Tag: pusher

20 Giugno 2019 0

Droga per la movida Cassinate, arrestati due pusher di 31 e 34 anni

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – I Finanzieri del Gruppo di Cassino hanno arrestato in flagranza di reato due ragazzi di Cassino di 31 e 34 anni per detenzione, a fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

L’attenzione della guardia di finanza nella Città Martire è alta in particolar modo nella movida estiva. I finanzieri osservavano da tempo i due soggetti, già gravati da precedenti specifici in materia di sostanze stupefacenti, incontrarsi, in pieno centro, per poi separarsi dopo pochi minuti.

I militari, quindi, hanno fermato e sottoposto a controllo uno dei due giovani, rinvenendo nell’autovettura di quest’ultimo 200 grammi di hashish.

I finanzieri, avuto conferma dei loro sospetti, convinti di trovarsi di fronte ad un’attività illecita, esteso le perquisizioni anche ai rispettivi domicili.

Nel corso dell’operazione di servizio, sono stati rinvenuti complessivamente 220 grammi di hashish, 10 grammi di marijuana e 70 grammi di cocaina oltre a quattro coltelli con evidenti tracce di hashish.

I due pusher sono stati tratti in arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, posti agli arresti domiciliari.

Lo stupefacente sequestrato corrispondente a circa 1200 dosi, avrebbe fruttato sulle locali piazze di spaccio oltre 30.000 euro.

14 Giugno 2019 0

Valle dei Santi e dello spaccio di droga, pusher minacciavano carabinieri per non essere controllati: 7 arresti

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Avevano blindato e protetto la loro piazza dello spaccio arrivando anche a minacciare i carabinieri per non essere controllati. Un gruppo ben organizzato di sette spacciatori che operavano nella zona della Valle dei Santi ed in particolare a Sant’Andrea del Garigliano (Fr) è stato smantellato dai carabinieri del comando provinciale di Frosinone. Gli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo coordinati sul campo dal capitano Ivan Mastromanno, hanno dato esecuzione ad una Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP del tribunale di Cassino su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di 7 persone tutte ritenute responsabili del reato di detenzione e trasporto ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’attività di indagine ha permesso di stabilire che il gruppo investigato aveva allestito una piazza di spaccio nella località ‘ valle dei Santi’ del comune di Sant’Andrea del Garigliano (Fr) dotata di sistemi di difesa passivi, nonché da ulteriori schermi protettivi, quali telecamere esterne che permettevano di scrutare in anticipo l’eventuale arrivo dei Carabinieri. Al riguardo, gli acquirenti per rifornirsi di droga si avvalevano dei social network per non essere intercettati. Addirittura alcuni degli indagati senza scrupoli minacciavano i Carabinieri per non essere controllati. Ermanno Amedei

24 Gennaio 2019 0

Frosinone, pusher 22enne con la giacca imbottita di cocaina arrestata dalla polizia

Di felice pensabene

FROSINONE – Gli uomini della Squadra Mobile della locale Questura, unitamente ai Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone, nell’ambito di attività di prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanza stupefacente hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di  detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente M.G., 22enne del posto.

Il provvedimento restrittivo è scaturito all’esito di un’operazione di servizio che è scattata allorquando gli operanti, nell’ambito di un servizio congiunto finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno fermato  un veicolo con a bordo tre persone.

Poiché la ragazza, passeggera dell’autovettura,  ha mostrato segni di agitazione,  nervosismo ed insofferenza al controllo, gli operanti hanno proceduto alla perquisizione personale e veicolare, rinvenendo nelle tasche esterne ed interne del giaccone della giovane tre involucri di cellophane contenenti grammi 300 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” e due mazzetti di banconote di vario taglio per un importo di euro  1.165, ritenuto probabile provento dell’attività di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro.

L’attività si inquadra nel complesso delle attività di prevenzione e repressione che nella specifica materia Carabinieri e Polizia, in sinergia tra loro, da tempo stanno predisponendo ed attuando, al fine di arginare un fenomeno sempre più diffuso in questa Provincia, che, anche alla luce di recenti operazioni di polizia, è divenuta un crocevia per traffici di rilevante portata.

Al termine delle previste formalità di rito, l’arrestata è stata tradotta presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

27 Novembre 2018 0

Pusher in albergo a Ceprano, sopreso in camera con cocaina e soldi

Di Ermanno Amedei

CEPRANO – I carabinieri di Ceprano hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti M.D. 43enne già censito per lo stesso reato.

In particolare i militari operanti, a seguito di attività info-investigativa, eseguivano una perquisizione domiciliare d’iniziativa all’interno della stanza di noto hotel dove l’arrestato dimorava da alcuni giorni, hanno rinvenuto otto dosi di cocaina del peso complessivo di 1,6 grammi e diverse banconote di piccolo taglio per un totale di 50 euro, presumibilmente provento dell’attività di spaccio.

La droga ed il contante rinvenuto sono stati sequestrati e l’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato ristretto presso la camera di sicurezza della Stazione di Pontecorvo in attesa dell’udienza di convalida prevista per la giornata odierna.

14 Novembre 2018 0

Pusher sorpreso a Frosinone con tre etti di cocaina, arrestato 47enne

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – I Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone insieme agli uomini della Questura, nella serata di ieri 13 novembre a Frosinone hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina C.G., 47enne del posto, già censito per reati specifici ed altri.

Il predetto, nell’ambito di un servizio congiunto eseguito dai militari del Nucleo Investigativo e della Squadra Mobile finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato sottoposto a controllo a bordo di autovettura in via Monti Lepini di questo Capoluogo.

