Tag: rende

8 Gennaio 2019 0

Il nuovo progetto del CUT nell’Ateneo cassinate: “dis-ABILITÀ, il teatro rende uguali”

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Centro Universitario Teatrale di Cassino inaugura il nuovo anno con un evento dedicato all’integrazione sociale, alla diffusione della cultura dell’inclusione e della solidarietà. “dis-ABILITÀ: il teatro rende uguali” è un’iniziativa di impegno civile e sociale sul tema della diversità e del rispetto dell’altro proposto in collaborazione con il CUDARI, il Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. È stato realizzato con il contributo della Regione Lazio e con il patrocinio dell’UNICAS, del Comune di Cassino, della Provincia di Frosinone, del CRUL (Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio) e della UILT (Unione Italiana Libero Teatro).

Giovedì 10 gennaio alle ore 11,00 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, avrà luogo la manifestazione che vedrà alternarsi momenti dedicati alle arti sceniche e cinematografiche e momenti di dibattito e confronto, moderati dalla vicedirettrice del quotidiano L’Inchiesta Rita Cacciami. Si parlerà del laboratorio multidisciplinare integrato che il Cut sta portando avanti da novembre rivolto a bambini, studenti e diversamente abili. Andrà quindi in scena lo spettacolo dal vivo “Guarda chi viene a cena” una commedia breve leggera e divertente ideata da tutti i partecipanti al laboratorio, adattata in forma drammatica proprio da uno di loro, Pietro Iozzia, e prodotta in questi due mesi di intensa attività didattica. Un ampio spazio sarà dedicato al racconto delle strategie creative in grado di favorire il benessere e l’inclusione dei diversamente abili con la prof.ssa Rosella Tomassoni, presidente del Cudari, e la dott.ssa Eugenia Treglia. Così come si parlerà nello specifico della didattica dell’inclusione attraverso non solo la rappresentazione teatrale ma anche attraverso la pedagogia, con i dottori Nicola Santangelo, Monica Alina Lungu, Marialaura  Gargano. Interverranno anche Sara Manfuso, presidente dell’associazione per lo sviluppo sociale “#iocosì” di Roma, Roberta De Feo, presidente di “TUtela i tuoi diritti” ODV (Gestione potenziamento Centro Antiviolenza del Comune di Cassino), e Giorgio Mennoia, direttore artistico del Cut. Verranno infine proiettati i cortometraggi che hanno invece per protagonisti i giovanissimi attori delle scuole medie ed elementari alle prime armi con la macchina da presa: “Chi la fa l’aspetti” incentrato sul tema del bullismo e “Brillantina” sul tema della socializzazione tra bambini.

Quello di giovedì è solo il primo di una serie di appuntamenti previsti nel mese di gennaio, questo progetto punta infatti a stabilire un vero e continuo dialogo con la comunità sul tema dell’integrazione sociale, attraverso il percorso didattico-formativo e le attività teatrali. Un dialogo che si attiva e cresce grazie anche alla rete di relazione con enti e istituzioni del territorio costruita nel tempo. Sono coinvolti ad esempio la Scuola Media “Conte”, l’Istituto Magistrale “Varrone” e il Piccolo Teatro San Pio di Roma che ospiteranno le prossime tre repliche in programma. Il lavoro di cooperazione continua da anni anche con le strutture residenziali terapeutiche-riabilitative “Le Palme e gli Oleandri” e la Cooperativa sociale “Arca” che gestisce il centro socio-educativo “Arcobaleno”, e saranno presenti giovedì mattina con i loro ospiti e gli operatori. Senza dimenticare il rapporto costante con l’amministrazione del Comune di Cassino e con l’UNICAS, presenti entrambi alla manifestazione del 10 gennaio con il sindaco D’Alessandro, gli assessori Iannone e Leone, e il Rettore Betta.

