contesto, procedevano al ritiro cautelativo della armi e delle munizioni legalmente detenute dall’indagato, nonché al sequestro di ulteriori munizioni detenute illegalmente poiché in sovrannumero rispetto a quelle consentite dalla legge

7 Maggio 2019 0

Cave, uccide la moglie con un colpo di pistola: nessun lite o denuncia in precedenza

Di Ermanno Amedei

CAVE – Hanno litigato e le ha sparato uccidendola. L’omicidio si è consumato questa mattina poco dopo le 12 in un appartamento di via delle Noci a Cave in provincia di Roma. A lanciare l’allarme sono stati i vicini che hanno sentito detonare un colpo di arma da fuoco. Al loro arrivo i carabinieri hanno trovato morta la donna donna V.C. e d era presente nell’appartamento il marito, B.A. di 69anni che aveva ancora tra le mani la pistola regolarmente detenuta dal 1999 utilizzata per l’omicidio della moglie.

Sono intervenuti il Nucleo Investigativo del gruppo Carabinieri di Frascati, per procedere ai necessari rilievi, e i Carabinieri della Compagnia di Palestrina per ricostruire nel dettaglio la dinamica del delitto sotto il coordinamento della procura di Tivoli diretta da Francesco Menditto.

Si è accertato che non risultano denunce o querele presentate dalla donna ai danni dell’uomo, né segnalazioni di soggetti pubblici o privati o interventi dei Carabinieri per violenza – fisiche o morali – ai danni della donna, né procedimenti tra i coniugi innanzi al Tribunale di Tivoli di separazione o di altra natura.

Sono in corso le indagini per accertare ogni dettaglio dell’omicidio, che ben può essere definito e per verificare se vi fossero stati segnali di qualunque natura – nel contesto locale e ambientale di una cittadina di circa 10.000 abitanti – che se comunicati ai Carabinieri o  all’Autorità Giudiziaria avrebbero potuto impedire l’omicidio che non può essere ricondotto a una mera e isolata lite familiare.

16 Novembre 2018 0

Ritirati, dalla polizia, quattro fucili ed una pistola a possessori privi di certificazione sanitaria prevista

Di felice pensabene

FROSINONE – I poliziotti della Divisione Amministrativa della Questura di Frosinone, in ottemperanza alla normativa vigente, dopo le opportune e necessarie verifiche, hanno proceduto al ritiro cautelare di quattro fucili  ed una pistola.

Il provvedimento ha colpito altrettanti detentori  che non avevano prodotto la certificazione medica richiesta, nei tempi e con le modalità previste dalla legge ed in particolare erano stati già raggiunti da diffida ad esibire la citata certificazione sanitaria.

A riguardo, il Dirigente della già citata Divisione, dr.ssa Antonella Chiapparelli, ricorda che con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 10.08.2018, n. 104, dal 14 settembre 2018, tutti i detentori di armi, ad esclusione dei titolari di licenza di porto di armi in corso di validità e coloro che non hanno avuto il provvedimento di diffida prima dell’ entrata in vigore della menzionata legge , avranno tempo ancora un anno,  fino 13 settembre 2019, per produrre autonomamente la certificazione medica di idoneità psicofisica per la detenzione di armi di cui all’art. 35 comma 7 del T.U.L.P.S..

Per opportuna conoscenza, si ribadisce che la certificazione medica è rilasciata, sulla base del certificato anamnestico del medico di famiglia, dal settore medico-legale delle Aziende Sanitarie Locali o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La certificazione medica va prodotta all’Ufficio di Polizia o Carabinieri presso il quale sono state denunciate le armi detenute e dovrà essere presentata ogni 5 anni.

Qualora il detentore di armi risulti titolare di licenza di porto d’armi, l’obbligo della presentazione della certificazione medica decorre dalla scadenza della stessa, se non rinnovata.

 

15 Ottobre 2018 0

Litiga con automobilista e lo minaccia con una pistola, denunciato

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Litiga per una precedenza stradale e minaccia l’altro automobilista con una pistola. Acacde anche questo per le strade di Frosinone e a scoprirlo è stato sabato pomeriggio un 48enne del capoluogo che a bordo della sua autovettura stava percorrendo le vie del centro per effettuare alcune spese.

Improvvisamente l’uomo è stato avvicinato alle spalle da un’altra utilitaria il cui conducente, sceso dalla propria vettura, ha iniziato a dare in escandescenza. I toni si sono fatti esagitati tanto che quest’ultimo è tornato in auto uscendone con una pistola e minacciando di morte lo sventurato automobilista, dandosi successivamente alla fuga.