Nel corso dell’accertamento lo stesso mostrava segni di insofferenza ed agitazione, tanto da destare sospetto negli operanti che, nell’immediatezza, eseguivano una perquisizione veicolare e personale che portava al sequestro di un involucro contenente 300 grammi di cocaina occultati sotto il maglione. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone in attesa di rito direttissimo.

31 Ottobre 2018 0

Pusher di Pontecorvo arrestato dopo aver fatto spesa, aveva un chilo di hashish

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Un chilo di hashish è stato trovato nell’auto di un giovane di Pontecorvo mentre faceva ritorno dalla Campania.

Il pusher 22enne è caduto nella rete dei controlli effettuati periodicamente dagli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino che hanno fermato l’auto e, insospettiti per il suo comportamento nervoso, hanno deciso di andare a fondo perquisendo la vettura.

Poco tempo hanno impiegato per trovare lo stupefacente che, sequestrato, ha fatto scattate le manette ai polsi del giovane. Un chilo di hashish avrebbe permesso allo spacciatore di tagliare centinaia di dosi con cui alimentare il mercato locale.

Ermanno Amedei

25 Ottobre 2018 0

Pusher 31enne con 5,3 kg di marijuana arrestato dai carabinieri per detenzione e spaccio

Di felice pensabene

PATRICA – Nel pomeriggio di ieri in Patrica, i militari della Compagnia Carabinieri di Frosinone, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, traevano in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” un 31enne del posto, già gravato da precedenti specifici. Infatti, i Carabinieri della Stazione di Supino, in collaborazione con quelli del Nucleo Carabinieri Cinofili di Roma, a seguito di una perquisizione d’iniziativa trovavano il 31enne in possesso di Kg. 5,3 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, suddivisa in 14 involucri di cellophane, che aveva accuratamente nascosto dentro un bidone dell’immondizia situato nella cantina dei suoi genitori. L’astuto stratagemma messo in atto dal malfattore non ha impedito però  a “Balboa”, il cane antidroga, di fiutare la sostanza stupefacente che, una volta recuperata, veniva posta sotto sequestro. L’uomo, al termine delle formalità di rito, veniva tradotto presso il Casa Circondariale di Frosinone in attesa del giudizio direttissimo previsto nei prossimi giorni.

25 Ottobre 2018 0

Arrestato pusher a Supino, sequestrati 5 kg di marijuana

Di Ermanno Amedei

SUPINO – I carabinieri della Compagnia di Frosinone nel corso di predisposto servizi tesi a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti hanno inferto un duro colpo alla rete di spacciatori della zona. Gli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo hanno sorpreso ed arrestato a Supino un cittadino italiano trovato in possesso di 5 chili di droga del tipo marijuana. Un ingente quantitativo che si pensa potesse servire per rifornire il mercato locale del comune ciociaro.

30 Aprile 2018 0

Coppia di pusher in manette a Frosinone, sorpresi con un chilo di canapa indiana

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Questa mattina, nell’ambito di servizi congiunti per la repressione in provincia dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti in provincia, nel perlustrare la zona tra Patrica e Supino, i militari del RONI del Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone e gli investigatori della Squadra Mobile della Questura notano una Volkswagen parcheggiata in modo sospetto, con a bordo una donna occupante il sedile anteriore lato passeggero. Si decide per un’attività di osservazione. Di lì a breve, arriva a piedi un giovane uomo, in possesso di un involucro di colore scuro: sale a bordo dell’auto, ingrana la marcia e si allontana velocemente dalla zona. Poliziotti e militari si pongono prontamente all’inseguimento del veicolo, intimando l’ALT: il conducente non demorde nel suo intento, accelera ulteriormente, per far perdere le proprie tracce. Vistosi “braccato”, decide allora di “abbandonare” l’auto e la donna , fuggendo a piedi, disfacendosi nel frangente dell’involucro , che viene prontamente recuperato – 96 ovuli , per un peso complessivo pari a grammi 978, 14; la sostanza è risulta positiva ai derivati della canapa indiana -. Bloccato anche il fuggitivo, che non si “arrende” e cerca di divincolarsi, scalciando e sgomitando. Un poliziotto rimane ferito. In ausilio giunge anche una pattuglia della Squadra Volante. Identificata la coppia di pusher: 39 anni lei, 33 lui, entrambi del Marocco. L’uomo dovrà rispondere anche di resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale. In attesa del Giudizio direttissimo, il P.M. di turno ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari.

8 Aprile 2018 0

Appartamento dello spaccio a Cori, sgominata banda di pusher che rifornivano Velletri e Cisterna

Di Ermanno Amedei

CORI – Un appartamento della frazione Giulianello di Cori (Lt) usato come centrale di spaccio: arrestati dalla Polizia di Stato 3 pusher albanesi.

Sono stati gli investigatori dei commissariati di Velletri e Cisterna di Latina ad arrestare 2 uomini, N.A., 41enne e D.A., 19enne ed una donna, M.A., di 37 anni, tutti di origini albanese che, dal loro appartamento in località Giulianello, rifornivano i giovani tossicodipendenti non solo della cittadina laziale ma anche dei paesi vicini.

I poliziotti, dopo alcuni giorni di appostamenti, hanno perquisito l’abitazione dove, abilmente occultati, sono stati trovati circa 50 grammi di cocaina -già divisa in singole dosi-, materiale per il confezionamento, sostanza cosiddetta “da taglio”, bilance elettroniche di precisione, cellulari dedicati allo spaccio e 350 euro in contanti .

I 3 albanesi, dopo agli atti di rito, sono stati condotti presso le strutture carcerarie di Roma e Latina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.