Da sempre legato alla logica della sensibilizzazione e dell’aggregazione attraverso le arti figurative, il Centro Universitario Teatrale di Cassino ha realizzato tante attività socio-educative nel tempo. Molto importati sono state le collaborazioni con le Case circondariali di Cassino e Frosinone, con il carcere di Regina Coeli di Roma, con enti e comunità di recupero, con la Asl di Frosinone (nelle strutture di Cassino e Anagni), con la Camera di Commercio di Frosinone, con la Fondazione Exodus di Cassino, con il Consorzio dei Comuni del Cassinate e con numerose scuole di ogni ordine e grado. «L’obiettivo che abbiamo oggi con questo nuovo progetto – spiega Giorgio Mennoia – è di riuscire a creare un’integrazione reale e profonda attraverso percorsi di danza, musica, recitazione e cinema, senza inquadrare problemi di disabilità in un quadro puramente assistenziale: puntiamo a favorire il benessere psico-fisico e sociale dei partecipanti, ad accrescere la capacità di instaurare relazioni interpersonali, a favorire la riflessione sui temi della differenza e della positività in essa contenuti, a facilitare l’inclusione sociale attraverso la cultura e la comunicazione teatrale».

13 Ottobre 2017 0

La Virtus Cassino rende visita alla rivale storica della Luiss Roma

Di felice pensabene

Sta per avere inizio un mese che non lascerà un attimo di respiro agli uomini di coach Luca Vettese, che dalla terza alla settima giornata, andranno ad affrontare ben quattro incontri a dir poco difficili e complicati, che molto diranno circa le ambizioni della BPC Virtus Cassino in questo Campionato Nazionale di Serie B Girone D, 2017-18.

Si inizia dunque con la terza giornata. E la Virtus renderà visita alla rivale storica della Luiss Roma, compagine contro la quale la società cassinate nel lontano ormai 12 aprile del 2014 , ha conquistato la promozione nel terzo campionato nazionale, e società allo stesso tempo che i lupi rossoblù affrontano da ormai ben quattro anni.

La società della presidentessa Donatella Formisano, poi, ospiterà in casa Salerno. E sarà un tour de force pazzesco. Panzini e compagni infatti affronteranno di seguito tutte le pretendenti al salto di categoria ovvero  Salerno, Palestrina, Barcellona e poi Cagliari. tutti match nei quali la Virtus dovrà cercare di dare il meglio possibile, perché è proprio da queste partite, che poi si costruiranno inevitabilmente i successi stagionali.

Nei due anticipi della terza giornata, oltre alla Luiss Roma che affronterà proprio la Virtus Cassino, si sfideranno all’Arena “Altero Felici” la Stella Azzurra Roma e la Pallacanestro Palestrina, sempre alle ore 18.00 di sabato 14 ottobre 2017.

Nei match della domenica, invece, Barcellona renderà visita a Catanzaro in un campo ostico come quello del PalaPulerà, che nella precedente sfida casalinga aveva visto sconfitto di ben quaranta punti Patti, mentre Salerno riceve la formazione siciliana di Costa D’Orlando. Valmontone, al contempo, sempre alle 18.00, affronta, per rialzarsi dopo la sconfitta di Barcellona, Patti, e nelle altre partite, Battipaglia riceve Venafro, Scauri-Cagliari e Isernia-Tiber Roma.

Dopo la vittoria schiacciante della Virtus Cassino nella preaseason, la Virtus andrà ad affrontare una gara decisamente diversa rispetto a quella dello scorso settembre, in quanto ci saranno in palio due punti fondamentali ed il roster dei padroni di casa sarà impreziosito dal recupero del pivot titolare Beretta, che non aveva disputato al PalaVirtus la gara amichevole. Due elementi non di poco conto, ma che allo stesso tempo non devono rappresentare degli alibi per una Virtus che ha e deve avere solo un obiettivo: vincere.

“Sappiamo che non sarà assolutamente una gara semplice” commenta il coach dei benedettini , Luca Vettese. “Loro vorranno sicuramente continuare nel trend positivo che li ha visti vittoriosi per ben due volte su due in questo inizio di stagione, e con un Beretta in più, e con un Simone Bagnoli in meno noi, sicuramente ci possono mettere in difficoltà. Mi sento di dire, che noi tutti come squadra, abbiamo un dovere da eseguire, e così come lo abbiamo portato a termine nella partita contro Catanzaro, dove non abbiamo fatto né più né meno di quello che la città e la società si aspetta da noi, dovremo farlo anche contro la Luiss. Hanno un allenatore molto bravo, con cui mi sento e che stimo, che sa preparare bene le partite, che sa far giocare molto bene le sue squadre a pallacanestro, e che ci ha messo sempre in difficoltà nelle partite soprattutto dove non avevamo a nostro favore il fattore campo. La Luiss ha dei ragazzi giovani, che se messi in ritmo possono farti molto male. Lo scorso anno lo abbiamo potuto constatare noi per primi, che siamo stati sopra per quasi tutta la partita, per poi cedere il passo negli ultimi due quarti, dove loro erano entrati in uno “stato di trance” clamoroso. Marcon, Faragalli, De Dominicis, dimenticherò sicuramente qualcuno, sono ragazzi, ripeto, giovani, ma che nonostante questo, giocano da diversi anni in serie B e conoscono bene la categoria. Dovremo stare attenti a non abbassare la guardia, a curare la partita nei minimi particolari, diminuire le palle perse rispetto a quelle della sfida contro Catanzaro, contenere i loro lunghi, Martone e Beretta sotto le plance, e sono sicuro che partiremo sicuramente da un buon punto per conquistare la vittoria. Mi aspetto sicuramente una risposta importante e di carattere dai miei ragazzi”.

