Tag: rubato

15 Marzo 2019 0

Chiedono il riscatto per un cellulare rubato. Indagati due minorenni a Formia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FORMIA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona  nella serata di ieri ha proceduto al deferimento in stato di libertà di due minorenni responsabili di tentata estorsione in concorso.

I due ragazzi, dopo aver sottratto con artifizi e raggiri il telefono cellulare di una ragazza minorenne, mentre si trovava in compagnia di alcune amiche alla Villa Comunale di Formia,  prendevano contatti telefonici con la madre affinché consegnasse la somma di euro 300,00 per rientrare in possesso del bene asportato, concordando il luogo dell’appuntamento.

Gli investigatori del Comm.to di Formia, acquisita la denuncia, hanno predisposto un mirato servizio di appostamento presso il luogo dell’appuntamento dove si sarebbe dovuto svolgere lo scambio, non perdendo mai di vista la donna in attesa del contatto .

All’atto in cui i due giovani hanno consegnato il cellulare, restando in procinto di ricevere il denaro, gli agenti sono intervenuti tempestivamente,  bloccando in flagranza di reato i rei. I due ragazzi, sprovvisti di documenti di identificazione, sono stati accompagnati presso gli uffici del Comm.to di Formia e, ultimati gli adempimenti di rito, affidati agli esercenti la potestà genitoriale, non prima di essere edotti del loro deferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni  di Roma.

16 Gennaio 2019 0

San Vittore del Lazio, assalto notturno alla banca: sradicato e rubato bancomat

Di admin

SAN VITTORE DEL LAZIO –  Hanno agito con rapidità alle 3 di questa notte sradicando lo sportello bancomat della Banca di Credito Cooperativo sulla strada  Regionale 430 a San Vittore del Lazio.

I malviventi hanno agito in piena notte e sono fuggiti poco prima che dell’arrivo dei carabinieri della stazione di Cervaro e della Radiomobile della Compagnia di Cassino. Gli ammanchi sono ancora in fase di accertamento ma la cassa asportata poteva contenere tra i 1000  e i 50mila euro. Le indagini sono in corso per risalire agli autori del colpo.

5 Ottobre 2018 0

Scaglia una bottiglia contro la casa di chi le avrebbe rubato il fidanzato, brasiliana denunciata

Di admin

LATINA – Una lite tra donne segnalato ieri pomeriggio in via G.B. Grassi ha fatto arrivare sul posto una volante della Questura di Latina. I poliziotti hanno raccolto le testimonianze di alcune donne, molto agitate, una delle quali sosteneva di essere stata aggredita e minacciata da un’altra donna che si era allontanata in direzione Via Filiberto. La stessa aveva inoltre danneggiato il vetro del portoncino d’ingresso dello stabile, scagliandovi contro una bottiglia di birra.

Gli agenti hanno rintracciato la ragazza presso le Autolinee COTRAL, la quale si è mostrata particolarmente insofferente al controllo di Polizia, ma ha confermato di essersi giunta in Via Grassi alla ricerca di una ragazza responsabile di averle rubato il fidanzato.

La ragazza è stata identificata per Q.M.Y., 19enne cittadina Brasiliana, e denunciata per minaccia e danneggiamento aggravato.

19 Settembre 2018 0

Arava con il trattore rubato, denunciato agricoltore di Ceccano

Di admin

SUPINO – I carabinieri di Supino hanno denunciato un 36enne di Ceccano, già censito per reati contro il patrimonio per “ricettazione”. Nel corso dei controlli ordinari i militari sono arrivati ad un piccolo appezzamento di terra a Patrica dove l’uomo stava lavorando il campo alla guida di un trattore agricolo. Ad insospettire i carabinieri è stata l’assenza di targa.

Dai successivi accertamenti, è risultato che il mezzo era stato rubato a Giuliano di Roma nel maggio dello scorso anno. Il trattore, quindi, è stato restituito al legittimo proprietario.

16 Marzo 2018 0

VIDEO – Cassino, ha rubato gratta & vinci per 50mila euro: arrestata dipendente bar

Di admin

CASSINO – Ecco le immagini di come la dipendente di un bar di Cassino ha sottratto gratta e vinci per un valore di circa 50mila euro.

Gli ammanchi erano cospicui e difficili da nascondere. Nonostante questo la 45enne, forse presa dalla smania del gioco, ha continuato a rubare i tagliandi senza neanche sospettare che il proprietario del bar potesse correre ai ripari installando telecamere per incastrare il “topo”.

GUARDA IL VIDEO dei furti

Ed infatti è così che la donna è stata scoperta. Gli uomini del commissariato di Cassino diretti dal Vice questore Alessandro Tocco l’hanno fermata e perquisita. Indosso aveva altri 21 biglietti appena rubati ma ad incastrarla sono state le telecamere installate dal suo datore di lavoro. Nel corso delle ore di lavoro la donna sottraeva i tagliandi e li nascondeva in una scatola. Poi, alla fine del turno, li prelevava e li nascondeva sotto la maglia. Per lei è scattato l’arresto.

