Tag: Sabaudia

4 Aprile 2019 0

Sabaudia: la polizia sgombera un immobile confiscato alla malavita organizzata

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SABAUDIA (LT) – La Polizia di Stato – Questura di Latina, in collaborazione con il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e con il Comando Polizia Locale di Sabaudia, nella mattinata odierna ha provveduto a sgomberare un immobile ubicato a Sabaudia, in Via Marco Polo (già Strada Colle d’Alba di Levante), illegittimamente occupato da un nucleo familiare riconducibile ad un criminale del posto, giusto provvedimento di confisca ex art. 2 ter L. 31.05.1965 n. 575 emesso dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata.

Tale attività, volta al ripristino della legalità e al recupero delle aree degradate dei centri urbani, è stata concordata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura. Tutto si è svolto con ordine e senza alcun problema sotto il profilo della sicurezza pubblica.

Le operazioni di messa in sicurezza ed inventario effettuate da funzionari dell’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata si sono concluse nelle prime ore del pomeriggio.

19 Dicembre 2018 0

Truffa alla Previdenza, denunciati a Sabaudia 36 stranieri che percepivano l’assegno sociale senza averne diritto

Di admin

SABAUDIA – La Guardia di Finanza di Latina, coordinati dal colonnello Michele Bosco, hanno individuato una frode ai danni del bilancio dello Stato, per complessivi 340mila euro, realizzata attraverso l’indebita percezione della prestazione assistenziale dell’assegno sociale.

Le operazioni, condotte dai Finanzieri della Brigata di Sabaudia, hanno fatto emergere la posizione irregolare di 36 soggetti di diverse nazionalità che hanno beneficiato indebitamente dell’assegno sociale, pur non essendo da tempo più residenti nel territorio nazionale, fruendo della vigente normativa che prevede l’erogazione di un contributo, pari ad 453 euro per 13 mensilità, a soggetti extracomunitari che abbiano compiuto i 66 anni e 7 mesi di età e siano, soprattutto, residenti o siano muniti di permesso di soggiorno, in via continuativa da almeno 10 anni, sul territorio nazionale.

Le indagini hanno quindi portato alla revoca delle prestazioni assistenziali, con un risparmio annuo sul Bilancio dello Stato di circa 150mila euro, nonché alla segnalazione all’anagrafe dei Comuni di residenza per la cancellazione dalle rispettive liste della popolazione residente. Nel contempo è stata inoltrata comunicazione all’A.S.L. per la cessazione dell’assistenza dei medici di base a loro volta destinatari di un importo annuo per erogazioni degli assegni a carico del S.S.N., non dovuto.

Per tali motivazioni, 10 soggetti, percettori di somme superiori ai 4mila euro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Latina per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e nei loro confronti è stato eseguito un sequestro di somme giacenti sui conti correnti per oltre 60mila euro.

Ad altri 26 soggetti, percettori di somme di importo inferiore, sono stati invece irrogate sanzioni amministrative pecuniarie per un totale di oltre 120mila euro.

L’intervento delle Fiamme Gialle pontine si inquadra nell’ambito dei compiti attribuiti al Corpo a tutela della spesa pubblica nazionale, finalizzati a reprimere, attraverso i poteri di polizia economico-finanziaria, le dannose condotte illecite a danno dell’Erario, con particolare riferimento alle voci di bilancio stanziate per finalità assistenziali e di politica sociale destinate a soggetti che versano realmente in gravi difficoltà economiche.

