Tag: sicuro

16 Agosto 2019 0

Ferragosto sicuro nel Golfo di Gaeta, Guardia Costiera soccorre trimarano e controlla spiagge

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

GAETA – E‘ stato un Ferragosto all’insegna della sicurezza in mare e sulle spiagge per il Compartimento Marittimo di Gaeta ed i suoi comandi  periferici di Terracina, Sabaudia, San Felice Circeo, Formia, Scauri, Ponza e Ventotene.

Il mare agitato non ha certo agevolato il compito della Guardia Costiera e degli assistenti bagnanti, su tutto il litorale, ma il dispositivo di sicurezza predisposto preventivamente con l’impiego di circa settanta militari ha consentito di scongiurare situazioni di particolare pericolo. Alcuni interventi di soccorso sono stati ben gestiti dai bagnini di salvataggio, in particolare sul litorale di Scauri e sul litorale di Sant’Agostino di Gaeta, intervenendo per riportare a riva diversi bagnanti trovatisi in difficoltà per il mare mosso presente in zona.

Due interventi più impegnativi hanno invece interessato direttamente la sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta: all’altezza del litorale di Formia, un trimarano con 9 persone a bordo ha avuto un’avaria e si è trovato pericolosamente alla deriva. L’intervento congiunto di una motovedetta della Guardia Costiera e di un mezzo navale della Guardia di Finanza ha consentito il rientro in sicurezza nel porto di Formia dei malcapitati.

Sul fronte controlli, la Guardia Costiera, presente lungo la costa pontina con motovedette e pattuglie di terra, per garantire la sicurezza della balneazione, vigilare sull’ambiente marino e sul corretto uso del demanio marittimo, ha registrato, nel corso della mirata attività di vigilanza, un sostanziale virtuoso comportamento da parte dei numerosi bagnanti e diportisti: pochi gli illeciti riscontrati e le cui sanzioni ammontano ad un totale di circa 3500 euro.

Due gli stabilimenti balneari del litorale pontino sanzionati perché sprovvisti dell’assistente bagnante nella postazione di salvataggio, compromettendone così la sicurezza dei loro bagnanti.  L’intervento delle unità navali della Guardia Costiera si è resa necessaria anche sul litorale di Gaeta e Formia dove i militari sono intervenuti per far allontanare due imbarcazioni  che navigavano sotto costa nella fascia riservata alla balneazione, ponendo in pericolo i bagnanti presenti in mare: i due proprietari dei mezzi navali sono stati sanzionati. Multati infine due soggetti per aver praticato la pesca subacquea in zona non consentita.

A Sperlonga, la Guardia Costiera di Gaeta ha proceduto ad elevare 2 notizie di reato per l’abusiva occupazione di tratti di spiaggia libera: 800 i metri quadri di arenile sottratti illecitamente alla libera fruizione, circa 200 le attrezzature balneari sequestrate. Analoga attività contro l’abusiva occupazione di demanio pubblico è stata svolta a Sabaudia dove la locale Guardia Costiera ha denunciato alla Autorità Giudiziaria di Latina il titolare di un chiosco insistente su suolo pubblico per complessivi mq 135, con relativo sequestro preventivo, poiché sprovvisto dell’autorizzazione e titolo legittimante.

I militari hanno vigilato anche sulla regolarità delle procedure di imbarco e sbarco delle navi passeggeri: nella sola giornata di Ferragosto, oltre 6.500 persone si sono imbarcate su traghetti ed aliscafi sulle tratte tra San Felice Circeo, Terracina, Formia, Ponza e Ventotene.

6 Maggio 2019 0

Intensa attività di controllo dei carabinierinel cassinate per un “Weekend sicuro”

Di redazionecassino1

CASSINO – Il Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, continua costantemente ad assicurare nell’ambito della propria giurisdizione numerosi servizi per la prevenzione dei reati in genere e per il controllo alla circolazione stradale, finalizzati ad assicurare un weekend sicuro.