Tuttavia la vittima della plateale aggressione è riuscita ad individuare la targa del fuggitivo e allertare il 113 che in pochi attimi ha raggiunto il luogo della diatriba.

Effettuati i primi accertamenti la squadra volanti ha trovato l’aggressore presso la propria abitazione. Procedendo alla perquisizione del veicolo segnalato, all’interno del baule è stata rinvenuta una pistola replica Beretta 92 cromata avvolta in un panno con caricatore rifornito con un colpo, inserito nell’arma stessa e con il cane armato pronto all’uso, priva del tappo rosso.

Per lui è scatatta la denuncia per minaccia aggravata.

18 Giugno 2018 0

Giovane ferito da colpo di pistola a San Biagio, si ipotizza il suicidio

Di Ermanno Amedei

SAN BIAGIO SARACINISCO – Sono da chiarire le cause del grave ferimento di un 29enne di San Biagio Saracinisco avvenuto questa mattina.

Il giovane sarebbe stato attinto da un colpo di pistola e, ferito in gravi condizioni, è stato prima soccorso dal medico e sindaco di San Biagio, e poi trasportato in eliambulanza all’Umberto I di Roma.

Le sue condizioni sarebbero gravi. Le indagini svolte dai carabinieri della stazione di Picinisco fanno ipotizzare che il giovane si sia armato della pistola della sorella e che abbia tentato il suicidio sparandosi alla testa.

14 Aprile 2018 0

Assalto al B&B La Perla di San Vittore, in quattro armati di pistola tentano rapina

Di Ermanno Amedei

SAN VITTORE DEL LAZIO – Assalto al B&B La Perla Di San Vittore del Lazio. Alle due circa di San stanotte un grupopo di quattro malviventi hanno tentato la rapina alla struttura recettiva. I quattro, con accento straniero, 2 dei quali armati di.pistola, travisati, hanno minacciato il proprietario portandogli via, non trovando altro, il solo telefono cellulare  che poi è stato rinvenuto davanti al al b&b. Immediatamente i carabinieri intervenuti hanno iniziato le ricerche dei malviventi fuggiti nelle campagne. Al momento di loro nessuna traccia.

 

29 Marzo 2018 0

Cavallo giustiziato a colpi di pistola a Collepardo, indagini in cors

Di Ermanno Amedei

COLLEPARDO – Era disteso sulla Strada Provinciale 224 a Collepardo attinto da colpi di arma da fuoco. A segnalare la presenza del cavallo morto ai carabinieri di Alatri sono stati alcuni automobilisti che si sono trovati la carcassa del cavallo adulto proprio sulla strada.

I carabinieri comandati dal Maggiore Gabriele Argirò, arrivati sul posto sul posto in località San Nicola, hanno constatato che ad uccidere l’animale erano stati tre colpi di arma da fuoco di piccolo calibro, quasi certamente pistola.

L’animale non era microcippato e a quanto pare, aal momento, nessuno ne ha rivendicato la proprietà. Sul posto è stato chiamato personale veterinario della Asl di Frosinone che ha recuperato la carcassa e che provvederà ad estrarre la pallottola utile nelle indagini che sono in corso per risalire all’autore o autori del gesto. Ermanno Amedei

12 Febbraio 2018 0

Inseguimento e colpi di pistola a Ferentino, ladri scappano dopo furto a tabaccheria

Di Ermanno Amedei

FERENTINO – Inseguimento con sparatoria a Ferentino dove, questa notte, i carabinieri della radiomobile della Compagnia di Anagni sono intervenuti nel centro storico della cittadina dove era stato segnalato un furto ai danni di una nota tabaccheria.

Al loro arrivo i militari hanno intercettato una autovettura di grossa cilindrata con a bordo 4 individui travisati con tute e passamontagna ai quali hanno intimato inutilmente l’alt.

Uno dei malviventi, allo scopo di assicurarsi la fuga, dall’interno dell’abitacolo ha puntato una pistola contro i carabinieri che hanno esploso un colpo di arma da fuoco attingendo il cofano motore dell’autovettura in fuga la quale, avendo la strada sbarrata dall’autovettura militare, ha cambiato repentinamente il senso di marcia percorrendo in retromarcia un tratto della centralissima via XX Settembre danneggiando, nella spericolata manovra, alcuni paletti delimitanti la carreggiata.

I malfattori quindi si sono allontanati ad altissima velocità riuscendo a dileguarsi malgrado l’inseguimento dei carabinieri.