 

28 Giugno 2018 0

Sequestrati dai Nas in un’azienda agricola di Sabaudia 90 litri di prodotti fitosanitari

Di redazione

Un controllo dei Carabinieri del N.A.S. di Latina, finalizzato a tutelare la salute pubblica a garanzia del corretto utilizzo degli agro farmaci sulle culture di un’ azienda agricola sita nel territorio comunale di Sabaudia (LT), ha portato a sottoporre a sequestro oltre 90 litri di prodotti fitosanitari di varie tipologie e formulazioni,  per un valore di oltre 3.000 euro. Infatti i prodotti sequestrati non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Il responsabile dell’ azienda agricola sarà inoltre sanzionato con una cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Immagine d’archivio

18 Gennaio 2018 0

Scheletro in muta sulla spiaggia a Sabaudia, trovati resti di “kitesurfista”

Di admin

SABAUDIA – Lo scheletro di una persona, contenuta in quella che sembra essere una muta da kait surf, è stato ritrovato oggi pomeriggio sulla spiaggia di Sabaudia in località Sacramento da alcune persone che passeggiavano.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Latina e gli uomini della capitaneria di Porto.

Del corpo è rimasto solamente lo scheletro, mantenuto insieme dalla muta che ha tutte le imbragature per il kitesurfing. Un decesso avvenuto in un tempo e in un luogo ancora non stabilito. Le correnti possono averlo trasportato per molte miglia marine. Si cerca tra le denunce di persone disperse in mare.

Ermanno Amedei

15 Giugno 2017 0

Prende a martellate il figlio, 54enne arrestato per tentato omicidio a Sabaudia

Di redazione

Nella tarda serata del 14 giugno 2017, in Sabaudia (Lt) i militari locale stazione traevano in arresto un 54 enne del luogo. Nel corso di una lite ha preso a martellate il figlio 28enne. I carabinieri di Sabaudia sono dovuti intervenire ieri sera e hanno arrestato un 54enne per tentato omicidio. L’uomo, presso la propria abitazione, durante la cena, a seguito di acceso diverbio per futili motivi si è scagliato contro il proprio figlio, colpendolo alla testa con un martello e cagionandogli gravi lesioni. Il malcapitato immediatamente trasportato all’ospedale di Latina è stato giudicato guaribile in 40 giorni. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale Latina. Foto d’archivio

19 Aprile 2016 0

Omicidio stradale contestato all’automobilista di Sabaudia che ha travolto e ucciso due operai su scooter

Di admin

Sabaudia – Il nuovo reato di Omicidio Stradale contestato per la prima volta in provincia di Latina, al conducente dell’auto che ieri sera ha investito uno Scarabeo su cui viaggiavano due cittadini indiani uccidendoli sul colpo. L’incidente è avvenuto nella tarda serata di ieri a Sabaudia sulla Via Migliara. A perdere la vita è stato il conducente del ciclomotore, kuman Kulinder, 53 anni e l’uomo che gli viaggiava dietro, Lal Ram 38 anni entrambi operai residenti a Sabaudia.  Per i due non c’è stato nulla da fare. Il conducente dell’auto, invece, M. S. originario di Taranto ma residente a Sabaudia, è rimasto illeso. L’uomo è stato denunciato dai carabinieri per omicidio stradale.

Er. Amedei

foto repertorio

 

25 Marzo 2016 0

Arrestato a Sabaudia un camionista di Foggia trovato con carrelli elevatori rubati a Pomezia

Di admin

Sabaudia – Questa notte a Sabaudia i Carabinieri della Stazione di Borgo Grappa hanno arrestato per furto S. G., 32enne della provincia di Foggia. L’uomo, mentre percorreva la SR 148 Pontina alla guida di un autocarro Scania, con semirimorchio telonato, alla vista dei carabinieri ha effettuato una manovra repentina di svolta, con l’intento di eludere i controlli, ma dopo un breve inseguimento è stato bloccato.

Sul semirimorchio, i carabinieri hanno rinvenuto 8 carrelli elevatori, asportati poco prima in Pomezia (RM) all’interno della ditta “Mondo Convenienza”, il cui valore si aggira intorno ai 320 mila  euro, ed arnesi atti allo scasso. L’arrestato, già sottoposto alla misura personale della sorveglianza speciale di P.S, è stato anche deferito per i reati di “guida senza patente”, in quanto revocata e “false dichiarazioni sulla propria identità”.

L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina, mentre la refurtiva è stata restituita agli aventi diritto..