Nel corso dei suddetti servizi sono stati accertati e conseguiti i seguenti risultati:

– ieri in Cassino i militari del locale NORM -Sezione Radiomobile, deferivano in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica, un 29enne e un 27enne, entrambi residenti nel cassinate, poiché controllati alla guida delle rispettive autovetture e sottoposti ad esame alcolemico, risultavano positivi con un valore rispettivamente pari a 0,96 g/l e 1, 26 g/l. Procedevano inoltre al controllo di una autovettura condotta da un 35enne residente nella Città Martire, il quale sottoposto ad alcoltest risultava avere un tasso alcolemico pario a 0,80 g/l, per tale motivo gli veniva ritirata la patente di guida ed elevata una contravvenzione per € 544,00.

– questa mattina in Sant’ Elia Fiumerapido, i militari della locale Stazione, deferivano in stato di libertà, per guida in stato di ebbrezza alcolica un 52enne, residente nella Valle di Comino, già censito per reati contro la persona, poiché alla guida della propria autovettura, usciva fuori dalla sede stradale. Sottoposto ad esame alcolemico, risultava positivo con un valore pari a 2,23 g/l.

– ieri in Atina i militari della Stazione di Picinisco, deferivano in stato di libertà, per violazione colposa di doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro dall’Autorità  Amministrativa un 44enne, residente in quella Valle di Comino, disoccupato, già censito per reati contro la persona ed in materia di sostanze stupefacenti, poiché sorpreso  alla guida della sua autovettura, privo della patente di guida in quanto sospesa dal 17 gennaio al 06 luglio 2019 con provvedimento prefettizio, nonché sprovvisto di copertura assicurativa. Da successivi accertamenti posti in essere dagli operanti si acclarava che il 06 gennaio u.s. l’autovettura era stata sottoposta a sequestro amministrativo per la confisca da parte del NORM della Compagnia di Cassino. Pertanto ricorrendo i presupposti di legge, veniva denunciato in stato di libertà anche per l’omessa custodia amministrativa del veicolo con contestuale confisca del veicolo per l’alienazione.

– ieri mattina in Piedimonte San Germano i militari della locale Stazione intercettavano e controllavano un autoveicolo furgonato, con a bordo un 29enne, disoccupato, già censito per reati contro la persona e il patrimonio e un 33enne, disoccupato, già censito per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di sostanze stupefacenti, entrambi residenti nella provincia di Napoli. Gli stessi si aggiravano con fare sospetto nel centro cittadino, senza poter fornire un giustificato motivo. Ricorrendo, pertanto, i presupposti di legge, entrambi venivano proposti alla Questura di Frosinone per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio dal suddetto comune.

Complessivamente al termine dei servizi sono stati conseguiti i seguenti risultati:

– 56 persone identificate;

– 41 autoveicoli controllati;

– elevate 9 contravvenzioni al C. d. S;

– controllate 8 persone agli arresti domiciliari;

– eseguite 4 perquisizioni personali e veicolari;

18 Febbraio 2018 0

Servizio coordinato dei Carabinieri denominato “Week-end sicuro”

Di redazionecassino1

CASSINO – Proseguono i servizi di prevenzione e controllo, attuati dal Comando Compagnia di Cassino, al fine di attuare una più incisiva ed efficace azione preventiva e repressiva nel contrasto dei reati in genere ed in particolar modo dello spaccio e uso di sostanze stupefacenti. A tal fine sono stati incrementati i servizi di vigilanza e disposti posti di controllo tesi alla captazione di soggetti di interesse operativo che si aggirano per i centri abitati e zone periferiche dei comuni di quella giurisdizione nonché, controlli presso i luoghi della movida maggiormente frequentati dai giovani, finalizzati alla prevenzione e repressione dell’uso smodato di sostanze alcoliche e stupefacenti.

L’attività ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

–    segnalato, quale assuntore di sostanze stupefacenti, un 32enne residente nella città martire, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio. Lo stesso, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare che consentiva di rinvenire complessivamente gr.0,5 di sostanze stupefacenti del tipo “eroina” e “cocaina”, suddivisa in dosi, sottoposta a sequestro;

–    avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio, a carico di due soggetti di nazionalità marocchina, di cui uno censito per reati di truffa e contro il patrimonio. Gli stessi venivano intercettati e controllati mentre si aggiravano senza giustificato motivo nei pressi di abitazioni isolate di quel centro cittadino;

–    avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio, a carico di quattro persone, provenienti dall’hinterland napoletano, censiti per reati contro la persona ed il patrimonio, intercettati e controllati mentre si aggiravano senza giustificato motivo nei pressi di abitazioni isolate di quei comuni;

–   a Piedimonte San Germano, i militari della locale Stazione elevavano due contravvenzioni ai sensi dell’art.173 del Codice della Strada a carico di due persone residenti nel cassinate, poiché sorprese alla guida di autovettura mentre facevano uso del telefono cellulare sprovvisti di auricolare e/o vivavoce. Tale violazione ha comportato, per ognuno, la sanzione amministrativa di € 160,00 e la conseguente decurtazione di 5 punti sulla patente di guida.