Ermanno Amedei

 

21 Novembre 2017 0

Cassino, vende trattore rubato: arrestato 53enne

Di admin

CASSINO – I carabinieri di Cassino hanno arresto un 58enne commerciante del luogo, già censito per truffa e riciclaggio di autovetture, mezzi d’opera e agricoli, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Cassino per i reati di ricettazione, riciclaggio, truffa e falsità materiale commessa da privato. L’uomo ad Arpile, aveva venduto ad una persona di Minturno, per un corrispettivo di 9mila euro un trattore con trincia, successivamente risultato di provenienza furtiva e sul quale aveva alterato sia il numero di telaio che il numero del motore, redigendo tra l’altro una falsa dichiarazione di conformità. Gli accertamenti eseguiti dai carabinieri, anche con la collaborazione della casa produttrice e mediante indagini svolte sul territorio, hanno consentito di accertare che il mezzo agricolo, con il relativo motore, erano stati rubati in provincia di Caserta. A seguito di ciò la Procura aveva sottoposto a sequestro il mezzo, affidandolo all’avente diritto. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato accompagnato presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari.

22 Settembre 2017 0

Avevano rubato una catenina d’oro ad un 66enne, denunciate dai Carabinieri due donne

Di redazionecassino1

Anagni – Nella mattinata odierna ad Anagni i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà due straniere, A.M. 24enne e S.A. 20enne, già censite per reati contro il patrimonio. L’operazione di servizio è stata effettuata a conclusione di attività info-investigativa connessa ad un furto con destrezza ai danni di un 66enne di Anagni, commesso il 17 settembre scorso all’interno del parcheggio della locale Stazione ferroviaria. I militari operanti, a seguito del furto, raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti delle due giovani domiciliate presso un campo nomadi di Roma che, dopo aver avvicinato il denunciante con il pretesto di aver bisogno di aiuto, si impossessavano con destrezza della catenina d’oro indossata dal 66enne, dileguandosi a bordo del treno in arrivo diretto alla Capitale.

 

29 Aprile 2017 0

Razziavano auto tra Gaeta e Formia, arrestati tre Campani. Hanno rubato 24 macchine

Di admin

Gaeta – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Gaeta che hanno disarticolato una organizzazione criminale specializzata nel furto di automobili. Questa mattina, gli uomini del tenente Carmine Manzi hanno eseguito tra Caserta e Napoli le ordinanze emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cassino Massimo Lo Mastro. In manette sono finiti Alessandro Rippa 45 anni, Antonio Campagna 28 anni , venivano ristretti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre  Angelo Giovenco 34 anni  è stato portato a Poggioreale a Napoli.

L’operazione denominata “Twingo” dal nome della vettura usata dalla staffetta, è servita per sgominare la banda specializzata in furti di Fiat Panda, Punto e 500, Lancia Y e Musa, Audi Q3 che, a partire dalla scorsa estate, stava assumendo contorni allarmanti tanto che, tra il 6 ed il 7 ottobre 2016, nella sola Gaeta, erano state rubate ben 6 autovetture, prevalentemente del modello Fiat 500.

I controlli sul territorio permisero, successivamente di intercettare una Fiat 500 appena asportata dal gruppo ed arrestare in flagranza di reato i tre. L’attività di indagine, nel suo complesso, ha consentito di certificare la responsabilità del gruppo relativamente a ben 24 furti commessi tra Gaeta e Formia, nonché recuperare e restituire ai legittimi proprietari 6 delle autovetture asportate.

 

 

11 Gennaio 2017 0

Gasolio rubato sull’Autostrada, la Polizia Stradale ne sequestra 1700 litri

Di admin

Cassino – Oltre 1.700 litri di gasolio probabilmente rubato sono stati trovati in un furgone  guidato da un 29enne campano in transito sull’Autostrada Roma Napoli nel territorio di cassino.

Gli agenti della polizia stradale gli hanno intimato l’alt per un controllo e quando hanno trovato le due cisterne da mille litri ciascuna, una completamente piena, l’altra con circa 700 litri, hanno chiesto la provenienza del carburante senza avere dal giovane una risposta esaustiva.

L’uomo, con pregiudizi di polizia, tra cui furto e ricettazione di gasolio, è stato denunciato per i reati di ricettazione e mancato pagamento dell’accisa prevista, con relativo sequestro del veicolo e della merce.

14 Dicembre 2016 0

Banchetto per il battesimo pagato con assegno rubato, denunciati mamma, papà e “re della truffa”

Di admin

Anagni  –  Hanno pagato il banchetto del battesimo del figlio con un assegno rubato innescando una indagine che ha portato la polizia a denunciarli per ricettazione e truffa, oltre a denunciare anche il re della truffa di Anagni.

Tutto è cominciato a novembre quando un ristoratore di Frosinone ha denunciato alla questura di aver ricevuto come pagamento per un banchetto, un assegno che all’incasso è risultato rubato.

Facile per gli agenti della squadra Volanti diretti dal vice questore Giuseppe Di Franco arrivare alla mamma 41enne e al papà 45enne di Anagni, i primi due denunciati. L’altro denunciato è stato il 54enne conosciuto ad Anagni come il “re della truffa” proprio per i suoi precedenti specifici e per la sua capacità di mettere a segno truffe ai danni di chi ancora non lo conosceva.

Secondo la polizia sarebbe stato lui a cedere alla coppia l’assegno in bianco utilizzato per truffare il ristoratore. Nella perquisizione domiciliare del 54enne gli agenti hanno trovato documenti d’identità, tessere sanitarie, assegni, certificati sanitari in bianco, documentazione bancaria intestata a diversi soggetti.

Dalla documentazione rinvenuta e dai successivi accertamenti compiuti dagli investigatori, è emerso che l’uomo è la “mente” di un ampio giro di assegni rubati che riusciva a procurarsi con modalità truffaldine e provvedeva poi a fornire ai suoi numerosi  “clienti”.

Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire alla provenienza della documentazione sequestrata.