Tag: pregiudicati

14 Aprile 2019 0

Formia, la polizia arresta due pregiudicati campani con precedenti per rapina, spaccio di droga, omicidio

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata odierna gli uomini del Commissariato P.S. di Formia hanno tratto in arresto due pregiudicati campani, con numerosi precedenti per associazione a delinquere, omicidio, spaccio di sostanze stupefacenti, rapina,  sorpresi nel centro di Formia  in un probabile “summit” di malaffare.

Già da alcuni mesi personale della Squadra Investigativa del Commissariato, in sinergia con la Squadra Mobile della Questura di Salerno aveva sotto osservazione alcuni soggetti, probabilmente organici al “Clan Cuomo” operante in quella provincia, dell’area cavese – Nocera inferiore, che erano stati già controllati e fermati durante parallele attività info investigative con i colleghi omologhi di Salerno.

Pertanto, avuta segnalazione che i tre sospetti si trovavano nel centro cittadino di Formia, con le opportune precauzioni del caso, personale in borghese, coadiuvato dal personale in divisa in servizio di Volante, procedeva al controllo dei soggetti, che erano intenti a dialogare tra loro.

Immediatamente, all’atto dell’ identificazione, gli agenti notavano un certo nervosismo, in particolare da parte di uno dei fermati, che riferiva di non avere documenti al seguito. Nel mentre parlava, improvvisamente, l’uomo si scagliava contro gli operatori di polizia, sferrando calci e pugni,  divincolandosi per cercare la fuga. Con non poca difficoltà, però, gli agenti riuscivano a rendere il prevenuto inoffensivo ammanettandolo.

Immediatamente condotti presso il Commissariato, dopo gli accertamenti del caso uno dei tre fermati, R. D. classe 1986, risultato già sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di Nocera Inferiore (SA) veniva pertanto tratto in arresto perché inosservante alla Misura di Prevenzione già irrogata nei suoi confronti e condotto presso la Casa Circondariale di Cassino;  T.M. classe 1993,  responsabile delle “ minacce, violenza, resistenza” nei confronti degli agenti del Commissariato, veniva tratto in arresto per i predetti reati  e trattenuto presso le camere di sicurezza del Commissariato in attesa della celebrazione del rito direttissimo  previsto per lunedì 15 presso il Tribunale di Cassino, mentre il terzo individuo, P.G. classe 1993, dimorante in provincia di Latina, è stato munito di Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Formia per anni tre.

Gli Agenti aggrediti, rimasti lievemente feriti, sono stati medicati presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale e successivamente dimessi.

foto di rpertorio

10 Novembre 2017 0

Ricettazione in autostrada: la Polizia denuncia due pregiudicati

Di redazionecassino1

Anagni – Il sistema di antifurto satellitare segnala che una Fiat 500 Abarth sta percorrendo  la A/1 in direzione Sud.

La nota viene diramata alle pattuglie della Polizia Stradale.

Gli agenti della “Giudiziaria”  della Sezione di Frosinone e della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino intercettano una vettura simile ma con targa tedesca che si appresta a svincolare nei pressi del casello di Anagni seguita da un Doblò.

Quando gli agenti insospettiti inseguono la Fiat 500, il furgone Doblò si interpone, impedendo all’equipaggio di Polizia di raggiungerla.

L’escamotage messo in atto non impedisce ai poliziotti di intercettarla.

Poco dopo verrà rinvenuta in un’ azienda agricola  con  centralina utilizzata per la messa in moto,  oltre a  vari documenti per la circolazione.

Un  35enne  nato in Calabria ed 42enne della provincia di Roma, entrambi pregiudicati, dovranno rispondere del reato di ricettazione.

23 Ottobre 2017 Off

Arrestati due pregiudicati per il furto di una carta Bancoposta ad una cassiera

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella mattinata odierna, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, traeva in arresto due persone,  un 44enne ed un 38enne (entrambi  residenti in questo capoluogo e già gravati da vicende penali  per reati contro il patrimonio), in esecuzione dell’ordine di carcerazione disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, in quanto ritenuti responsabili dei reati  di “tentato furto in concorso ed indebito utilizzo di carta di credito”.

Tale provvedimento trae origine  dalla specifica richiesta del predetto Comando Arma conseguentemente alle risultanze investigative  che permettevano di  appurare che nel mese di luglio u.s. i due malviventi, mentre si trovavano all’interno di un noto supermercato della zona, approfittando della distrazione di una commessa,  le avevano asportato  la borsa  ed effettuato  con la carta bancoposta che vi era contenuta alcuni acquisti. Ad espletate formalità di rito, i predetti  venivano condotti presso le rispettive abitazioni poiché sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

8 Febbraio 2017 0

Venafro – Assalto in piena notte al Bar-Tabacchi, due pregiudicati arrestati dai Carabinieri

Di Antonio Nardelli

Sono stati arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, intorno alle quattro della decorsa notte, proprio mentre tentavano di asportare refurtiva per svariate migliaia di euro all’interno di un Bar-Tabacchi ubicato sulla SS 85 venafrana nei pressi del bivio per Capriati a Volturno, in provincia di Caserta. Si tratta di due pregiudicati, entrambi 40enni, provenienti dall’hinterland napoletano, che dopo aver forzato una porta d’ingresso dell’esercizio commerciale, si sono introdotti all’interno per perpetrare il “colpo”, fallito grazie all’intervento dei militari che avevano notato un’auto sospetta parcheggiata nei pressi del locale. I due, che hanno tentato una breve e inutile fuga, sono stati bloccati ed accompagnati nella caserma dell’Arma di Venafro, e dopo le formalità di rito trasferiti presso la casa circondariale di Isernia. Nella circostanza sono finiti sotto sequestro vari arnesi atti allo scasso e un’autovettura utilizzata dai malviventi, sulla quale sono in corso ulteriori accertamenti. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario, mentre continuano le indagini per accertare se gli arrestati della decorsa notte siano coinvolti in altri furti commessi nel recente passato in provincia di Isernia ai danni abitazioni private ed esercizi pubblici.

29 Aprile 2010 0

Seppur agli arresti domiciliari, continuano ad incontrare pregiudicati, in due tornano in galera

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Vasto (Ch), hanno tratto in arresto per violazione delle prescrizioni imposte dal regime degli arresti domiciliari Giampiero Pennino, 28 enne di Vasto e Ludovico Grisolia, 43 enne, residente a Cupello. Entrambi, infatti, si trovavano già sottoposti alla misura restrittiva degli arresti domiciliari presso le loro abitazioni rispettivamente di Vasto e Cupello per reati connessi alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, entrambi, in circostanze e tempi diversi, hanno violato il divieto di avere contatti con persone estranee al loro nucleo familiare. I Carabinieri, durante i loro controlli, avevano notato che, sia PENNINO che GRISOLIA, erano soliti incontrare persone diverse dai loro prossimi congiunti. Addirittura, in una occasione, erano stati sorpresi presso le loro abitazioni in compagnia di soggetti gravati da precedenti penali. Da qui la denuncia alla competente A.G., la quale ha disposto l’aggravamento della misura restrittiva e la sostituzione degli arresti domiciliari con la detenzione in carcere. Espletate le formalità di rito, PENNINO e GRISOLIA sono stati associati nel carcere di Vasto dove espieranno il periodo di detenzione loro inflitto.