Nel corso del servizio si procedeva, altresì, a:

–       controllare nr.3 persone sottoposte agli arresti domiciliari e alla Sorveglianza Speciale;

–       identificare nr.15 persone;

–       controllare nr.11 veicoli;

–       eseguire nr.2 perquisizioni personali, veicolari e locali.

6 Febbraio 2018 0

Carnevale sicuro, sequestrati dal Nas materiale pericoloso

Di admin

APRILIA – I carabinieri del Nas di Latina comandati dal capitano Felice Egidio hanno sequestrato ad Aprilia oltre 260 confezioni di articoli carnevaleschi tra cui spray coloranti per capelli, unghie finte, coloranti cosmetici per la pelle, sigarette finte, denti di plastica, parrucche e maschere in gomma poste in vendita con etichette prive delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana relative alla sicurezza ed alle modalità d’uso. Il sequestro è avvenuto durante un controllo presso una rivendita di casalinghi, abbigliamento e merci varie di origine cinese.

La merce sequestrata ha un valore di circa 1500 Euro. Per tale violazione il titolare dell’attività sarà sanzionato con oltre 1000 euro di contravvenzione.

1 Agosto 2017 0

Agosto sicuro: i consigli della Polizia di Stato

Di redazione

In estate i cosiddetti reati predatori aumentano fisiologicamente, le case si svuotano per le vacanze e, in molti casi, le persone, soprattutto anziane, restano sole. La Polizia di Stato ha quindi pensato di dare qualche piccolo suggerimento che potrà aiutare a sentirsi più sicuri in casa o lontano dalla propria abitazione. Abitazione sicura rendere sicure porte e finestre: ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino; quando si è in casa è consigliabile che la porta sia protetta col paletto o la catena di sicurezza; installare un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento, in alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri; se l’interruttore della luce è all’esterno va protetto con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente; sarebbe consigliabile non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore; luce e rumore tengono lontano i malviventi: se si è soli in casa la luce si può mantenere accesa in due o più stanze per simulare la presenza di più persone; per la duplicazione di una chiave incaricare sempre una persona di fiducia, evitando possibilmente di riportare su targhette nome ed indirizzo; in caso di smarrimento della chiave di casa è consigliabile cambiare la serratura; assicurarsi, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi; non far sapere, fuori dall’ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell’allarme. Abitazione sicura in caso di assenza per brevi periodi lasciare qualche luce accesa, la radio, l’impianto stereo o il televisore in funzione; chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti; se in casa ci sono oggetti di valore è consigliabile fotografarli : in caso di furto sarà facilitata la ricerca; sensibilizzare anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento : in caso di situazioni sospette contattare il 113; Abitazione sicura in caso di assenza per lunghi periodi non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze, evitando di pubblicare su social network foto o indicazioni a riguardo, poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili; installare, se è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione; evitare l’accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla; non divulgare la data del rientro a casa e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sull’ assenza.

La Polizia di Stato invita la cittadinanza a collaborare attivamente segnalando al 113 l’eventuale presenza, nei pressi delle proprie case o nel quartiere, di persone sconosciute o di autovetture che si aggirano in modo sospetto. Una semplice telefonata consentirà il pronto intervento delle pattuglie in servizio agevolando le attività di controllo e assicurando un più efficace presidio anche delle zone più lontane dai centri urbani. La Polizia di Stato augurando buone vacanze ricorda “Non siete soli #chiamatecisempre”

10 Luglio 2017 0

Mare Sicuro, la barca affonda: salvate cinque persone a Gaeta

Di admin

Gaeta – Continuano le attività di controllo lungo il litorale di giurisdizione della Guardia Costiera di Gaeta e di Formia. L’ultimo fine settimana, caratterizzato da un notevole afflusso di bagnanti sulle spiagge e da un aumento delle attività ludico-diportistiche nelle acque ricadenti nel circondario marittimo di Gaeta, ha visto impegnati i militari delle pattuglie di terra e delle motovedette nei controlli dell’operazione “Mare Sicuro” sul rispetto della normativa dettata a tutela della balneazione e per la sicurezza della navigazione.