Parole sante, quelle del coach cassinate, che non intende sottovalutare l’impegno dei lupi rossoblù, che venderanno cara la pelle per conquistare i tanto ambiti due punti. Punti questi che significherebbero, certamente, morale in vista del prossimo scontro diretto casalingo contro un’altra candidata alla vittoria finale come Salerno. Palla a due alle ore 18 al PalaLuiss.

Diretta sulla web-radio della Virtus Cassino a partire dalle ore 17.45.

 

ROSTER LUISS ROMA: Beretta, Bonaccorso, Bristot, De Dominicis, Di Fonzo, Faragalli, Feruglio, Gebbia, Marcon, Martone, Miriello, Sanguinetti, Scuderi, Sorrentino, Veccia.

ROSTER VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Sergio, Carrizo.

 

3° GIORNATA CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B GIRONE D:

14/10/17 ore 18.00: Luiss Roma – Virtus Cassino [PALALUISS] 14/10/17 ore 18.00: Stella Azzurra Roma – Pall. Palestrina [ARENA ALTERO FELICI] 15/10/17 ore 16.00: Basket Scauri – Accademia Su Stentu Cagliari [PALABORRELLI] 15/10/17 ore 17.00: Virtus Valmontone – Patti Basket [TENSOSTRUTTURA VALMONTONE] 15/10/17 ore 18.00: Il Globo Isernia Basket – Tiber Basket Roma [PalaFraraccio] 15/10/17 ore 18.00: Treofan Battipaglia – Basket Venafro [PalaZauli] 15/10/17 ore 18.00: Virtus Arechi Salerno – Costa D’Orlando [PalaSilvestri] 15/10/17 ore 18.00: Mastria Vending Catanzaro – Basket Barcellona [PalaPulerà]

 

 
28 Settembre 2017 0

La polizia rende pubbliche le immagini di oggetti provenienti da furti

Di felice pensabene

Frosinone – Una storia…si spera a lieto fine. La Polizia di Stato rende pubbliche le immagini nelle quali è possibile visionare alcuni oggetti proventi del furto verificatosi lo scorso lunedì nel capoluogo, a cura di due malviventi già noti alla Questura di Frosinone. L’ Ufficio Volanti della Questura di Frosinone rende pubbliche le immagini degli oggetti sequestrati ad una coppia di malviventi con l’ intento di risalire ai legittimi proprietari. Gli oggetti saranno visibili sulla pagina social Facebook denominata “Questura di Frosinone”.

Chiunque ritenga che uno o più oggetti siano di sua proprietà, potrà presentarsi presso gli uffici dell’ UPGSP della Questura di Frosinone munito di una ricevuta o comunque un documento che possa attastarne l’ effettiva proprietà.

 

16 Marzo 2009 1

Cosa rende felici le persone: ecco qui le risposte

Di Comunicato Stampa

Secondo un’indagine sulla felicità, condotta dalla “The Nielesen Company”, l’uomo aspirerebbe ad un gruzzoletto di soldi, la donna, invece, da’ valore all’amicizia e ad un buon rapporto con i figli. Il campione intervistato ammonta a oltre 28 mila persone di ambo i sessi e sparsi tra ben 51 paesi. Ma è proprio la differenza tra paese e paese che a emergere altrettante differenze in ciò che favorirebbe la felicità: per esempio, l’italiano favorisce le relazioni interpersonali, che in Vietnam e Indonesia diventano prettamente di ordine sessuale, diametralmente opposti ai Lituani che, invece, pensano alla stabilità lavorativa; per i giapponesi sono in primo piano le relazioni con i genitori, mentre svizzeri e finlandesi pensano …alla salute!