Nelle prime ore di sabato pomeriggio, durante la quotidiana attività di pattugliamento a mare, i militari della motovedetta di polizia marittima sono intervenuti, nelle acque antistanti il litorale di Serapo, al fine di prestare soccorso a favore di cinque persone a bordo di un gommone a motore, preso a noleggio, che imbarcava acqua dal lato poppiero.

Sotto il coordinamento della Sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta, i militari hanno tratto in salvo gli occupanti, trasbordandoli a bordo dell’unità, in buono stato di salute, al fine di sbarcarli, in seguito, presso la banchina Caboto nel Comune di Gaeta.

Successivamente, l’unità a noleggio è stata riconsegnata ad un responsabile della società, nel frattempo contattata dalla Sala Operativa.

Nel corso del pattugliamento a mare, i militari della motovedetta di polizia marittima hanno, successivamente, accertato, in corrispondenza della “Grotta del Turco” una violazione al divieto imposto dall’Ordinanza di sicurezza balneare ai conduttori delle unità da diporto di navigare all’interno della fascia di balneazione. Al trasgressore, di origine casertane, è stato elevato un verbale amministrativo per oltre 170 euro.

Infine, nell’ambito dell’attività tesa alla tutela ambientale e delle risorse ittiche, il personale della Guardia Costiera di Formia, ha svolto, ieri mattina, un’attività di contrasto agli illeciti lungo la filiera ittica accertando sulla spiaggia di Santo Janni la presenza di un venditore abusivo di prodotti ittici.

Il soggetto originario della provincia di Napoli, era intento a vendere ai bagnanti il pescato senza possedere alcuna documentazione amministrativa, non garantendo in tal modo la rintracciabilità del prodotto né la possibilità di accertarne l’origine, in violazione delle norme poste a tutela della salute del consumatore.

Al trasgressore è stata inoltre contestata la vendita di prodotto ittico sulle spiagge in assenza di autorizzazione, oltre alla non corretta conservazione dei molluschi bivalvi aspersi in acqua.

Pertanto i militari, accertato il fatto, hanno posto sotto sequestro amministrativo oltre 40 kilogrammi di prodotti ittici, tra i quali molluschi, crostacei, orate e seppie.

Al trasgressore è stata, pertanto, elevata una sanzione amministrativa per oltre 7500 euro”

3 Luglio 2017 0

Mare Sicuro, spiaggia libera occupata con lettini ed ombrelloni da affittare. Scatta la denuncia e il sequestro

Di admin

Sperlonga – Sul fronte della polizia marittima, a seguito di specifiche segnalazioni pervenute, gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta, sono intervenuti presso un tratto di arenile libero del Comune di Sperlonga – località Salette. I segnalanti lamentavano l’impossibilità di fruire liberamente di un tratto di arenile libero, a seguito di abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo da parte di noleggiatori di attrezzature balneari. Il personale militare, intervenuto nella zona di spiaggia libera ed oggetto della segnalazione, aveva modo di accertare l’effettiva preventiva occupazione di un tratto di arenile con l’illecito posizionamento di oltre 50 attrezzature balneari (lettini, sedie a sdraio ed ombrelloni), occupando un’area di circa 120 metri quadri. Tale materiale, infatti, era stato posizionato senza alcuna effettiva richiesta di noleggio da parte degli utenti, facendo apparire, di fatto, un tratto di arenile libero, come un vero e proprio stabilimento balneare in regime di concessione demaniale marittima, ingannando così tutti gli ignari utenti che invece avrebbero voluto usufruire liberamente e gratuitamente di quel tratto di arenile.

Individuato l’autore dell’illecita attività – L.F. di Fondi -, i militari della Guardia Costiera provvedevano a diffidare all’immediata rimozione delle attrezzature abusivamente posizionate, al fine di riconsegnare alla libera fruizione alla collettività il tratto di spiaggia. Le attrezzature rimosse sono state poste sotto sequestro e l’autore dell’abusiva occupazione demaniale è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria di Latina per i successivi provvedimenti di legge.

A tale attività di polizia marittima svolta dai militari della Guardia Costiera di Gaeta per la tutela del pubblico demanio marittimo, si aggiunge quella svolta per assicurare la sicurezza della balneazione. Infatti presso uno stabilimento del litorale di Formia veniva riscontrata l’assenza del previsto servizio di assistenza e salvataggio, con grave pregiudizio per la sicurezza dei numerosi bagnanti presenti in zona. Oltre mille euro la sanzione amministrativa elevata a carico del trasgressore.

3 Luglio 2017 0

Mare Sicuro, quattro bagnanti tratti in salvo dalla Guardia Costiera di Gaeta

Di admin

Gaeta – Nell’ambito della operazione “Mare Sicuro 2017”, la Guardia Costiera di Gaeta, nel week end appena trascorso i militari fin dalle prime ore del mattino, hanno effettuato attività di vigilanza lungo le coste. Particolare attenzione è stata posta nei confronti dei diportisti e per il rispetto delle norme in materia di sicurezza della navigazione con le unità da diporto e delle relative dotazioni di bordo, riscontrando violazioni alla normativa che limita la navigazione sotto costa, procedendo a sanzionare i trasgressori.

Nel tratto di mare della spiaggia di Serapo di Gaeta, le unità navali unitamente alle pattuglie via terra, sono intervenute in soccorso, a seguito di richiesta pervenuta tramite il numero di emergenza 1530, di quattro bagnanti in difficoltà a causa del forte vento presente in zona attesa l’impossibilità a raggiungere la riva da parte degli stessi che anche grazie all’ausilio degli assistenti di salvataggio, sono stati riportati a terra in buono stato di salute.

14 Luglio 2009 0

Bambini in auto: ecco come portarli in modo sicuro

Di admin

Con l’entrata in vigore, dal 14 aprile 2006, del Decreto Legislativo 13 marzo 2006 n. 150, è stato modificato l’art. 172 del Codice della Strada: “Uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini”. In generale è possibile riassumere i cambiamenti introdotti dalla nuova norma applicando questa semplice regola: ogni volta che si occupa un posto a sedere su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti, conducente e passeggeri, utilizzarle e nel caso di trasporto di bambini di adottare i sistemi di ritenuta idonei (seggiolini o adattatori). La nuova stesura dell’articolo ha introdotto importanti novità riguardanti l’utilizzo di questi sistemi di ritenzione sia per il conducente che per i passeggeri. I dispositivi utilizzabili sono di due tipi: seggiolini e adattatori. Dovrebbero essere usati fin dai primi giorni di vita, seguendo attentamente le istruzioni riportate nel manuale e la scelta deve essere fatta in base al peso del bimbo. Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall’articolo 172 del codice della strada, (modificato dal decreto legislativo n.150 del 13 aprile 2006), dalla normativa europea e con una circolare atuativa del ministero dell’interno. I dispositivi di ritenuta sono obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 chili di peso: fino a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre questo peso si possono utilizzare anche gli adattatori. Quest’ultimi sono dei piccoli sedili che, sollevando il bambino, permettono di usare le cinture di sicurezza dell’auto che però vanno passate sotto le alette poste ai lati, in senso longitudinale al torace. Vi ricordiamo inoltre che: * I sistemi di sicurezza presenti negli autoveicoli non sono adatti a persone inferiori a 1.50 metri di altezza. * Fino a 9 chili di peso il bimbo deve essere trasportato in senso contrario alla marcia dell’auto. Attenzione mai mettere il bambino sul sedile anteriore se la macchina è provvista di airbag, a meno che non possa essere disattivato. Il posto più adatto è il sedile posteriore, al centro, che protegge anche da eventuali urti laterali. * Dopo 10 chili si può cominciare a sistemare il seggiolino in senso di marcia. * Lo schienale del seggiolino deve essere ben appoggiato al sedile della macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono sempre essere allacciate, anche per brevi tragitti.